User Tag List

Pagina 9 di 20 PrimaPrima ... 891019 ... UltimaUltima
Risultati da 81 a 90 di 197
  1. #81
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Conosco abbastanza bene la crisi dei missili, ma con tutte le navi e posti che ci sono a Cuba, con i centri di ascolto, l'URSS avrebbe potuto piazzare come voleva i missili a Cuba.

    La "crisi" è stata una prova di forza senza vincitori, le navi non trasportavano missili nucleari.

    Da due anni Cuba era sotto il blocco navale che i sovietici avevano rotto.

    La prova di forza ha avuto un'eco internazionale, serviva a entrambi i paesi per refforzare la propria posizione all'interno dei rispettivi blocchi.

    Si è conclusa col patto che gli USA avrebbero lasciato stare militarmente Cuba, in cambio di una presenza "soft" sovietica a Cuba, che non ha mai avuto una presenza militare e tattica importante.

    Tra l'altro non è a escludere che le superpotenze abbiano portato ordigni dall'altra parte, per un attacco "anticipato" dall'ìinterno, cioè per limitare la controreazione. Ma qui si va sulle ipotesi, ovviamente

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #82
    kid
    kid è offline
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    23 Oct 2009
    Messaggi
    9,385
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito un po' di storia!

    1962 Crisi dei missili a Cuba.
    "Che" Guevara, allarma il mondo.

    Dopo il fallimento americano dello scorso anno alla Baia dei Porci, la politica Usa verso Cuba divenne piu' prudente, anche perchè il 70 per cento dei cittadini statunitensi era contrario all'invasione dell'isola. Ad allarmare erano gli stessi governativi.

    "Un portavoce del dipartimento della difesa, nell'illustrare ai giornalisti i dettagli di applicazione da parte delle forze militari americane delle disposizioni decise da Kennedy , ha avvertito "ci troveremo di fronte a perdite, inevitabili in un'operazione dell'ampiezza di quella che viene ora iniziata" (Comun. Ansa del 23 ottobre, ore 03.34).

    C'era un embargo sulle esportazioni americane ma non un vero blocco, che avrebbe potuto irritare molto il principale partner di Fidel Castro: cioè l'Urss.
    I rivoluzionari dell'Avana pero' non erano tranquilli e nell'estate "62 chiesero a Mosca misure preventive per la loro difesa, che Mosca concesse per ben altri motivi, non certo per aiutare solo Castro a farsi un reame personale, nè i suoi rivoluzionari troppo sognatori.
    Venne decisa comuneue l'installazione nell'isola di missili a medio raggio diretti unicamente verso il territorio americano.Tecnici e materiali sovietici arrivarono numerosi per tutta l'estate per mettere a punto le rampe, e per formare i tecnici addetti, oltre al montaggio di aerei IL-28 con equipaggiamento offensivo.
    Kruscev sapeva benissimo che le operazioni sarebbero presto state scoperte, ma voleva mettere alla prova gli Usa con un atto di forza. Certo che non credeva che gli americani, con dei missili schierati a poche miglia dal loro territorio, come una pistola puntata alla tempia, avrebbero accettato il fatto compiuto. La reazione presto sarebbe venuta.

    Il 9 SETTEMBRE - "CHE" GUEVARA rientra a Cuba dall'Urss ed allarma tutto il mondo dichiarando ai giornalisti: "L'assistenza militare concessa dall'Urss a Cuba segna "una svolta storica" e ritengo che la potenza sovietica superi ormai quella degli Stati Uniti. Il rapporto di forze fra est ed ovest si è rovesciato; la bilancia pende dalla parte dell'Urss. Agli Stati Uniti non resta che inchinarsi" (Comun. Ansa del 9 settembre, ore 11,26)

    In OTTOBRE gli aerei-spia americani scoprirono finalmente la presenza dei missili; iniziava cosi' la crisi piu' grave del secondo dopoguerra, e mai come allora il Mondo è stato così vicino all'Olocausto planetario. (ricordiamo che lo scorso anno l'Urss aveva massicciamente sperimentato 31 bombe nucleari, di cui una da 60 megaton: i sismografi del mondo registrarono inequivocabilmente tutte le esplosioni)

