User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 35
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito costituzioni a confronto

    Costituzioni a confronto: nel 1943 e nel 1947 furono elaborate in Italia, a distanza di soli quattro anni, due costituzioni repubblicane che segnavano il superamento definitivo del vecchio Statuto albertino.
    Vicine nel tempo, tuttavia le due costituzioni appaiono alquanto divergenti in principi ed ispirazioni fondamentali.
    Vediamo a confronto i quattro primi articoli di quella del '47 e i primi tre di quella del '43, dove si enunciano i principi ispiratori generali della repubblica.

    Molti oggi fanno osservare (e io ho spesso segnalato qui sul forum) che i primi articoli della costituzione del '47 hanno ispirazione comunisteggiante. Derivando quindi la necessità di una urgente revisione del testo della stessa.

    Una lettura comparata con la costituzione anteriore (da non demonizzare come costituzione di uno "stato totalitario") potrebbe essere di particolare interesse al rispetto, non solamente dal punto di vista strettamente storiografico.

    ------------------------
    Costituzione attuale (1947)

    PRINCIPI FONDAMENTALI

    Art. 1.

    L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

    La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.


    Art. 2.

    La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell'uomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l'adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.


    Art. 3.

    Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.

    È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.


    Art. 4.

    La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto.

    Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un'attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società.

    -----------------------


    COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA SOCIALE ITALIANA (1943)

    CAPO I

    LA NAZIONE - LO STATO

    1 – La Nazione Italiana è un organismo politico ed economico nel quale compiutamente si realizza la stirpe con i suoi caratteri civili, religiosi, linguistici, giuridici, etici e culturali. Ha vita, volontà, e fini superiori per potenza e durata a quelli degli individui, isolati o raggruppati, che in ogni momento ne fanno parte.

    2 – Lo Stato italiano è una Repubblica sociale. Esso costituisce l’organizzazione giuridica integrale della Nazione.

    3 – La Repubblica Sociale Italiana ha come scopi supremi: 1) la conquista e la conservazione della libertà dell’Italia nel mondo, perché questa possa esplicare e sviluppare tutte le sue energie e assolvere, nel consorzio internazionale fondato sulla giustizia, la missione civile affidatale da Dio, segnata dai ventisette secoli della sua storia, voluta dai suoi profeti, dai suoi martiri, dai suoi eroi, dai suoi geni [le parole "voluta dai suoi profeti, dai suoi martiri, dai suoi eroi, dai suoi geni" sono state cancellate da Mussolini e sostituite con la congiunzione "e"], vivente nella coscienza nazionale; 2) il benessere del popolo lavoratore, mediante la sua elevazione morale e intellettuale, l’incremento della ricchezza del paese e un’equa distribuzione di questa, in ragione del rendimento di ognuno nell’utilità [le parole "nell’utilità" sono state cancellate da Mussolini e sostituite con le parole "nella comunità"] nazionale.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ma come? nessun demosinistrorso si fa avanti per difendere la "sacra" costituzione del '47?!

    Si vede che è proprio ora di cambiarla questa benedetta costituzione...

  3. #3
    fantasia al potere
    Data Registrazione
    28 May 2002
    Località
    mogliano v.to (tv)
    Messaggi
    1,019
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ritengo che non si possa fare nessun confronto tra la COSTITUZIONE e il manifesto del partito fascista (a proposito, il manifesto del partito comunista è un altro e non mi pare il caso di confrontarlo con la COSTITUZIONE),

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    quale manifesto? la costituzione del '44 era la prima dell'Italia post-monarchica, e seppure destinata a breve vita, svolse le funzioni corrispondenti a un testo costituzionale per l'allora Italia repubblicana.
    Non divaghiamo, plese. Il tema è il confronto tra due costituzioni.
    Un punto interessante da discutere per esempio è l'anodina definizione dell'Italia nel '47 -"repubblica fondata sul lavoro" (formula alquanto comunisteggiante)- con la definizione molto più articolata del '44, dove si parla di Stirpe, di caratteri civili, religiosi, linguistici, giuridici, etici e culturali.

  5. #5
    Abbi Dubbi
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    15,342
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Felix
    quale manifesto? la costituzione del '44 era la prima dell'Italia post-monarchica, e seppure destinata a breve vita, svolse le funzioni corrispondenti a un testo costituzionale per l'allora Italia repubblicana.
    Non divaghiamo, plese. Il tema è il confronto tra due costituzioni.
    Un punto interessante da discutere per esempio è l'anodina definizione dell'Italia nel '47 -"repubblica fondata sul lavoro" (formula alquanto comunisteggiante)- con la definizione molto più articolata del '44, dove si parla di Stirpe, di caratteri civili, religiosi, linguistici, giuridici, etici e culturali.
    Si, si....la costituzione del '44 era così articolata che è durata poco + di 1 anno....quella "comunistoide" è quella che permette anche a sciroccati come te di esprimere le proprie idee....beh..oddio...forse "idee" nel tuo caso è una parola grossa.....quelle tue più che idee sono cacchine di pecora.

