User Tag List

Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: «occhio Agli "amici"

  1. #1
    Affus
    Ospite

    Predefinito «occhio Agli "amici"

    IL SEGRETARIO DELL'ASSOCIAZIONE MUSULMANI ITALIANI LANCIA UN AVVERTIMENTO
    «OCCHIO AGLI "AMICI" ARABI IL PERICOLO VIENE DA LI',
    NON DA PERSONAGGI FOLKLORISTICI COME ADEL SMITH»

    di Dimitri Buffa

    Pisanu ha parlato di una "via nazionale al dialogo" fra i musulmani e le istituzioni, e ha proposto "un patto con l'Islam moderato, ma massima fermezza con gli estremisti". Che ne pensa, Palazzi?
    «Purché non finisca come in Francia dove analoghe soluzioni hanno portato al paradosso che lo stato francese ha stipulato accordi con gli estremisti per la semplice ragione che avevano più fondi e quindi hanno potuto dimostrare di rappresentare più gente, travestendosi da agnellini per l'occasione, essendo finanziati dai sauditi wahahiti».

    Ma è possibile in Italia un dialogo con l'Islam?

    «Sul tema della presenza islamica in Italia sinora si sono in prevalenza sentite due voci contrapposte, da un lato quella dei "Fallaciani", che fanno di ogni erba un fascio e che considerano tutti i musulmani dei "potenziali seguaci di Bin Laden", e da un lato quella di una sinistra sempre più buonista e terzomondista, pronta a dare addosso all'America e a Israele, a solidarizzare coi regimi dittatoriali

    S
    haykh Abdul Hadi Palazzi è il segretario dell'Associazione Musulmani Italiani (AMI) l'organizzazione islamica moderata che condanna l'integralismo e che promuove il dialogo con Israele e l'America e con il mondo cattolico. L'abbiamo intervistato per chiedergli che
    ne pensa della boutade del ministro dell'Interno Giuseppe Pisanu a proposito di aperture al dialogo con l'Islam da parte dello stato italiano.Ci ha risposto così: grazie dei pensiero. Ma occhio all'Arabia Saudita. Il pericolo viene da lì e dai fratelli musulmani, non da personaggi folkloristici come Adel Smith.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    agitatore elettronico
    Data Registrazione
    20 Jan 2003
    Messaggi
    828
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Che il pericolo vero fosse l'estremismo wahabita - saudita lo sapevamo già. Peccato che gli USA hanno -almeno finora- sostenuto e finanziato la monarchia "feudale" e reazionaria saudita, oltre a diversi gruppi estremisti in giro per il mondo, da usare prima contro i comunisti e poi nell'àmbito del narcotraffico.

    Questo Pisanu è disposto ad ammetterlo?

  3. #3
    Affus
    Ospite

    Predefinito

    [QUOTE]Originally posted by Politikon
    [B]Che il pericolo vero fosse l'estremismo wahabita - saudita lo sapevamo già. Peccato che gli USA hanno -almeno finora- sostenuto e finanziato la monarchia "feudale" e reazionaria saudita, oltre a diversi gruppi estremisti in giro per il mondo, da usare prima contro i comunisti e poi nell'àmbito del narcotraffico.




    ecco perchè diffido degli americani , perchè la loro è solo una lotta per salvare il dollaro e non una lotta di civilta e di religione .
    ma purchè si muova qualcosa di fronte al vecchio immobilismo , a me sta pure bene

  4. #4
    Christianity Under Fire
    Data Registrazione
    24 Feb 2003
    Messaggi
    3,239
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La medicina: Zero Punti, zero democrazia.

