Molise, Del Piero porta doni ai bimbi in ospedale


Alessandro Del Piero ha visitato questa mattina nell' ospedale "Cardarelli", di Campobasso Angelo e Luigi, due bambini estratti vivi dalle macerie della scuola "Iovine" di San Giuliano di Puglia.


CAMPOBASSO - L'attaccante della nazionale Alessandro Del Piero ha visitato, stamane, al "Cardarelli" di Campobasso, Angelo e Luigi, i due bambini ricoverati per le gravi lesioni riportate nel crollo della scuola "Jovine" di San Giuliano di Puglia. Il campione juventino è arrivato pochi minuti dopo le 11 a bordo di un elicottero del corpo forestale dello Stato. Ad accompagnarlo il capo ufficio stampa della Figc, Valentini, ed il massaggiatore della nazionale Aldo Esposito, molisano di Isernia.

Il calciatore si è intrattenuto per oltre un'ora nel reparto di terapia intensiva dove, da venti giorni, sono ricoverati i bambini. Ad Angelo, tifoso della Juventus, ha donato una maglia bianconera, mentre a Luigi, tifoso del Milan, ha portato la casacca della nazionale. "Domani non potete venire a Pescara a vederci - ha detto Del Piero - ma vi auguro di poterlo fare al più presto". Dopo essersi soffermato qualche minuto con i medici, Del Piero è ripartito per raggiungere il ritiro della nazionale.

Solo ieri, a San Giuliano, c'era stata una speciale ricreazone per i 96 bambini di San Giuliano tornati a scuola: era infatti arrivata, attorno a mezzogiorno, la Nazionale degli azzurri guidata dal ct della nazionale, Giovanni Trapattoni, a San Giuliano di Puglia. Con il ct sono arrivati Cannavaro, Nesta, Di Biagio e Tommasi

(19 NOVEMBRE 2002, ORE 130)