«Vi offro Stream». Era una truffa

Falsi abbonamenti alla pay-tv, a prezzi stracciati, per gestori di ristoranti, bar e locali del quartiere Bravetta. Sono diverse, fino a oggi, le vittime di un ignoto truffatore che puntualmente sparisce dopo aver incassato un anticipo di 160 euro. Secondo le denunce arrivate alla stazione dei carabinieri Bravetta, un signore elegante, a bordo di una Mercedes Clk, si è presentato in alcuni locali della zona offrendo, dopo aver consegnato un biglietto da visita, un pacchetto di abbonamento a Stream ad un prezzo vantaggioso rispetto a quello di mercato. Il truffatore ha fatto compilare e firmare ai gestori un modulo di contratto regolarmente numerato, intestato alla Stream, sparendo dalla circolazione dopo aver intascato l' acconto. Dopo aver atteso invano il decoder, alcuni truffati si sono rivolti ai carabinieri. I militari hanno accertato che non esistono agenti incaricati dalla società di pay tv di stipulare contratti di abbonamento porta a porta. I carabinieri invitano chiunque venisse avvicinato dal fantomatico agente della Stream a telefonare immediatamente al 112, oppure rivolgersi direttamente a un comando dell'Arma.