User Tag List

Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 23
  1. #1
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Livorno: le BAL cacciano Casarini!

    LIVORNO - Stavolta la contestazione, durissima, è toccata anche a Luca Casarini, leader dei Disobbedienti. Ieri pomeriggio a Livorno, durante un’assemblea del movimento che doveva decidere le azioni di lotta per bloccare «le navi della guerra» nel porto di Livorno, un gruppo livornese di dissidenti composto dal «Circolo politico 1921» e dalle «Bal» (Brigate autonome livornesi, un’organizzazione di ultrà livornesi su posizioni politiche di estrema sinistra) ha interrotto l’intervento di Casarini con urla e fischi. E al grido «Sei un un infame e un venduto», ha bloccato i lavori. I contestatori sono stati allontanati dall’assemblea, ma pochi minuti dopo hanno tentato, riuscendoci, di tornare nella palestra dove si svolgeva la riunione. Due disobbedienti sono rimasti feriti al naso e a un braccio, ma per almeno mezz’ora si è temuto il peggio. Il gruppo dei contestatori, almeno una cinquantina di giovani con le sciarpe amaranto, i colori sociali della squadra del Livorno, ha assediato Casarini. Il leader delle «tute bianche» è stato costretto a fuggire da una porta secondaria.
    «Presto una macchina», ha gridato mentre si allontanava correndo insieme ad altre tre persone. Una ragazza gli ha suggerito di salire su un autobus pieno di gente che stava arrivando, altri hanno suggerito un taxi. La situazione si è sbloccata all’ultimo minuto, con l’arrivo di un’auto di alcuni amici. Casarini è salito a bordo e l’auto si è allontana velocemente.
    La contestazione è avvenuta poco dopo le 16 all’Astra, un Circolo ricreativo dei lavoratori dei Cantieri navali Orlando. Qui si erano dati appuntamento circa trecento Disobbedienti. Gli ultrà, alcuni dei quali non erano presenti allo stadio dove si disputava la partita Livorno-Palermo perché diffidati dalla questura, sono entrati nella palestra pacificamente e si sono seduti su alcune sedie in fondo alla sala, lontani dagli altri partecipanti. Le contestazioni sono iniziate appena il leader del movimento ha afferrato il microfono. «Infame, via da Livorno», «Sei un venduto», «Ricordati di Genova», gli hanno gridato i giovani livornesi.
    Casarini ha chiesto chi fossero i suoi contestatori, poi ironicamente ha aggiunto di non essere interessato al calcio e al tifo.
    I motivi della contestazione sono stati chiariti più tardi dagli stessi protagonisti. «Casarini e i sui Disobbedienti, ormai obbedienti, hanno tentato di tapparci la bocca in svariati modi, tra i quali quelli più schietti. Era già accaduto a Genova al G8 contro alcuni di noi colpevoli di non gradire le pratiche di Casarini. Oggi volevamo parlare e ce l’ha impedito allora siamo entrati nella sua "zona rossa". Ristabilita la calma ce ne siamo andati tranquillamente. I Disobbedienti che abbiamo conosciuto non sono gente del popolo, ma borghesi, figli di papà, che non capiscono le esigenze dei lavoratori».
    Replica Luca Casarini: «Quello che è successo a Livorno è un’aggressione che fa piacere soprattutto alla polizia e a chi non vuole iniziative di pace nel porto di Livorno. Non so perché mi abbiano contestato, non conosco queste persone, non so chi siano». Poi ha aggiunto che la lotta non è finita: «Dopo i treni ci concentreremo sul blocco merci. Se ci sarà la guerra cercheremo di bloccare i simboli delle istituzioni coinvolte».

