User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Le piccole stelle della banlieue

    Un documentario racconta l'uccisione di un ragazzo della periferia di Tolosa da parte della polizia

    Le piccole stelle della banlieue

    Guido Caldiron Si chiamava Habib Ould Mohamed ma per tutti, nella periferia nord ovest di Tolosa dove viveva, era semplicemente "Pipo". Quando la notte del 13 dicembre del 1998 una pallottola sparata dal brigadiere di polizia Henri Bois ad un posto di blocco, uccise questo ragazzo di diciassette anni, fu in nome di "Pipo" che prese fuoco l'intera banlieue della città del meridione francese. Nei quartieri popolari del Mirail, della Reynerie, di Bellefontaine, di Bagatelle e di La Fourette per tre giorni e tre notti si ripeterono le scene di violenza e di rabbia che hanno accompagnato in questi anni le molte, troppe, morti di ragazzi di periferia: auto e bus dati alle fiamme, negozi saccheggiati, scontri con polizia e gendarmi.

    La morte di Habib, del resto, era stata tragicamente simile alle tante altre che l'avevano preceduta, né sono state diverse quelle che sarebbero venute dopo. Una macchina rubata da un gruppo di adolescenti lanciata a tutta corsa su un vialone periferico, un posto di blocco della polizia, degli agenti fin troppo zelanti nell'uso delle armi da fuoco. Il bilancio della storia parla così di un ragazzo ucciso e di un poliziotto condannato per omicidio "involontario", quattro anni dopo i fatti, a una breve pena sospesa inoltre per la condizionale.


    Morire da arabi
    Per la giustizia francese vicende del genere sono semplici "bavures", sbavature nel comportamento normale degli agenti. Ne sono piene le cronache dei giornali e non passa settimana senza che un nuovo caso vada ad aggiungersi a una lista già molto lunga. Anche le vittime si assomigliano quasi tutte. Sono prevalentemente adolescenti, figli di immigrati in gran parte maghrebini, ma nati e cresciuti in Francia nei quartieri dormitorio delle grandi periferie urbane. Una lunga sequenza di morti assurde per le quali il giornalista Fausto Giudice aveva coniato alcuni anni fa il nome di "arabicidio", nel senso che in quella che appare quasi come una terribile eco dell'era coloniale, questi ragazzi vengono uccisi «in quanto arabi», da un razzismo che ha assunto il volto della segregazione urbana e sociale. E anche coloro che non lo sono, ma che vivono negli stessi quartieri, aveva aggiunto Giudice, «si fanno ammazzare come arabi».

    La storia di "Pipo" non è però destinata ad essere dimenticata o, nella migliore delle ipotesi, ad essere ricordata solo dai suoi compagni di strada della banlieue. E' stato infatti presentato in questi giorni in Francia un documentario che proprio partendo dalla morte violenta di questo ragazzo vuole dare voce alle tante altre storie simili alla sua e, più in generale, ai giovani delle periferie francesi, alla loro rabbia come ai loro sogni.

    "Le bruit, l'odeur et quelques étoiles" girato da Eric Pittard non è però un manifesto militante, non legge la banlieue con gli occhi della politica o della sociologia, ma ne restituisce l'anima, scegliendo come codice narrativo il vocabolario e il ritmo che gli stessi ragazzi delle cité si sono dati di fronte alla telecamera. Sono gli amici di "Pipo" che raccontano quanto accaduto in quella tragica notte del 1998 sul boulevard Déodat de Séverac, a nord di Tolosa. Mimano gli agenti che sparano sulla macchina, la fuga disperata dei ragazzi disarmati, gli incidenti che faranno seguito alla tragedia. Alcuni di loro, dopo la morte di "Pipo", hanno provato a dare vita ad un'associazione, chiamata "9 bis" dal numero civico del palazzo delle case popolari, l'Hlm in Francia, dove abitava il loro amico ucciso. Nel documentario raccontano di aver voluto fare qualcosa di utile per il loro quartiere, ma poi il rapporto con i politici locali li ha completamente dissuasi. Due di loro, poco più che maggiorenni, alla fine sono finiti in galera per piccoli reati: la strada è tornata ad avere il sopravvento.

    Ma "Le bruit, l'odeur et quelques étoiles" non si limita ad offrire una fotografia delle periferie transalpine, dove si cacola viva oggi almeno un francese su quattro. Il regista Eric Pittard, già stretto collaboratore di Robert Kramer e passato per il cinema "engagé" degli ultimi decenni, ha voluto scandire con il ritmo della strada e i suoi suoni la propria discesa nella parte in ombra della società francese di oggi. Al documentario hanno partecipato i musicisti degli "Zebda", il gruppo che a Tolosa aveva lanciato nelle periferie anche una propria lista per le amministrative. Le loro apparizioni scandiscono il percorso del film, aggiungendo un curioso effetto da commedia musicale alla paziente e dolorosa ricostruzione offerta dai compagni di "Pipo".


    Il ritmo dei quartieri
    Lo stesso titolo dato al documentario si riferisce a una canzone che gli "Zebda" avevano dedicato alcuni anni fa alle parole pronunciate dall'allora semplice sindaco di Parigi Jacques Chirac, che aveva spiegato come dai quartieri degli immigrati si levassero «certi odori e certi rumori...».

    «Per capire qualcosa della periferia di Tolosa - ha spiegato Pittard all' Humanité - sono andato a comprarmi un disco degli "Zebda". Più che in migliaia di pagine di sociologia, è stato nei testi delle loro canzoni che ho trovato le ragioni e il punto di vista di chi vive qui. Ho capito soprattutto quale sia il vissuto reale di chi si è misurato per tamte volte con vicende simili alla morte di "Pipo". Così, dopo la morte del ragazzo, quando ho cominciato a pensare a questo documentario, ho subito chiamato Tolosa e mi sono messo in contatto con loro».

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    allevatore
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    campagna lombardo-veneta
    Messaggi
    4,930
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Che storia commovente...

  3. #3
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Hai mai fatto il conto di quanti "Pipi" indigeni siano morti perchè non si sono fermati ad un posto di blocco?
    Oppure a quegli extracomunitari ubriachi che, facendo le corse su una macchina rubata, hanno investito e ucciso qualche fesso locale che attraversava incoscentemente la strada?
    Pensaci.

  4. #4
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito



    ti sei dimenticato di dire "marroni".

  5. #5
    Totila
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by yurj


    ti sei dimenticato di dire "marroni".
    Eheheh...Di quelli, tu non te ne dimentichi mai...Eh?

  6. #6
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by asburgico
    Che storia commovente...


    mi verrebbe da dire, anche pensando a quella recente rapina a venezia dove è morta quella persona per mano dei soliti extra, ma chi se ne stra-fotte dei "pipo" del c**** francesi???
    ma per rispetto di yurj non lo dirò...

  7. #7
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sono i disinformati che parlano di "extracomunitari" anche dove non ci sono, a credere che i problemi si risolvano con la caccia al mostro.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    RAUS!!
    FREMDSTAMMIGE RAUS!!
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Viva la Polizia di Tolosa!
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-05-11, 18:07
  2. Banlieue
    Di andreas (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 233
    Ultimo Messaggio: 27-01-06, 00:13
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-11-05, 12:55
  4. Piccole riflessioni della notte...
    Di cm814 nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-09-03, 23:29
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-08-02, 00:47

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226