User Tag List

Risultati da 1 a 6 di 6
  1. #1
    Benvenuto nel mondo reale
    Data Registrazione
    26 Nov 2002
    Località
    COLLI DI FIRENZE
    Messaggi
    1,608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito ECCO dove l'europa DOVREBBE intervenire !

    MANGINA (CONGO) - "Ho visto morire mia madre, l'ho vista tagliare a pezzi e cuocere sulla brace", racconta il pigmeo Amuzati, un cacciatore alto un metro e venti, appena arrivato a Mangina, cittadina nel Nordest della Repubblica democratica del Congo. "Stiamo fuggendo dal mostro", dice Amuzati, che come i seicento pigmei arrivati in questi giorni a Mangina, ha abbandonato per la prima volta della sua vita la foresta equatoriale. Il "mostro" è l'Esercito di liberazione del Congo, i cui guerriglieri hanno compiuto negli ultimi mesi stupri su ragazzine e atti di cannibalismo sulle popolazioni di pigmei. Tra le tante testimonianze raccolte a Mangina, non c'è soltanto quella di Amuzati, che oltre alla madre, ha visto sgozzare la sorella, i suoi due fratelli e i suoi nipoti, prima di vederli mangiare dalle soldatesche ribelli. C'è anche il racconto di un altro pigmeo, agricoltore, il quale ha assistito a una scena analoga. Stavolta però le vittime erano le sue due mogli e i suoi quattro bambini.

    - Pubblicità -

    Ma non finisce qui: c'è Apolline, una donna della tribù dei Nande che è stata costretta a mangiare carne del marito. E ancora. Il comandante Mafuta, ufficiale di un esercito che si oppone a quello della liberazione del Congo, racconta che quando fu catturato dai suoi nemici, il suo corpo fu trapassato dalle baionette per farlo sanguinare. "Poi hanno raccolto il mio sangue e l'hanno bevuto, convinti che ciò li avrebbe resi più forti e coraggiosi".

    Altre testimonianze, confermate da un'inchiesta dell'Onu, provengono da tre religiosi rimasti nelle mani dei guerriglieri per una ventina di giorni. Dice uno di loro, l'italiano padre Franco: "Ho visto i soldati esibire le teste e i genitali dei pigmei come fossero trofei". I tre missionari, che abbiamo incontrato nella parrocchia di San Rosario, a Mambassa, dove vivono protetti dalla missione Onu in Congo, raccontano le credenze dei ribelli. Dice sempre padre Franco: "Mangiano carne umana e bevono sangue umano perché credono che ciò li renda più potenti".

    Una credenza assurda e tenace, è quella che mangiare carne di pigmeo renda invincibile. "Ora, siccome i pigmei somigliano molto ai Nande, ed è difficile distinguere le due etnie, i ribelli mangiano entrambi", ironizza un Nande che incontriamo a Mangina.

    I racconti sono abbastanza raccapriccianti da indurre centinaia di pigmei ad abbandonare le loro case fatte di foglie di banano e immerse nella giunga congolese. Gran parte di loro fuggono per le dicerie che circolano. "Siamo scappati per la guerra, perché siamo terrorizzati da quello che si dice, quello che abbiamo sentito dagli altri pigmei. I nostri amici sono stati mangiati. Se ci prendono ci mangeranno, dobbiamo scappare", spiega Morisho Yongo, un pigmeo delle foreste ad ovest della frontiera con l'Uganda.

    A Mangina, i pigmei sono facilmente riconoscibili per la loro bassa statura e per i loro volti tatuati. I volontari delle associazioni umanitarie affermano che non si sentono a loro agio con gli altri, che non amano unirsi a gruppi e genti diverse, che sono insofferenti per i cibi sconosciuti, e che sono disperatamente ansiosi di tornare al loro stile di vita, alle loro case, alla caccia e alla raccolta nelle foreste.
    Le loro tribù sono in pericolo. Il disboscamento e i terreni rubati all'agricoltura li hanno privati di gran parte delle foreste nelle quali vivono una vita molto breve e con un alto tasso di mortalità.

