User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 29
  1. #1
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up La destra americana contro la guerra

    Questo articolo, tratto dal Manifesto, fornisce un ritratto inedito e fedele (a parte qualche tollerabile sbavatura) della destra americana avversa alla guerra. Confesso pubblicamente che l'ho ricevuto per email da Ciaparat, ma è troppo bello per non metterlo sul Forum.


    La destra che fa piangere Bush
    Anche all'interno dei partito repubblicano c'è chi è contrario alla guerra in Iraq
    La stampa e Bush «America sola» è il titolo con cui Newsweek riassume la crisi provocata dalla guerra all'Iraq
    JOHN A. MANISCO
    NEW YORK
    Con un partito democratico impaurito fino alla paralisi dall'accusa di antipatriottismo chi altro poteva opporsi o resistere alla politica interna e internazionale della junta Bush? Per i prossimi 30 anni qualsiasi minaccia al potere dell'ultra destra insediatasi alla Casa Bianca sarebbe stata facilmente spazzata via da stati di allarme «Arancione», «Giallo» o persino «Rosso». Mai e poi mai gli stranamore che tengono per mano il giovane Bush si sarebbero aspettati il tradimento da parte di rappresentanti del loro stesso partito. Ma sembra che proprio questo stia avvenendo, in mancanza di una opposizione dei dirigenti democratici ferreamente indirizzati a conquistare il «centro» elettorale. L'ultimo caso è il mancato finanziamento del progetto Tia (Total Information Awareness), un centro di smistamento di dati personali sui cittadini americani gestito dal Pentagono per «identificare terroristi». Ad affossare, per ora, il progetto da Grande Fratello - quello di Orwell, non di Mediaset - è stato un emendamento al programma presentato dal senatore dell'Oregon Ron Wyden e dal repubblicano Chuck Grassley dello Iowa. A votarlo più di 100 senatori. L'ultraconservatore e guerrafondaio opinionista del New York Times William Safire spiega le ragioni di questo voto : «Non si fidavano di questa appropriazione di potere dell'esecutivo, e non si sono lasciati prendere dal panico promosso dalle stridenti voci di quei fanatici che sostengono come la guerra contro il terrorismo necessita dell'eliminazione del controllo costituzionale» sulle attività dell'esecutivo. «Pensate un po' - ha concluso Safire - mentre la nazione si prepara ad affrontare altri attacchi terroristici, un Congresso a maggioranza repubblicana rifiuta assolutamente di dare carta bianca ad un presidente di guerra repubblicano per trattare tutti i cittadini americani come sospetti». Come esempio non è molto ma di questi tempi... Sul fronte dell'opposizione alla politica estera di Bush molti conservatori, a differenza dei democratici, esprimono apertamente la loro opinione. Secondo il deputato John «Jimmy» Duncan jr., repubblicano del Tennessee, «è una posizione tradizionalmente conservatrice rifiutare che l'America diventi il poliziotto del mondo». Anche il congressista John Hostettler dell'Indiana sostiene che l'Iraq rimane un pericolo ma spiega che «non rappresenta una tale minaccia da giustificare un attacco preventivo». E aggiunge: «Votare a favore di tale azione preventiva creerebe un precedente che altri paesi del mondo potrebbero seguire». Tra i sei più grossi centri di ricerca di destra due, il «Free Congress Foundation» e il «Cato Institute», hanno espresso forti riserve sull'attacco all'Iraq. William S. Lind, direttore del «Free Congress Foundation», ha dichiarato: «La politica di Bush verso l'Iraq è wilsoniana, un tentativo di esportare la democrazia sulle punte delle baionette americane, una cosa che non funziona mai - non ha funzionato ad Haiti, nella Somalia, in Bosnia o nel Kosovo». L'ex candidato razzista di destra Pat Buchanan tuona dalle colonne del suo giornale, l'American Conservative, contro la guerra di Bush in Iraq: «Sono malvagi, ma i killer islamici sono qui nel nostro paese perché noi siamo lì nei loro paesi. Il terrore sul suolo americano è il prezzo da pagare per l'impero americano». Non sono da sottovalutare questi reazionari anti-guerra, e non sono solo isolazionisti. Odiano lo strapotere dello stato, sono contrari a qualsiasi imposta o tassa, ma riservano le loro più dure critiche ai falchi neo-conservatori dell'amministrazione Bush. «Realisti» come l'assistente alla sicurezza nazionale di Bush padre, Brent Scowcroft, l'ex segretario di Stato Lawrence Eagleburger e un gruppo di dirigenti di azienda hanno pubblicato a gennaio sul Wall Street Journal un appello intitolato «Un dissenso Repubblicano sull'Iraq», in cui ammonivano che la guerra incendierebbe l'intero Medio oriente. John B. Utley, fondatore di un altro centro studi di destra, il «Ludwig von Mises Institute» dell'Alabama, dichiara: «Guerre di conquista aumentano il potere dello stato e il fardello delle imposte». Utley vuole che conservatori vengano invitati alle manifestazioni anti-guerra organizzate da gruppi di sinistra, ma ammette che si sente un po' a disagio insieme a «socialisti che condannano il libero mercato, ma sono gli unici che organizzano questi eventi». Il congressista repubblicano del Texas, Ron Paul, noto per la sua antipatia verso qualsiasi tassazione, le Nazioni unite e la Banca centrale, sostiene che la guerra contro l'Iraq è anticostituzionale, costosa e «ingiustificabile moralmente». Per molti di questi conservatori gli attuali ideologhi della Casa Bianca sono ex di sinistra che si sono spostati a destra.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La destra americana contro la guerra

