User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9
  1. #1
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,381
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Antipapi del nostro secolo

    Gli antipapi non appartengono solo al medioevo. Anche nel nostro secolo ci
    sono cattolici che, dopo avere dichiarato vacante la sede di Roma, si
    proclamano essi stessi pontefici e vengono quindi qualificati come
    "antipapi". Citiamo tre casi notevoli.
    Clemente XV e la Chiesa del Cristo Rinnovata
    Michel-Auguste-Marie Collin (1905-1974), sacerdote lorenese favorito da
    visioni sulla fine dei tempi, dichiara di ricevere nel 1950 straordinarie
    rivelazioni in cui Dio stesso gli conferisce un'autorità pari a quella del
    papa. Nel 1951 il Sant'Uffizio lo riduce allo stato laicale; nel 1960 il
    vescovo di Nancy lo colpisce con la scomunica e l'interdetto. Alla morte di
    Giovanni XXIII, nel 1963, Collin viene nominato papa dal Cielo per
    rivelazione, col nome di Clemente XV, consacrato dai suoi seguaci nella sua
    residenza di Clémery - che prende allora il nome popolare di "Piccolo
    Vaticano". La "Chiesa del Cristo Rinnovata" si estende anche all'estero.
    Negli ultimi anni di vita, Collin aveva introdotto nella sua predicazione
    anche altri temi, come quello degli extraterrestri. Dopo la sua morte, il
    movimento di Clémery ha subito varie divisioni in diversi gruppi che si
    disputano la sua successione.
    Gregorio XVII (Tremblay) e gli Apostoli dell'Amore Infinito
    Nel 1968 il gruppo canadese di seguaci di Clemente XV ha rotto con lui e ha
    proclamato papa Gaston Tremblay con il nome di Gregorio XVII. Gli Apostoli
    dell'Amore Infinito (noti anche come Chiesa Cattolica degli Apostoli degli
    Ultimi Tempi) si sono diffusi in numerosi paesi del mondo, con un
    particolare successo nelle Antille Francesi. La rivista "Magnificat",
    diffusa in inglese e in francese in numerosi paesi, dà un'idea del tipo di
    fedeli che il movimento aggiunge: persone disorientate dalle riforme
    postconciliari nella Chiesa Cattolica, che peraltro - più che una polemica
    contro il Concilio (raramente presente sulle pagine della rivista degli
    Apostoli) - ricercano una pietà rassicurante e tradizionale che ruota
    attorno alla devozione alla Madonna e al Sacro Cuore e agli episodi
    meravigliosi delle vite dei santi. Da questo punto di vista la chiesa di
    padre Jean-Grégoire si pone in concorrenza con lo scisma di monsignor
    Lefebvre.
    Gregorio XVII (Dominguez) e la Chiesa Cattolica Apostolica Palmariana
    L'"antipapa" oggi più attivo, Clemente Dominguez y Gomez, inizia la sua
    avventura nel 1969, quando riceve i suoi primi messaggi celesti (seguiti nel
    1970 dalle stigmate) a Palmar de Troya presso Siviglia. La gerarchia
    cattolica rifiuta di riconoscere l'autenticità delle apparizioni, ma nel
    1976 si entusiasma per lui il vescovo scismatico vietnamita Thuc che
    consacra "per ordine della Madonna" cinque vescovi, fra cui Clemente,
    garantendo loro una valida (benché illecita) successione apostolica. Alla
    morte di Paolo VI, il 6 agosto 1978, il Signore stesso appare a Clemente
    Dominguez e lo consacra papa con il nome di Gregorio XVII. Da quel momento
    la Chiesa Cattolica non è più " romana " ma "palmariana ". Gregorio XVII
    lancia scomuniche contro tutti coloro che rifiutano di sottomettersi alla
    sua autorità, proclama nuovi dogmi mariani (fra cui uno che impone di
    credere alla presenza della Vergine nell'Eucarestia) e dà a se stesso un
    ruolo di messia, prevedendo la propria futura crocifissione in Palestina e
    risurrezione. I suoi fedeli sono circa diecimila.
    Pietro II (Peeble)
    Ci sono altri casi, ciascuno con pochissimi fedeli. Uno è l'australiano
    "Little Peeble" che percorre il mondo annunciando che, secondo una
    rivelazione, egli sarà il prossimo pontefice, Pietro II, dopo la morte per
    martirio di Giovanni Paolo II.
    Roger Melchior (in religione Jean), belga, fondatore del gruppo dei Tre
    Santi Cuori, trasferitosi dal Belgio a Brunoy in Francia dopo qualche
    problema con la giustizia; ha una chiesa attualmente ridotta a pochissimi
    aderenti e che sembra in via di estinzione.
    Pio XIII (Pulvermacher)
    Luciano Pulvermacher, sacerdote cappuccino canadese, membro di un ramo della
    Chiesa sedevacantista, ha assunto il papato nel 1999.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,381
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Pio XIII al secolo Earl Pulvermacher



