User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 14
  1. #1
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Anno Giudiziario e dintorni...

    dal quotidiano liberaldemocratico "Il Giornale"

    " il Giornale del 13/01/2003


    --------------------------------------------------------------------------------

    "La democrazia non e' a rischio con la separazione delle carriere"
    Un anno fa il "resistere, resistere, resistere" di Borrelli. "Sono solo un giurista, non faro' riferimenti"
    Gianluigi Nuzzi
    --------------------------------------------------------------------------------

    I magistrati porteranno la Costituzione nell'Aula magna del Tribunale, in segno di civile protesta. L'inaugurazione dell'anno giudiziario, fissata a Milano per sabato, porterà ancora critiche e scontri, ma la polemica rovente pare essersi sopita. Quel borrelliano "resistere, resistere, resistere", le barricate ideologiche, le battute al vetriolo oggi sembrano rappresentare un'epoca distante anni luce.
    Chiusa l'era di Borrelli. È questo almeno il chiaro obiettivo del successore di Borrelli, il nuovo procuratore generale di Milano, Mario Blandini. Si volta pagina. Alla Reuters annuncia che la sua relazione non sarà politica ma da giurista. E non commenterà le leggi del governo, oltre a rompere un tabù tra le toghe, l'accettazione della separazione delle carriere. "Il mio intervento non sarà politico - annuncia - non farà riferimento all'inaugurazione dello scorso anno. Le mie opinioni saranno quelle di un giurista, non quelle di un politico. Nel mio discorso non ci sarà alcun riferimento a quanto. accaduto l'anno scorso perché non rientra nello scopo della mia relazione. Ai problemi della giustizia farò cenno ma in modo molto generico, astratto, anche perché altrimenti farei un discorso corporativo". Insomma, un'altra aria. Basta rileggere certe dichiarazioni degli ex del Pool per capire la distanza tra le impostazioni. Ad aprile, Borrelli appena andato in pensione lanciò strali pesantissimi dal palco di un convegno a Monteviglio, nel Modenese: le leggi del governo Berlusconi? "Iniziative una più sconcertante dell'altra che gridano vendetta di fronte al mondo e a Dio". Rincarò Piercamillo Davigo: "Non ci può essere chiesto di abbassare i toni: su certi temi non possiamo tacere per dovere morale". E Blandini su Tangentopoli non fa bilanci: "Non saprei dare una definizione di quel periodo, perché l'ho vissuto giorno per giorno. Da capo dei gip a Milano cercavo di attenuare la pressione che - la Procura poteva esercitare su un ufficio fino ad allora senza un capo. Non dimentichiamo comunque che inizialmente Berlusconi e Fini plaudivano a queste azioni". E sulla separazione delle carriere tra Pm e giudici non si mostra contrario: "Non mette a rischio la democrazia".
    Borrelli come Bartali. Il neoprocuratore generale ritiene un po' forzata la contrapposizione che viene fatta tra lui e il suo predecessore: "Non mi fa piacere - sottolinea - che mi si voglia per forza contrapporre a Borrelli. È un vizio italiano, tipo Bartali e Coppi, Mazzola e Rivera é i campioni di calcio, così oggi Borrelli e Blandini". Eppure ci sono delle differenze sostanziali tra le posizioni, "Potrò soltanto portare me stesso - risponde -, se risulterò diverso da Borrelli non sarà frutto di una intenzione premeditata". Le leggi non si commentano. Blandini segna una svolta: il giudice torna a fare il magistrato e applica le leggi che vengono promulgate senza interferire con il potere politico. Così, ad esempio sulla legge Cirami che reintroduce legittimo sospetto: "Non entrerò nel merito della legge Cirami - spiega -, o di altre leggi varate dal Parlamento. Credo nella sovranità del Parlamento e noi giudici siamo soggetti alla legge". E così cita volutamente la seconda parte dell'articolo della Costituzione che il Guardasigilli vuole scolpito in tutte le aule di giustizia con l'ormai celebre frase "La giustizia è amministrata in nome del popolo". La legge Cirami potrebbe comunque far trasferire da Milano i processi che coinvolgono Cesare Previti e Silvio Berlusconi, visto che a fine mese la Cassazione dovrà dire se esiste o no il sospetto che i giudici milanesi non siano o non appaiano sereni: "Sulla decisione della Suprema Corte - anticipa - non parlerò nella relazione sia perché estraneo allo scopo del mio intervento sia perché ritengo,che in questa occasione, come in ogni altra, i giudici debbano decidere serenamente e autonomamente". I mali della giustizia. Blandini non è nemmeno contrario alla separazione delle carriere tra giudici e Pm: "Sono convinto - prosegue - che non si possa parlare di democraticità di uno Stato a seconda se il Pm sia un magistrato o no, altrimenti dovremmo arrivare alla conclusione che negli - Usa e in Gran Bretagna non c'è democrazia". "Il vero problema è che in Italia abbiamo avuto la pretesa di fare un codice di tipo accusatorio, ma all'italiana e non ci siamo resi conto che la famosa scommessa su cui poggiavano le fortune del sistema accusatorio l'abbiamo clamorosamente persa". E quindi che cosa si potrebbe fare? "La mia personale opinione è che o si vari un codice accusatorio puro, o si torni a un codice inquisitorio garantito".
    "

