User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: E' morto Agnelli

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Jun 2009
    Messaggi
    13,053
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito E' morto Agnelli

    Porto Alegre, 24 gen 2003 - 155

    Agnelli, Bertinotti: è la fine di un'epoca


    "Muore con Gianni Agnelli un protagonista di un lungo ciclo sociale, politico e culturale". Lo afferma il segretario di Rifondazione Comunista Fausto Bertinotti commentando la notizia della scomparsa del presidente onorario della Fiat Giovanni Agnelli.

    In una nota da Porto Alegre, dove si trova per partecipare ai lavori del Global Social forum, Bertinotti rileva: "Come raramente accade, la scomparsa di una persona segnala anche la fine di un'epoca. Le vicenda drammatiche di Gianni Agnelli e della famiglia si sono venute legando alla crisi di un'impresa e di un mondo. Gli siamo stati, con la nostra gente, avversari sempre: negli anni duri del 'Vallettismo', in quelli della grande riscossa operaia e studentesca, nel passaggio cruciale dei '35 giorni' e fino ad oggi. Lo abbiamo fatto - spiega il segretario del Prc - in ragione di una motivazione di classe e in nome di una diversa idea dell'organizzazione del lavoro nella fabbrica e di società. Una impostazione che abbiamo cercato di mantenere nel tempo, ci ha sempre portato a rispettare la persona anche nella durezza dello scontro. Per questo - conclude - oggi è il giorno, anche per noi, delle condoglianze". (red)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    agitatore elettronico
    Data Registrazione
    20 Jan 2003
    Messaggi
    828
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' illuminante, a mio avviso, il linguaggio e il tono usati da un quotidiano come "La Repubblica" nel commentare il giorno dei funerali di Gianni Agnelli.
    Il 26-01-2003 il quotidiano diretto da Scalfari parla di folle che danno l'addio al "Re", e di chi vuole "salutare il padrone", ammirandolo. Quel che colpisce è l'assoluta naturalezza con la quale questo giornale della borghesia di Stato "progressista" utilizzi (correttamente in fondo) la categoria di "Re", "Nobiltà", "Padrone" per contrassegnare il più celebre e importante tra i dominanti italiani. Questo conferma che :
    1) E' risaputo, anche se detto solo poche volte, che la vera classe dominante è quella imprenditorial-finanziaria, molto più potente e importante della classe politica al governo o all'opposizione; quest'ultima classe viene ancora "indicata" come quella decisiva per sviare l'attenzione da chi detiene veramente il potere economico-finanziario e politico-ideologico;
    2) Tale classe oligarchica imprenditorial-finanziaria è la vera "nobiltà" della società capitalistica. Non viene eletta, governa senza mandato e senza controllo;
    3) Tale classe puo' contare sulla fedeltà assoluta degli strati alti del "Terzo Stato" (i manager, gli amministratori delegati, etc.), sulla reverenza della classe borghese di Stato (politici, managare del settore pubblico), e sull'opera ideologica di legittimazione da parte del "Nuovo Clero" (la classe intellettuale, giornalistico-mediatica e accademica).

    Tutto cio' sembra anche confermare come la lotta di classe perpetrata dall'oligarchia dominante contro la classe operaia abbia ottenuto risultati eccellenti negli ultimi 20 anni, sradicando gran parte della coscienza di classe che il movimento operaio aveva faticosamente costruito. Infatti, la gran parte dei dominati porta un rispetto verso gli Agnelli che ricorda quello che i poveracci avevano per i re e le regine nell'Ancien Régime.
    Va da sé che urge recuperare una sana coscienza di classe, oppure saranno davvero guai per tutti noi. Occorre meditare seriamente su quanto sta accadendo e la ricezione popolare della morte di Agnelli dovrà essere analizzata con freddezza e lucidità

  3. #3
    vicepres Destra cricetale
    Data Registrazione
    29 Jun 2002
    Messaggi
    4,646
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    premetto che personalmente non me ne frega nulla della morte di Agnelli. Se si dovesse piangere ogni morto, si passerebbe la via in un mare di lacrime. Ho provato anche un certo fastidio, visto che ieri ho sprecato 0,90 centesimi di Euro per comprare un giornale in cui le prime 22-PAGINE-22 erano dedicate alla vicenda. Figuriamoci poi se mi commuovo per la sorte dei gobbi...

    E' anche vero però che Agnelli era un mito, anche per chi lo osteggiava, e le società vivono e campano di miti alla cui scomparsa si sactenano uragani di emotività collettiva e lacrime a go go. L'errore è cercare di politicizzare, cioé razionalizzare, la vicenda. Essa invece è pre-politica perché tutto questo gran turbamento, a destra e sinistra, è una specie di istinto primordiale.
    C'è anche da considerare che il mito Agnelli è molto forte soprattutto nelle persone adulte perché forse ricorda loro un certo benessere, il boom, le utilitarie, la Juventus ( ), la televisione....
    quello che è scomparso non è una persona, ma un mito a tutti gli effetti. E la marea piangente di oggi ricorda ils econdo, non la prima

