User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 19
  1. #1
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Il Papa: via lo Stato dalla Tv

    Questa volta, più che mai, un inchino al Santo Padre.


    http://www.ilnuovo.it/nuovo/foglia/0...167844,00.html

    Il Papa: "Giornalisti liberi dal controllo dei governi"


    Il monito di Giovanni Paolo II nel messaggio per la Giornata mondiale delle Comunicazioni. I giornalisti "rispondano solo alla loro coscienza morale", lontani da "controlli governativi"
    di Alceste Santini

    ROMA - I mass media possono svolgere un ruolo decisivo “a servizio di un’autentica pace” e della “verita”. Perciò, Giovanni Paolo II ha rivendicato, con il suo Messaggio per la XXXVII Giornata mondiale delle comunicazioni sociali, la piena e autonoma responsabilità dei giornalisti affermando che essi devono rispondere solo alla loro “coscienza morale”, respingendo qualsiasi forma di pressione interessata.

    Certo, “una certa regolamentazione pubblica dei media, nell’interesse del bene comune, è appropriata”, ma “il controllo governativo non lo è”. Espressioni forti che chiamano in causa quanto avviene nel nostro come in tanti altri Paesi del mondo in cui il potere della comunicazione è divenuto davvero enorme da condizionare la vita politica, culturale e del costume. Perciò, “i cronisti ed i giornalisti hanno il grave dovere di seguire le indicazioni della loro coscienza morale e di resistere alle pressioni che li sollecitano ad adattare la verità, al fine di soddisfare le pretese dei ricchi e del potere politico”.

    Papa Wojtyla era intervenuto in diverse circostanze per richiamare alla loro responsabilità sociale gli operatori dei mass media ricordando che essi sono ormai “il nuovo areopago in cui si formano in larga parte le coscienze”. Ma è la prima volta che si è spinto a denunciare le “manipolazioni” dei fatti e della verità, come la pace e la guerra. Manipolazioni ancora più gravi in una particolare fase della vita internazionale in cui il destino dell’umanità dipende da scelte di pace o di guerra.

    Per queste riflessioni, Giovanni Paolo II è partito dal fatto che fu il crescente potere delle moderne comunicazioni a spingere quarant’anni fa Giovanni XXIII, che si trovò a vivere i giorni bui della guerra fredda, a richiamare con l’enciclica “Pacem in terris” l’attenzione dei giornalisti su “la lealtà e l’imparzialità” nell’uso di “strumenti per la promozione e la diffusione della comprensione reciproca tra le nazioni”. Anche grazie al loro contributo fu scongiurata la terza guerra mondiale facendo prevalere “la fiducia reciproca”.

    Ebbene, oggi, il mondo è di nuovo sconvolto da fenomeni negativi che si chiamano “terrorismo, sfruttamento e attacchi alla dignità e alla santità della vita umana”. Un ruolo rilevante, quindi, spetta ai mass media per contribuire a “creare rapporti umani ed influenzare la vita politica e sociale, sia nel bene che nel male”. I mass media hanno, secondo il Papa, una “responsabilità ineluttabile perché costituiscono il moderno areopago nel quale le idee vengono condivise e le persone possono maturare nella comprensione reciproca e nella solidarietà”. Ma i mass media “talvolta funzionano come agenti di propaganda e disinformazione, al servizio di interessi ristretti, di pregiudizi nazionali, etnici, razziali e religiosi, di avidità materiale e di false ideologie di vario tipo”. I giornalisti devono, quindi, sapere che “le pressioni esercitate in questo senso portano i media a sbagliare”. Perciò, è necessario che “tali errori vengano contrastati dagli uomini e dalle donne che operano nei media, ma anche dalla Chiesa e dagli altri gruppi responsabili”.