    www.corriere.it
    ULTRAS MODUS VIVENDI

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    LIVORNO — Contestati, caricati e dispersi. Ma non dalla polizia, bensì dalla tifoseria del Livorno, che oltretutto si definisce «di sinistra».
    E' la sorte toccata ieri pomeriggio a Luca Casarini (nella foto) e a un nutrito gruppo di Disobbedienti pacifisti, che si erano riuniti in assemblea nazionale al Circolo Astra di Livorno.
    Le ex tute bianche avrebbe dovuto decidere le azioni comuni con i portuali di Livorno per contrastare il carico verso l'Iraq di apparecchiature militari Usa, in programma per martedì prossimo. Erano circa duecento i Disobbedienti, giunti da tutta Italia, riuniti della sala del Circolo Astra.
    I lavori erano iniziati poco dopo le 15 e quando Luca Casarini ha preso la parola, dal fondo della sala si sono levate grida e invettive contro di lui lanciate da giovani che fanno parte del Bal, le Brigate autonome livornesi, cioè gli ultras della tifoseria calcistica amaranto che si definiscono tifosi di sinistra: «Casarini infame», «Fuori Casarini da Livorno». Il servizio d' ordine dei Disobbedienti è subito intervenuto e il gruppetto è stato spinto all' esterno della sala. Poco dopo gli ultras sono tornati più numerosi — stavolta erano quasi un centinaio — e, raccontano i Disobbedienti, erano muniti di casco e spranghe. Nè nato un tafferuglio che ha richiesto l'intervento delle forze dell'ordine. I Disobbedienti hanno quindi deciso di sospendere l'assemblea e si sono trasferiti a Pisa dove ieri sera hanno tenuto una riunione a ranghi ridotti, per definire le iniziative per martedì prossimo. «Abbiamo subito un'aggressione di tipo militare da parte di cento squadristi sedicenti tifosi del Livorno — ha dichiarato uno dei leader del movimento, Anubi D'Avossa — In realtà hanno voluto impedire che i Disobbedienti concordassero con i portuali di Livorno azioni comuni a difesa della pace».
    Molto diversa la versione degli ultras: «Abbiamo contestato verbalmente il logorroico Casarini, ma ci hanno tappato la bocca e siamo stati cacciati. Qiando siamo tornati, i nostri antagonisti avevano lasciato il campo. Il vittimismo non dovrebbe essere proprio di chi propaganda azioni di forza».


    da www.ilrestodelcarlino.it
    ULTRAS MODUS VIVENDI

  3. #3
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Disobbedienti contestati a Livorno
    Ultras contro Casarini, è rissa. Portuali verso lo sciopero

    10/3/2003



    inviato a LIVORNO

    Aspettavano questo momento dai giorni del G8 di Genova: quando hanno visto Luca Casarini prendere il microfono sono entrati gridandogli «infame», «non hai diritto di parlare», «amico della polizia», «ci hai fatto pestare». Caschi, aste di bandiere più brandite che sventolate, pugni alzati peer colpire e non solo per sottolineare l'appartenenza alla sinistra più estrema: una dozzina di aderenti al «circolo politico 1921» che, in un complesso intreccio di politica e sport, sono anche ultras delle Brigate autonome livornesi (Bal) hanno fatto irruzione nella palestra adiacente ai cantieri Orlando in cui i Disobbedienti tenevano una riunione. Mezz'ora di fuoco con spinte, cazzotti, volare di sedie, mentre, dall'esterno, altri 40-50 giovani con uguali intenti bellicosi, tentavano di infilarsi per dar manforte ai compagni. Come in una commedia d'Aristofane, a opporre i propri corpi alla furia degli assedianti, c'era un cordone di donne alle quali anche l'ultras più arrabbiato non ha osato ammollare una sola sberla. Dentro il grande locale dove le ex Tute Bianche dovevano programmare le azioni di lotta per impedire il carico del materiale bellico sulle navi, la lotta si fa sul serio: botte a go-go, un paio di ragazzi vengono feriti al naso e a un braccio. Rissa a corrente alternata: si formano capannelli per discutere e, improvvisamente, scatta la scintilla che porta a menare le mani. Lui, Casarini, il grande ricercato, se ne va da una porta laterale quasi portato di peso da un gruppo d'amici e viene caricato su un'auto che parte sgommando. Terreo. I Bal «spiegano» i motivi del raid: «Prima eravamno entrati tranquillamente nella palestra per assistere all'assemblea, ma ci hanno buttato fuori. Poi, quando Casarini s'è messo a parlare non ci siamo trattenuti e siamo tornati». Perchè? «Perchè è un vigliacco. A Genova eravamo in prima fila e lui, dal camion, gridava di andare incontro alla polizia a braccia alzate. Ma come? Le braccia, se le hai, devi usarle! Risultato: noi ci siamo presi un sacco di legnate e l'infame, la sera, è andato a cena con Bertinotti». Un altro: «Anche le donne hanno picchiato per colpa sua: la mi' bimba, no. Perchè c'aveva un omo a difenderla». A poco a poco gli animi si placano, o quasi. Anche perchè sta arrivando la Digos. I Bal vanno a festeggiare il pari che il Livorno ha agguantato con il Palermo, i Disobbedienti concludono a Pisa l'assemblea. Il Casarini-pensiero: «Questi sono personaggi che non conosco; conosco, però, certi metodi: roba da squadristi. Tutto il Movimento dovrà interrogarsi su un'aggressione che, certo, piacerà alla polizia e a chi non vuole che facciamo iniziative per bloccare il porto». Il porto, appunto. C'è la quasi certezza che le navi che dovranno stivare la «merce» di Camp Darby arrivino lunedì. Guido Abbadessa, segretario generale Filt-Cgil precisa che «dovrebbero essere solo due: i blocchi dei treni con il materiale destinato alla base americana hanno ridotto il numero di quelli giunti in Toscana». Spiega quel che accadrà nello scalo livornese quando giungeranno le due imbarcazioni, traghetti probabilmente: «Semplice: sciopero dei dipendenti dell'impresa che ha il contratto con l'amministrazione Usa». E se il terminalista, in mancanza di uomini, si rivolgesse per ottenere rinforzi alla Compagnia portuali che funge da service? «Non ne troverebbe neppure uno disposto a lavorare». Sicuro? «Non ho dubbi sulla risposta della gente del porto. Anche se penso che il governo non resterà con le mani in mano». Intende dire che ricorrerà ai militari bloccando l'intero scalo come avvenne a Genova per il G8? «Se lo fa s'infila in un bel casino mettendosi contro anche l'autorità portuale e le imprese di carico che potrebbero veder vacillare i loro contratti. Pensi solo alle eventuali attese di navi all'àncora in rada: 24 ore di fermo costano a un armatore centinaia di migliaia di dollari. Il porto è un meccanismo delicato, basta poco a mandarlo in crisi». Quel «poco» è pronto? «Sì. Abbiamo fatto ciò che dovevamo».