    Originally posted by Affus
    IL SEGRETARIO DELL'ASSOCIAZIONE MUSULMANI ITALIANI LANCIA UN AVVERTIMENTO
    «OCCHIO AGLI "AMICI" ARABI IL PERICOLO VIENE DA LI',
    NON DA PERSONAGGI FOLKLORISTICI COME ADEL SMITH»

    Siamo ridotti a questo punto perché le imprese private e le multinazionali hanno voluto ridurre il costo del lavoro creando una competizione ed un potenziale conflitto tra comunitari ed extracomunitari. Dovunque in Occidente ci si ritrova ora a dover fare i conti con popoli e culture tradizionalmente non europei, i quali hanno soltanto parzialmente chiare in mente le regole del pluralismo, della democrazia e della libertà. Così si sogna di islamizzare Roma, Londra e Parigi ed imporre tasse ai cristiani. La questione da chiarire con tutti gli extraeuropei ed extraoccidentali consiste nel ricordare che chi non condivide la democrazia come valore reciproco è libero di tornarsene da dove viene. La "Rammemorazione" deve naturalmente essere accompagnata da fatti istituzionali e concreti. Adel Smith può fondare partiti islamici ma nell'ampio dialogo bilaterale con il suo paese d'origine, ossia un partito in cambio di un partito, una moschea in cambio di un altro tempio e libertà di predicazione in cambio di altrettanto. La cosa non vale solo per i mussulmani ma per tutti gli altri. Tutti gli extracomunitari devono rientrare in seno ad accordi multilaterali e nei casi in cui ciò non è possibile gli individui devono essere ben esaminati ed informati delle regole per poi essere seguiti fino ad ammetterne la compatibilità. L'Islam moderato e pronto alla coesistenza secondo regole democratiche dovrebbe essere premiato con concessioni commisurate alla sua affidabilità. Altra regola: il carattere democratico deve essere provato nei fatti e dopodicchè premiato con atti e concessioni concrete, benché pur sempre nella reciprocità di Equal Opportunity. Il criterio andrebbe steso al Medio Oriente, anziché aspettare da ambo le parti il tutto o niente. Un sistema a punti! Zero punti = Zero Democrazia.

    Saluti

    Saluti

  5. #5
    Affus
    Ospite

    Predefinito Re: La medicina: Zero Punti, zero democrazia.

    Originally posted by david777
    Siamo ridotti a questo punto perché le imprese private e le multinazionali hanno voluto ridurre il costo del lavoro creando una competizione ed un potenziale conflitto tra comunitari ed extracomunitari. Dovunque in Occidente ci si ritrova ora a dover fare i conti con popoli e culture tradizionalmente non europei, i quali hanno soltanto parzialmente chiare in mente le regole del pluralismo, della democrazia e della libertà. Così si sogna di islamizzare Roma, Londra e Parigi ed imporre tasse ai cristiani. La questione da chiarire con tutti gli extraeuropei ed extraoccidentali consiste nel ricordare che chi non condivide la democrazia come valore reciproco è libero di tornarsene da dove viene. La "Rammemorazione" deve naturalmente essere accompagnata da fatti istituzionali e concreti. Adel Smith può fondare partiti islamici ma nell'ampio dialogo bilaterale con il suo paese d'origine, ossia un partito in cambio di un partito, una moschea in cambio di un altro tempio e libertà di predicazione in cambio di altrettanto. La cosa non vale solo per i mussulmani ma per tutti gli altri. Tutti gli extracomunitari devono rientrare in seno ad accordi multilaterali e nei casi in cui ciò non è possibile gli individui devono essere ben esaminati ed informati delle regole per poi essere seguiti fino ad ammetterne la compatibilità. L'Islam moderato e pronto alla coesistenza secondo regole democratiche dovrebbe essere premiato con concessioni commisurate alla sua affidabilità. Altra regola: il carattere democratico deve essere provato nei fatti e dopodicchè premiato con atti e concessioni concrete, benché pur sempre nella reciprocità di Equal Opportunity. Il criterio andrebbe steso al Medio Oriente, anziché aspettare da ambo le parti il tutto o niente. Un sistema a punti! Zero punti = Zero Democrazia.