    Nuntio vobis gaudium magnum: habemus papam. La fumata bianca dal comignolo del piccolo cottage di legno non deve essere stata notata da molte persone, ma il 24 ottobre 1998 è sata una data importante per gli Stati Uniti d'America: ha segnato infatti il trasferimento della sede pontificia dalla Città del Vaticano alla provincia texana. Earl Pulvermacher comprendendo di essere il solo, vero e unico portatore della parola di Cristo si trova costretto ad autoeleggersi al soglio pontificio con il nome di Pio XIII. Nato nel 1918, dal 1946 frate cappuccino con il nome di Luciano e missionario in Giappone e Australia fino al 1976, anno in cui comprende che il Conciclio Vaticano II è una truffa messa in piedi dall'Anticristo e che dopo la morte dell'ultimo vero papa, Pio XII, nel 1958 il cattolicesimo è in mano a una setta massonica dal nome Novus Ordo che annovera tutti gli attori classici delle teorie del complotto: i rosacroce, i satanisti, gli ebrei e naturalmente i sempre presenti comunisti. Frate Luciano esce quindi da quell'organizzazione corrotta, torna in America e inizia a spargere la dottrina del Vero Cattolicesimo. Non ha molto successo, ha quattro fratelli sacerdoti ma ne riesce a convincere a malapena un paio; coinvolge anche le sue tre sorelle e un suo amico (che nel 2000 nominerà vescovo). Sostiene di avere dalla sua parte un'antica profezia di un prete irlandese e la numerologia (è stato eletto esattamente quarant'anni dopo Pio XII). La ricorrenza del 666, il numero della Bestia, nelle date cruciali di Paolo VI inoltre è la chiara dimostrazione della sua satanica natura. Nel suo sito elenca le eresie perpretate dagli ultimi "antipapi", sottolinea i loro collegamenti con i rosacroce, i comunisti e i satanisti (tra cui Carducci). Le sue encicliche sono strali contro la corruzione della moderna chiesa e la necessità di un ritorno alle direttive dell'unico buon concilio, quello di Trento.
    L'America sotterranea è attraverasta da migliaia di queste sette che generalmente vengono alla luce solo dopo sangunosi fatti di cronaca. La corruzione, l'ipocrisia e la distanza dagli ideali cristiani dell'odierna chiesa cattolica sono sotto gli occhi di tutti ed Earl Pulvermacher, alias Sua Santità Pio XIII, non è altro che un vecchietto che si fa fotografare vestito da papa nel backyard della sua casetta di provincia e che ha affidato il suo messaggio in bottiglia anche al grande mare della Rete.




  3. #3
    Asteroids
    Ospite

    Predefinito

    Esiste la libertà di religione e qualunque pazzo può dichiararsi Papa, importante poi è far conoscere a tutti la verità e Sua Santità ci riesce benissmo.

