User Tag List

Pagina 5 di 20 PrimaPrima ... 45615 ... UltimaUltima
Risultati da 41 a 50 di 197
  1. #41
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by DrugoLebowsky
    in effetti bisogna notare tre cose:

    1) si mette gran risalto, nei regimi comunisti, ad elezioni-farsa sulla base di candidature uniche. Un po' come i plebisciti fascisti.

    2) La nevrotica attenzione di tali regimi, per assemblee oceaniche ed elefantiache. Che mi rappresentano 609 deputati in rappresentanza di 11 milioni di cubani? Tanto per fare un parallelo, il Belgio ha circa la stessa popolazione ma una Camera di 250 deputati.

    3) Fidel Casto, coi suoi 44 anni ininterrotti di potere, ha battuto ogni record (non so se ve ne siete accorti). Fidel, it's time to go!
    a) Fidel non governa direttamente, non e' quello il suo lavoro. E' un presidente.

    b) Se sapessi come funziona la democrazia a Cuba, ti renderesti conto del senso dei 609 deputati.

    c) Le candidature non sono uniche, ogni persona puo' presentarsi liberamente alle elezioni.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #42
    AC Milan 1899
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    13,000
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Domani elezioni farsa a Cuba

    Originally posted by yurj

    Falso.
    Il 55% dei dirigenti a Cuba e' donna.
    Beh, si vede..........

    Quante sono le dirigenti e le deputate in Italia?
    Troppe.

  3. #43
    kid
    kid è offline
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    23 Oct 2009
    Messaggi
    9,385
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito spezziamo una lancia per Cuba!

    Insomma Fidel Castro è un dittatore, è vero, ma su quale base democratica Cuba aveva la possibilità di estendersi? La politica Usa verso il sudamerica è stata insufficiente, per non dire peggio. Tutta preoccupata dalla contaminazione sovietica per quello che tutto sommato era considerato semplicemente un universo satellite. A Cuba poi c'era Somoza che era più o meno come Noriega e gli Usa come ambasciatori avevano la mafia ed i politici che la Mafia sosteneva. La Casa bianca si è preoccupata quasi esclusivamente di far fuori Castro, Bob Kennedy, quello che piace a Veltroni, aveva questo compito privilegiato di elaborare piani per farlo fuori o capovolgerlo. La rivoluzione ha coinvolto la maggioranza dei cubani, non ha certon risolto i problemi, anzi, i diritti civili addio, e la miseria è impressionante, ma non ho mai visto una qualche concreta prospettiva diversa e migliore dal castrismo. Gli Usa quando potevano dovevano condizionare Somoza, non l'hanno fatto e si sono meritati il castrismo. Il castrismo non ha mai saputo innovarsi, è vero, ma mi preoccupa a quale situazione si andrà incontro il giorno che morirà Castro. Credo che in una libera elezione il dissenso non sarebbe travolgente. E mi dico sempre che tutta la politica sul sudamerica è stata troppo condizionata dal timore dell'espansionismo sovietico. Poi è anche vero che oggi è più progredito il Cile che è uscito dalla dittatura di Pinochet rispetto alla Cuba di Castro. Ma i popoli hanno anche il diritto di scegliere i loro leader ed è troppo comodo usare i mezzi della superpotenza per rovesciare questa tendenza. Allende fu democraticamente eletto, magari avrebbe rovinato il paese ed installato i missili sovietici, ma io ci avrei pensato tre volte prima di sostenere la dittatura dei generali cileni. Tra l'altro ormai Castro non rappresenta più una minaccia e l'amministrazione statunitense avrebbe dovuto superare questo complesso di veteroanticomunismo nei suoi confronti e dall'89 cercare una distensione ed anche una cooperazione per aiutare lo sviluppo dell'isola. Non mi pare che sia mai successo e non credo solo per responsabilità del castrismo. Per cui per cercare di far cambiare Castro sarebbe occorso per lo meno una disponibilità a cambiare da parte statunitense. Il più sviluppatto ha responsabilità maggiori e Cuba non è l'Iraq. Purtroppo la comunità dei cubani fuoriusciti è piuttosto influente negli Usa e questo non ha certo aiutato, anzi.

