User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 27
  1. #1
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Angry Ce Li Abbiamo Anche Noi I Nostri Bravi Terroni.......

    Da qualche giorno si sentono proprio delle belle notizie su alcuni abitanti della nostra beneamata Padania.......passando dalla Lombardia al Veneto pare che non si salvi nessuno......mi sa che ce li abbiamo pure noi i nostri bravi terroni altro che palle
    ---------------------------------------------------

    Tangenti Anas, Borrelli: "Non è cambiato nulla"


    Dalle carte dell'inchiesta che ha coinvolto 31 imprenditori e funzionari pubblici emerge l'ormai consueto impasto tra politica e appalti. L'ex procuratore di Milano amaro: "La corruzione non è mai finita"


    MILANO - ""Se qualcuno si era illuso che la mala pianta della corruzione fosse stata estirpata con le indagini di Mani Pulite, ora è chiaro che non è andata così".

    Intercettato nei corridoi del tribunale milanese dai cronisti del Corriere della Sera, Francesco Saverio Borrelli, ormai solo autorevole pensionato della giustizia italiana, ne approfitta per togliersi qualche altro sassolino dalle scarpe.

    A Roma, nel frattempo, la politica mette sotto inchiesta proprio il suo lavoro e i suoi ex colleghi. In Commissione, infatti, passa la proposta di un gruppo parlamentare d'inchiesta su Mani Pulite, che dovrebbe occuparsi perfino dei processi in corso.

    E Borrelli si sfoga: "La nostra potatura - dice ammenttendo una sorta di fallimento - ha finito per rinvigorire la corruzione". Ma la colpa - giura l'ex procuratore capo di Milano - non è delle toghe. "Il problema della corruzione non è mai stato affrontato seriamente a livello politico" accusa, per poi aggiungere con amarezza: "I magistrati non hanno nulla da temere. Osservo però che invece di eliminare le cause dlela corruzione, si indaga sui magistrati che hanno fatto il possibile per combatterla".

    D'altronde, numeri e particolari dell'ultima inchiesta aperta a Milano, quella sulle tangenti degli appalti Anas, aprono uno scenario che sembra riportare indietro le lancette dell'orologio della storia. Una trentina di imprese avrebbero pilotato tutti gli appalti in Italia. Per i funzionari pubblici era prevista una quota fissa del 5 per cento. Si inventavano false frane, o la necessità di inutili prolungamenti stradali, per lucrare sui nuovi appalti o sulla ricostruzione.

    Tutto come da copione, insomma, negli anni delle inchieste di Tangentopoli. "Le mazzette - dice Borrelli - non erano un'eccezione. Era la regola di gestione degli affari pubblici e privati. Per questo non potevano bastare le inchieste a sconfiggerla".

    E di fatto, stando a quanto rioportao nel fascicolo Anas della pm milanese Giovanna Ichino, il sistema sembra rimasto identico.



    e se questo non basta eccovi l'altro articolo:


    Giovedì, 13 Febbraio 2003 - Il Gazzettino



    MESTRE La Guardia di Finanza ha illustrato i risultati delle indagini sul mercato delle ricette. Nel bilancio Glaxo sotto osservazione 100 milioni di euro
    Un fiume di denaro per corrompere i medici
    Tra i tremila medici sotto inchiesta anche 8 primari del Nordest - Intercettazioni telefoniche per 13.200 ore

    Mestre
    "Operazione Giove" coordinata dalla Procura di Verona mostra uno spaccato impietoso del mondo che ruota attorno a sanitari e venditori di farmaci, dove il paziente spesso nella trattativa ha un valore di mille euro. Un fiume di denaro, regali, favori. Nell'indagine della Guardia di Finanza sono finiti sotto osservazione 100 milioni di euro destinati nei bilanci Glaxo del 2001 e 2002 a varie spese di rappresentanza. I reati ipotizzati sono tre: la corruzione, il comparaggio, la concessione o promessa di premi. Le prove si basano sui programmi elettronici sequestrati nella sede del gruppo italo-americano a Verona, fatture e note di spesa allegate ai bilanci, 13.200 ore di intercettazioni telefoniche. Sono oltre 3mila i medici coinvolti nell'inchiesta, tra i quali 8 primari del Nordest.