    Ancora una volta, il vecchio Papa Wojtyla assume una posizione destinata a far discutere allorché afferma senza veli che “i media appartengono spesso a gruppi con propri interessi, privati e pubblici”. Ma, proprio per questo, gli operatori dei mass media devono avere il coraggio di “non favorire la divisione tra gruppi” magari in nome della lotta di classe, del nazionalismo esasperato, della supremazia razziale, della pulizia etnica e così via. Fa emergere, così, la delicata e non facile professione del comunicatore sociale ricordando che sarebbe un “grave errore” mettere l’uno contro l’altro in nome della religione come contro la verità e la giustizia, a svantaggio dei diritti della persona umana.

    Giovanni Paolo II ha così sollecitato gli operatori dei mass media ad essere all’altezza della “sfida della loro vocazione” che può essere nobilitata solo se a servizio del bene comune universale e, quindi, della pace e non della guerra. Una sfida rivolta ai potenti e a chi vuole la guerra.

    (24 GENNAIO 2003, ORE 17:45)
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Oct 2002
    Messaggi
    929
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ...hmmm...sara'......Il concetto,per carita'.. SAREBBE giustissimo,per cio' che riguarda la RAI. Io,che adoro sopratutto il Dio Affari,per esperienza e stile di vita,tendo ad essere sempre e spietatamente diffidente e dico:....Ma....sara'un caso o...solo io e la mia diffidenza a notare che...questo papa e questo vaticano..intervengono a favore dell ' "indipendenza" dal governo da parte della Rai....SOLO quando qesta RAI non e' piu' completamente nelle grinfie delle sinistre!!!!..Oltretutto lo fa' ...buttandoci dentro concetti tipo...'solidarieta' " ed altre puttanate simili..( le solite dei giornalisti sinistri ...lo stesso linguaggio....guarda caso!)..Insomma qui il Papa NON dice assolutamente..: "privatizzare la RAI" MA interviene sull' "indipendenza" , dal governo ,dei giornalisti RAI...solo ora e solo per cio' che riguarda QUESTO governo...(ma guarda' un po.. che coincidenza! E questo senza essere mai intervenuto ..PRIMA.., cioe' ..55 anni di giornalismo totalmente sinistr-democrist putrefatto!)...e ..lo fa' con lo stesso linguuaggio...LORO..cioe' sinistr-democrist! ...Si potrebbe dire..."beh..chi sse ne frega..l'importante e' il concetto fondamentale ed il prodotto finale"...Pero'..il prodotto e le intenzioni chiare ...da come le vedo io...sono...solo uno ( singolare) ..: Una bella spallatina d'intesa a tutte le forze democrist-sinistr-"sociali" e solidali di merda del mondo.

  3. #3
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Secondo me, Muhaddip, dovresti concentrarti più sulle parole del Papa e meno sulle interpretazioni (leggi: strumentalizzazioni) dei media adoratori dello stato laico e democratico.
    Io (che la pensavo come te) ho cominciato a non ascoltare più le voci di chi, non si sa a seguito di quale investitura, spiega le frasi del pontefice partendo dalle proprie nefaste ideologie. Ho cominciato ad ascoltare il Papa senza nessun filtro, e a dare la mia interpretazione: ti giuro, pochissime volte ho trovato il buonismo sinistrorso di cui parli, sempre i valori alla base del cristianesimo (quelli che anche i non credenti, e io non sono credente, dovrebbero condividere). La parola solidarietà ha assunto un significato ambiguo, se non negativo, perchè se ne sono appropriati i burocrati, trasformandola in redistribuzione. Di per sè invece pensare a chi (per sfortuna ma anche per suo demerito) si trova in condizioni di disagio, è uno dei valori fondanti di qualsiasi organizzazione sociale spontanea. E i richiami del Papa vanno non a caso alle coscienze individuali, non ai governi che la "solidarietà" possono imporla con un qualsiasi decreto.
    Pensaci.