  4. #4
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,381
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Gregorio XVII al secolo Clemente Dominguez y Gomez

    Tutto comincia il 30 marzo 1968 quando a El Palmar de Troya (Spagna) con presunte apparizioni della Santa Vergine. Il più pericoloso dei falsi visionari Clemente Dominguez Gomez riesce nel 1974 a convincere Mons. Ngô-dinh-Thuc, Vescovo scomunicato, ad ordinarlo vescovo insieme ad altri 4 visionari. Alla morte di Paolo VI dichiara di essere stato incoronato Papa da Dio, assume il nome di Gregorio XVII, dichiara la Sede vacante, ristabilisce il rito tridentino, eleva agli onori degli altari Francisco Franco, Primo de Rivera, Calvo Sotelo e si dice anche Adolf Hitler intanto ordina vescovi, sacerdoti e nomina cardinali. Nel 1980 convoca il concilio palmariano che annulla il Vaticano II e ripropone quello tridentino riveduto e corretto introducendo nuovi dogmi come la presenza della Vergine Santa nella Santa Eucaristia. Attualmente è l'antipapa più attivo.

    Per vedere "Gregorio XVII"

  5. #5
    Forumista assiduo
    Data Registrazione
    24 Aug 2009
    Messaggi
    5,381
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito l’Arcivescovo Ngo-Dinh-Thuc



    Arcivescovo di Bulla Regia scomunicato il 17.9.76 per ordinazioni illegittime di presbiteri e vescovi, assolto il 17.12.76 ma riscomunicato il 12.3.83 dalla C.D.F. (dichiarava vacante la Sede Apostolica). Ritratta pubblicamente i propri errori prima della morte.

    LA SUA DICHIARAZIONE ERETICA E SCISMATICA

    Come appare oggi la Chiesa Cattolica se la guardiamo?

    A Roma, Giovanni Paolo II regna come “Papa,” circondato dal collegio dei Cardinali e da molti vescovi e prelati. Fuori Roma, la Chiesa Cattolica sembra fiorente, con i suoi vescovi e preti. Il numero dei Cattolici è grande. Giornalmente la Messa è celebrata in così tante chiese, e la domenica le chiese sono piene di molti fedeli che vengono ad ascoltare la Messa e ricevere la Santa Comunione.

    Ma allo sguardo di Dio, come appare oggi la Chiesa? Le Messe — sia quelle feriali, che quelle a cui assiste la gente la domenica — piacciono a Dio?

    Niente affatto, perché quella Messa è per i Cattolici la stessa che per i Protestanti — perciò dispiace a Dio ed è invalida. L’unica Messa che piace a Dio è la Messa di S. Pio V, che viene offerta da pochi preti e vescovi, fra i quali sono anch’io. Perciò, nella misura in cui potrò, intendo aprire seminari per educare candidati a quel sacerdozio che piace a Dio.

    Oltre a questa “Messa,” che non piace a Dio, ci sono molte altre cose che Dio rigetta: per esempio, i cambiamenti nel rito di ordinazione dei preti, di consacrazione dei vescovi, e nei sacramenti della Cresima ed Estrema Unzione.

    Inoltre, i “preti” ora professano:
    1) il modernismo;
    2) il falso ecumenismo;
    3) l’adorazione [o culto] dell’uomo;
    4) la libertà di abbracciare una qualsiasi religione;
    5) il rifiuto di condannare le eresie e di espellere gli eretici.

    Pertanto, in quanto vescovo della Chiesa Cattolica Romana, giudico che la Cattedra della Chiesa Cattolica Romana è vacante; e sono tenuto, come vescovo, a fare tutto ciò che è necessario affinchè la Chiesa Cattolica Romana perduri nella sua missione per la salvezza delle anime.

    Monaco di Baviera, 25 febbraio 1982
    +Peter Martin Ngo-dinh-Thuc
    Arcivescovo

  6. #6
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    up!

