User Tag List

Risultati da 1 a 7 di 7
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    965
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La concezione di Divino nel Paganesimo Politeista

    Claudio Simeoni è uno dei maggiori rappresentanti del pensiero pagano, tanto che ha dato vita a portali aggiornatissimi come www.federazionepagana.it o www.stregoneriapagana.it. Ha caricato molti suoi video su YouTube ed è iscritto a Social Network come MySpace e Facebook.
    E' quindi abbastanza popolare.

    Ho visto però che il suo concetto di Paganesimo, ed in particolare di Divinità all'interno dello stesso, entra in contrasto con alcuni ambienti neo pagani.

    Simeoni afferma che il Divino non è un'essere a sè stante che ha creato il cosmo con un suo 'disegno' pre-impostato. Insomma...il Divino, "secondo lui" è la parte di ogni essere presente in Natura che muta e progetta la sua esistenza attraverso le variabili che gli vengono imposte. Una sorta di "paganesimo ateo", ovvero che fonda il proprio culto senza veri e propri spiriti superiori.
    Ambienti neo pagani invece, si scontrano con Simeoni perchè hanno una concezione di Divinità come vera e propria entità un pò come il Dio monoteista.


    Voi, in quale figura vi riconoscete?

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,494
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La concezione di Divino nel Paganesimo Politeista

    Di per se il Paganesimo è un universo di credenze, di stratificazioni, di saperi, di misteri e conoscenze.
    Riporto due definizioni altamente generiche di Paganesimo che trovo possibili per rispondere. Forse queste, per qualcuno, suoneranno come parole controverse che non soddisfano a pieno, ma danno sicuramente l'idea generale della complessità , della durata nei millenni e degli originale sistemi religiosi che si sono avvicendati per millenni in culture diverse, fondamento delle attuali religioni monoteiste.

    Pagano “Paganus è tutto quanto appartiene al villaggio ,ed è rustico e villanesco. Pagano significa campagnolo ,contadino, abitante del pagus.In un certo momento della storia del cristianesimo ,e cioè quando il cristianesimo ebbe finito di conquistare Roma, la città più eccellente, e diventò la religione di Costantino, la religione “urbana” e imperiale ,coloro che non erano ancora convertiti alla nuova religione, erano considerati zotici ossia “pagani”.Ma questo significato di pagano non durò a lungo e si trasformò.Si cominciò a dire poi pagano per non intendere cristiano e a poco a poco di dimenticò il primitivo significato di rustico.Ed è giusto. Nella qualità di pacano è implicita la qualità di uomo colto, di uomo illuminato ,di uomo dai costumi civilissimi, di uomo che non credo nel Dio dei cristiani, non crede nell’immortalità dell’anima ,ma crede in falsi dei ,o meglio non crede in nessun Dio e si trova quindi nella condizione orgogliosa di non chiedere nulla ,di non sperare nulla da nessun ente super-umano. E il pagano malgrado il dispregio mostrato per questa qualità ,diventa sinonimo di uomo che bada a se stesso e dunque di uomo forte e solitario :di uomo pieno di sé. Diciamo la verità cristiani consideravano il pagano come colui “che bisogna essere” ma in segreto lo guardavano con ammirazione ,come i collegiali ,i convittori ,i prigionieri guardano dalle finestre del collegio ,del convitto ,della prigione l’uomo libero e solo ,che senza bisogno di compagni e di aiuto se ne va per le libere strade del mondo”.
    (Alberto Savinio ,da Nuova enciclopedia)


    PAGANI”Anarchia è la sorgente segreta della vita ;il sesso genera anarchia . I pagani lo capivano assai meglio di noi. Lasciavano uno spazio all’anarchia nelle loro ben ordinate vite”(Erica Jong)

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    965
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La concezione di Divino nel Paganesimo Politeista

    Citazione Originariamente Scritto da sideros Visualizza Messaggio
    Di per se il Paganesimo è un universo di credenze, di stratificazioni, di saperi, di misteri e conoscenze.
    Riporto due definizioni altamente generiche di Paganesimo che trovo possibili per rispondere. Forse queste, per qualcuno, suoneranno come parole controverse che non soddisfano a pieno, ma danno sicuramente l'idea generale della complessità , della durata nei millenni e degli originale sistemi religiosi che si sono avvicendati per millenni in culture diverse, fondamento delle attuali religioni monoteiste.