  4. #4
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ari6 ha perfettamente centrato il punto.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Oct 2002
    Messaggi
    929
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ...hmmm...c'ho' pensato:... No. Sia dichiarata guerra al vaticano e raso al suolo. Il papa se ne puo' tornare,come gia fu costretto a fare,a cagare in Francia, a fare i suoi discorsi con l'evve moscia. Io sono per la liberta' totale di religione e totale indipendenza spirituale. Io voglio rispettare e rispetto qualsiasi credo.Ma...la chiesa cattolica e' l'esatto contrario di cio'.E' il peggiore ,piu' disgustoso,schiavizzante e criminale tipo di monopolio esistente. Il monopolio sugli spiriti. Inoltre i suoi dirigenti,inutile nascondere la testa sotto la terra su questo, si trovano in perfetta sintonia con le sinistre del mondo. Questo oggi e' innegabile e solo un cieco potrebbe non accorgersene.Le loro posizioni ,i loro interventi,sono sempre in difesa delle posizioni sinistre,sempre e costantemente.

  6. #6
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Il tuo mi sembra fondamentalismo pannelliano.
    Anticlericalismo spicciolo da ammerigano, molto poco anarchico.
    Lo stesso rifiuto dei valori cristiani, poi non mi piace per nulla: ben venga un sano egoismo, ma chi volontariamente fa il bene non può essere accusato di essere un comunista...
    Poi, intendiamoci, pensala come ti pare. Qui da tempo siamo arrivati alla conclusione che di libertario radicali e compagnia a stelle e strisce hanno al massimo la pretesa dell'etichetta. Noi ci teniamo il papa e la bandiera confederata...

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    24 Jun 2002
    Messaggi
    337
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La mia opinione sulla Chiesa

    Originally posted by Muhaddip
    ...hmmm...c'ho' pensato:... No. Sia dichiarata guerra al vaticano e raso al suolo. Il papa se ne puo' tornare,come gia fu costretto a fare,a cagare in Francia, a fare i suoi discorsi con l'evve moscia. Io sono per la liberta' totale di religione e totale indipendenza spirituale. Io voglio rispettare e rispetto qualsiasi credo.Ma...la chiesa cattolica e' l'esatto contrario di cio'.E' il peggiore ,piu' disgustoso,schiavizzante e criminale tipo di monopolio esistente. Il monopolio sugli spiriti. Inoltre i suoi dirigenti,inutile nascondere la testa sotto la terra su questo, si trovano in perfetta sintonia con le sinistre del mondo. Questo oggi e' innegabile e solo un cieco potrebbe non accorgersene.Le loro posizioni ,i loro interventi,sono sempre in difesa delle posizioni sinistre,sempre e costantemente.
    La Chiesa sarebbe un'istituzione autoritaria e illiberale? Se confrontata con tutti gli stati del mondo,
    compresi quelli "laici e democratici", mi sembra l'apoteosi del
    libertarismo. Si tratta infatti di un'organizzazione senza poteri coercitivi
    verso nessuno, quindi di tipo essenzialmente privatistico, che svolge una
    predicazione morale indirizzata a coloro che volontariamente scelgono di
    seguire i suoi insegnamenti: cosa potrebbe esserci di più libertario?
    Teniamo conto, inoltre, che l'oggetto di questa predicazione spesso coincide
    con i principi di base della teoria libertaria: cioè il rispetto assoluto
    del prossimo e dei suoi diritti dalle aggressioni esterne. Sono convinto che, nei secoli,
    miliardi di persone hanno interiorizzato una norma morale molto simile a
    quella che Rothbard e i libertari chiamano "assioma di non aggressione"
    proprio grazie all'insegnamento evangelico.