  4. #44
    BENESSERE&OZIOXTUTTI
    Data Registrazione
    14 Apr 2002
    Località
    prov di CO
    Messaggi
    2,527
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Gianmario


    si, ma che centrano gli USA ?!?!?!?
    Gli USA sono comunemente considerati come modello di democrazia... bella democrazia... cambia veramente poco dal partito unico al partito doppio speculare...
    TUTTO IL POTERE AI SOVIET!

  5. #45
    Super Troll
    Data Registrazione
    13 Oct 2010
    Località
    cagliari
    Messaggi
    55,094
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    83 Post(s)
    Tagged
    5 Thread(s)

    Predefinito

    MA LASCIATELI PERDERE..... NON VI ACCORGETE CHE SANNO SOLO RIPETERE CIò CHE OGNI GIORNO GLI ESPERTI DI BRICOLAGE SCRIVONO SUI ROTOCALCHI PUR DI RIUSCIRE AD AVERE UN LAVORO???
    se l'europa non cambia sistema conviene andarsene...altrimenti ci ridurrà come e peggio della grecia.

  6. #46
    AC Milan 1899
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    13,000
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by cciappas
    MA LASCIATELI PERDERE..... NON VI ACCORGETE CHE SANNO SOLO RIPETERE CIò CHE OGNI GIORNO GLI ESPERTI DI BRICOLAGE SCRIVONO SUI ROTOCALCHI PUR DI RIUSCIRE AD AVERE UN LAVORO???
    Mica tutti falsi invalidi.......

  7. #47
    T34
    T34 è offline
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    A, A
    Messaggi
    25,262
    Inserzioni Blog
    1
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Gianmario


    Mica tutti falsi invalidi.......


    Non te la prendere, però da come ti proponi, puzzi tanto di:


    1 - cococo

    2 - In affitto

    3 - Partita IVA?

    4 - In attesa di un'occupazione

  8. #48
    Moderatore
    Data Registrazione
    17 Jul 2002
    Località
    terra de Sardigna
    Messaggi
    11,935
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: spezziamo una lancia per Cuba!

    Originally posted by calvin
    Insomma Fidel Castro è un dittatore, è vero, ma su quale base democratica Cuba aveva la possibilità di estendersi? La politica Usa verso il sudamerica è stata insufficiente, per non dire peggio. Tutta preoccupata dalla contaminazione sovietica per quello che tutto sommato era considerato semplicemente un universo satellite. A Cuba poi c'era Somoza che era più o meno come Noriega e gli Usa come ambasciatori avevano la mafia ed i politici che la Mafia sosteneva. La Casa bianca si è preoccupata quasi esclusivamente di far fuori Castro, Bob Kennedy, quello che piace a Veltroni, aveva questo compito privilegiato di elaborare piani per farlo fuori o capovolgerlo. La rivoluzione ha coinvolto la maggioranza dei cubani, non ha certon risolto i problemi, anzi, i diritti civili addio, e la miseria è impressionante, ma non ho mai visto una qualche concreta prospettiva diversa e migliore dal castrismo. Gli Usa quando potevano dovevano condizionare Somoza, non l'hanno fatto e si sono meritati il castrismo. Il castrismo non ha mai saputo innovarsi, è vero, ma mi preoccupa a quale situazione si andrà incontro il giorno che morirà Castro. Credo che in una libera elezione il dissenso non sarebbe travolgente. E mi dico sempre che tutta la politica sul sudamerica è stata troppo condizionata dal timore dell'espansionismo sovietico. Poi è anche vero che oggi è più progredito il Cile che è uscito dalla dittatura di Pinochet rispetto alla Cuba di Castro. Ma i popoli hanno anche il diritto di scegliere i loro leader ed è troppo comodo usare i mezzi della superpotenza per rovesciare questa tendenza. Allende fu democraticamente eletto, magari avrebbe rovinato il paese ed installato i missili sovietici, ma io ci avrei pensato tre volte prima di sostenere la dittatura dei generali cileni. Tra l'altro ormai Castro non rappresenta più una minaccia e l'amministrazione statunitense avrebbe dovuto superare questo complesso di veteroanticomunismo nei suoi confronti e dall'89 cercare una distensione ed anche una cooperazione per aiutare lo sviluppo dell'isola. Non mi pare che sia mai successo e non credo solo per responsabilità del castrismo. Per cui per cercare di far cambiare Castro sarebbe occorso per lo meno una disponibilità a cambiare da parte statunitense. Il più sviluppatto ha responsabilità maggiori e Cuba non è l'Iraq. Purtroppo la comunità dei cubani fuoriusciti è piuttosto influente negli Usa e questo non ha certo aiutato, anzi.