    Saluti

    Saluti

    Di questo problema ne ho gia parlato ampiamente in altre parti .
    Non risolvi nulla e batti solo l 'aria se ti accontenti della reciprocita . Si tratta di non far convivere etiche opposte senza cercare l'equilibrismo democratico ed ecumenico . Non è questo che ti fa risolvere il problema .
    In breve un suggerimento ci viene proprio da Dio , cioè dalla legge mosaica .
    Chi vuole entrare a far parte del " popolo d'isarele " a tutti gli effetti , deve rinunciare ai propri idoli e alla propria religione .
    E' questo un principio fondamentale e traducilo alla nostra situazione . Il musulmano e altri , faranno sempre comnunita a se '
    Non si tatta di far prevalero il rispetto dell 'altro come consiglia il vangelo ,ma come consiglia la legge naturale , perche ci troviamo di fronte a un atto politico e non religioso .
    saluti

  6. #6
    Christianity Under Fire
    Data Registrazione
    24 Feb 2003
    Messaggi
    3,239
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: L'inferno può aspettare

    Originally posted by Affus
    Di questo problema ne ho gia parlato ampiamente in altre parti .
    Si tratta di non far convivere etiche opposte senza cercare l'equilibrismo democratico ed ecumenico . Non è questo che ti fa risolvere il problema . Non si tatta di far prevalere il rispetto dell 'altro come consiglia il vangelo ,ma come consiglia la legge naturale , perche ci troviamo di fronte a un atto politico e non religioso .
    saluti

    Sono di quelli che prima o poi arriva sempre alle estreme conseguenze della propria logica. Sono un fondamentalista moderato - se questo può far senso - perché pur credendo nella Scrittura come totalmente ed effettivamente ispirata da Dio, - e giustificando forme calibrate e moderate di supremazia economica per controllare le minacce più radicali alla vita ed alla verità - non giungo fino al totalitarismo religioso. Io riconosco chi è diverso in tutti i sensi come parte della mia stessa umanità, nonostante il pericolo ch'esso possa comportare. Perfino nei confronti dei mussulmani fondamentalisti io credo di aver delle responsabilità per la ricerca di una qualche forma di coesistenza anche se non confortevole e stabile. La mia responsabilità consiste nel sondare i suoi motivi e le sue sofferenze per essere disposto a fare delle concessioni che però non lo incoraggino ad illudersi di poter liquidare il mio mondo ed il mio popolo. La mia responsabilità cessa quando il nemico è intrattabile ed ormai irreversibile nella sua decisione di distruggere, uccidere, "buttare a mare"... Allora con sincero disagio, senso di sconfitta per l'inevitabile perdita di vite umane, per gli avvelenamenti ambientali ed i rischi di sterminio di massa, e tristezza per un nemico che non vuole capire le mie essenziali ragioni di minima sicurezza e che ha deciso di distruggermi... http://www.washingtoninstitute.org/pubs/pp/pp15exec.htm
    allora la guerra diviene l'alternativa e purtroppo mille, un milione, un miliardo di morti non fa più differenza non avendo io scelto la strada del martirio. In passato sono stato a pranzo con siffatti fondamentalisti ed ho cercato di capire, immedesimarmi, spiegare la disponibilità a rinunciare ed a concedere il più che è possibile sotto tutela però di comportamenti affidabili e di criteri di sicurezza. Suonerà dissacrante ma se servisse andrei disarmato ed imbelle da Bin Laden. Jimmy Carter direbbe che "war can be waged only as a last resort, with all non violent options exhausted..." Io sono un fondamentalisa moderato che crede nella democrazia sotto controllo e che aspira però ad una teocrazia assoluta per sola iniziativa divina e non per colpo di mano umani. Nel frattempo tolleranza, pluralismo e democrazia hanno un senso perché come ho già detto "l'inferno può aspettare ed essere comunque meno pieno". Saluti