    Confrontiamo allora il tasso di libertarismo della Chiesa con quello dello
    stato "laico e democratico" in cui viviamo. Se non faccio l'offerta in
    Chiesa, nessun emissario della parrocchia viene a casa mia minacciando di
    estorcermi denaro con la forza; ma se non pago le tasse allo stato, possono
    presentarsi due energumeni in divisa e sbattermi in galera se non cedo alle
    loro richieste. Se non seguo le prescrizioni religiose per la salvezza
    dell'anima, mal che mi vada andrò all'inferno; ma se non seguo le
    prescrizioni salutistiche dello stato laico mi possono multare e poi
    arrestare (es. se non metto il casco o le cinture di sicurezza, se fumo, se
    mi drogo, se non mi vaccino, se non ho l'impianto elettrico in casa a norma,
    e così via). Se non voglio finanziare le scuole cattoliche non mi succede
    niente, ma non posso rifiutarmi di finanziare le scuole
    pubbliche, pretendendo un integrale detrazione fiscale: e questo anche se
    considero aberranti le ideologie politically correct (ecologismo radicale,
    terzomondismo, femminismo, marxismo, ecc.) con cui vengono indottrinati gli
    scolari nelle scuole di stato. L'elenco potrebbe continuare a lungo.

    Insomma, da libertari non dobbiamo dimenticare che il vero nemico della
    libertà umana è lo stato (compresi quelli "laici e democratici"), e tutti i contropoteri - come la Chiesa - che si oppongono alla sua pretesa totalitaria di controllare l'intera esistenza umana sono da difendere.

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Oct 2002
    Messaggi
    929
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Scusa Ari...io..NON sono un radicale(non ho mai votato radicale in vita mia)..stai cercando di inquadrarmi a tutti i costi,ma ,l'unica cosa che sto facendo e' portarre la mia opinione,individuale,su UN punto specifico. Come vedi NON ho nessuna bandierina ammerigana,che sia stellestrisce e confederata. Sono e saro' sempre un INDIVIDUALISTA,in questa societa' massificante(per certi versi l' "ammeriga" ..e ' anche peggio,coi suoi monopoli, corporazioni,e sistemi tutti basati su credito e supercontrollo,oggi.)Sono a favore della liberta' e della RESPONSABILITA' personali. Sono a favore del senso di indipendenza, fondamentalmente libertario, dell'America originale. A volte ,in parte,ancora un po' esistente negli stati del sud.Sono a favore della liberta' e totale pluralita' religiosa. la chiesa cattolica,in Italia,mi sembra ovvio, e' cio' che e': Un monopolio,schiavizzante ed aberrante. Una degradazione della spiritualita' e dell'indipendenza umana. Sono d'accordissimo che i principi cristiani,presi in assoluta liberta' e come auto-decisione siano rispettabili.la chiesa cattolica,col suo monopolio forzato e' uno strumento di potere,politico e finanziario,ne meglio ne peggio di un partito comunista,basato sull'ignoranza ,la paura, le debolezze umane. Non ti preoccupare Ari, non vai all'inferno,sei uno spirito libero ed orgoglioso,una bestemmia non ti fara' niente. Cosi' come una sigaretta,una scopata ...etc. .. Ah una cosa e' vera ...NON sono esattamente un "anarchico' perlomeno NON nel modo che lo trovo usato nei vari siti anarchici. Scusa ma ..vedo che...vi rendo nervosi...sara' che io, un "anarco-capitalista" nei fatti,piu' che nelle parole, lo sono da sempre,e un individualista ,vero ed orgoglioso, continuero' ad essere.Senza paure,idee fisse,bandierine, teoremi prefabbricati e continuero' a credre nella liberta' INDIVIDUALE e nella grandezza dello spirito umano. Mi scuso del disturbo. So long.

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Oct 2002
    Messaggi
    929
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    P.S. Ehm...scusate ma ....il "cattivone guerrafondaio" Bush ...non era quel presidente eletto con percentuali dilaganti dagli stati del sud..( incluso l'Arkansas di Clinton ed il Tennessee di Gore..!?..!!!....)...e, particolarmente,con percentuali ancora piu' dilaganti,( ...80%...!?)..nel CUORE dell'indipendentismo e libertarismo dei vecchi Stati Confederati:...il .."suo" Texas?..?! ..Possibile?..(Stati in cui..il sostegno totale ed entusiasta per la guerra,sempre tra parentesi,...ehm....supera l'80 %???!!!...Come puo' essere?!!!) ...Mi sa'che la..."bandierina confederata"...(Sempre se me ne fregasse qualcosa delle bandierine...)...dovrei portarla io!..No? ...Se non altro perche',come me , AMANO differenziarsi dai sinistr-di- merd politically correct e, come me, adorano conservare il loro diritto di fumare,di portare la loro pistola,di pensarla come cazzo vogliono,di mandare i loro figli scuola dove vogliono e di seguire la religione che credono.Viva gli stati del sud, dove mi sono sempre trovato benissimo dove gentilezza,signorilita',responsabilita' ,buone maniere e liberta' sono ancora parole con un significato e ....Dio li benedica, per il loro sostegno a Bush, in questo particolare momento.

