User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    Forumista senior
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    2,748
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Post Brescia: flebile rinascita o mera speculazione?

    Salucc & Secessiun
    ------------------------------------------------------------------------------------
    Paolo Corsini non è più il solo candidato sindaco in campo per la sfida di primavera
    La Lega Padana candida Arrighini
    Già parlamentare del Carroccio punta ad erodere quel bacino elettorale



    Giulio Arrighini, già capogruppo in Loggia, segretario provinciale e parlamentare della Lega Nord, partito da cui si è allontanato qualche anno fa non condividendo la linea politica e la gestione di Bossi, è il candidato sindaco di Brescia della Lega Padana Lombardia. L’annuncio è stato fatto ieri nel corso di una conferenza stampa alla quale Arrighini è intervenuto insieme a Roberto Bernardelli, segretario del partito, e all’ex parlamentare bresciano Salvatore Bellomi. Spiegano che contestano l’attuale bipolarismo, perché l’autentico è fra Nord e Sud; dichiarano di non schierarsi con la destra o con la sinistra, perché i loro programmi coincidono. Quale sia il nemico lo dicono, ancor prima che aprano bocca, i manifesti appesi alle loro spalle. Uno recita: «Roma ladrona. Lo gridavamo allora, lo gridiamo ancora». L’altro sostiene «Devolution? Federalismo? Basta Balle. Secessione!». Il terzo: «Grazie Berlusconi, Bossi, Fini. + tasse + immigrazione + inflazione. Vergogna». Rincara la dose il giornaletto del partito: «Col Governo della Lega e del Polo la situazione immigrazione sta addirittura peggiorando. I cittadini lombardi sono continuamente vittime di aggressioni da parte di bande di slavi e nordafricani... E il Governo cosa fa? Una legge ridicola, quella a firma Fini-Bossi». Per quanto riguarda le tasse «ciascun cittadino lombardo regala mediamente al Governo centrale 5 milioni di lire l’anno che non tornano più indietro». Bossi viene descritto come «il volta gabbana» nel giudizio su Berlusconi. Tra le promesse non mantenute vengono segnalati il federalismo, la legge sull’immigrazione, il canone Rai. Il segretario Roberto Bernardelli illustra ed arricchisce le affermazioni di manifesti e giornaletto con ulteriori annotazioni tipo: «Bossi abbaia, ma poi si rimangia tutto... La Lega Nord non uscirà mai da questo Governo, vincolata da un atto notarile sottoscritto da Bossi, Belusconi, Brancher, Tremonti». Offre una chiave di lettura anche elettorale della particolare polemica verso la Lega: non si tratta solo della rabbia degli ex che si dichiarano traditi da Bossi, ma anche, sostengono, del fatto che dove si sono presentati hanno sottratto un terzo dei voti alla Lega Nord proprio attingendo alle iniziali parole d’ordine del Carroccio. Presentando Arrighini come candidato sindaco Bernardelli ha parole dure contro l’ex ministro Vito Gnutti, accusato di aver cercato una sponda democristiana in Andreotti e D’Antoni dopo aver abbandonato la Lega ed escludendo qualsiasi lista che lo comprenda. Giulio Arrighini parla «del dovere morale di ridare dignità al pensiero indipendentista e secessionista dopo il tradimento di Bossi che ha disconosciuto il pensiero di Miglio e ha abbandonato migliaia di leghisti ora impegnati, anche a prezzo dei patrimoni familiari, in vicende giudiziarie ... Cesare Galli si richiama al pensiero di Miglio? O è in rotta di collisione frontale con Bossi, oppure non si è accorto di quanto è accaduto nella Lega Nord... Noi andremo ad un referendum sull’indipendenza della Lombardia e del Nord, che Roma voglia o non voglia». Di Brescia lamenta che «nella seconda città della Lombardia non si è mai avviato il passaggio dalla prima alla seconda Repubblica e non lo farà certamente una Lega Nord incasellata dentro la Casa delle libertà. Basta vedere come si è rimangiata la posizione sul metrobus e cosa avviene per la Caffaro, la sicurezza, la Stazione, il Carmine... Brescia è conosciuta in Italia come clandestinopoli». Nel confermare che è intenzione della Lega Padana Lombardia presentare candidature sia per il Consiglio comunale sia per le Circoscrizioni, Arrighini risponde sul rapporto con gli altri dirigenti leghisti usciti dal Carroccio ed in particolare con l’ex senatore Tabladini: «Mantengo rapporti con molti ed in particolare con Tabladini ci sentiamo frequentemente. A 40 anni non voglio però guardare indietro, ma lavorare ai progetti futuri. Non scrivere memorie di una stagione compiuta, ma operare nella politica attiva». Si era accennato che l’elettorato leghista bresciano sarà oggetto di cure particolari e la conferma giunge puntuale. Anche perché Arrighini ritiene che la Lega Nord starà dentro la Cdl anche a Brescia e questo, sostiene, favorirà l’incontro della Lega Padana Lombardia anche con chi si riconosce ancora nel Carroccio.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    I amar prestar aen
    Data Registrazione
    09 Sep 2002
    Località
    Brescia
    Messaggi
    8,891
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Arrighini lo votai alla camera nel 94. Quando fece il ribaltone gli spedii una serie di lettere di protesta. Non avrà mai più il mio voto, a prescindere dal programma, non posso più fidarmi.

    Cordiali Saluti
    E voi tutti, o Celesti, ah! concedete,
    Che di me degno un dì questo mio figlio
    Sia spendor della patria, e de Troiani
    Forte e possente regnator. Deh! fate
    Che il veggendo tornar dalla battaglia
    Dell'armi onusto de' nemici uccisi,
    Dica talun: NON FU SI' FORTE IL PADRE:
    E il cor materno nell'udirlo esulti.

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Dragon sai dirci di più su questo Arrighini? E' in buona fede?
    ciao
    Patrik

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brixia/Brèsa
    Messaggi
    470
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Arrighini ho avuto modo di conoscerlo al di fuori della politica in quanto fa il mio stesso mestiere.
    La mia impressione sulla persona è sicuramente ottima anche se il progetto politico a cui ha aderito non mi convince particolarmente, tuttavia credo avrà il mio voto.
    Padania libera fino all'indipendenza

 

 

Discussioni Simili

  1. Quando l'immigrazione diviene mera variabile contabile
    Di Terraeamore nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 54
    Ultimo Messaggio: 13-05-08, 16:09
  2. FORZA NUOVA BRESCIA: Brescia si svuota. Brescia sta morendo.
    Di Mariottide nel forum Destra Radicale
    Risposte: 71
    Ultimo Messaggio: 11-02-08, 17:23
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 24-05-07, 23:27
  4. Questa NON è soltanto una mera questione lessicale...
    Di Italo-romano nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-08-05, 18:36

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226