    Al centro di aiuto per i pigmei di Beni, a 30 chilometri a sud di Mangina, Benoit Kalume afferma che uno dei problemi principali per questo popolo è accedere a seri programmi sanitari o educativi. Per lunghi anni hanno subito maltrattamenti da parte degli altri congolesi. "Sono maltrattati da tutti, sono considerati alla stregua di una specie subumana. Non trovano quasi più nulla da mangiare perché non possono andare a caccia nelle loro foreste, sempre più devastate dall'agricoltura. Per i pigmei o "figli della foresta" come amano definirsi questa è la prima volta che si sono avventurati fuori della foresta per un tempo relativamente lungo".


    -------------------------------------------------------------------------------
    BLUEMAX
    MEMBRO E FONDATORE DEL COMITATO DEI PENSIERI INDIPENDENTI

    Le religioni, I Partiti, Le Bandiere offuscano le menti. Pensare col
    Proprio cervello e non con quello di altri e' cosa BUONA.
    LIBERARSI DAI PLAGI DELLE IDEOLOGIE E' QUESTA LA VERA LIBERTA!
    -------------------------------------------------------------------------------
    Che vuol dire reale? Dammi una definizione di reale. Se ti riferisci a quello che percepiamo, a quello che possiamo odorare, toccare e vedere, quel reale sono semplici segnali elettrici interpretati dal cervello.

    Lo leggo nei tuoi occhi: hai lo sguardo di un uomo che accetta quello che vede solo perché aspetta di risvegliarsi. E curiosamente non sei lontano dalla verità.

    è ovunque, è intorno a noi, anche adesso nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra o quando accendi il televisore. L'avverti quando vai al lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo dinanzi agli occhi, per nasconderti la verità.


    tu sei uno schiavo. Come tutti gli altri sei nato in catene, sei nato in una prigione che non ha sbarre, che non ha mura, che non ha odore, una prigione per la tua mente. Nessuno di noi è in grado purtroppo di descrivere Matrix agli altri. Dovrai scoprire con i tuoi occhi che cos'è. È la tua ultima occasione: se rinunci, non ne avrai altre. Pillola azzurra: fine della storia. Domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie e vedrai quanto è profonda la tana del Bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo. Niente di più.



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Mar 2002
    Località
    ESILIO
    Messaggi
    13,519
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ma in congo c'e il petrolio?
    Se si possiamo anche intervenire in massa

  3. #3
    Benvenuto nel mondo reale
    Data Registrazione
    26 Nov 2002
    Località
    COLLI DI FIRENZE
    Messaggi
    1,608
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by S.P.Q.R.
    ma in congo c'e il petrolio?
    Se si possiamo anche intervenire in massa
    ironico ma e' la pura verità... ottimo intervento priovo di ipocrisia

    -------------------------------------------------------------------------------
    BLUEMAX
    MEMBRO E FONDATORE DEL COMITATO DEI PENSIERI INDIPENDENTI

    Le religioni, I Partiti, Le Bandiere offuscano le menti. Pensare col
    Proprio cervello e non con quello di altri e' cosa BUONA.
    LIBERARSI DAI PLAGI DELLE IDEOLOGIE E' QUESTA LA VERA LIBERTA!
    -------------------------------------------------------------------------------
    Che vuol dire reale? Dammi una definizione di reale. Se ti riferisci a quello che percepiamo, a quello che possiamo odorare, toccare e vedere, quel reale sono semplici segnali elettrici interpretati dal cervello.

    Lo leggo nei tuoi occhi: hai lo sguardo di un uomo che accetta quello che vede solo perché aspetta di risvegliarsi. E curiosamente non sei lontano dalla verità.

    è ovunque, è intorno a noi, anche adesso nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra o quando accendi il televisore. L'avverti quando vai al lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo dinanzi agli occhi, per nasconderti la verità.


    tu sei uno schiavo. Come tutti gli altri sei nato in catene, sei nato in una prigione che non ha sbarre, che non ha mura, che non ha odore, una prigione per la tua mente. Nessuno di noi è in grado purtroppo di descrivere Matrix agli altri. Dovrai scoprire con i tuoi occhi che cos'è. È la tua ultima occasione: se rinunci, non ne avrai altre. Pillola azzurra: fine della storia. Domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai. Pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie e vedrai quanto è profonda la tana del Bianconiglio. Ti sto offrendo solo la verità, ricordalo. Niente di più.



  4. #4
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    10 Jul 2002
    Messaggi
    10,206
    Mentioned
    5 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    C'è anche un piccolo problema di scelta di campo perchè l'Esercito di Liberazione (quello che si mangia i Pigmei) combatte contro il regime comunista di Kabila (quelli che si mangiano i bambini).