  7. #7
    Affus
    Ospite

    Predefinito Re: Re: L'inferno può aspettare

    Punto primo , tu non sei un fondamentalista moderato , ma un uomo del compromesso in tutti i sensi e che sostiene in fondo che bisogna fare anche un patto col diavolo pur di convivere tutti insieme in pace . Il mio poi non è un totalitarismo religioso perché sostengo il rispetto delle coscienze , cosa che non ha fatto nessun dittatore , ma non rispetto nessuna religione sul piano oggettivo vicino a me .
    Rispetto l’arabo , non la sua religione , rispetto l’immigrato e sostengo la sua integrazione , ma non la sua religione . Il mio non è totalitarismo religioso perché non voglio imporre la fede a nessuno , ma il mio è un fondamentalismo politico e naturale . Se esiste una verita politica che è totalizzante , questa va imposta con le buone o con le cattive . Tuo padre non ti ha chiesto di nascere , non ti ha chiesto l’opinione di cosa fare e se darti le medicine quando eri piccolo , ma te le ha date perché il bene non è un opzional . Ora siccome stiamo parlando di bene universale , non si puo venire a patti con nessuno .
    Tu sei un democristiano del compromesso storico con tutti a livello dottrinale e politico .
    Quello che dici è l’atteggiamento pastorale e rovinoso del Vaticano II ; è quello che ha fatto questa DC corrotta .
    L’esempio dell’agire politico ineccepibile ti viene dal V.T. dove Dio ha fatto a livello istituzionale , solo politica . Un re che non accettava compromessi era Davide . I profeti erano quelli che chiedevano al monarca di far osservare la legge e di non essser tolleranti sia all’interno di Israele e sia all’esterno .
    Era Dio stesso che li suscitava e li spingeva al fondalementalismo . Ti dice niente il sanguinario Elia ?
    Egli chiedeva il rispetto della legge ed elimino con le sue mani 450 profeti di Bahal.
    Dio poi per premio lo assunse in cielo come la Vergine ed Enoch . Sono contento quindi che ci sia un Bin Laden con i moderati attuali .
    Tu vai disarmato dal nemico solo se sei sei un religioso con i voti che ha rinunciato alla vita politica e naturale . Ma se fai parte del consesso politico il tuo andare dal nemico è tradimento e vendita della verita oggettiva . SE il mio regno fosse di questo mondo i miesi servi avessero combattuto !dice Cristo .
    Avessero combattuto e non venuti a patto ! Tu non sei un salvatore dai peccati come Cristo ,ma un politico che crede in un ‘unica verita .


    (poi mi leggo l'altra tua ripsosta e rispondo , stasera )

  8. #8
    Christianity Under Fire
    Data Registrazione
    24 Feb 2003
    Messaggi
    3,239
    Inserzioni Blog
    11
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito L'Acqua di Popper Sull'Altare