    Saluti liberali

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    da www.ansa.it

    " ROMA - 'Siano evitate riforme che sconvolgano l'attuale assetto dell'ordine giudiziario e che pongano a rischio - se non ora, in un futuro piu' o meno prossimo - la sua autonomia e indipendenza. Che non costituiscono un privilegio dei magistrati, ma una garanzia per il rispetto della legalita'''. E' questo l'augurio espresso dal Procuratore generale della Corte di Cassazione, Francesco Favara, nella sua relazione per l' apertura dell' anno giudiziario, con riferimento alla annunciata ''stagione di grandi riforme nell'organizzazione dello Stato che dovrebbe coinvolgere anche l'ordinamento giudiziario''.

    Solo se non sara' intaccata l'indipendenza dei magistrati - prosegue il Pg Favara - ''la crisi del rapporto tra politica e amministrazione della giustizia, che sembra caratterizzare i nostri giorni, potra' allora, nella condivisione dei valori e dei principi sopra ricordati, avviarsi finalmente a soluzione, ristabilendo la normalita' nei rapporti istituzionali''

    Favara ha raccomandato di ristabilire ''il corretto, normale, rapporto tra la magistratura e le altre istituzioni, ponendo fine a contrasti e polemiche''. E ha aggiunto tra l'altro che per la sua collocazione geopolitica, non si esclude che l' Italia possa divenire teatro di azioni terroristiche aventi come bersagli anche beni o installazioni di Paesi stranieri.

    Sulla separazione delle carriere tra pubblici ministeri e giudici, ha detto che e' importante riaffermare l' esigenza che, pur nella distinzione delle funzioni, giudicante e requirente, tutti i magistrati continuino a far parte di un unico ordine e abbiano una comune cultura della giurisdizione''.
    13/01/2003 159
    "

    Saluti liberali

  3. #3
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    da www.ansa.it

    " Berlusconi: Non a rischio autonomia magistratura
    ROMA - Silvio Berlusconi ha definito 'serena ed equilibrata' la relazione del Pg Favara, e ha affermato che le riforme che realizzera' la Cdl 'in nessun modo metteranno mai a rischio l'autonomia e l'indipendenza della magistratura'. 'Il procuratore generale Favara - ha affermato Silvio Berlusconi in una nota - ha fornito un quadro molto dettagliato e preoccupato sullo stato della giustizia nel nostro Paese: la sua e' stata una relazione serena ed equilibrata''. ''Anche noi - ha aggiunto il presidente del Consiglio - auspichiamo riforme che non sconvolgano l'assetto dell'ordinamento giudiziario. In questa direzione si sta muovendo l'iniziativa della Cdl che in nessun modo mettera' mai a rischio, come giustamente sostenuto dal procuratore generale, l'autonomia e l'indipendenza della magistratura''. ''Condividiamo infine - ha concluso Berlusconi - l'augurio che la crisi nel rapporto tra politica e amministrazione della giustizia possa avviarsi finalmente a soluzione e facciamo nostri, a questo fine, tutti i valori e i principi ricordati dal procuratore generale nelle pacate parole conclusive della sua relazione''.
    13/01/2003 16:08
    "

    Saluti liberali

  4. #4
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    da www.ansa.it

    " Anno giudiziario: Randazzo, sconfortante relazione del Pg
    ROMA, 13 GEN - Il presidente dell'Unione delle Camere Penali, Ettore Randazzo giudica 'sconfortante' la relazione del procuratore generale della Cassazione sia per la sua conclusione sia per il discorso sull'eccessivo numero di garanzie. ''L'auspicio finale e' che tutto deve rimanere cosi' com'e', quindi che la Costituzione non va attuata, laddove prevede la separazione delle carriere in magistratura. Si tratta di un auspicio sconfortante'' . Radazzo critica anche la parte della relazione che si sofferma sul numero eccessivo di garanzie: '' se la ragionevole durata del processo deve essere realizzata con una soppressione delle garanzie dei cittadini si va verso un' ulteriore e grave involuzione del sistema ''. Randazzo non ha ancora letto tutta la relazione ma avverte ''se e' vero che si critica il numero eccessivo dei ricorsi in Cassazione e' come prendersela con gli ammalati per l'affollamento degli ospedali''. In questo modo, secondo il presidente dei penalisti, si finisce con il ''delegittimare l'avvocatura ''.
    13/01/2003 10,55
    "


    Questo bisognerebbe farlo Ministro della Giustizia, anzi...di più. Berlusconi, di cui capiamo le necessità....diplomatico-istituzionali, tenga ben presenti le sacrosante considerazioni di questo giurista che si appella ai principi elementari del diritto in uno Stato a democrazia liberale e civile.
    W Randazzo!!!

