L'Associazione calciatori scende in campo contro ogni forma di violenza. Oltre al ritardo di un quarto d'ora dell'inizio delle partite del prossimo turno, l'Aic ha reso noto che 'all' inizio di ogni partita i capitani delle squadre leggeranno un messaggio contro ogni tipo di violenza da chiunque e contro chiunque esercitata', e si e' riservata di valutare altre iniziative 'piu' drastiche'. 'L'ennesima, gravissima, proditoria aggressione ai danni di un giocatore - sostiene l'Aic - denuncia un clima di contestazione e di violenza che non puo' non suscitare preoccupazione e allarme sociale. L'Associazione Italiana Calciatori, che piu' volte in passato ha portato all'attenzione della Federazione altri atti criminosi analoghi, specialmente nei confronti di giocatori di serie professionali minori, ha deciso di mettere in atto un'azione di protesta, al fine di sottolineare l'urgenza di provvedimenti adeguati da parte delle istituzioni pubbliche e sportive'.

da www.ansa.it