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Località
    pianeta Terra
    Messaggi
    1,544
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Una donna all'altezza del problema

    BONINO EMMA: TRATTO DAL LIBRO "L’ABC DELL’EUROPA"
    Bonino, Emma (Bra, Cuneo, 9 marzo 1948) – Commissario europeo dal gennaio 1995 al luglio 1999, quando tornò a Strasburgo dove era già stata eletta due volte, nel ’79 e nel 1984. A Bruxelles ha lasciato un ricordo forte, rimpianti sinceri, immagini toccanti: Bonino a Tinghi-Tinghi fra i bimbi affamati del Ruanda, rifugiati nel Congo, che ascoltava e abbracciava con le lacrime agli occhi; Bonino a Kabul in una sua personale gurra contro la burkha e i Talebani, e negli occhi aveva la rabbia di una donna vera che non tollera umiliazione, la sopraffazione, lo svilimento di nessun’altra donna e di nessun altro uomo al mondo. Nei quattro anni e mezzo in cui è stata nell’équipe presieduta da Jacques Santer (a partire dal gennaio 1995), Emma Bonino ha lavorato davvero bene. Un giornale con le ghette, il “Financial Times”, le diede anno dopo anno voti altissimi. All’Europa ha offerto, al di là di una perenne passione, un grande senso politico, assai raro nel consesso del quale faceva parte. Il coraggio che testimoniavano le precedenti battaglie, anche se non è indispensabile condividerle tutte, e di cui in fondo è plasmata la sua stessa vita, l’ha riversato con semplicità nei dossier per i quali era Commissario europeo: del tutto naturalmente sguainava dunque la spada di Giovanna d’Arco in difesa dei derelitti del mondo intero ai quali procurava gli aiuti umanitari dell’Unione, e perorava con ardore le cause dei consumatori europei. Ed era naturale che fosse tra i primissimi a denunciare la pulizia etnica in Bosnia; che si battesse per l’istituzione del Tribunale permanente sui crimini contro l’umanità; che dopo aver conosciuto le prigioni italiane e quelle newyorkesi finisse per qualche ora, nonostante il suo rango europeo, anche nelle carceri afghane. Non era prevedibile invece che gestisse con tanta sapienza e autorità anche un dicastero come quello della pesca, molto tecnico, poco avvincente, disseminato di trappole. Col piglio del condottiero, nel ’95, guidò l’Europa nella guerra con il Canada per le catture nell’alto Atlantico di una sottospecie di sogliolona chiamata flétan, sconosciutissima in Italia sotto il nome di ippoglosso; di contro, durante il negoziato col Marocco del ’97, convinse i pescatori spagnoli a ridurre il tonnellaggio delle loro prese, e parlando con brio e inventiva la loro lingua, li incantò talmente che alla fine la ringraziarono. Al porto di Barbate, da dove salpa la flotta per la pesca nell’Atlantico, misero perfino una targa di marmo in onore della Commissaria Emma Bonino.

    di Antonio Foresi e Mario Sensini

    Wolare
    www.radioradicale.it
    Wolare
    informato privilegiato da
    www.radioradicale.it
    www.radicali.it

  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    palayork
    Messaggi
    3,243
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by pcosta
    C'è anche un piccolo problema di scelta di campo perchè l'Esercito di Liberazione (quello che si mangia i Pigmei) combatte contro il regime comunista di Kabila (quelli che si mangiano i bambini).
    se mi fanno rimanere un paio di giorni senza mangiare, mi offro volontario, cosi` mi mangio i bambini i pigmei, kabila e l`esercito di liberazione......

    a parte l`humor nero non ho visto molto traffico di pacifisti su `sta guerra, eppure e` durata parecchio.........

 

 

Discussioni Simili

  1. Però, col Dr. Ingroia, dovrebbe intervenire Napolitano...
    Di Zorro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 14-03-12, 21:00
  2. Trasporto Pubblico: dove e come intervenire?
    Di Zdenek nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 16-09-08, 11:25
  3. Risposte: 42
    Ultimo Messaggio: 26-10-06, 14:18
  4. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 25-10-06, 23:35
  5. Ecco dove dovrebbe essere incarcerato il Saboia
    Di ITALIANO (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 29
    Ultimo Messaggio: 19-06-06, 19:00

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226