User Tag List

Pagina 1 di 27 1211 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 262
Like Tree1Likes

Discussione: RU486, si farà chiarezza?

  1. #1
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito RU486, si farà chiarezza?

    16:02 - RU486: COSTALLI (MCL), “BEN VENGA L’INDAGINE, NO ALLA BANALIZZAZIONE DELLA VITA”
    “Ben venga l’indagine approvata ieri dalla Commissione del Senato: una scelta opportuna per chiarire i molti lati oscuri della Ru486 e i suoi margini di compatibilità con la legge 194”: a dichiararlo è il presidente del Movimento Cristiano Lavoratori (Mcl), Carlo Costalli. “Sulla Ru486 – prosegue in una nota – ripetiamo quanto abbiamo affermato più volte: annulla i diritti della parte più indifesa, cioè della vita appena affiorata, ma reale. Ci sembra emerga un’ulteriore banalizzazione del valore della vita, che rafforza quella mentalità per cui l’aborto finisce per essere considerato un anticoncezionale”.

    http://www.agensir.it/pls/sir/V2_S2D...ord=&quantita=
    “Pray as thougheverything depended on God. Work as though everything depended on you.”

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    ABORTO: DOMANI AL VIA INDAGINE SENATO SU RU486 CON AUDIZIONE SACCONI

    Roma, 23 set. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Partira' domani, con l'audizione del ministro al Welfare Maurizio Sacconi, l'indagine conoscitiva del Senato sulla pillola abortiva Ru486, a cui ieri l'ufficio di presidenza della Commissione Sanita' di Palazzo Madama ha dato parere favorevole all'unanimita'. Ne da' conferma la Commissione Sanita' del Senato, dove il ministro verra' ascoltato domani a partire dalle ore 8.30.


    Libero News - ABORTO: DOMANI AL VIA INDAGINE SENATO SU RU486 CON AUDIZIONE SACCONI
    “Pray as thougheverything depended on God. Work as though everything depended on you.”

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    659
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    Questa ridicola questione chiarisce, ancor di più, la pochezza di chi ci governa. Perchè se l'aborto è male, deve essere vietato per legge, se è permesso è logico che vengano usati i mezzi mano invasivi possibili. Vediamo se hanno il coraggio di mettere mano alla 194 e non solo ad un mezzo per metterla in pratica, allora dovrebbero fare una commissione anche per i ferri chirurgici...

  4. #4
    Conservatore
    Data Registrazione
    30 Apr 2004
    Località
    Sponda bresciana benacense
    Messaggi
    20,197
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    4

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    Il problema che la RU486 vada direttamente CONTRO la legge 194 insomma non ti tange...
    “Pray as thougheverything depended on God. Work as though everything depended on you.”

  5. #5
    cancellato
    Data Registrazione
    13 Sep 2009
    Messaggi
    6,605
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    Citazione Originariamente Scritto da UgoDePayens Visualizza Messaggio
    Il problema che la RU486 vada direttamente CONTRO la legge 194 insomma non ti tange...
    L'uso del RU486 come abortivo non va in nessun senso contro la legge 194 che permette l'aborto nei limiti noti.
    King Z. likes this.

  6. #6
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Firenze, ma vorrei tornare in Svizzera
    Messaggi
    3,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    Citazione Originariamente Scritto da pseudovector Visualizza Messaggio
    L'uso del RU486 come abortivo non va in nessun senso contro la legge 194 che permette l'aborto nei limiti noti.
    Molti non condividono la tua opinione e quindi ben venga una indagine conoscitiva che faccia (speriamo) chiarezza.
    La questione non è essere favorevoli o contrari alla RU486 - io sono contrario in ogni caso ed in ogni ipotesi all'aborto - ma capire se la pillola è in contrasto con le finalità della 194. Se poi contro tutti i pronunciamenti passati del fronte pro 194 ne dovesse scaturire una valutazione favorevole alla pillola allora dovremo interrogarci sulla loro sincerità e richiamare questi politici a confrontarsi con quanto da loro sostenuto fino a ieri e scritto nella legge stessa.
    Ultima modifica di Mappo; 27-09-09 alle 01:23

  7. #7
    cancellato
    Data Registrazione
    13 Sep 2009
    Messaggi
    6,605
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    Citazione Originariamente Scritto da Mappo Visualizza Messaggio
    Molti non condividono la tua opinione e quindi ben venga una indagine conoscitiva che faccia (speriamo) chiarezza.
    La questione non è essere favorevoli o contrari alla RU486 - io sono contrario in ogni caso ed in ogni ipotesi all'aborto - ma capire se la pillola è in contrasto con le finalità della 194. Se poi contro tutti i pronunciamenti passati del fronte pro 194 ne dovesse scaturire una valutazione favorevole alla pillola allora dovremo interrogarci sulla loro sincerità e richiamare questi politici a confrontarsi con quanto da loro sostenuto fino a ieri e scritto nella legge stessa.
    Indagine conoscitiva per conoscere cosa?