  6. #6
    Moderatamente estremista
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    1,555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    il primo articolo della costituzione del '47 e' ridicolmente vuoto (che vuol dire "fondata sul lavoro"? Esistono stati "fondati sull'ozio"?)
    Il primo articolo della costituzione della RSI e' anche troppo pericolosamente ricco: quella nazione che e' un ORGANISMO (?!?) nel quale si realizza la stirpe (?!?) con i suoi caratteri ecc. ecc. e che trascende la vita degli individui ecc. ecc.

    Tutto sommato meglio il vuoto che il troppo pieno: fa meno danni.
    Se poi vuoi dire che entrambe le costituzioni sono ridicole in confronto, ad es., alla dichiarazione d'indipendenza e alla costituzione americana, sono d'accordissimo.

  7. #7
    kshatrya
    Data Registrazione
    21 Oct 2002
    Località
    Thule
    Messaggi
    1,216
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: costituzioni a confronto

    Originally posted by Felix
    3 – La Repubblica Sociale Italiana ha come scopi supremi: 2) il benessere del popolo lavoratore, mediante la sua elevazione morale e intellettuale, l’incremento della ricchezza del paese e un’equa distribuzione di questa, in ragione del rendimento di ognuno nella comunità nazionale.
    cosa ci sarebbe di male in questo enunciato? vediamo se i komunisti riescono a spiegarcelo magari tirando fuori che è un'inganno borghese per nascondere lo sfruttamento capitalista...

  8. #8
    Moderatore
    Data Registrazione
    17 Jul 2002
    Località
    terra de Sardigna
    Messaggi
    11,935
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Due "costituzioni" a confronto? Per quanto ne so io ed è logico supporre anche da parte di chi è ignorante, per "costituzione" di uno stato (e non di una nazione), si intende quel complesso di regole base poste a fondamento dello stato stesso e delle sue leggi.

    La Costituzione promana dalla Nazione nel momento in cui la stessa procede alla formazione di un'unità statuale. E' il popolo pertanto che, tramite un'assemblea costituente, formula le norme costituzionali e le approva.

    Nel caso della "Repubblica Sociale Italiana", uno stato fantoccio creato per giustificare la guerra civile e l'appoggio alle truppe tedesche d'occupazione, essa non faceva capo ad alcuna "Nazione", a meno che per tale non si intenda quella di Mussolini e dei suoi accoliti. Essa non era altro che il tentativo di restaurazione del regime fascista, ovviamente contro il "re traditore". Non risulta che vi fosse neanche un bidello eletto dal popolo.

    Nel tentativo di procedere a tutti i costi ad una revisione storica in loro favore, questi nazi-fascisti prendono delle cantonale memorabili. Ma tanta è la loro boria che non se ne vergognano...


  9. #9
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    10 Jul 2002
    Messaggi
    10,206
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Art.1 L'ITALIA E' UNA REPUBBLICHINA FONDATA SUL LAVORO


  10. #10
    membro
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    Como Muggiò
    Messaggi
    6,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Felix
    ma come? nessun demosinistrorso si fa avanti per difendere la "sacra" costituzione del '47?!

    Si vede che è proprio ora di cambiarla questa benedetta costituzione...



    Semplicemente non sono in grado di farlo.
    Le due Costituzioni sono espressione delle uniche due concezioni politiche mai esistite: quella tradizionale, comunitaria, che individua il bene di ciascuno realizzabile solo subordinando il singolo alla comunità; quella moderna, post-1789 che basa tutto sul singolo e sui suoi "diritti fondamentali" ora rintracciati nella natura, ora nella ragione etc etc.
    La prima costituzione (rsi) è dunque il tentativo di codificare la "costituzione materiale" del Paese, ossia di riprendere i valori naturalmente presenti e fissarli per legge. In sè non è una operazione logica, perchè la costituzione è per definizione "modernità" e dunque si utilizza uno strumento moderno per fare una politica tradizionale (basata in genere sulla consuetudine, non sulla legge).
    La seconda è il tentativo (oggi possiamo dire fallito) di piegare la realtà ad una concezione ideologica. Si fissa la Costituzione, e si modifica la realtà di conseguenza.
    La costituzione del 47 è quanto di più antipopolare e sociale possa esservi, perchè non ha natura descrittiva ma prescrittiva: non descrive e fissa assetti sociali liberamente definitisi nella storia, bensì costruisce e impone ex-novo un modello.

    Come hai visto, tutti si sono buttati nel dire che quella della Rsi "non è una costituzione". Non sapevi che quando il dito indica la luna l'idiota guarda il dito?

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. JPMorgan contro le costituzioni
    Di Hynkel nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 03-07-13, 11:10
  2. JP Morgan contro le costituzioni antifasciste
    Di dedelind nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 19-06-13, 01:27
  3. Costituzioni Amministrative
    Di Ronnie nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28-09-10, 21:18
  4. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 07-10-09, 23:27
  5. Tre Costituzioni italiane
    Di Alberich nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-06-02, 21:03

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226