User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Predica settimanale di Ciampi

    Ciampi: "Il federalismo non spacchi il Paese"


    Dalla Sicilia, il Capo dello Stato plaude al dibattito in corso sulle riforme ("Da esse dipende il nostro futuro"), ma pone paletti alla devolution: "Non tollereremo che vi siano due Italie, una in serie A e una in B".


    ROMA - Premierato forte, presidenzialismo, semipresidenzialismo alla francese, cancellierato. Mentre maggioranza e opposizione si confrontano sulla necessità di una intesa che consenta il varo delle riforme istituzionali, e mentre si affastellano proposte di ogni genere e ingrediente, il Presidente della Repubblica mostra di gradire molto il dibattito in corso. Ma su un punto vuole essere chiaro e sgombrare il campo fin d'ora da possibili fraintendimenti: il federalismo è cosa buona e giusta, ma il Quirinale impedirà che la devoluzione sia utilizzata come grimaldello per dividere l'Italia fra serie A e serie B.

    Carlo Azeglio Ciampi parla forte e chiaro nella seconda giornata della sua visita in Sicilia. Pochi minuti prima, il presidente della Regione siciliana, Totò Cuffaro, gli ha indicato lo statuto dell'autonomia insulare come un esempio da seguire, come un modello da proporre alle forze politiche impegnate in una dura discussione, in un aperto scontro, sulla devolution. Ciampi non si tira indietro, e proprio sulle riforme effettua un forte rilancio.

    Sbaglia chi dipinge un Presidente che segue preoccupato il dibattito sul futuro assetto istituzionale del Paese. No, anzi, Ciampi è ben felice che questa discussione si sia incardinata nella sedi politiche perché, dice, proprio sulle riforme si gioca il futuro nostro e dell'Italia.

    "Le riforme meritano di essere poste sempre più al centro dell'attenzione pubblica e del dibattito politico, più di quanto già non lo siano. Sono in gioco decisioni da cui dipende in misura rilevante il nostro futuro'', dice Ciampi.

    Quindi ben venga il dibattito, purché resti incanalato nei binari corretti. Cosa che, evidentemente, Ciampi non riscontra nei modi con cui si affronta il tema del federalismo e della devolution. Il Quirinale è da sempre fautore di una responsabilizzazione delle regioni, difensore della loro autonomia impositiva, del loro coinvolgimento - fin da quando era ministro del Tesoro - nella realizzazione del Patto di stabilità interna. Ma dare maggiore autonomia alle regioni non significa dimenticare che il federalismo deve essere sempre "solidale".

    ''Non possiamo tollerare, non intendiamo tollerare che vi sia una Italia di serie A e un'Italia condannata alla serie B - dice Ciampi replicando ad alcune suggestioni di stampo leghista - Posso assicurarvi che di ciò sono convinti anche i cittadini delle regioni a più alto livello di reddito del nostro paese''. Occorre insomma che la devolution non si traduca in uno squilibrio perenne e drammatico fra regioni ricche e regioni povere. E ricorda che argine a questo pericolo sarà la scelta "fatta dal nostro Paese, di realizzare l'ambizioso progetto di un nuovo federalismo solidale".

    "E' evidente - aggiunge Ciampi - che l'interesse generale del Paese non consente che siano ignorate le maggiori esigenze delle regioni meno favorite, non consente che di ciò non si tenga conto nella allocazione del volume degli investimenti di tipo strutturale: nella scuola, nella formazione a livello superiore, nelle vie di comunicazione, nella cura della salute, nell'impegno posto dalle istituzioni preposte al mantenimento dell'ordine pubblico e del rispetto della legge".

    Lombardia, Nord Est, Piemonte, in generale le regioni-locomotiva del Paese sono insofferenti delle debolezza del Mezzogiorno? Questa volta è l'economista Ciampi ad ammonire che di troppa crescita si può anche morire: "A volte lo stesso successo rischia di diventare soffocante: attenua gli stimoli istintivi all'innovazione, soffre della ristrettezza di spazi, della carenza di manodopera, dell'inadeguatezza di infrastrutture sempre in ritardo sulle esigenze di società in forte crescita". Insomma, il Sud può essere una grande risorsa anche per il Nord. L'Italia "ha i mezzi, perché siamo uno dei paesi del mondo a più alto reddito, per accelerare i processi di convergenza verso l'alto di tutte le regioni d'Italia". Ma questo - conclude il Capo dello Stato - richiede una ferma volontà di collaborazione fra lo Stato centrale e le Regioni, come fra regioni diverse del Nord, del Centro e del Sud".

