Nei giorni scorsi casualmente ho scoperto che queste famigerate zucche (quelle usate durante la festa di halloween), grande prova della persistenza culturale celtica in padania secondo i leghisti, sono un prodotto agricolo proveniente dall'america e introdotto in Europo solo dopo il 1492!!!!
Insomma come per il pomodoro ed il Mais.
Voi mi direte "e con questo?"...beh la cosa è molto
divertente...permettetimi di affermare che sta cosa è molto ma molto divertente :-)
Infatti i leghisti(compreso il giornale "La Padania") ci hanno fatto due palle cosi' su ste cazzo di "cocozze" intagliate che dovrebbero
rappresentare il filo conduttore che unisce i celti di 2000 anni fa ai
"padani" di oggi.

Ebbene due sono le situazioni possibili:

1) i celti gia' 2000 anni fa , in occasione del Sahaimain (o come cazzo chiamavano la festa di questo periodo) andavano in America a comprare le zucche da qualche contadino Incas (non avendole ancora in Europa) :-)

2)semplicemente questa è l'ennessima fregnaccia leghista (leggasi solita stronzata leghista).

ora non conoscendo nuove ardite teorie (fra poco, ne sono sicuro, comparira' qualche neoceltico leghista che mi dira' che i celti andarono anche sulla luna gia' prima di Cristo), su chi ha scoperto per primo il nuovo continente, istintivamente scelgo il secondo punto come quello piu' plausibile.

Il bello è che lo stesso giornale "La Padania" in svariate occasioni , a partire dall'anno scorso, ha pubblicato a cadenze regolari alcune testimonianze sulle tradizioni delle zucche intagliate per poi poter pontificare sulla presunta cultura celtica ancora presente al nord.

ecco "La Padania" all'azione gia' qualche anno fa:

"La Padania e le sue zucche"
Preghiamo tutti i nostri lettori che siano a conoscenza di tradizioni che
prevedono l'utilizzo per i primi di novembre di zucche scavate e scolpite a
forma di testa di darcene altre segnalazioni. Inviate le vostre indicazioni
(se volete, con descrizioni dettagliate dei riti), riportando sempre la
località, all'attenzione di Gilberto Oneto, presso la Padania, Via Bellerio
41, 20161 Milano, o, mediante fax, allo 02- 66246325 Potete anche
telefonare, ogni martedì dalle 14,00 alle 14,45 in diretta alla trasmissione
"Il ritorno di Brenno" (tel. 02-66203529). Ogni segnalazione è un dispiacere
a Galli della Loggia e a tutti gli italioni. Che siano valanghe. "


Roba da segnalare a "Striscia la Notizia"? :-)

Inutile dire che presso il popolo leghista, notoriamente non propriamente onesto (prego informarsi sulle loro innumerevoli mistificazioni e falsificazione della storia, anche quella recente), sono fioccate le segnalazioni di presunte tradizioni di zucche intagliate precedenti agli influssi anglosassoni che stiamo ricevendo in questi decenni.

Ora bisognerebbe stabilire se sono semplicemente dei bugiardi, costoro che vedono le zucche intagliate, o semplicemente hanno alzato troppo il gomito.

Per il resto rimane l'ennesimo figurone di merda di marca leghista.

Con simpatia 8-D


p.s. se proprio volete , e mi riferisco ai leghisti, conoscere qualche tradizione che di molto assomiglia ad halloween prego informatevi sulla festa dei morti che si tiene in sicilia e in svariate
zone del meridione.

p.s.s Vi lascio con uno stralcio di un post di Der Werhwolf in cui copia incolla (ma qualche messaggio, Der Wawof, lo riesce a scrivere senza copiare i pistolotti
altrui?) un vecchio articolo del giornale "La Padania"...ora che conoscete la storia delle "zucche"
potrete meglio "apprezzare" sta puttanata che leggerete:

"LE LÜMERE PADANE
La tradizione delle zuccahe scavate a forma di testa (o meglio, di teschio) e illuminate dall'interno con una candela rimase però diffusa un po’ dovunque, ed era attestata ancora fino a pochi decenni fa largamente in tutta la Padania. In Lombardia, ad esempio, le zucche intagliate e illuminate si chiamavano lümere. Fino a pocho tempo fa in molte zone della Padania
e nell’arco alpino, la sera del primo novembre, si lasciava sul tavolo della cucina qualcosa
da mangiare per i defunti, soprattutto castagne, o dolcetti come le fave dei morti, o anche
delle fave vere, e da bere del vino."

commento all'articolo: MUAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHHAHA!!!!!!