    PIETROBELLI

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma è chiaro Pensy che una certa mentalità sta dilagando anche a Nord e questo a causa del cancro itagliano.
    Sapessi le volte che sento:"Sapessi cosa fanno in meridione" quando certa gente vuole giustificare certe operazioni "dubbie".
    E' una specie di "adeguamento" verso il basso.

  3. #3
    ilariamaria
    Ospite

    Predefinito

    dobbiamo quindi rispoverare il vecchio problema:
    chi è il vessato?

    l'imprenditore che versa le mazzette al pubblico funzionario per poter lavorare o quest'ultimo che le pretende pe rfavorire uno o l'altro?


    per l'anas non parlerei prorpio di padani... le ditte appaltatrici erano tutte con sede fra Salerno e Catania e l'anas è un'altra di quelle aziende pubbliche ad alta concentrazione di assunzioni di chi proviene dalle zone iperprotette della ex cassa del mezzogiorno....

  4. #4
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by ilariamaria
    dobbiamo quindi rispoverare il vecchio problema:
    chi è il vessato?

    l'imprenditore che versa le mazzette al pubblico funzionario per poter lavorare o quest'ultimo che le pretende pe rfavorire uno o l'altro?


    per l'anas non parlerei prorpio di padani... le ditte appaltatrici erano tutte con sede fra Salerno e Catania e l'anas è un'altra di quelle aziende pubbliche ad alta concentrazione di assunzioni di chi proviene dalle zone iperprotette della ex cassa del mezzogiorno....
    ottimo ...
    incominciamo a fare distinzioni tra Padani e itagliani.....

    ma forse qualcuno sta perdendo di vista le differenze tra i due tipi di popolozioni....
    eppure su questi forum è abbastanza palese...


  5. #5
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Dragonball
    Ma è chiaro Pensy che una certa mentalità sta dilagando anche a Nord e questo a causa del cancro itagliano.
    Sapessi le volte che sento:"Sapessi cosa fanno in meridione" quando certa gente vuole giustificare certe operazioni "dubbie".
    E' una specie di "adeguamento" verso il basso.
    Sta dilagando?

    E' sempre stato così, nei posti ricchi, dove lo Stato è unico appaltante dei privati...

    Le tangenti ci sono da sempre al Nord.

  6. #6
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E' sempre stato così, nei posti ricchi, dove lo Stato è unico appaltante dei privati...
    Ma certo yury.Anche i bambini sanno che in Danimarca,Svezia e Norvegia la corruzione è uguale a quella itagliona e/o mediterranea in generale.
    LOL.Ma a pensarci bene fanno anche li' gli appalti ai privati,vero?

  7. #7
    Ospite

    Predefinito

    Originally posted by yurj


    E' sempre stato così, nei posti ricchi, dove lo Stato è unico appaltante dei privati...

    mai lavorato con lo stato o con enti statali.....

    a già......... io abito in Padania ..non in itaglia....

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Dec 2010
    Messaggi
    1,744
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A furia di vivere in mezzo alle bestie...

  9. #9
    ilariamaria
    Ospite

    Predefinito

    scusa eh, anche nella ditta in cui lavoravo una volta è capitato di dover pagare...ma la scelta era o pagavi o l'appalto andava a chi pagava... e dovevi essere certo di essere quello che pagava di più...

    e dall'altra parte non c'era mai un Padano, anche se eravamo in Padania. la storia delle tangenti è incominciata come sono incominciate le assunzioni particolari. le cose non sono cambiate... engli uffici pubblici sono ancora tutti meridionali e considerano lo stato come una cosa loro.

  10. #10
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by ilariamaria


    per l'anas non parlerei prorpio di padani... le ditte appaltatrici erano tutte con sede fra Salerno e Catania e l'anas è un'altra di quelle aziende pubbliche ad alta concentrazione di assunzioni di chi proviene dalle zone iperprotette della ex cassa del mezzogiorno....

    Mi auguro per tutti che sia così x quanto riguarda l'A.N.A.S, da quanto riporto qui sotto non mi pare proprio cmq.....