    Pagano “Paganus è tutto quanto appartiene al villaggio ,ed è rustico e villanesco. Pagano significa campagnolo ,contadino, abitante del pagus.In un certo momento della storia del cristianesimo ,e cioè quando il cristianesimo ebbe finito di conquistare Roma, la città più eccellente, e diventò la religione di Costantino, la religione “urbana” e imperiale ,coloro che non erano ancora convertiti alla nuova religione, erano considerati zotici ossia “pagani”.Ma questo significato di pagano non durò a lungo e si trasformò.Si cominciò a dire poi pagano per non intendere cristiano e a poco a poco di dimenticò il primitivo significato di rustico.Ed è giusto. Nella qualità di pacano è implicita la qualità di uomo colto, di uomo illuminato ,di uomo dai costumi civilissimi, di uomo che non credo nel Dio dei cristiani, non crede nell’immortalità dell’anima ,ma crede in falsi dei ,o meglio non crede in nessun Dio e si trova quindi nella condizione orgogliosa di non chiedere nulla ,di non sperare nulla da nessun ente super-umano. E il pagano malgrado il dispregio mostrato per questa qualità ,diventa sinonimo di uomo che bada a se stesso e dunque di uomo forte e solitario :di uomo pieno di sé. Diciamo la verità cristiani consideravano il pagano come colui “che bisogna essere” ma in segreto lo guardavano con ammirazione ,come i collegiali ,i convittori ,i prigionieri guardano dalle finestre del collegio ,del convitto ,della prigione l’uomo libero e solo ,che senza bisogno di compagni e di aiuto se ne va per le libere strade del mondo”.
    (Alberto Savinio ,da Nuova enciclopedia)


    PAGANI”Anarchia è la sorgente segreta della vita ;il sesso genera anarchia . I pagani lo capivano assai meglio di noi. Lasciavano uno spazio all’anarchia nelle loro ben ordinate vite”(Erica Jong)
    Non hai risposto 3: Forse sono stato frainteso: non ho chiesto la definizione di Paganesimo, ma la concezione di Dio (o Dea o Dèi) che hanno i pagani oggi dato che ho visto posizioni differenti all'interno della stessa cultura religiosa.
    In parole povere: come, un pagano oggi (in questo caso è riferito ai pagani del Forum) "vede"/"immagina" gli Dèi?

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,494
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La concezione di Divino nel Paganesimo Politeista

    Ho cercato di risponderti dicendoti che il paganesimo è un insieme di concezioni divine diverse politeiste in linea di massima. Tu giustamente constati questo insieme di concezioni eterogenee e diverse fra loro e questa è la peculiarità del paganesimo legato alla natura e all'esistenza imprevedibile, innamorato della vita. E' impossibili inquadrare il paganesimo non c'è una teologia pagana, e la religione del pagus o villaggio cambia da luogo a luogo e da villaggio a villaggio cambiano i nomi e le modalità del divino, ma l'essenza spirituale è immutata
    a tal punto che tutte le religioni degli ultimi 2, 3 mila anni-buddismo compreso- hanno le radici nel paganesimo volenti o nolenti.
    I rivisitatori, che vogliono etichettare o etichettarsi, della religione pagana, come quelli legati allo sciamanesimo buriato o allo sciamanesimo messicano , indio o pellerosse e legati al neopaganesimo sono a pieno titolo dentro nel grande e sano calderone pagano. Paganesimo è libertà di esprimere la propria sessualità, la gioia di vivere, lo sfogo della mente colorata, un dio che danza contro un dio con la spada e sempre proteso a cercare peccati e a reprimerli. una divinità che salva tutti data che l'inferno può anche esistere ma nessun spirito umano è religato. Ci sono uomini degenerati che alle volte passano agli dei le miserie umane, ma i veri uomini cercano di avvicinarsi agli dei per trovare maggior libertà e sollievo.
    Ripeto il mondo pagano con le sue credenze e concezioni è infinito e non inquadrabile per fortuna. Non puoi trovare posizioni univoce nell'ambito del paganesimo

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Messaggi
    965
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La concezione di Divino nel Paganesimo Politeista