  10. #10
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Muhaddip
    Scusa Ari...io..NON sono un radicale(non ho mai votato radicale in vita mia)..stai cercando di inquadrarmi a tutti i costi,ma ,l'unica cosa che sto facendo e' portarre la mia opinione,individuale,su UN punto specifico. Come vedi NON ho nessuna bandierina ammerigana,che sia stellestrisce e confederata. Sono e saro' sempre un INDIVIDUALISTA,in questa societa' massificante(per certi versi l' "ammeriga" ..e ' anche peggio,coi suoi monopoli, corporazioni,e sistemi tutti basati su credito e supercontrollo,oggi.)Sono a favore della liberta' e della RESPONSABILITA' personali. Sono a favore del senso di indipendenza, fondamentalmente libertario, dell'America originale. A volte ,in parte,ancora un po' esistente negli stati del sud.Sono a favore della liberta' e totale pluralita' religiosa. la chiesa cattolica,in Italia,mi sembra ovvio, e' cio' che e': Un monopolio,schiavizzante ed aberrante. Una degradazione della spiritualita' e dell'indipendenza umana. Sono d'accordissimo che i principi cristiani,presi in assoluta liberta' e come auto-decisione siano rispettabili.la chiesa cattolica,col suo monopolio forzato e' uno strumento di potere,politico e finanziario,ne meglio ne peggio di un partito comunista,basato sull'ignoranza ,la paura, le debolezze umane. Non ti preoccupare Ari, non vai all'inferno,sei uno spirito libero ed orgoglioso,una bestemmia non ti fara' niente. Cosi' come una sigaretta,una scopata ...etc. .. Ah una cosa e' vera ...NON sono esattamente un "anarchico' perlomeno NON nel modo che lo trovo usato nei vari siti anarchici. Scusa ma ..vedo che...vi rendo nervosi...sara' che io, un "anarco-capitalista" nei fatti,piu' che nelle parole, lo sono da sempre,e un individualista ,vero ed orgoglioso, continuero' ad essere.Senza paure,idee fisse,bandierine, teoremi prefabbricati e continuero' a credre nella liberta' INDIVIDUALE e nella grandezza dello spirito umano. Mi scuso del disturbo. So long.
    Non ti ho detto che sei un radicale, ma che le tue posizioni su vari temi ricalcano quelle di Pannella e soci, e a me non piacciono.
    Non mi piacciono perchè appoggiare lo stato penso sia fare il gioco del nemico, non mi piacciono perchè credo sia controproducente accanirsi contro le forme di autorità seguite volontariamente. Insomma, la tua strategia per la libertà passa attraverso lo stato, la mia attraverso le comunità volontarie.
    L'obiettivo spero sia comune, però.

    E comunque non disturbi mai, senatore. Ci mancherebbe...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Buona festa del papà...dalla Durex
    Di Rexal nel forum Fondoscala
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 19-03-12, 20:53
  2. Il Papa fuori dalla grazia di Dio!
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-02-10, 08:54
  3. Le minacce al Papa provengono dalla California!!!
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 21-09-06, 02:15
  4. Le minacce a Roma e al Papa provengono dalla California!
    Di pietro nel forum Politica Estera
    Risposte: 51
    Ultimo Messaggio: 20-09-06, 11:49
  5. Il papa che viene dalla Luftwaffe
    Di Feric Jaggar nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 20-04-05, 11:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226