    "Un portavoce del dipartimento della difesa americano ha annunciato che le forze armate americane in tutto il mondo sono state messe in stato di allarme. Ha poi mostrato ai giornalisti alcune fotografie prese dall'alto che mostrano i lavori di impianto a Cuba di basi fisse di missili balistici ..... e non è pensabile che questi ordigni, della gittata di 500 chilometri, capaci di colpire la Florida, per essere di una qualsiasi utilità, non siano muniti di testate atomiche" (Comun. Ansa del 23 ottobre, ore 03.34)

    Era però ora impossibile un intervento americano armato verso Cuba, la rappresaglia dell'Urss sarebbe stata terribile, o avrebbe innescato la Terza Guerra Mondiale; cosi' il presidente Kennedy si decise per un blocco navale tutt'intorno a Cuba: non ci sarebbero più stati rifornimenti di missili sovietici.
    Il 22 Kennedy apparve in televisione e spiegò al Mondo (dichiarazione trasmessa in 30 lingue, in 102 Paesi) la gravissima situazione: "Non correremo prematuramente il rischio di una guerra mondiale nella quale i frutti della vittoria sarebbero cenere nella nostra bocca, però non ci tireremo indietro di fronte a questo grave rischio in qualsiasi momento sarà necessario affrontarlo". Voleva dire insomma che se uno sparava un colpo l'altro rispondeva. Inizia dunque un braccio di ferro.

    Infatti, rispose poche ore dopo Kruscev lanciando anche lui un appello a tutti i popoli: "A tutti i governi e a tutti i popoli, gli Stati Uniti d'America, mettendo in pratica le misure contro Cuba si assumono una pesante responsabilità per quanto riguarda i destini del mondo. I popoli di tutti i Paesi devono comprendere chiaramente che, lasciandosi andare ad una tale avventura, gli Usa compiono un passo sulla via dello scatenamento di una guerra mondiale termonucleare" (Comun. Ansa del 23 ottobre, ore 14,23).
    "Il blocco navale è insensato, attaccare navi straniere costituirebbe da parte degli Stati Uniti "un atto di pirateria" (ib. ore 15.00)

    Le foto scattate dagli U2 fecero il giro del globo dimostrando che potenzialmente i missili erano delle mire aggressive russo-cubane, rivolte contro gli Stati Uniti.
    "La commissione della Camera ha votato oggi all'unanimità il richiamo alle armi di 150 mila riservisti"(Comun. Ansa del 14 ottobre, ore 17,52)

    I sovietici furono colti di sorpresa dalla reazione Usa, cosi' che Kruscev (anch'egli perfettamente cosciente della gravità del pericolo atomico) accolse favorevolmente la mediazione offerta dal segretario generale dell'Onu Thant. Quest'ultimo proponeva la cessazione contemporanea dell'invio dei missili e del blocco. Gli americani pero' non potevano accettare, rimaneva infatti irrisolta la questione riguardante i missili già installati sull'isola.
    Iniziò cosi un nutrito scambio di missive tra Kennedy e Kruscev.

    Il 26 ottobre il leader del Cremlino offriva lo smantellamento dei missili in cambio dell'impegno americano a non invadere Cuba. La proposta fu accolta da Kennedy, ma poi i russi cambiarono la proposta...gli Usa dovevano anche smantellare le loro basi in Turchia. E questo per gli americani era inaccettabile. Non potevano cedere a questo ricatto senza rischiare di perdere credibilità all'interno della Nato e dimostrarsi deboli di fronte al mondo. In gioco c'era tutto il prestigio dell'America.

    La tensione fu fortissima, perchè la soluzione era in entrambi i casi molto critica. In una o nell'altra soluzione c'era il "non ritorno".
    Gli Usa comunque fecero il gesto distensivo di far arrivare a Mosca un documento in cui venivano accettate le proposte russe del 26 insieme all'intenzione di intavolare negoziati bilaterali Nato-Patto di Varsavia per la riduzione degli armamenti. Il 28 il Mondo veniva a conoscenza che la crisi si era conclusa: i sovietici accettavano la controproposta statunitense.

    Non sapremo mai quali impegni presero le due parti. Certamente molto più vincolanti di quelli presi alla fine della Seconda Guerra Mondiale, perchè allora erano alleati, mentre qui ora era in atto una sfida di chi era il più forte, ma la sfida fu poi blanda alla fine, entrambi uscirono dalla crisi senza perdere la faccia.

    Infatti il diretto interessato, Castro accusò l'Urss di non essere mai stato consultato nelle decisioni prese con Kennedy, e che se si voleva la sua collaborazione dovevano essere accettate anche le sue condizioni. Ma fu zittito subito, e lui non poteva far altro che arrendersi alle decisioni già prese il 19 novembre. In pratica fu lasciato al suo destino, con una protezione russa più formale che sostanziale.