    Originally posted by Stonewall
    Questo articolo, tratto dal Manifesto, fornisce un ritratto inedito e fedele (a parte qualche tollerabile sbavatura) della destra americana avversa alla guerra.
    La sbavatura sta forse nel tono dispregiativo, ma non cancella quello che è uno dei migliori articoli letti ultimamente.
    Ah, se l'avesse pubblicato Libero...
    Comunque hai fatto bene a postarlo, anzi mi hai preceduto...

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Oct 2002
    Messaggi
    929
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    E'...il 'manifesto" no? Trattasi di mino-mini- minima- minoranza.Piccolissima. Di Pat Buchanan gia 'si sapeva , ma lui e' uscito dal Republican Party da tempo.( In realta' solo perche' gli era stata assicurata la possibilita' di correre come presidente dal Reform Party.) E' un opposizione, sensata,civile ma minoritarissima e...."col cuore a meta' " ...cioe' prontissima a votare per il loro presidente a patto che non si tocchino ,alla lunga ,i diritti e le liberta' dei cittadini americani e che la guerra non finisca per aumentare le tasse.Dall'altra parte ci sono fior di veri liberisti-liberali ed anche libertari,onesti e nei fatti,che non si sognano nemmeno di mettere in discussione il sostegno a Bush in questo momento. Il 95 % del partito,ed oltre, in realta'. Solo...fa' sensazione che ,ci sia questa ala definita "Buchaniana" . Buchanan e' anche quello che dice che...gli UsA non avrebbero dovuto fare la guerra ad Hitler. Per questo viene definito,dai media, un nazi.Probabilmente a torto. Qualche dichiarazione anti-ebraica ,pero', l'ha fatta. Insomma all'INTERNO dei repubblicani...sono 2 . Su 2000.

  4. #4
    Moderatamente estremista
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    1,555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Muhaddip
    E'...il 'manifesto" no? Trattasi di mino-mini- minima- minoranza.Piccolissima. Di Pat Buchanan gia 'si sapeva , ma lui e' uscito dal Republican Party da tempo.( In realta' solo perche' gli era stata assicurata la possibilita' di correre come presidente dal Reform Party.) E' un opposizione, sensata,civile ma minoritarissima e...."col cuore a meta' " ...cioe' prontissima a votare per il loro presidente a patto che non si tocchino ,alla lunga ,i diritti e le liberta' dei cittadini americani e che la guerra non finisca per aumentare le tasse.Dall'altra parte ci sono fior di veri liberisti-liberali ed anche libertari,onesti e nei fatti,che non si sognano nemmeno di mettere in discussione il sostegno a Bush in questo momento. Il 95 % del partito,ed oltre, in realta'. Solo...fa' sensazione che ,ci sia questa ala definita "Buchaniana" . Buchanan e' anche quello che dice che...gli UsA non avrebbero dovuto fare la guerra ad Hitler. Per questo viene definito,dai media, un nazi.Probabilmente a torto. Qualche dichiarazione anti-ebraica ,pero', l'ha fatta. Insomma all'INTERNO dei repubblicani...sono 2 . Su 2000.
    e chi se ne frega?