    www.lastampa.it
    ULTRAS MODUS VIVENDI

  4. #4
    MILANESE DI UNA VOLTA
    Data Registrazione
    25 Mar 2002
    Località
    FUORI DA PORTA CICCA, LUNGO CORSO SAN GOTTARDO...
    Messaggi
    33,215
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Mar 2002
    Località
    ESILIO
    Messaggi
    13,519
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    hanno fatto bene

  6. #6
    Ospite

    Predefinito Re: Livorno: le BAL cacciano Casarini!

    Originally posted by Aug83
    LIVORNO - Stavolta la contestazione, durissima, è toccata anche a Luca Casarini, leader dei Disobbedienti. Il leader delle «tute bianche» è stato costretto a fuggire da una porta secondaria. «Presto una macchina», ha gridato mentre si allontanava correndo insieme ad altre tre persone.

    : :
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!! QUANTO AVREI PAGATO X ASSISTERE A QUESTA SCENA!!!


    I Disobbedienti che abbiamo conosciuto non sono gente del popolo, ma borghesi, figli di papà, che non capiscono le esigenze dei lavoratori».
    Stavolta ne hanno detta una giusta...!

    www.corriere.it

  7. #7
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ovviamente sono d'accordissimo col gesto delle BAL, che sono perlomeno campioni di coerenza.
    ULTRAS MODUS VIVENDI

  8. #8
    MILANESE DI UNA VOLTA
    Data Registrazione
    25 Mar 2002
    Località
    FUORI DA PORTA CICCA, LUNGO CORSO SAN GOTTARDO...
    Messaggi
    33,215
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Aug83
    ovviamente sono d'accordissimo col gesto delle BAL, che sono perlomeno campioni di coerenza.
    Ma non è stato un gesto delle BAL ma di una loro piccolissima parte.
    Le BAL si sono dissociate dal gesto.

  9. #9
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Il_Siso
    Ma non è stato un gesto delle BAL ma di una loro piccolissima parte.
    Le BAL si sono dissociate dal gesto.
    Il fatto che le BAL si siano dissociate non conta. Le loro idee sono omogenee all'interno del gruppo.
    Che poi solo qualcuno abbia optato per andare da Casarini a contestarlo è un dettaglio.
    ULTRAS MODUS VIVENDI

  10. #10
    MILANESE DI UNA VOLTA
    Data Registrazione
    25 Mar 2002
    Località
    FUORI DA PORTA CICCA, LUNGO CORSO SAN GOTTARDO...
    Messaggi
    33,215
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Aug83
    Il fatto che le BAL si siano dissociate non conta. Le loro idee sono omogenee all'interno del gruppo.
    Che poi solo qualcuno abbia optato per andare da Casarini a contestarlo è un dettaglio.
    Spero almeno che i metodi da squadraccia fascista vengano aborriti.

 

 
Pagina 1 di 3 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Quelli che cacciano via Equitalia
    Di dedelind nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 03-05-12, 17:50
  2. Gli Afgani cacciano Emergency.
    Di normanno nel forum Destra Radicale
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 11-04-07, 19:43
  3. USA e ONU cacciano la Siria dal Libano
    Di tigermen nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 08-05-05, 12:07
  4. Casarini assalito dagli ultrà rossi del livorno !
    Di Celtic Pride (POL) nel forum Padania!
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 13-03-03, 00:17
  5. Casarini assalito dagli ultrà rossi del livorno !
    Di Celtic Pride (POL) nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 11-03-03, 23:01

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226