RAI: CDA, RADICALI TROPPO POCO PRESENTI IN VIDEO
Da un lancio dell'agenzia ANSA delle ore 15.08

Il Consiglio di Amministrazione della Rai, si legge in una nota diffusa dall'Azienda, ''dopo aver incontrato ieri una delegazione dei Radicali Italiani guidata dal segretario Daniele Capezzone, ha esaminato i dati sulla presenza in video dei rappresentanti dei quel partito, rilevando una sostanziale sottorappresentazione dei Radicali Italiani nelle trasmissioni di approfondimento giornalistico e, quindi, una rilevante violazione del principio del pluralismo che connota in modo fondamentale il servizio pubblico''.
A conclusione della discussione, prosegue la nota, il Cda, ''ha fermamente invitato il Direttore Generale a ricordare ai Direttori di Testata e di Rete il loro inderogabile dovere a rispettare nel modo piu' rigoroso il principio del pluralismo, come garantito dalle leggi, dagli indirizzi della Commissione Parlamentare di Vigilanza, dal Contratto di servizio, dallo Statuto e dagli indirizzi del Consiglio di Amministrazione''

Da un lancio dell’agenzia Adnkronos delle ore 15.45

RAI: CDA, TROPPO POCO SPAZIO AI RADICALI
''DG RICHIAMI DIRETTORI A RISPETTO PLURALISMO''

I Radicali Italiani sono stati ''sottorappresentati'' nelle trasmissioni di approfondimento giornalistico della Rai. A sottolinearlo, dopo aver esaminato i dati, e' stato il Cda Rai, che nella seduta di questa mattina ha invitato il direttore generale Agostino Sacca' a ricordare ai direttori di testata e di rete ''il loro inderogabile dovere a rispettare nel modo piu' rigoroso il principio del pluralismo''.
La decisione del Cda arriva dopo l'incontro che il vertice Rai ha avuto ieri con il segretario dei Radicali, Daniele Capezzone, che ha piu' volte lamentato l'esclusione del partito dai programmi Rai.
''Il Cda della Rai -si legge infatti in una nota diffusa da Viale Mazzini- dopo aver incontrato ieri una delegazione dei Radicali Italiani guidata dal Segretario Daniele Capezzone, ha esaminato i dati sulla presenza in video dei rappresentanti di quel partito, rilevando una sostanziale sottorappresentazione dei Radicali Italiani nelle trasmissioni di approfondimento giornalistico e, quindi, una rilevante violazione del principio del pluralismo che connota in modo fondamentale il servizio pubblico. Il Consiglio di Amministrazione, a conclusione della discussione, ha fermamente invitato il Direttore
Generale a ricordare ai Direttori di Testata e di Rete il loro inderogabile dovere a rispettare nel modo piu' rigoroso il principio del pluralismo, come garantito dalle leggi, dagli indirizzi della Commissione Parlamentare di Vigilanza, dal Contratto di Servizio, dallo Statuto e dagli indirizzi del Consiglio di Amministrazione''.

Wolare
informato privilegiato da
www.radicali.it
www.radioradicale.it