  7. #7
    più arcipreti, meno arcigay
    Data Registrazione
    03 Jun 2004
    Località
    Tra la verità e l'errore non c'è nessuna via di mezzo, tra questi due poli opposti non c'è che un immenso vuoto. Colui che si pone in questo vuoto è altrettanto lontano dalla verità di colui che è nell'errore (J. Donoso Cortes)
    Messaggi
    19,845
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    eh eh.... che mattacchioni

  8. #8
    Dal 2004 con amore
    Data Registrazione
    15 Jun 2004
    Località
    Attorno a Milano
    Messaggi
    19,247
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ricordiamo che Thuc è tornato nella Chiesa alla fine della sua travagliata storia.
    Anche Guerard des Lauriers ha ritrattato la sua "Tesi".
    I loro "figli spirituali" invece perseverano nell'errore.

  9. #9
    Napoléon I
    Ospite

    Predefinito

    Poichè i sedevacantisti usano anche internet per diffondere le loro idee, e dato che è loro costume rivelare solo a rate la verità circa il loro orientamento sulla chiesa, pubblico il testo del decreto della C.D.F. col quale viene scomunicato il padre Guerard. Che sia di aiuto per chi ha dei dubbi.


    SACRA CONGREGATIO PRO DOCIRINA FIDEI. Notificatio
    Exc.mus dominus qua poenae canonicae episcopis qui illicite
    alios episcopos ordinaverunt illisque hoc modo illegitimo ordinatis
    denuo comminantur. 12 martii 1983: AAS 75(1983). pp. 392 393.

    Nel mese di gennaio 1976, s.e. mons. Pietro Martino Ngô dinh
    Thuc (1), arcivescovo titolare di Bulla Regia, ordinò del tutto
    illegittimamente diversi presbiteri e vescovi nella località di Palmar
    de Troya in Spagna. Per questa ragione la Sacra Congregazione
    per la dottrina della fede, il 17 settembre dello stesso anno,
    emanò un decreto (cfr. EV 5/2109s), nel quale venivano
    ricordate le pene canoniche in cui erano incorsi sia lui sia gli altri
    che in modo illegittimo avevano ricevuto l'ordinazione.
    In seguito lo stesso prelato chiese ed ottenne l'assoluzione dalla
    scomunica, riservata specialissimo modo alla Santa Sede, in cui
    era incorso.
    Ora però consta a questa sacra congregazione che l'ecc.mo
    mons. Ngô dinh Thuc, già dal 1981, ha ordinato di nuovo altri
    presbiteri contro la prescrizione del can. 955. Anzi e ciò è ancora
    più grave nello stesso anno, trasgredendo il can. 953, ha
    conferito l'ordine episcopale, senza mandato pontificio e senza
    provvisione canonica, al religioso M. L. Guérard des Lauriers
    o.p., di nazionalità francese, e ai sacerdoti Mosè Carmona e
    Adolfo Zamora, originari del Messico; in seguito Mosè Carmona a
    sua volta conferì l'ordinazione episcopale ai presbiteri messicani
    Benigno Bravo e Roberto Martínez, e al sacerdote americano
    George Musey.
    Mons. Ngô dinh Thuc inoltre ha inteso provare la legittimità degli
    atti compiuti, soprattutto attraverso una dichiarazione pubblica
    fatta nella città di Monaco, il 25 febbraio 1982, nella quale
    affermava che "la Sede della Chiesa cattolica di Roma era
    vacante" e per questo egli, in quanto vescovo, "faceva tutto
    perché la Chiesa cattolica di Roma continuasse per la salvezza
    eterna delle anime".
    La Sacra Congregazione per la dottrina della fede, dopo aver
    valutato la gravità di questi delitti e delle asserzioni erronee, per
    mandato speciale di s.s. Giovanni Paolo II, ritiene necessario
    rinnovare le prescrizioni del proprio decreto del 17 settembre
    1976, che si applica pienamente a questo caso, cioè:
    1) i vescovi che hanno ordinato altri vescovi, nonché gli stessi
    vescovi ordinati, sono incorsi, oltre che nelle sanzioni di cui ai
    canoni 2370 e 2373, 1 e 3, del Codice di diritto canonico, anche
    nella scomunica ipso facto, riservata in modo specialissimo alla
    Sede Apostolica, di cui nel decreto della Congregazione del s.
    uffizio del 9 aprile 1951 (AAS 43[1951], pp. 217s). La pena, poi,
    di cui al can. 2370 si applica anche ai presbiteri assistenti, se ve
    ne furono presenti.
    2) 1 presbiteri ordinati in questo modo illegittimamente, secondo il
    can. 2374 sono ipso facto sospesi dall'esercizio dell'ordine, e,
    qualora abbiano posto un atto dell'ordine, sono anche irregolari
    (can. 985, 7).
    3) Infine, per quanto riguarda coloro che hanno già ricevuto
    l'ordinazione in questo modo illegittimo o che forse stanno per
    riceverla da costoro, checché ne sia della validità dell'ordine, la
    Chiesa non riconosce né riconoscerà la loro ordinazione e li
    ritiene a tutti gli effetti giuridici in quello stato che ognuno aveva
    in antecedenza, ferme restando le sopra ricordate sanzioni
    penali, fino alla resipiscenza.
    Inoltre questa sacra congregazione ritiene suo dovere ammonire
    calorosamente i fedeli cristiani, affinché si guardino dal
    partecipare o incoraggiare in qualsiasi modo attività liturgiche o
    iniziative e opere di qualsiasi genere, promosse da coloro di cui
    sopra si è accennato (2).