    Anas, appalti sotto inchiesta


    Coinvolti imprenditori e dirigenti: trentuno le persone finite in manette. L'accusa per i funzionari è di aver corrotto imprenditori edili e truccato aste. L'indagine denominata Robin Hood condotta dai carabinieri.


    MILANO - Pur di intascare denaro non hanno esitato a inscenare false frane. Come nel dicembre del 2002, quando sulla statale 42 a Tonale, vicino Brescia, gli operai di una ditta hanno posizionato dei massi sul manto stradale durante la notte, per poi essere "chiamati" il giorno dopo a rimuovere la frana.

    Vanno dalla truffa alla turbativa d'asta i reati per i quali 31 persone, fra cui numerosi dirigenti Anas sono finiti in manette. Le ordinanze di custodia, emesse dal gip di Milano su richiesta del pubblico ministero Giovanna Ichino, sono state consegnate nella notte dai carabinieri del Nucleo operativo ecologico. L'operazione si chiamava "Robin Hood": pare che uno degli indagati durante una telefonata abbia detto di "rubare ai ricchi (l'Anas) per dare ai poveri".

    Secondo le indagini alcuni dirigenti dell'Anas dietro compenso in denaro hanno messo un gruppo di aziende in condizione di vincere importanti gare d'appalto per milioni di euro. Gli imprenditori coinvolti avevano istituito un cartello di non belligeranza e si sarebbero spartiti i proventi di dividersi lavori urgenti di manutenzione di strade statali e appalti.

    L'inchiesta ha preso il via da un esposto in cui si segnalavano escavazioni abusive in un'area tra Bergamo e Brescia. I militari hanno inziato le indagini e hanno scoperto che un imprenditore della zona aveva falsificato un documento Anas per chiedere l'autorizzazione di escavare alla Regione Lombardia, ma è stata solo la prima di una lunga serie di irregolarità venute a galla.

    I compartimenti Anas coinvolti sono quelli di Milano, Torino e Palermo, anche se l'operazione è stata effettuata in tutta Italia. L'indagine, durata sei mesi, ha portato all'arresto di 32 persone, dieci funzionari e 22 imprenditori. Tra loro anche il capo Compartimento di Milano Nerio Chioimi, 55 anni, il direttore di esercizio del Compartimento di Milano, Dario De Cesare, 56 anni, e il dirigente area nuove costruzioni del Compartimento di Milano Giuseppe Costanzo, 47 anni.

    L'Anas Spa ha espesso "stupore e indignazione" per quanto accaduto ed ha annunciato che agirà con "fermezza e durezza" nei confronti dei dipendenti coinvolti, a carico dei quali "ha già adottato i necessari ed urgenti provvedimenti di sospensione cautelativa".

    Le altre ordinanze di custodia cautelare riguardano imprenditori o legali rappresentanti di numerose ditte di Milano, Bergamo, Como, Brescia, Napoli, Salerno e Reggio Calabria. In particolare, secondo le indagini relative agli ultimi sei mesi, gli imprenditori favoriti da tecnici, responsabili e dirigenti, avrebbero versato agli stessi cifre nell'ordine del 5 per cento del valore totale dell'appalto ottenuto. Incalcolabile, per il momento, il valore dei guadagni, ma per orientarsi basta pensare che i lavori costavano all'Anas aanche 200 mila euro a intervento. Una delle ordinanze, però, non è stata eseguita: perché l'indagato si trova all'estero.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. i nostri bravi imprenditori....
    Di MaRcO88 nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 04-03-08, 18:14
  2. Ecco come vengono spesi i nostri soldi dai terroni
    Di Liutprando nel forum Padania!
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 17-11-05, 19:17
  3. I nostri bravi ragazzi
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 05-05-04, 18:57
  4. Quei bravi ragazzi TERRONI !
    Di El Venexian nel forum Destra Radicale
    Risposte: 30
    Ultimo Messaggio: 21-06-03, 05:02
  5. abbiamo piu' soddisfazioni dai terroni che dai padani!
    Di carbonass nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 04-01-03, 15:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226