    Originally posted by Affus
    Punto primo , tu non sei un fondamentalista moderato , ma un uomo del compromesso in tutti i sensi e che sostiene in fondo che bisogna fare anche un patto col diavolo pur di convivere tutti insieme in pace . Il mio poi non è un totalitarismo religioso perché sostengo il rispetto delle coscienze , cosa che non ha fatto nessun dittatore , ma non rispetto nessuna religione sul piano oggettivo vicino a me .
    Rispetto l’arabo , non la sua religione , rispetto l’immigrato e sostengo la sua integrazione , ma non la sua religione . Il mio non è totalitarismo religioso perché non voglio imporre la fede a nessuno , ma il mio è un fondamentalismo politico e naturale . Se esiste una verita politica che è totalizzante , questa va imposta con le buone o con le cattive . Tuo padre non ti ha chiesto di nascere , non ti ha chiesto l’opinione di cosa fare e se darti le medicine quando eri piccolo , ma te le ha date perché il bene non è un opzional . Ora siccome stiamo parlando di bene universale , non si puo venire a patti con nessuno .
    Tu sei un democristiano del compromesso storico con tutti a livello dottrinale e politico .
    Quello che dici è l’atteggiamento pastorale e rovinoso del Vaticano II ; è quello che ha fatto questa DC corrotta .
    L’esempio dell’agire politico ineccepibile ti viene dal V.T. dove Dio ha fatto a livello istituzionale , solo politica . Un re che non accettava compromessi era Davide . I profeti erano quelli che chiedevano al monarca di far osservare la legge e di non essser tolleranti sia all’interno di Israele e sia all’esterno .
    Era Dio stesso che li suscitava e li spingeva al fondalementalismo . Ti dice niente il sanguinario Elia ?
    Egli chiedeva il rispetto della legge ed elimino con le sue mani 450 profeti di Bahal.
    Dio poi per premio lo assunse in cielo come la Vergine ed Enoch . Sono contento quindi che ci sia un Bin Laden con i moderati attuali .
    Tu vai disarmato dal nemico solo se sei sei un religioso con i voti che ha rinunciato alla vita politica e naturale . Ma se fai parte del consesso politico il tuo andare dal nemico è tradimento e vendita della verita oggettiva . SE il mio regno fosse di questo mondo i miesi servi avessero combattuto !dice Cristo .
    Avessero combattuto e non venuti a patto ! Tu non sei un salvatore dai peccati come Cristo ,ma un politico che crede in un ‘unica verita .
    Caro Affus, se non fossi un fondamentalista/conservatore metterei in discussione almeno in parte le Sacre Scritture. Invece io credo nell'ispirazione divina assoluta ed effettiva e nell'interpretazione letterale della Parola di Dio. Il letteralismo però significa tener conto delle indicazioni interne della Scrittura quando si tratta di tradurre simbolicamente e metaforicamente. Dove vivo all'estero proprio per non non dover tollerare certe degenerazioni della politica e della cultura italiana (all'università in Italia il mio essere fondamentalista mi è costata la paralisi della tesi e del dottorato) sono stato otto anni orsono nuovamente rifiutato per presunte corresponsabilità coi fondamentalisti americani nel potere della Casa Bianca. Naturalmente considero tali provvedimenti immotivati e frutto dell'ignoranza, proprio perché spesso non si capisce la differenza tra fondamentalismo e fondamentalismo moderato, il quale "crede" teologicamente come un radicale ma modera e censura gli eccessi nella resa sociale, politica, culturale ed economica. In realtà credo nella attendibilità dell'etica sociale cattolica ma ne detesto l'applicazione indiscriminata quando non si tiene conto della necessità dei principi di sicurezza e della compatibilità della controparte (ecco il rischio inevitabile dell'ONU e la necessità degli USA quale contrappeso ed ente di controllo). Per le stesse ragioni considera quel che dicevo sull'evoluzionismo, quando sostenevo che non è l'unica teoria a dover avere spazio nella scuola. La reazione immediata invece è che gli uni "mettono la mano sul fuoco" che solo l'evoluzionismo è scienza, mentre gli altri sono pronti a licenziare tutti gli evoluzionisti, oltre che preti d'Italia. Il mio approccio e del tipo di Karl Popper, nel senso che tolleranza e pluralismo non significano compromesso, ecumenismo e rispetto della menzogna, bensì spazio (coesistenza) per tutte le "ipotesi civili" per potersi eventualmente dimostrare verità storica, spirituale o scientifica.
    Nel frattempo la coesistenza nel rispetto delle regole civili è la necessità di tale tolleranza e grazia per noi stessi e per gli altri. Quando però tale "grazia civile" viene rifiutata allora la regola del "zero punti=zero democrazia" e forse anche "guerra" entra in funzione - forse non hai notato tale passaggio a proposito ("mille, un milione od un miliardi di morti"). L'entusiasmo per la guerra alla "via col vento" e la sottovalutazione del nemico e dei suoi motivi non è una mia tipica inclinazione. Il "sanguinario" profeta Elia prima di uccidere i profeti di Baal ha aspettato il fuoco dal cielo sul l'altare con l'offerta inzuppati ed allagati d'acqua. Vorrei che tutti i presunti profeti Elia praticassero la stessa regola di "gettare acqua sull'altare" (cristiani, ebrei e mussulmani) e pur credendo nella propria tradizione "alla fondamentalista" avessero il buon senso di aspettare l'opinione di Dio. Ecco la "democrazia critica" del profeta Elia: non si tratta di compromettersi col diavolo ma di aspettare il giudizio di Dio. Chi vuole fare in fretta rischia invece di far male a se stesso, agli altri ed al proprio popolo.