    Devo far rilevare alcune cose che non sono state dette o sono errate oppure costituiscono delle ipotesi inammissibili.

    "Fidel Castro è un dittatore...." : ma la ragione non è da ricercare nella politica statunitense nel sudamerica, oppure non solo in quella. I fatti sono ben diversi e molto più gravi. Lo scenario iniziale della rivoluzione castrista è quello di un'isola povera, considerata appendice esterna dal capitalismo mafioso USA, in cui la mafia fa affari -business- d'oro con case da gioco, prostituzione e tutte le cose a queste collegate. Il dittatore di Cuba era Fulgentio Batista (non Somoza), strettamente legato ai politicanti altrettanto mafiosi USA, corrotto quanto solo lo sanno essere i dittatori sudamericani quando hanno dietro le spalle gli Stati Uniti d'America. Per la sua vicinanza al continente non è escluso che qualcuno o più di uno pensasse di poterla annettere agli U.S.A. stessi, comunque, anche se ciò non è stato mai detto e quindi non vi sono prove, di fatto l'isola era considerata un'appendice duty free dai pescicani americani.

    Allo scoppio della rivoluzione castrista, quando gli Stati Uniti si son resi conto che Batista sarebbe stato sconfitto e deposto, hanno rinunciato a difenderlo, strizzando così l'occhio a Fidel Castro, che forse ritenevano come un qualsiasi dittatore sudamericano. (Ricordo che negli stati dell'America latina le rivoluzioni con rovesciamenti dei vari dittatori erano frequentissime, però cambiava il maestro, ma la musica era sempre la stessa). Essi si accorsero presto però che questa volta non si trattava di un "ricambio ordinario", Fidel non aveva alcuna intenzione di riconoscere gli interessi della mafia americana e, soprattutto, intendeva fare gli interessi del suo popolo, nella sua terra. Quando hanno capito l'antifona, se lo sarebbero mangiato volentieri in un boccone. Ma Fidel era sostenuto dal popolo e inoltre era fornito di ...palle. Si appoggiò all'Unione Sovietica ed instaurò una dittatura, diciamo, "comunista", in modo da bloccare ogni mossa golpista americana. In tal modo ha salvato la sua patria, subendo in modo molto relativo, peraltro, a causa dell'enorme distanza che separava il suo paese dall'URSS, l'influenza del secondo colosso imperialista mondiale, in altri casi rivelatasi troppo "pesante". Se egli non avesse instaurato la dittatura, dubito che un paese "democratico" avrebbe resistito ai soldi e ai maneggi degli U.S.A., o, peggio, alle truppe "controrivoluzionarie" debitamente addestrate e foraggiate.
    La libertà, per il suo paese e per lui stesso, ha avuto dei costi, (la libertà, è inutile illudersi, ha sempre dei costi), ma rimanere nelle condizioni di prima sarebbe stato la morte e l'ignominia del suo popolo.

    "Il Castrismo non ha saputo innovarsi".....: sarebbe più esatto dire: "ha tardato ad innovarsi". Ma c'è il motivo: la necessità di resistere al vile boicottaggio (embargo) ormai immotivato degli Stati Uniti e la necessità di modificare le idee consolidate (direi incrostate) della classe dirigente cresciuta sotto gli slogan del marxismo. Ed è una preoccupazione reale quella rappresentata dall'incognita del dopo Castro. Sarebbe triste che gli USA, con il pretesto di voler restaurare "la democrazia" si prendessero la rivincita su un popolo che non chiedeva altro che esistere in pace con i propri vicini.

