Tratto da :http://www.islamitalia.it/



I cristiani sono "kafirun"?

Con il termine "cristiani" si intende un svariato numero di
rappresentanti di tale pensiero, pensiero che spesso e' diverso fra
loro, non solo fra cattolici, protestanti, ortodossi, ecc., ma e'
diverso anche all'interno dei singoli pensieri di cattolico in
cattolico.
E' vero che, a differenza dell'Islam (sunnita) esiste un clero,
un'autorita' teogica che stabilisce, tramite lo studio dei Testi
Sacri, le regole (che ormai non lo sono piu') o meglio, i dettami
uffoiciali del proprio credo cristiano: dai cattolici, ai luterani,
anglicani, calvinisti, ortodossi, battisti, e.. via cosi'.
Ma e' vero anche che la religione cristiana non e' piu' legge, a
differenza di quanto vi era ancora lo Stato-Chiesa, cio' ha fatto si'
che si formassero diverse altre correnti di pensiero, anche dovute
alla recenti scoperte archeologiche riguardanti il Vangelo e la Torah.
Il Sacro Corano ci parla molto dei cristaini, o meglio dei "nazareni"
(perche' e' questo il nome originale di color che seguivano la via
originale del messaggio di Gesu').

Il termine arabo kafur o kafir sta indicare i "miscredenti", in quanto
la radice "kfr" significa "miscredenza" o "ingratitudine".
I cristiani (devoti nel loro credo) non commettono "shirk"
(associazione di qualcos'altro a Dio, ateismo compreso), se non quando
adorano eccessivamente la figura del profeta Gesu' o di qualche altro
santo, (come a volte accade, purtroppo), tanto da oscurare Dio stesso,
quindi, in generale, non sono miscredenti, per la loro fede nel Dio
Unico. MA BISOGNA LODARE IL PROFETA GESU', NON ADORARLO, PERCHE'
SOLO DIO E' L'UNICO DA ADORARE
Infatti, nel Sacro Corano, Dio l'Altissimo ha detto:

"...Sono certamente miscredenti quelli che dicono: «Allah è il Messia
figlio di Maria». Di': « Chi potrebbe opporsi ad Allah, se Egli
volesse far perire il Messia figlio di Maria, insieme con sua madre e
a tutti quelli che sono sulla terra? Ad Allah appartiene la sovranità
sui cieli, sulla terra e su tutto quello che vi è frammezzo! ». Egli
crea quello che vuole, Allah è onnipotente.
Giudei e nazareni dicono: «Siamo figli di Allah ed i suoi prediletti».
Di': «Perché allora vi castiga per i vostri peccati? Sì, non siete che
uomini come altri che Lui ha creato. Egli perdona a chi vuole e
castiga chi vuole. Ad Allah appartiene la sovranità sui cieli e sulla
terra e su quello che vi è frammezzo. A Lui farete ritorno».
O gente della Scrittura, il Nostro Messaggero vi è giunto dopo un
interruzione [nella successione] dei Profeti, affinché non diciate
«Non ci è giunto nunzio né ammonitore.» Ecco che vi è giunto un nunzio
e un ammonitore! Allah è onnipotente..." (Corano al-Ma'ida 5,17-19)

Percio' chi fra i cristiani, (molti) si considerano "figli di Dio" e
credono che Gesu' sia "Dio" in persona, allora sbagliano, mentre
coloro (fra i cristiani) che professano un credo Unico e credono nel
Giorno del Giudizio finale e sono esenti dalla divinizzazione del
Messiah e dal legame "di parentela" fra i fedeli e l'Altissimo, (se
non per il puro senso della creazione dell'uomo) possiamo dire che non
sono kafirun.

In ogni caso, i cristiani non sono idolatri, ovviamente: sono dei
fratelli di fede unica per noi musulmani, sono coloro che hanno
creduto nel messaggio del nostro Profeta Gesu' e nel Suo mandato di
Messiah, hanno fede nell'Unico Dio Altissimo ed Onnipotente comune a
tutti anche ai non credenti e sono i migliori "amici" dei musulmani
nella vita sociale, sono coloro piu' vicini al messaggio dell'Islam,
(inteso come pura e semplice "sottomissione a Dio"), pregano e
celebrano riti in onore di Dio.
A volte, pero', accade, in talune persone, che l'importanza della
"Trinita'" cristiana, le figure della "Madonna", dei "Santi" e della
stesso Gesu' prevale in ambito adorativo (talvolta anche per solo una
di queste figure) quella dell'adorazione e sottomissione verso Dio.
E' corretto cercare (per ogni fedele) di imitare, quanto possibile, il
comportamento dei Profeti (pace su di loro) oppure anche le persone
che per prime hanno creduto e sono state accanto a loro nelle prime
fasi della conversione (sia nel cristianesimo che nell'Islam), ma non
si deve adorare e/o pregare tali personaggi (reali) e non adorare e/o
pregare Dio l'Altissimo, altrimenti si corre il rischio di peccare in
maniera irreparabile, commettendo "shirk" (ovvero: associazione a Dio
o comunque all'oggetto dell'adorazione un'altra immagine, reale o
meno, se non quella di Dio stesso) e questo e' il peccato piu' grave,
che nemmeno l'Onnipotente potra' mai perdonare.
Ma non si puo' nemmeno affermare che Gesu' e' "Dio" in persona, punto
saldo della credenza cristiana oggi, ma deciso ufficialmente solo dopo
il Consiglio di Nicea (326 A.D.), dopo un lento studio ecclesiastico
sulla compatibilita' di tal affermazione contenuta nelle lettere di
S.Paolo con la realta' sociale del tempo, e quindi non facente parte
del messaggio originale della Messiah, infatti, Dio e' Unico.