    Ciampi non pare neppure preoccupato di alcune "eccessive asprezze del dibattito politico". Esse possono, "forse offuscare, ma non cancellare quella che è l'unità sostanziale e la realtà operosa dell'Italia democratica all'alba del nuovo secolo". Un'Italia unita, davvero unita, ribadisce Ciampi, "forse più di quanto sia mai stata in passato: unita nel linguaggio, nei modelli culturali, nella definizione dei valori fondanti di una moderna democrazia, di riconoscersi nei principali momenti di scelta della nostra storia dal risorgimento fino alla nascita della democrazia repubblicana".

    (12 FEBBRAIO 2003; ORE 124), ultimo aggiornamento orer 13:41)
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Bene tutte le regioni si tengano il 100% di quanto producono come dice Cuffarro, ma le regioni che non producono come faranno?

  3. #3
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Predica settimanale di Ciampi

    Originally posted by Stonewall
    Ciampi: "Il federalismo non spacchi il Paese"


    Dalla Sicilia, il Capo dello Stato plaude al dibattito in corso sulle riforme ("Da esse dipende il nostro futuro"), ma pone paletti alla devolution: "Non tollereremo che vi siano due Italie, una in serie A e una in B".
    _______________
    Si, hai ragione da vendere Ciampi Il mio consiglio è di vendere la tua ragione....... se trovi compratori
    Forse, quando comandava il re, non c'erano due itaglie?
    E quando comandava la DC non c'erano due itaglie?
    E quando Ciampi era Gov-gov-gov-governatore della Panca d'itaglia, non c'erano due itaglie?
    E quando Ciampi era Su-su-su-superministro dell'economia e i prodi fratelli Pr-prr-prrrr-Prodi-D'Alema-Amato erano al governo, non c'erano due itaglie?
    E ora che il Grande (Magno) Ciampi ha finito la carriera con il massimo della carica (e il minimo dello stipendio ) apartitica, superpartes, superstar si "INCAZZA'' e si permette di dire: "Non tollereremo che vi siano due itaglie, una di serie A e una i serie B"? Solo ora si permette di dirlo?
    Eh no, CAZZO!!!!!!!! Adesso mi incazzo io!

  4. #4
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Tanto vai tranquillo che le due itaglie resteranno

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Jan 2003
    Località
    Insubria
    Messaggi
    764
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Predica settimanale di Ciampi

    [QUOTE]Originally posted by Stonewall
    [B]Ciampi: "Il federalismo non spacchi il Paese"[QUOTE]


    Dalla Sicilia, il Capo dello Stato plaude al dibattito in corso sulle riforme ("Da esse dipende il nostro futuro"), ma pone paletti alla devolution: "Non tollereremo che vi siano due Italie, una in serie A e una in B".

    D'accordissimo anch'io non voglio due itaglie, mi accontento di un'Itaglia e di una Padania.

    ....il presidente della Regione siciliana, Totò Cuffaro, gli ha indicato lo statuto dell'autonomia insulare come un esempio da seguire....

    La Sicilia come modello da seguire??? Allora si che siamo a posto!

    ...non significa dimenticare che il federalismo deve essere sempre "solidale".

    Un altro modo di chiamare l'assistenzialismo.

    ...il Sud può essere una grande risorsa anche per il Nord.



    Un'Italia unita, davvero unita, ribadisce Ciampi, "forse più di quanto sia mai stata in passato: unita nel linguaggio, nei modelli culturali, nella definizione dei valori fondanti di una moderna democrazia, di riconoscersi nei principali momenti di scelta della nostra storia dal risorgimento fino alla nascita della democrazia repubblicana".

    Non so voi ma io questa unità linguistica, culturale, dei valori e delle scelte con i siciliani proprio non la sento mia.

 

 

Discussioni Simili

  1. settimanale da leggere
    Di albiy nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 14-04-07, 15:33
  2. Palinsesto settimanale!
    Di Staff Radio nel forum Sardegna - Sardìnnia
    Risposte: 16
    Ultimo Messaggio: 18-12-06, 20:30
  3. Settimanale il federalismo
    Di luigina nel forum Padania!
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 09-07-05, 11:52
  4. Da che pulpito la predica.........
    Di theophilus nel forum Cattolici
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 25-11-02, 21:02
  5. Da Un Settimanale Austriaco
    Di Cinghiale Nero nel forum Politica Estera
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26-05-02, 14:19

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226