  9. #9
    Affus
    Ospite

    Predefinito Re: L'Acqua di Popper Sull'Altare

    Karl Popper è un moderato e trovo artificioso il legame con il tuo fondamentalsimo scritturistico .
    Le sue teorie vanno bene nel campo scientifico , ma guai a trascinarle nel campo politico e morale –perché sono come il cancro che corrode un corpo integro . Non è necessario attuare quelle idee , perchè fin’ora abbiamo vissuto con quelle e siamo in pieno disfacimento morale in europa con esse . Questo papa , come fede personale è un popperiano, per me . Niente di piu tragico si sta dimostrando per l’europa . Predica che si dimentica il cristianesimo nella carta europea e poi è il primo a distruggerlo baciando il corano e venedo a patti con tutti . Si chiede il politico : ma qual è la vera religione ? La guarra diventa cattiva sempre e comunque , dimenticando i concili fatti per organizzare le crociate e le scomuniche e gli inviti alla guerra di decine di papi per sveglaire i sovrani europei e salvarci dai turchi e dai musulmani . Infatti leggendo piu di un sua lettera pastorale , nelle cosiderazioni personali , mi sembra di vedere Marcione .Solo che per lui “il Dio del V.T.finalmennte si è evoluto nel Nuovo”e si vede una diacronia in lui perché non riesce a saldarli in nessun modo proprio come Marcione.
    Sul banco di prova della storia Popper si sta dimostrando fallimentare come le altre filosofie del passato ; con lui devi dare per scontato il relativismo etico altrimenti si fa la fine che hai fatto tu . Se provavi a mettere in discussione la tua verita e a cambiarla dall’oggi al domani con nuovi apporti (evoluzionismo) , saresti stato uno di loro e in linea col sistema relativistico e popperiano senza problemi .
    Venendo a Elia , non dico che un cristiano debba comportarsi come lui . Per me esiste la morale evangelica e la morale naturale . La politica ha l’obbligo della morale naturale rinnegando nei suoi atti la morale evangelica perché anarchica e distruttiva . Ad esempio la morale evangelica vissuta da un poliziotto nella sua veste istituzionale , lo porterebbe ad essere connivente con il ladro e lo stupratore . Se il poliziotto fa il popperiano con il bandito o con un terrorista che sta piazzando una bomba in un supermercato , diventa addirittura un criminale ! Elia prima di arrivare a quell’atto di sfida , era uno che non trovava pace per la deviazione del suo popolo che correva dietro agli alti luoghi , agli indovini , negromanti , prostitute sacre , insomma non rispettava piu la legge . E’ il politico che oggi deve imitare Elia e non il semplice fedele , ma senza aspettare nessun segno dal cielo perché c’è gia una legge chiara e semplice . L’aiuto di Dio , semmai, viene solo dopo che ha visto che tu agisci solo per quelle motivazione . Allora si che susciti il suo interesse e se hai fede ti fa il miracolo . Io poi , non ho nessuna fretta e preferisco stare dove sono , perchè se un tipo come me andasse al potere , si andrebbe il giorno dopo alla guerra civile e scorrerrebbe molto sangue . Io sono un pacifista e odio la violenza !

    Ma prima o poi i nodi vengono al pettine e non si possono eludere

 

 

Discussioni Simili

  1. Agli amici di centrodestra: "Io ci sono".
    Di Templares nel forum Parlamento di Pol
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 25-02-12, 19:26
  2. Dite a Bagnasco "attento agli amici"!
    Di mustang nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 20-09-09, 10:16
  3. Dedicato agli "amici" €-siberiani....
    Di Daltanius nel forum Destra Radicale
    Risposte: 11
    Ultimo Messaggio: 27-07-08, 15:54
  4. Una domanda agli amici del forum: cosa sono le "accise" ?
    Di brunik nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 19-02-05, 12:42

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226