User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Ulster, Londra pensò a soluzione finale

    Ulster, Londra pensò a deportazioni per affrontare la crisi


    Dagli archivi di stato di Londra arriva una serie di documenti che dimostrano come il governo inglese, nel 1972, intendesse creare un piccolo stato protestante e deportare i cattolici nella Repubblica


    LONDRA – Una soluzione radicale ai “disordini” che infiammavano l’Irlanda del nord: era questo il progetto che Londra aveva in mente per porre fine alle violenze tra unionisti e repubblicani in Ulster. Ma il programma del governo inglese, allora guidato da Edward Heath, prevedeva la deportazione in massa dei cattolici e la creazione di un piccolo stato protestante. Una sorta di pulizia etnica, insomma, come soluzione alla crisi che tuttora insanguina la regione. Le prove in una serie di documenti declassificati e conservati negli archivi di stato di Londra.

    Il 1972 fu uno degli anni più sanguinosi della guerra civile nel nord dell’Irlanda, l’anno ricordato per la strage del Bloody Sunday, quando 14 civili furono uccisi a Derry e per la soppressione del Parlamento di Stormont.

    Il progetto, che il premier britannico chiese di mettere a punto al capo di Gabinetto Burke Trend, prevedeva il trasferimento di trecentomila cattolici in zone che sarebbero poi state cedute alla Repubblica d’Irlanda e lo spostamento di duecentomila protestanti all’interno dei confini del nuovo stato protestante. Il controllo dei soldati inglesi sarebbe comunque rimasto: i battaglioni dell’esercito sarebbero passati da 20 a 47.

    (1 GENNAIO 2003; ORE 186)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    4,076
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    sarebbe stata una soluzione "quasi" ragionevole, anche se c'è da dubitare sui criteri dell'assegnazione dei territori.
    L'unica soluzione per conflitti come questo è la spartizione della terra.
    Ma nessuno la vuole, e in questo Palestina-Israele e l'Irlanda del Nord si somigliano molto: chi detiene il potere (ebrei e inglesi) non vuole cedere la sovranità parziale del territorio, chi potere non ne ha (irlandesi e palestinesi) gioca sul fattore demografico come arma a lungo termine.

    saluti padani

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226