User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Salviamo la lingua Romagnola, l'anima del nostro Popolo

    Il celebre linguista Isaia Ascoli fu il primo a coniare il termine Galloitalico, per definire le parlate Padane. Questo famoso ricercatore individuò fenomeni sintattici e fonetici propri di una comune origine celtica, o per meglio dire gallica. L’Ascoli individuò le zone geografiche dove la palatizzazione delle vocali e la rotazione del suono porta a fenomeni vocali come es.(ortica in urtiga) o (ruota in roda). La perdita della vocale finale o consonantismo tutti fenomeni linguistici tipicamente celtici. Questa abitudine è presente nell’ottanta per cento delle parlate locali a nord dell’appennino, nella lunigiana, nel pasarese, e nel montefeltro. Un altro ricercatore Costantino Nigra studiando i canti popolari del nord, scoprì una sorprendente somiglianza tra il patrimonio musicale popolare Padano con quello scozzese, gallese e irlandese. Lo stesso Costantino Nigra scrisse: Adottando la lingua dei vincitori, i celti dell’italia superiore pigliarono come era naturale il fondo lessicale e le forme grammaticali latine, ma non poterono con uguale facilità pigliarne intera la fonetica e la sintassi….. Dopo la conquista romana il dialetto non sparì ma mantenne alcune specificità. I linguisti sono concordi sulle ricerche dell’Ascoli e del Nigra. Molte furono le trasformazioni fonetiche che i nuovi cittadini dell’impero ( GALLI TOGATI ) portarono alla lingua latina. Nessuno può negare che le nostre lingue compreso il Romagnolo discendano da quel latino fortemente gallicizzato parlato nella valle del Po, all’inizio dell’era volgare. Si scopre anche che latino e gallico hanno una comune origine. Questa somiglianza fu testimoniata da Cesare che ammise di dover redigere gli ordini militari in greco per renderli incomprensibili se fossero caduti in mano dei Galli. I dialetti gallici cisalpini dai quali ha origine anche il Romagnolo, sono stati in parte decifrati comparandoli con le lingue celtiche moderne. I celti della pianura del po furono integrati, ma non persero completamente la loro lingua. L’identità di un popolo è dura a morire, magari inconsciamente ci portiamo dietro qualcosa del nostro passato, la lingua è la testimonianza che quel popolo è nei suoi eredi ancora vivo, ma per quanto? Gli amministratori romagnoli sono preoccupati solo dalle esigenze degli stranieri, ma nulla fanno per salvare la nostra lingua, che andrebbe insegnata nelle scuole. Alcuni termini che riportano il romagnolo alle origini galliche : il termine irlandese TREB è presente nel romagnolo con significati legati alla vita contadina. Il carro agricolo in Romagna è detto CAR che deriva dal gallico CARROS in antico irlandese CARR. L’abbeveratoio in romagnolo si dice EBI che deriva dal gallico AB che in irlandese antico significa acqua. In Romagnolo la spazzatura si dice ROSCH e deriverebbe dal gallico RUSC che significa corteccia parte che si scarta si getta. Questi termini sono numerosi nel romagnolo. Oggi la Romagna è molto cambiata con l’arrivo di tanti FRUSTIR, quasi più nessuno ricorda il MAZAPEGUL folletto dispettoso che di notte entrava nelle case e nelle stalle facendo ogni genere di scherzi. La nostra terra , crocevia di tante culture diverse e storicamente così travagliata per molti secoli è stata scavata, plasmata, protetta da una cultura più rispettosa dell’ambiente, e questa cultura è quella celtica. La loro influenza è stata grande nella nostra cultura; loro e nostri sono gli stessi valori semplici e genuini, l’operosità, l’amore per la famiglia, per le cose quotidiane. La stessa semplicità e schiettezza che ci distingue nelle feste e ricorrenze, nel quotidiano da chi è abituato a rispettare i ritmi della natura, trasmettendo la gioia delle cose più semplici. I nostri avi celti erano così. Nemmeno la conquista romana è riuscita a cambiare completamente il carattere di queste popolazioni vinte, che per secoli continuarono a celebrare i loro riti ancestrali. Gran parte di queste verità sul nostro passato ci sono state negate, cancellate da un potere che sotto qualunque bandiera si presentasse ha ridotto l’ambiente come vedete. Ricordate che l’ambiente è il bene più prezioso che abbiamo. ROMAGNOLI PARLATE IL DIALETTO TRASMETTETELO AI GIOVANI, L’UNICO MODO PER NON FARLO MORIRE. SE LA NOSTRA LINGUA MUORE, MUORE UNA PARTE DI NOI.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non ho mai avuto dubbi che il romagnolo faccia parte della famiglia delle lingue celto-romanze

  3. #3
    Ospite

    Predefinito

    Come mi racconta spesso mia zia, Forlivese DOC: "Fino al Montefeltro sono Romagnoli... da lì in poi è gente che non ha volgia di lavorare!"

  4. #4
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Iena Plissken
    Come mi racconta spesso mia zia, Forlivese DOC: "Fino al Montefeltro sono Romagnoli... da lì in poi è gente che non ha volgia di lavorare!"
    questo post è veritiero...il montefeltro (ora terra marchigiana) è Romagna al 100% come alcune zone dell'appennino Toscano.
    Un giorno la Romagna sarà di nuovo unita ed autonoma.

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    10 Jul 2002
    Messaggi
    10,197
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I confini della Romagna

    Test classico per misurare i confini della Romagna
    ===================================
    Intrè in cà d'un cuntadè e cmandei da bè
    s'uv porta de vè a si incora in Rumagna
    s'uv porta d'l aqua a si arivè in Emiglia

  6. #6
    Ospite

    Predefinito

    ...mentre invece il comune di Castrocaro-terra del sole è stato x parecchio tempo un'"enclave" del granducato di Toscana, tant'è che diventò provincia di Forlì soltanto negli anni '30...

  7. #7
    Erwann
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by Iena Plissken
    Come mi racconta spesso mia zia, Forlivese DOC: "Fino al Montefeltro sono Romagnoli... da lì in poi è gente che non ha volgia di lavorare!"
    Mitica!

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-02-14, 12:51
  2. Una lingua un popolo
    Di mirkevicius nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 31-12-12, 14:36
  3. Lingua Europea negato al popolo
    Di irlandese nel forum Politica Europea
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 21-09-09, 14:48
  4. Come inventarsi una lingua, un popolo e una nazione
    Di Ichthys nel forum Regno delle Due Sicilie
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 12-04-04, 17:12
  5. Salviamo la lingua Romagnola, l'anima del nostro Popolo
    Di Celtic Pride (POL) nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-11-02, 13:24

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226