    "In una "libera" elezione il dissenso non sarebbe travolgente...." E' vero che chi governa le nostre azioni sono le parti meno nobili del corpo e che la fame (se veramente è tale) potrebbe favorire un certo "dissenso", senza badare al prezzo da pagare. Ma io non credo che il mito di Fidel ne uscirebbe sconfitto.

    "Poi è anche vero che oggi è più progredito il Cile di Pinochet.....": Sarà, bisogna anche vedere in che consiste questo "progresso". Certo è che gli USA, dopo aver fatto il golpe in Cile, avranno pur dovuto in qualche modo far vedere al popolo che gli è convenuto, mentre avrei voluto vedere lo stesso Cile, dello stesso Pinochet, ristretto nella morsa delle "sanzioni" o "embargo" che dir si voglia applicato a Cuba perché non voleva sottostare all'arroganza americana.

    Allende fu democraticamente eletto, magari avrebbe rovinato il paese ed installato i missili sovietici......:": magari un corno! come si fa a fare simili ipotesi idiote? Allende era un politico che non solo era onesto, ma, sfortunatamente per lui, credeva nella "democrazia". Voleva anche il bene del suo paese e pertanto rifiutava qualsiasi sfruttamento straniero. Non so quanti sono a conoscenza che in Cile la natura ha prodotto le più ricche miniere di rame del mondo; queste miniere erano nelle mani della ITT società statunitense di telecomunicazioni dalle domensioni mondiali. Allende aveva manifestato l'intenzione di nazionalizzare tali miniere, che appartenevano al suo paese. Gli USA, tramite la C.I.A., questa volta agirono in modo scientifico, provocando prima scioperi interminabili degli autotrasportatori e poi, quando il malcontento del popolo privo di derrate e di altri beni fu giudicato sufficiente, facendo assalire il palazzo del Governo dal generale Pinochet, venduto e assassino. Così venne restaurato lo status quo e le miniere di rame continuarono ad essere sfruttate dai padroni del mondo. E migliaia e migliaia di cittadini cileni vennero deportati, uccisi, imprigionati, fatti "scomparire"!

    Quindi è tutta da discutere la teoria del "veteroanticomunismo". Ieri come oggi, i discendenti della Mayflower, che Dio ingiustamente premiò facendoli approdare su una terra ricchissima quasi disabitata, credono di essere il nuovo popolo eletto, i nuovi padroni del mondo con diritto di possedere e rendere schiavi o distruggere gli altri popoli. Il mio augurio è che sia la stessa ricchezza immeritata e insperata che hanno avuto in sorte a distruggerli, prima che essi distruggano il mondo!.

  9. #49
    AC Milan 1899
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    13,000
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by T34




    Non te la prendere, però da come ti proponi, puzzi tanto di:


    1 - cococo

    2 - In affitto

    3 - Partita IVA?

    4 - In attesa di un'occupazione
    Studente, e ho anche la partita iva.

  10. #50
    Registered User
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    1,215
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: spezziamo una lancia per Cuba!

    Originally posted by calvin
    A Cuba poi c'era Somoza che era più o meno come Noriega e gli Usa come ambasciatori avevano la mafia ed i politici che la Mafia sosteneva.
    A Cuba c'era Batista.
    Somoza era in Nicaragua!
    Eh....la storia.....che bella cosa!
    Soprattutto quando non la si conosce.

 

 
Pagina 5 di 20 PrimaPrima ... 45615 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 26-02-13, 10:11
  2. Elezioni farsa in Iraq
    Di pietro nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 14-12-05, 12:25
  3. Iraq: elezioni farsa
    Di Quetzalcoatl nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-02-05, 10:36
  4. IRAQ :le elezioni farsa
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-02-05, 10:26
  5. Le elezioni farsa in Argentina
    Di yurj nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-04-03, 11:16

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226