    I missili cominciarono ad essere smantellati sotto la supervisione di commisari Onu.
    Kennedy ottenne un (virtuale) risultato di immagine, ma anche Kruscev convinto di aver sbagliato a puntare troppo su una blanda reazione Usa, ne venne fuori come uomo di pace, comprensivo nel non insistere troppo, ma si avviò anche (forse proprio per questo) a concludere nel suo Paese la parabola al vertice del potere sovietico...e pochi mesi dopo, nel 1964 uscirà (o lo faranno uscire) di scena.

  3. #83
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Credo che il mondo abbia notato più le pallottole in testa a Kennedy, che l'uscita di Kuscev.

    Una delle cose più vergognose degli USA è proprio l'aver venduto al controllo militare il proprio paese con l'assassinio di un presidente che era molto rispettato all'estero, nonostante avesse iniziato la guerra in Vietnam. Altro che uomo di pace

    Più che altro Kennedy rinnovò la politica, fu un politico modernissimo per quei tempi. Il suo modo di rendere le decisioni statunitensi come delle battaglie ideali (cuba, muro di berlino, vietnam) che ha vinto ha fatto scuola in tutto il mondo.

    Poi ha perso le vere battaglie, cioè tentare di riformare lo stato federale, scoperchiare la presenza di "agenti" della finanza che lui conosceva bene perchè avevano contribuito a farlo eleggere. Forse si era montato la testa e ha fatto una fine simile ai suoi successi: plateale e dai forti significati.

  4. #84
    Moderatore
    Data Registrazione
    17 Jul 2002
    Località
    terra de Sardigna
    Messaggi
    11,935
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'aver fatto questo puntiglioso resoconto della notissima cosiddetta "crisi di Cuba" non cambia una virgola di ciò che io ho detto fino ad ora. Fidel Castro non solo è stato un eroe rivoluzionario che ha liberato e conservato libera la sua patria dall'imperialismo americano, ma è stato anche un uomo accorto e con un notevole senso dell'opportunità nel difendere la patria stessa.

    Infatti è mia convinzione che se egli non si fosse trovato così vicino agli artigli statunitensi, non si sarebbe connotato così fortemente di idee marxiste, non avrebbe chiesto aiuto all'URSS, ecc.

    E se poi è vero che i missili li abbia voluti lui dall'URSS e non viceversa, si ha la dimostrazione di quanto grande fosse la sua preoccupazione di essere aggredito da un colosso forte come gli USA.

    Al contrario Allende aveva avuto troppa fiducia che l'esito delle elezioni democratiche, da lui vinte, valesse come una garanzia di sicurezza nei confronti di tutto il mondo e lo mettesse al riparo dalle prepotenze altrui. E' falso pertanto che anch'egli volesse proteggersi con i missili URSS. Se l'avesse fatto vi sarebbe forse stata un'altra "crisi", ma egli ne sarebbe uscito indenne, perché bene o male sostenuto dal colosso opposto agli USA

    Vorrei poi consigliare a quei deficienti che, per partito preso, inneggiano a inesistenti movimenti liberal-democristiani di Cuba e condannano Fidel Castro in quanto "uomo" nel vero senso della parola, di tacere per non mostrare a tutti la miseria e lo squallore della propria anima.

    GLORIA E ONORE IMPERITURI A FIDEL !

  5. #85
    AC Milan 1899
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    13,000
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: UN PREMIO CONTRO FIDEL

    Originally posted by AngelodiCentro
    w i liberali e i democratici cristiani di CUBA! LIBERTA', DEMOCRAZIA, DIRITTI UMANI PER IL POPOLO CUBANO!
    http://groups.msn.com/POPOLARIEUROPE...05660473715981
    Anche a Cuba ci siete voi democristiani a rompere i coglioni ?

  6. #86
    Asteroids
    Ospite

    Predefinito

    Un regime che dal 1959 non ha mai cambiato il capo dello stato, nessuna opposizione interna è permessa, c'è un solo partito unico che si presenta alle elezioni e qualcuno qui ha anche il coraggio di dare del deficiente a chi lo condanna.

  7. #87
    Asteroids
    Ospite

    Predefinito

    "Vorrei poi consigliare a quei deficienti che, per partito preso, inneggiano a inesistenti movimenti liberal-democristiani di Cuba e condannano Fidel Castro in quanto "uomo" nel vero senso della parola, di tacere per non mostrare a tutti la miseria e lo squallore della propria anima."


