VILLABARTOLOMEA. Bertoldo, 21 anni, universitario e dipendente Aspica

Coordinatore dei giovani padani fa il netturbino per pagarsi gli studi

Prima uscita pubblica a Villorba alla scuola di politica organizzata dalla Lega



Villabartolomea. Il primo incontro con Umberto Bossi lo ebbe nel 1993 a Legnago dove, puntando i piedi, si fece accompagnare appena dodicenne da papà Faustino ad assistere al comizio che il «senatur» tenne in piazza Garibaldi. Da lì, folgorato come sulla via di Damasco dai proclami del fondatore della Lega nord, Mirko Bertoldo - studente universitario di 21 anni che si finanzia i corsi alla facoltà di Scienze politiche internazionali alzandosi ogni mattina alle 6 per andare a lavorare come netturbino all'Aspica - ha iniziato ad avvicinarsi gradualmente alla politica attiva: dapprima bazzicando nella sezione cittadina e negli ultimi tempi spostando i propri interessi al di fuori dei confini provinciali. Tanto che lo scorso luglio, nel corso di un direttivo svoltosi a Padova, è stato nominato all'unanimità coordinatore regionale del Movimento dei giovani padani. Ed è appunto in questa veste che Bertoldo capeggerà il centinaio di militanti dai 18 ai 25 anni, che da stasera si daranno appuntamento per tre giorni a Fontane di Villorba (Treviso), dove la Lega ha promosso la prima scuola quadri dirigenti per istruire i politici di domani su «Come amministrare la Padania». Una full immersion durante la quale i giovani leghisti saranno a contatto con esponenti di spicco del mondo amministrativo e parlamentare - dal presidente della provincia di Treviso Luca Zaia, ai deputati Giampaolo Dozzo e Federico Bricolo, al ministro di Grazia e giustizia Roberto Castelli - che li guideranno alla scoperta dell'organizzazione, delle competenze e del ruolo politico degli enti istituzionali, soffermandosi via via sulla Costituzione, sulle funzioni governative e sulla normativa regionale. Ma accanto ai convegni e ai dibattiti tecnici non mancheranno momenti ricreativi e culturali, scanditi da serate in discoteca e dalla visita alla mostra su Van Gogh.
«Si tratta - sostiene Bertoldo - di un'occasione importante per approfondire tematiche e nozioni che ci stanno a cuore e che ci ritorneranno utili di fronte ad eventuali incarichi politici con cui potremo in futuro misurarci. Ma anche di un'opportunità per conoscerci meglio e per confrontarci da vicino visto che molte adesioni avvengono via Internet attraverso il nostro sito pubblicato all'indirizzo www.giovanipadani.com ».