  4. #4
    Cattolico Resiliente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Avete il novo e ’l vecchio Testamento, e ’l pastor de la Chiesa che vi guida; questo vi basti a vostro salvamento. Se mala cupidigia altro vi grida, uomini siate, e non pecore matte, sì che ’l Giudeo di voi tra voi non rida! (Dante: Paradiso Canto V)
    Messaggi
    6,174
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Più semplicemente...
    a nessuno è venuto in mente che il circo mass-mediatico, tutto asservito alle logge inter e multinazionali, abbia voluto celebrare la scomparsa di uno tra i fautori della politica dissennata che ha portato alla fame e alla disperazione 3/4 del mondo negli ultimi 60 anni?
    Possibile che nessuno sia a conoscenza che l'Agnelli fosse tra i capi storici del famigerato Bilderberg Club, super loggia che causò, stritolandone l'economia, la fine del comunismo nei paesi dell'est e l'impoverimento progressivo del sud America?
    La dinastia Agnelli ha fatto più male al mondo che non all'Italia, se mai fosse possibile...
    Bellarmino

  5. #5
    agitatore elettronico
    Data Registrazione
    20 Jan 2003
    Messaggi
    828
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Agnelli era membro (di quelli che contano) della Trilateral Commission e del Bilderberg Group. Ma il circo mass-mediatico non parla mai di questi gruppi d'élite, non eletti né legittimati da nessuno, perché cio' metterebbe in seria difficoltà l'immagine delle liberal-democrazie occidentali - che secondo tale circo rappresentano la "democrazia" compiuta.

    Quel che si puo' fare è cercare di controinformare in modo serio, rigoroso, e non "complottardo" sulla storia e sull'azione di tali gruppi di potere.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    15 Jun 2009
    Messaggi
    13,053
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' vero, Politikon, recuperare una coscienza di classe che proprio "Repubblica" la sinistra liberal ed i Cofferati di turno hanno fortemente contribuito a mutilare nei suoi tratti costitutivi culturali prima che economici e che producono la triste conseguenza del proletariato che omaggia il padrone!Il Proletariato deve recuperare la coscienza di se' della sua laterita' rispetto ai valori ed al mondo borghese , al suo forte e radicato attaccamento alle tradizioni popolari e nazionalitarie e rifiutare i modelli imposti dalla classe dominante.Senza questo c'è l'oblio di classe e tutto puo' passare.....
    Originally posted by Politikon
    E' illuminante, a mio avviso, il linguaggio e il tono usati da un quotidiano come "La Repubblica" nel commentare il giorno dei funerali di Gianni Agnelli.
    Il 26-01-2003 il quotidiano diretto da Scalfari parla di folle che danno l'addio al "Re", e di chi vuole "salutare il padrone", ammirandolo. Quel che colpisce è l'assoluta naturalezza con la quale questo giornale della borghesia di Stato "progressista" utilizzi (correttamente in fondo) la categoria di "Re", "Nobiltà", "Padrone" per contrassegnare il più celebre e importante tra i dominanti italiani. Questo conferma che :
    1) E' risaputo, anche se detto solo poche volte, che la vera classe dominante è quella imprenditorial-finanziaria, molto più potente e importante della classe politica al governo o all'opposizione; quest'ultima classe viene ancora "indicata" come quella decisiva per sviare l'attenzione da chi detiene veramente il potere economico-finanziario e politico-ideologico;
    2) Tale classe oligarchica imprenditorial-finanziaria è la vera "nobiltà" della società capitalistica. Non viene eletta, governa senza mandato e senza controllo;
    3) Tale classe puo' contare sulla fedeltà assoluta degli strati alti del "Terzo Stato" (i manager, gli amministratori delegati, etc.), sulla reverenza della classe borghese di Stato (politici, managare del settore pubblico), e sull'opera ideologica di legittimazione da parte del "Nuovo Clero" (la classe intellettuale, giornalistico-mediatica e accademica).

    Tutto cio' sembra anche confermare come la lotta di classe perpetrata dall'oligarchia dominante contro la classe operaia abbia ottenuto risultati eccellenti negli ultimi 20 anni, sradicando gran parte della coscienza di classe che il movimento operaio aveva faticosamente costruito. Infatti, la gran parte dei dominati porta un rispetto verso gli Agnelli che ricorda quello che i poveracci avevano per i re e le regine nell'Ancien Régime.
    Va da sé che urge recuperare una sana coscienza di classe, oppure saranno davvero guai per tutti noi. Occorre meditare seriamente su quanto sta accadendo e la ricezione popolare della morte di Agnelli dovrà essere analizzata con freddezza e lucidità

 

 

Discussioni Simili

  1. E' morto Umberto Agnelli
    Di Goyassel La Zucca nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 31-05-04, 18:36
  2. E' morto Umberto Agnelli
    Di Alessandro.83 nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 28-05-04, 13:26
  3. Gianni Agnelli è morto
    Di Bryger nel forum Padania!
    Risposte: 31
    Ultimo Messaggio: 27-01-03, 14:41
  4. E' morto Giovanni Agnelli
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 25-01-03, 21:00
  5. E' Morto L'avvocato Agnelli
    Di pensiero nel forum Fondoscala
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 24-01-03, 13:44

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226