    In merito alle proprietà farmacologiche si è gia pronunciato l'organo competente a giudicare (e non era neppure cosí necessario visto che è in uso da tempo in altri Stati dell'unione europea).
    La legge 194 permette l'aborto. Il RU486 è una tecnica per ottenerlo nei casi contemplati dalla legge stessa.

  8. #8
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Firenze, ma vorrei tornare in Svizzera
    Messaggi
    3,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    Citazione Originariamente Scritto da pseudovector Visualizza Messaggio
    Indagine conoscitiva per conoscere cosa?
    La legge 194 permette l'aborto. Il RU486 è una tecnica per ottenerlo nei casi contemplati dalla legge stessa.
    Come detto è una tua opinione che la RU486 rientri nei parametri della 194,
    per quello che può valere la mia opinione non rientra. Una indagine conoscitiva dovrebbe chiarire la cosa.
    Le finalità della 194, a detta dei suoi sostenitori, non dovrebbero comprendere le modalità con cui la RU486 è stata somministrata finora in gran parte degli ospedali italiani che l'hanno già adottata.

  9. #9
    Forumista senior
    Data Registrazione
    26 Jul 2009
    Località
    Firenze, ma vorrei tornare in Svizzera
    Messaggi
    3,049
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    Ru486? No problem
    I medici dell’Emilia-Romagna confermano quanto rivelato da Tempi sulla Ru486. «Le donne la prendono e poi escono dall’ospedale. Altrimenti che senso ha?»
    di Benedetta Frigerio


    «Il protocollo regionale prevede che la donna stia in ospedale solo al momento della somministrazione della Ru486 e, due giorni dopo, del secondo farmaco. Queste sono le disposizioni cui ci siamo sempre attenuti, se sono in contrasto con una legge nazionale è un problema della Regione». Così, il ginecologo Francesco Giambelli, dell’azienda ospedaliera di Ravenna, risponde a Tempi che interpella nuovamente gli ospedali romagnoli dove dal 2005 si pratica l’aborto con la Ru486. Abbiamo voluto capire perché, nonostante l’inchiesta (vedi numero 36 del 3 settembre) che dimostra che l’aborto farmacologico è praticato in evidente contrasto con la legge 194, le strutture coinvolte continuino a usare la pillola abortiva.
    L’11 settembre l’assessore alle Politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna, Giovanni Bissoni, ha radunato i medici degli ospedali interessati per rileggere le linee guida regionali scritte per regolare l’utilizzo del “farmaco”. Bissoni ha dichiarato che non c’è stata alcuna violazione del protocollo regionale e che tutto è avvenuto legalmente. Il protocollo in questione vuole che la donna stia ricoverata per tre giorni in regime di day hospital e che decida, insieme al medico, se lasciare o meno la struttura ospedaliera dopo il terzo giorno. Secondo l’assessore questo «non vìola la legge 194 visto che la somministrazione della Ru486 avviene in regime di ricovero ospedaliero». Secondo l’assessore «la legge per l’interruzione volontaria di gravidanza non prevede l’obbligatorietà del ricovero, che in Emilia-Romagna viene comunque previsto». Inoltre, al contrario di quanto emerso dalla nostra inchiesta, Bissoni ha affermato che «non c’è nessun abbandono della donna», mentre le risposte degli operatori sanitari alle nostre domande segnalavano la mancanza di una comunicazione precisa riguardo agli effetti collaterali della Ru486, insieme all’assenza di esami diagnostici necessari ad attestare la compatibilità della donna alla pillola. Non solo, l’assessore ha anche sorvolato sul racconto della ragazza che ha rivelato a Tempi (vedi numero 37 del 10 settembre 2009) di non essere stata informata dai medici del Centro salute donna di Piacenza, riguardo agli effetti collaterali della pillola e di essere stata allontanata dall’ospedale soffrendo per più giorni dolori atroci, senza alcuna assistenza medica.