  5. #5
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Muhaddip
    all'INTERNO dei repubblicani...sono 2 . Su 2000.
    Insomma stavolta la maggioranza conta...

  6. #6
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    337 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito Re: La destra americana contro la guerra

    Originally posted by Stonewall
    Mai e poi mai gli stranamore che tengono per mano il giovane Bush si sarebbero aspettati il tradimento da parte di rappresentanti del loro stesso partito...
    ? ma mi pare chiaro, sono i Nixoniani che rappresentano sicuramente la maggioranza del partito repubblicano

    Bush la presidenza l'ha solo scippata,
    gliela hanno fatta prendere per portare a maturazione certe contraddizioni,

    per dimostrare che l'america deve cambiare,e molto, se vuole andare avanti.

    Aggiungo che tali repubblicani "dissidenti" sono tutti amici della Cina.....

    Entro 10 anni ne vedremo delle belle in questo nostro vecchio mondo.

  7. #7
    Estremista della libertà
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Stanza dei bottoni del Forum "Libertarismo"
    Messaggi
    18,289
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: La destra americana contro la guerra

    Originally posted by Pasquin0
    Aggiungo che tali repubblicani "dissidenti" sono tutti amici della Cina.....
    Chi, gli isolazionisti?

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Oct 2002
    Messaggi
    929
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ...Commento intelligentissimo Ciaparat! Vivo negli Usa , conosco un po' la realta' del partito repubblicano. Conosco i punti,ragionevollissimi ed anche sensati di una piccola ala dei repubblicani o conservatori americani. Conosco le posizioni di Pat Buchanan. Pensavo di apportare "la mia"...e di discutere, in fondo,tra amici. Se questo e' il livello ,Ciaparatt in dal cul,....faccio senza.

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    15 Oct 2002
    Messaggi
    929
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Carissimo Ari,certo ,la maggioranza,spesso ha torto. Il mio punto era solo oggettivo. Dall'articolo del Manifesto sembra quasi di intravedere un "forte dissenso" interno ai repubblicani. Realta': Sostegno vicino all'assoluto per Bush. Ed il dissenso (5 %) e'...col cuore a meta'e pronto al sostegno in caso di "adattamenti".Con l'eccezione di Pat Buchanan,uscito da tempo dai repubblicani e su posizioni ,piu' che libertario-liberiste, ultra -conservatrice anti-aborto , anti-divorzio....ed in sospetto di razzismo.Solo per intenderci sulla realta' oggettiva.Un saluto.

  10. #10
    Moderatamente estremista
    Data Registrazione
    14 Mar 2002
    Messaggi
    1,555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Muhaddip
    ...Commento intelligentissimo Ciaparat! Vivo negli Usa , conosco un po' la realta' del partito repubblicano. Conosco i punti,ragionevollissimi ed anche sensati di una piccola ala dei repubblicani o conservatori americani. Conosco le posizioni di Pat Buchanan. Pensavo di apportare "la mia"...e di discutere, in fondo,tra amici. Se questo e' il livello ,Ciaparatt in dal cul,....faccio senza.
    volevo solo dire che l'opinione del partito repubblicano ha poco o nulla a che fare con i libertari e il libertarismo.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12-02-07, 02:26
  2. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 12-09-06, 10:01
  3. 19 marzo:giornata mondiale contro la guerra americana
    Di pietro nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03-03-05, 01:42
  4. Presidio di Forza Nuova a Firenze contro la guerra americana
    Di Charlemagne (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 02-03-03, 16:51
  5. La guerra americana
    Di bom-bim-bom nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 04-10-02, 05:06

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226