    Saluti liberali

  5. #5
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La reazione giustamente critica è di tutte le Camere Penali.

    Saluti liberali

  6. #6
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    www.giornale.it

    " L’Ue attacca l’Italia sui diritti civili

    E’ un duro attacco all’Italia e al presidente del conisglio la relazione sullo stato dei diritti umani presentata al parlamento europeo dalla socialista olandese Joke Swiebel.
    Ed è polemica al parlamento europeo di Strasburgo fra centrodestra e centrosinistra sull'ipotesi di un riconoscimento europeo dei matrimoni gay, contenuta nel rapporto. Il documento Swiebel, già approvato in commissione giustizia e libertà pubbliche, sottoposto al voto dei 626 eurodeputati, critica anche l'Italia.
    Il progetto di risoluzione presentato dalla relatrice chiede anche, oltre al riconoscimento delle nozze gay, che l'Ue "iscriva nell'agenda politica il riconoscimento delle relazioni non matrimoniali, nonché del matrimonio fra persone dello stesso sesso, ed elabori proposte concrete al riguardo". In vista del voto di domani il Ppe, appoggiato dall'eurodestra, ha proposto una raffica di emendamenti firmati dal francese Thierry Cornillet, che punta a cancellare la parte della risoluzione dedicata ai matrimoni gay.
    Le proposte di Swiebel, ha denunciato per Forza Italia Santini, presentano «uno sbilanciamento di fondo verso soluzioni che sicuramente non incontreranno il favore della maggioranza». Per ora nell'Ue solo l'Olanda prevede i matrimoni fra omosessuali. Secondo Swiebel, il fatto che i matrimoni gay olandesi non siano riconosciuti dagli altri paesi Ue comporterebbe "un ostacolo alla libera circolazione delle persone. Critiche dal centrodestra sono venute anche al capitolo "Libertà" della relazione Swiebel, che denuncia fra l'altro " gli abusi della polizia e di altre forze dell'ordine" in diversi paesi Ue . La relatrice, sulla base delle denunce venute da Amnesty International, cita fra i casi critici " l'eccessivo ricorso alla violenza da parte della polizia" in Italia "durante le manifestazioni di Genova in marzo, a Brescia, a Napoli e durante il G8 di Genova in luglio" .
    Nelle motivazioni della risoluzione, che non saranno sottoposte al voto della plenaria, e che riflettono solo il parere della relatrice, Swiebel ha inoltre criticato il conflitto di interessi del premier italiano Silvio Berlusconi. « In Italia - ha affermato la relatrice - il controllo dei mezzi di informazione è affidato a un governo eletto democraticamente, ma soprattutto al primo ministro Berlusconi, proprietario di tre emittenti tv private». Secondo Swiebel «Berlusconi si occupa anche indirettamente dei contenuti giornalistici della televisione di stato, la Rai: nella fattispecie - stando alla relatrice - si tratta di un grave conflitto di interessi non concepibile in un Paese democratico ».
    Nel capitolo giustizia la relazione 2003 conforta invece le tesi della maggioranza italiana sulla separazione delle carriere dei magistrati. Il progetto di risoluzione Swiebel chiede infatti ai governi Ue di " garantire l'effettiva applicazione del diritto al giusto processo" con fra l'altro "l'attuazione del diritto a un tribunale indipendente e imparziale anche attraverso la separazione delle carriere della magistratura giudicante e di quella inquirente " .
    14 Gen 2003
    "

    Saluti liberali

  7. #7
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Esattamente quello che non vogliono taluni magistrati (non pochi) che NON vogliono la separazione della carriere a difesa dei loro interessi corporativi e della loro NON indipendenza da ideologie, partiti e movimenti di piazza.

    Shalom!

  8. #8
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La separazione delle carriere è un principio fondamentale che presto sarà oggetto di una risoluzione, se non di una direttiva (forse in un secondo momento si renderà indispendabile vista la sordità dell'Italia togata ai principi dello Stato di Diritto),dell'Unione Europea. Punto.

    Saluti liberali

  9. #9
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il sito www.giornale.it non ha nulla a che fare con il quotidiano Il Giornale. E senz'altro neppure con i fogliacci che legge lei, d'accordo.

    Shalom!

  10. #10
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Gli altri punti sono debitamente indicati anche nel documento di www.ilgiornale.it, èpoi bisognerebbe confrontare il testo proposto e quello effettivamente votato nella loro integrità.

    Shalom!

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Anno giudiziario: Caselli, misura colma
    Di Seyen nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 29-01-11, 15:07
  2. Apertura Anno Giudiziario
    Di Mariottide nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 28-01-08, 10:02
  3. Anno giudiziario, aule semivuote
    Di Dragonball (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 126
    Ultimo Messaggio: 30-01-06, 16:32
  4. Anno giudiziario : da dedicare a Caponnetto
    Di jeremy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 04-01-03, 20:45
  5. Apertura anno giudiziario: da dedicare a Caponnetto
    Di jeremy nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 04-01-03, 19:25

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226