    Citazione Originariamente Scritto da sideros Visualizza Messaggio
    Ho cercato di risponderti dicendoti che il paganesimo è un insieme di concezioni divine diverse politeiste in linea di massima. Tu giustamente constati questo insieme di concezioni eterogenee e diverse fra loro e questa è la peculiarità del paganesimo legato alla natura e all'esistenza imprevedibile, innamorato della vita. E' impossibili inquadrare il paganesimo non c'è una teologia pagana, e la religione del pagus o villaggio cambia da luogo a luogo e da villaggio a villaggio cambiano i nomi e le modalità del divino, ma l'essenza spirituale è immutata
    a tal punto che tutte le religioni degli ultimi 2, 3 mila anni-buddismo compreso- hanno le radici nel paganesimo volenti o nolenti.
    I rivisitatori, che vogliono etichettare o etichettarsi, della religione pagana, come quelli legati allo sciamanesimo buriato o allo sciamanesimo messicano , indio o pellerosse e legati al neopaganesimo sono a pieno titolo dentro nel grande e sano calderone pagano. Paganesimo è libertà di esprimere la propria sessualità, la gioia di vivere, lo sfogo della mente colorata, un dio che danza contro un dio con la spada e sempre proteso a cercare peccati e a reprimerli. una divinità che salva tutti data che l'inferno può anche esistere ma nessun spirito umano è religato. Ci sono uomini degenerati che alle volte passano agli dei le miserie umane, ma i veri uomini cercano di avvicinarsi agli dei per trovare maggior libertà e sollievo.
    Ripeto il mondo pagano con le sue credenze e concezioni è infinito e non inquadrabile per fortuna. Non puoi trovare posizioni univoce nell'ambito del paganesimo
    Risposta decisamente migliore Grazie!

  6. #6
    .... .....
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Nel tempo...
    Messaggi
    29,040
    Inserzioni Blog
    8
    Mentioned
    63 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La concezione di Divino nel Paganesimo Politeista

    Bè..io non sono un pagano ma nemmeno un cristiano..nè tantomeno un orientale..
    o un islamico..
    Sono formalmente un sannyasin di Osho..che rivendica di appartenere a quella religiosità antica nell'Essenza ma nuova nella forma come conviene che si manifesti nei periodi come il nostro..momenti di confusione quando le vecchie religioni non convingono più e quelle nuove ancora non hanno preso piede..
    Comunque personificare le Divinità lo considero atteggiamento infantile..utile alle volte per stabilire un rapporto dualista tra noi e il Divino..quando la solitudine ci impone di alleviarla con un pallone dipinto come in cast away..
    A me piace contattare energie impersonali..che bramano possedere il mio corpo e la mia mente..per un fine nobile..e cacciare quelle energie infere..che non dominate trascinano alla distruzione ..e nel mezzo tra le due ci sta il Centro..l'io..l'Atman..e il Brahman..unico argine al bene e al male....
    Dedalo..che impedisce a me Icaro di volare troppo alto..come mi successe prima di rovinare..in basso loco..
    Ecco..alle volte ascolto..e il Centro mi parla..mi manda immagini..e soluzioni a problemi interiori...ma non riesco a considerarlo persona....vi vedo solo un presenza nitida..eterna..comprensiva e benigna...mi lascio possedere non la prego..prima che i desideri rendano la mia mente troppo densa per ospitare a lungo certe trasparenze..
    Bisogna dare all'uomo non ciò che desidera..ma ciò di cui ha bisogno...
    (la via diretta non è la più breve)

  7. #7
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    02 Apr 2009
    Messaggi
    5,494
    Mentioned
    19 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)

    Predefinito Riferimento: La concezione di Divino nel Paganesimo Politeista

    Osho grande filosofo che insegnava questa disciplina all'università manifesto fondando la comunità dellì'Oregon una sensibilità verso la rituaria antica nonchè la liberazione dionisiaca.
    Il suo pensiero fu sopratutto animato dagli insegnamenti del padre che era un sacerdote Jianista. Questa religione antichissima la potremo annoverare fra le religioni pagane. Ecco che anche tu testadiprazzo sei legato al paganesimo.
    Ciao e averti in questo spazio è un piacere,

 

 

Discussioni Simili

  1. La concezione del bene e del male nel Paganesimo
    Di Arthur Machen nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 39
    Ultimo Messaggio: 01-09-09, 02:32
  2. La Vecchia religione ed il paganesimo politeista
    Di contropotere nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 01-08-09, 09:01
  3. Paganesimo vissuto, Paganesimo pensato
    Di Otto Rahn nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 11-04-07, 20:09
  4. Natale festa politeista
    Di runen nel forum Paganesimo e Politeismo
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 02-01-04, 15:02
  5. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 13-05-02, 13:49

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226