    Con una frase offensiva del genere fatta ad un Italiano che esprime la propia legittima opinione tu meriteresti l'espulsione eterna non solo da pol ma da tutti i forum italiani.

  8. #88
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Asteroids
    "Vorrei poi consigliare a quei deficienti che, per partito preso, inneggiano a inesistenti movimenti liberal-democristiani di Cuba e condannano Fidel Castro in quanto "uomo" nel vero senso della parola, di tacere per non mostrare a tutti la miseria e lo squallore della propria anima."


    Con una frase offensiva del genere fatta ad un Italiano che esprime la propia legittima opinione tu meriteresti l'espulsione eterna non solo da pol ma da tutti i forum italiani.
    Al di la della forma, è vero che sono inesistenti quei movimenti.

    La maggior parte di loro prende soldi dall'estero, come fecero i partiti per 100 anni a Cuba. Il cubano non lo accetta.

    L'opposizione "di coscienza" a Cuba, invece, sta maturando molto, soprattutto perchè ha abbandonato le posizioni "contro Fidel", approdando a un approccio del tipo "per Cuba".

    Detto questo, credo che non sia chiara una qustione. A Cuba, quando si parla di politica, si parla di cose concrete. Non vedrete mai Porta a Porta a Cuba, e questo è un loro merito. Noi parliamo tanto di libertà, ma alla fine siamo nella confusione più totale, nella propaganda più bieca. Anche le cose più banali, vengono distorte.

    In quanto al non avere partiti, non significa pensiero unico. Per fare un esempio grossolanoo, è come considerare il nostro parlamento come diviso in correnti di un partito unico del capitalismo.

    Negli ultimi 10 anni Cuba ha fatto tantissime riforme e andrebbe sostenuta, invece che maltrattata. La situazione dei diritti umani è migliorata tantissimo, tanto che i prigionieri "di coscienza" si contano sulla punta delle dita.

    E il suo popolo non ha mai conosciuto massacri, ne piccoli ne di massa, come nel resto dell'America Latina. Non risultano persone uccise dalle forze speciali o polizia a Cuba, mentre in Italia si potrebbe obiettare qualcosa, sempre secondo Amnesty e altre associazioni dei diritti umani...

    Questo lo incominciano a capire perfino i dirigenti statunitenti, mentre l'americano medio è sempre stato contro l'embargo da sempre.

  9. #89
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by AngelodiCentro


    gli unici deficienti senza anima e senza pudore sono quelli che inneggiano ad un tiranno, un despota, complice di malanni per molta sua gente, complice di massacri, persecuzioni e atrocità indegne di commenti per quanto sono state disumane. I DEMOCRATICI CRISTIANI E I LIBERALI sono due partiti dissidenti cubani, che nn hanno ancora il diritto a partecipare a libere elezioni democratiche come in tutto il mondo occidentale. anche voi, con il vostro silenzio ipocrita, ne siete complici. vergognatevi.
    W LA LIBERTA'!
    Quali atrocità, non sapresti nemmeno citarle. E attento a fare ricerche su Google, rischi un'altra figura

    Voi siete talmente umani, che avete assassinato decine di migliaia di serbi e afghani e milioni di iracheni.

    Molto umani. Sei l'ipocrisia fatta persona, perchè tu al potere ci stai.

  10. #90
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: UN PREMIO CONTRO FIDEL

    Originally posted by AngelodiCentro


    sì, e tanti altri movimenti dissidenti liberaldemocratici, di sinistra, di centro e di destra.
    Quanti di questi non sono finanziati dall'esterno? E quanti aderenti contano?

    Per farti un'esempio, quest'anno ancora più gente è andata a votare, alla faccia dei tuoi amici "democratici" che hanno invitato al boicottaggio delle elezioni, invece di parteciparvi.

    Il tuo problema è che non sai nulla e continui a parlare.

 

 
Pagina 9 di 20 PrimaPrima ... 891019 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 26-02-13, 10:11
  2. Elezioni farsa in Iraq
    Di pietro nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 14-12-05, 12:25
  3. Iraq: elezioni farsa
    Di Quetzalcoatl nel forum Destra Radicale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-02-05, 10:36
  4. IRAQ :le elezioni farsa
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 03-02-05, 10:26
  5. Le elezioni farsa in Argentina
    Di yurj nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17-04-03, 11:16

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226