Libertà per Plantin!
23 gennaio 2003

La "giustizia francese" punisce la libertà di pensiero e la ricerca storica e condanna l'editore Jean Plantin a sei mesi di prigione

Questo 22 gennaio il tribunale di Lione ad una pena detentiva della durata di sei mesi l'editore Jean Plantin per aver pubblicato dei testi non conformisti di ricerca storica nel numero 4 (marzo 1999) della rivista, oggi defunta, Akribeia.Se non eguaglia ancora l'abiezione della "giustizia" svizzera che ha recentemente imprigionato un ottuagenario colpevole di aver messo in discussione dei dogmi storici, la "giustizia" francese ha ceduto, ancora una volta, alle pressioni delle leghe della virtù, degli inquisitori guardiani del dogma e della polizia del pensiero. Il Réseau Radical [struttura che raduna i NR, i solidaristi e i radicali francesi] testimonia con questo comunicato la piena solidarietà a Jean Plantin e si dichiara disponibile alla mobilitazione per tutte le iniziative prese in favore della libertà della ricerca storica.

Résistance. Editions Ars magna. BP 60426. 44004 Nantes cedex 1. France
Tél : [+33] 02.40.06.52.68. Fax : [+33] 02.40.06.52.68.
L'accès à Résistance Online est gratuit. Merci de faire circuler et de diffuser largement. L'adresse pour s'abonner est le suivant <http://www.voxnr.com/services/resistance.shtml>