Oggi, 19/03/2003, sul Corriere della Sera c'è un articolo di Gian Antonio Stella dal titolo "e il finto avvocato diventò assessore" che racconta di una storia tipicamente itagliana.
In pratica si tratta di un falso avvocato che riesce ad ottenere consulenze per un miliardo delle vecchie lire dalle Ferrovie dello Stato. Scoperto, viene costretto a restituire il maltolto (avrei voluto vedere il contrario) ma niente di più per evitare uno scandalo (ennesima dimostrazione che in itaglia più la fai grossa meno la paghi). Dopo essere sparito dalla circolazione per qualche tempo (neanche tanto, solo tre mesi) eccolo tornare alla carica come... udite, udite... assessore all'urbanistica in Calabria. Naturalmente le vicessitudini del nostro sedicente avvocato si sono svlote tutte nel meridione di questo splendido paese.

Se qualcuno potesse postare l'articolo penso sarebbe interessante sottoporlo all'attenzione dei forumisti.