    Con tutti i rischi annessi
    I medici delle aziende ospedaliere romagnole che, dopo l’incontro con l’assessore Bissoni, hanno accettato di rispondere alle nostre domande, confermano tutti l’ambiguità rimasta anche dopo i chiarimenti della Regione per cui le linee guida utilizzate finora garantirebbero il rispetto della legge sull’aborto. All’Asl di Ravenna, da cui dipendono anche gli ospedali di Faenza e di Lugo, il ginecologo Francesco Giambelli ribadisce che «non è vero che le donne stanno in ospedale. È raro che l’espulsione del feto avvenga subito dopo la somministrazione della pillola, fra le mura cliniche. Nel novanta percento dei casi, si abortisce a casa». Lo stesso ha affermato il 3 settembre al Quotidiano Nazionale la dottoressa Antonella Messori, direttore sanitario dell’ospedale di Guastalla e Coreggio: «Le variabili sono molte: può accadere tutto mentre la donna è in ospedale. Ma anche a casa o mentre è in giro da qualche altra parte». La naturalezza delle risposte dei medici deriva dal fatto che non «c’è niente da nascondere, visto che il protocollo regionale non prevede nulla di contrario a questo».
    Per lo stesso motivo, alla domanda sull’esistenza di perplessità o preoccupazioni su un possibile contrasto tra la pratica adottata e la 194, Giambelli risponde: «Non lo chiedete a noi semmai alla Regione che ha stilato le linee guida». «Comunque – prosegue il medico – cosa aspettarsi? Questa pillola è fatta per abortire in privato da soli, che senso avrebbe altrimenti seguire tutto questo iter? Una donna la prende per non rimanere ricoverata. Si immagina cosa accadrebbe se la tenessimo in ospedale più di quanto richiede il metodo chirurgico? Non sceglierebbe più la Ru486 perché verrebbe meno la ragione per cui l’ha voluta». Giambelli spiega anche i motivi dell’assenza di preoccupazioni circa i rischi professionali dovuti a possibili e gravi complicanze: «La donna firma il consenso informato e se le sta bene abortire così, con le ripercussioni anche dolorose e gravi causate dalla pillola, è una decisione sua, di cui è la sola responsabile». Dello stesso parere la dottoressa Paola Salvini, responsabile del servizio Salute donna di Parma: «Se vengono qui a prendere questo farmaco, è perché queste donne non vogliono abortire in ospedale». Per quanto riguarda i rischi dati dalle complicanze, la Salvini ritiene che «sì, esistono, per questo occorre fare colloqui approfonditi e valutazioni accurate sull’idoneità della paziente alla pillola: se per l’aborto chirurgico si dovevano impegnare energie per supportare la donna, qui vanno moltiplicate. Ma poi è lei che deve scegliere con tutti i rischi annessi».

    Il ricovero è un’idea
    In fondo, non è un segreto. Il 28 febbraio 2008 la dottoressa Clarice Vieira del Centro Salute donna di Piacenza ha dichiarato al Corriere Padano: «Seguiamo i protocolli regionali che prevedono un regime di day hospital aperto. Vuol dire che la paziente torna sempre a casa propria». Ma, vista la letteratura in merito e le testimonianze di alcune donne, che confermano i pericoli dell’aborto domiciliare, non sarebbe meglio convincere le donne a rimanere ricoverate? Secondo la Salvini «non esistono ancora indicazioni riguardo a questo. Le donne pensano che stare a casa con il marito o un’amica sia di conforto». Riguardo alle perplessità suscitate dal fatto che parenti e amici non abbiano le competenze dei medici, la dottoressa risponde che «per le complicanze si può sempre telefonare in ospedale». E se una donna è sola? «Dipende, forse per chi è da solo consigliare il ricovero è un’idea, ma ripeto: credo che allora sceglierebbero l’aborto chirurgico che le fa rimanere qui solo un giorno e che diventerebbe meno complicato».


    Ru486? No problem | Tempi

  10. #10
    cancellato
    Data Registrazione
    13 Sep 2009
    Messaggi
    6,605
    Mentioned
    3 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: RU486, si farà chiarezza?

    Citazione Originariamente Scritto da Mappo Visualizza Messaggio
    Come detto è una tua opinione che la RU486 rientri nei parametri della 194,
    per quello che può valere la mia opinione non rientra. Una indagine conoscitiva dovrebbe chiarire la cosa.
    Le finalità della 194, a detta dei suoi sostenitori, non dovrebbero comprendere le modalità con cui la RU486 è stata somministrata finora in gran parte degli ospedali italiani che l'hanno già adottata.
    A parte il fatto che nella testolina dei ns politici italiani l'"indagine conoscitiva" dovrebbe appurare la presunta pericolosità farmacologica e non la sua compatibilità formale con le leggi vigenti.
    Sempre che non abbiano spostato il tiro di recente.

    Non è ci sono mille modi di somministrare questo abortivo, c'è ne è uno solo.
    E viene fatto in ospedale sotto vigilanza medica. Come per l'aborto chirurgico, di cui costituisce una semplificazione tecnica.

 

 
Pagina 1 di 27 1211 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Cota e la Ru486
    Di camugin nel forum Padania!
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 03-04-10, 00:06
  2. Si fara' o non si fara' ... il taglio delle Tasse ?
    Di brunik nel forum Repubblicani
    Risposte: 577
    Ultimo Messaggio: 20-09-08, 16:43
  3. Contro la RU486
    Di Barney nel forum Destra Radicale
    Risposte: 99
    Ultimo Messaggio: 28-07-06, 19:50
  4. si alla ru486
    Di Kowalsky nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 10
    Ultimo Messaggio: 24-05-06, 12:16
  5. Aborto: RU486
    Di Giò nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 16-11-05, 15:28

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226