Prima dell'avvento dell'Islam (nel senso della completa diffusione
dell'intera Rivelazione data a Muhammad), veniva accettato il vero
contenuto della Torah e del Vangelo, e si salvava solo coloro che
credevano in questi Testi, ma quest'ultimi verrano elaborati,
modificati, dimenticati... fino a quando Allah diede l'Ultima
Rivelazione al Profeta Muhammad:

"...Oh Messaggero, comunica quello che e' sceso su di te da parte del
tuo Signore. Che' se non lo facessi non assolveresti alla tua
missione. Allah ti protegga dalla gente. Invero Allah non guida un
popolo di miscredenti.
Di': -Oh gente della Scrittura, non avrete basi sicure finche' non
obbedirete alla Torah ed al Vangelo e in quello che e' stato fatto
scendere su di voi da parte del vostro Signore-. Stai certo che quello
che e' stato fatto scendere su di te da parte del tuo Signore
accrescera' in molti di loro la ribellione e la miscredenza. Non ti
affliggere per i miscredenti.
Coloro che credono, i giudei, i sabei o i nazareni e chiunque creda in
Allah e nell'Ultimo Giorno e compia il bene, non avranno niente da
temere e non saranno afflitti.
Accettammo il patto dei Figli di Israele e inviammo loro i Messaggeri.
Ogni volta che un Messaggero reco' loro qualcosa che i loro animi non
desideravano, ne tacciarono di menzogna ed alcuni ne uccisero altri.
(....)
Sono certamente miscredenti quelli che dicono: -Allah è il Messia
figlio di Maria!-. Mentre il Messia disse: -Oh Figli di Israele,
adorate Allah, mio Signore e vostro Signore-. Quanto a chi attribuisce
consimili ad Allah. Allah gli preclude il Paradiso, il suo rifugio
sara' il Fuoco. Gli ingiusti non avranno chi li soccorra!
Sono certamente miscredenti quelli che dicono: -In verita' Allah e' il
terzo di tre-. Mentre non c'e' dio all'infuori del Dio Unico! E se non
cessano il loro dire,un castigo doloroso giungera' ai miscredenti.
Perche' non si rivolgono pentiti ad Allah, implorando il Suo perdono?
Allah e' Perdonatore e Misericordioso.
Il Messia, figlio di Maria, non era che un Messaggero. Altri
Messaggeri erano venuti prima di lui e sua madre era una veridica.
Eppure entrambi mangiavano cibo (un dio non ha bisogno di nulla).
Guarda come rendiamo evidenti i Nostri Segni, quindi guarda come se ne
allontanano..
Di': -Adorate all'infuori di Allah qualcuno che non ha ne' il potere
di nuocervi, ne' di giovarvi? Allah tutto ascolta e conosce-.
Di': -Oh, Gente della Scrittura, non esagerate nella vostra religione.
Non seguite le stesse passioni che seguirono coloro che si sono
traviati e e che hanno traviato molti altri, che hanno perduto la
retta via-..." (Corano al-Ma'ida 5,67-77)

Oggi come oggi, l'esistenza del Sacro Corano e' conosciuta in tutto il
mondo e non vi sono piu' scuse per i cristiani o per i giudei di non
aver ricevuto un'ulteriore e definitiva Rivelazione data dall'ultimo
Profeta.
Coloro i quali "non esagerano nella loro religione" e credono, pur
ritenendosi cristiani, in un solo Dio Unico, negano o si
disinteressano della trinita' e della divinizzazione di Gesu' Cristo,
credono nel Giorno del Giudizio e compiono il bene in vita, saranno
salvati e non possono esser considerati miscredenti, pur non essendo
totalmente musulmani.
La salvezza dei "giudei, i sabei o i nazareni" si riferisce alla
salvezza prima dell'avvento completo della Rivelazione islamica.

"...Chi vuole una religione diversa dall'Islam, il suo culto non sara'
accettato, e nell'altra vita sara' tra i perdenti..." (Corano
al-'Imran 3,85)

Questo versetto taglia completamente fuori tutte la altre religioni e
si intende valido per chi sia venuto a conoscenza della Rivelazione di
Muhammad.

E' anche vero che non vi e' l'obbligo per i cristiani di convertirsi a
musulmani, in quanto, vi e' completa liberta' di scegliere per se' il
proprio culto:

"....Non c'e' costrizione nella religione. La retta via ben si
distingue dall'errore. Chi dunque rifiuta l'idolo e crede in Allah si
aggrappa all'impugnatura piu' salda senza rischio di cedimenti. Allah
e' Audiente e Sapiente...." (Corano al-Baqara 2,256)

A riprova di tutto quanto detto finora, riportiamo il seguente
versetto:

"...Tra le genti del Libro, ci sono alcuni che credono in Allah ed in
quello che e' stato fatto scendere su di voi ed in quello che e' stato
fatto scendere su di loro, sono umili davanti ad Allah e non svendono
a vil prezzo i segni Suoi. Ecco quelli che avranno la mercede da parte
del loro signore. In verita' Allah e' rapido al conto..."(Corano
al-'Imran 3,199)