    Roma, dal palazzo della Sacra Congregazione per la dottrina
    della fede, 12 marzo 1983.

    JOSEPH card. RATZINGER, prefetto
    fr. Jérome HAMER o.p., arciv. tit. di Loria, segretario


    NOTE
    (1) Come ricorda il documento sopra riportato, mons. Ngô dinh
    Thuc cra stato scomunicato nel gennaio 1976 per alcune
    ordinazioni episcopali (la cui validità non è stata riconosciuta)
    senza mandato apostolico; avendo però espresso il suo
    pentimento. egli era stato assolto il 17.12.1976, "ferma restando
    la sospensione che gli proibiva di conferire gli ordini". Ma nel
    1981 il vescovo incorreva nella recidiva con altre ordinazioni e il
    12.3.1983 la Congregazione per la dottrina della fede dichiarava
    ufficialmente che era incorso nella scomunica per questo delitto
    canonico, aggravato dalle affermazioni fatte a Monaco di Baviera
    il 25.2.1982, in cui dichiarava vacante la Sede Apostolica e che
    riteneva suo compito "come vescovo di assicurare la continuità
    della Chiesa cattolica romana in vista della salvezza delle anime"
    (cfr. OR 8.4.1983).
    Mons. Ngô dinh Thuc è deceduto il 13.12.1984 riconciliato. In
    una dichiarazione, datata 11.7.1984, aveva ritrattato
    pubblicamente i suoi precedenti errori, riguardanti le ordinazioni
    illecite e le dichiarazioni fatte a Monaco, con le quali rifiutava il
    Concilio Vaticano II e il Papa (cfr. DC 67[1985] 3/1889, p. 185).
    La Congregazione per la dottrina della fede (in OR 17
    18.12.1984) ha fatto sapere che, tenuto conto della
    dichiarazione presentata l'11.7.1984, il Papa gli aveva accordato
    l'assoluzione dalle censure incorse, rilevando però che tale
    assoluzione non riguardava gli ordinati in modo illecito.

    (2) Ouoad concordantiam singolurum canonum qui heic
    referuntur cum legislatione canonica nuper prornulgata, cf. in
    novo CIC cann. 1015 § 1, 1013, 1382, 1383, 1041 6°.

 

 

Discussioni Simili

  1. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 11-08-11, 00:12
  2. Bin Laden tra i 100 geni del nostro secolo
    Di resistente71 nel forum Politica Estera
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 11-11-07, 14:12
  3. Antipapi
    Di Gianmario nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 30-04-05, 12:46
  4. Antipapi del nostro secolo
    Di Bellarmino nel forum Cattolici
    Risposte: 48
    Ultimo Messaggio: 22-01-05, 13:29

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226