User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Sep 2009
    Messaggi
    200
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Analisi

    Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Mercoledì 23 Settembre 2009 – 7:42 – Dragan Mraovic


    Rinascita ha intervistato Dani Zoltan

    Tutti ricordano che nell’aggressione atlantica del 1999 contro la ex Jugoslavia sono stati usati anche gli aerei F-117, “falchi notturni” o “Jet black” invisibili per i radar. Nei tanti anni di utilizzo e nelle tante occasioni di guerra usato, questo straordinario aereo non era stato mai avvistato e di conseguenza mai abbattuto. La sua tecnologia “stealth” non permetteva ai radar nemici di avvistarlo.
    Il primo uomo riuscito ad abbatterlo, il 27 marzo 1999, è stato il colonnello Zoltan Dani, comandante di una batteria di missili della contraerea jugoslava. Ha accettato di parlarne in esclusiva per Rinascita con questa sua prima intervista sulla stampa italiana.

    Lei è l’uomo che ha visto… l’invisibile F-117. Come?
    Si tratta di una netta vittoria militare dovuta a lunghissimi addestramenti e al duro lavoro di tanti anni. E’ stato il gran successo di un team molto addestrato, deciso e coraggioso che ha dimostrato anche nelle situazioni più drammatiche la sua genialità e il suo animo combattendo comunque anche in netta situazione di inferiorità nei confronti dell’aggressore.

    Ne è stato fatto anche un film documentario “Ventunesimo secondo”. Perché un tale titolo?
    Mentre ci addestravamo ed esercitavamo per l’azione di cui stiamo parlando la condizione sine qua non era di completare l’azione entro meno di venti secondi o al massimo entro venti secondi, perché in tal modo si da’ la possibilità dell’equipaggio del sistema di missili di sopravvivere all’eventuale contrattacco missilistico contro le fonti di radiazioni dei radar. Ciò vuol dire che dovevamo finire il nostro lavoro prima di essere raggiunti dal missile antiradar. Durante gli addestramenti abbiamo insistito molto su tale limite temporale e dicevo spesso ai miei collaboratori: “fate così che il ventunesimo secondo sia tutto quello che vivremo dopo e non la nostra tragedia avvenuta proprio in quell’istante”. Il regista di questo film, Zeljko Mirkovic ha poi usato questo per il titolo, perché nel momento in cui leggerete queste mie parole oppure mentre, ora, sto rispondendo alle vostre domande, per me è sempre simbolicamente quel ventunesimo secondo.

    Lei è di etnia ungherese. Come mai lei ungherese “nell’esercito serbo” chiamato così dalla propaganda di alcuni paesi occidentali anche se si trattava dell’Esercito jugoslavo?
    Credo che lei sappia che la ex Jugoslavia era un paese multietnico ed io faccio parte di tale multietnicità. Sono nato in Serbia da padre ungherese e da madre romena. A tre anni parlavo serbo, ungherese e romeno. A quell’epoca non era importante a quale nazione appartenevi, ma che tipo d’uomo eri, quanto valevi nel tuo lavoro e perciò io non avevo incontrato nessun ostacolo per iscrivermi all’Accademia militare. Nell’esercito jugoslavo tutti eravamo uguali e in quel periodo non si trattava certamente di alcun “esercito serbo”.

    Lei è stato contattato recentemente dal pilota americano che lei aveva abbattuto e il quale, per fortuna, era sopravvissuto alla caduta dell’aereo? Come si chiama? Come era il vostro contatto? Che cosa avete in mente? Un vostro eventuale incontro potrebbe essere simbolo di un altro modo d’incontro tra la nostra nazione e quell’americana?
    Sì, il contatto si è realizzato grazie alla mediazione di Zeljko Mirkovic, il regista del documentario “Ventunesimo secondo”. Certi programmi esistono, ma è troppo presto parlarne e oltretutto non sono autorizzato a farne dichiarazioni ufficiali. Sono certo che il sig. Zeljko Mirkovic potrebbe darvi più informazioni.

    Un generale italiano, Piergiorgio Cruccioli, ex comandante della Terza Regione Aerea d’Italia, nella quale si trova la base aerea Gioia del Colle, un ottimo professionista e un signore corretto, ha valutato molto bene la difesa contraerea jugoslava asserendo che si era comportata benissimo malgrado le nostre armi fossero veramente abbastanza antiquate nei confronti di quelle della Nato. Lei è uno di quei militari sui quali il generale ha fatto tale apprezzamento, che fa onore sia a lui che a noi.
    Ringrazio nel modo più sincero il generale per questo elogio e spero di poterlo incontrare, un giorno.
    Penso che avremmo tanti temi interessanti da sviluppare nella nostra conversazione. Per quanto riguarda i miei meriti personali una parte della risposta reale sta nella domanda stessa: è vero, anch’io, nel mio piccolo, ho contribuito all’azione in questione. Ne sono un po’ contento e orgoglioso, ma si trattava innanzitutto di un lavoro di gruppo, di un team-work.

    Oggi lei è fornaio e pasticciere e non più un colonnello della contraerea. Forse è meglio così?
    Sì, lei ha detto bene. Penso che sia meglio così per tutti compreso me e la mia famiglia.

    Un suo messaggio ai nostri lettori in Italia?
    Sono onorato di aver avuto l’occasione di rilasciare questa intervista per Rinascita. Apprezzo moltissimo l’Italia e spero di avere possibilità di visitarla una volta da turista. Tanti saluti a tutti i vostri lettori ai quali auguro buona salute, felicità e successi nella vita.


    Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117 :: Dragan Mraovic › Analisi :: Rinascita

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Hic Sunt Leones
    Data Registrazione
    26 May 2009
    Località
    Soprattutto Italia
    Messaggi
    14,080
    Mentioned
    10 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    ONORE!
    Per amare sul serio l'Italia oggi bisogna essere anti-italiani

  3. #3
    Cancellato
    Data Registrazione
    10 Apr 2009
    Località
    Africa Orientale Italiana
    Messaggi
    8,885
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Citazione Originariamente Scritto da Mogun Visualizza Messaggio
    Lei è di etnia ungherese. Come mai lei ungherese “nell’esercito serbo” chiamato così dalla propaganda di alcuni paesi occidentali anche se si trattava dell’Esercito jugoslavo?
    Credo che lei sappia che la ex Jugoslavia era un paese multietnico ed io faccio parte di tale multietnicità. Sono nato in Serbia da padre ungherese e da madre romena. A tre anni parlavo serbo, ungherese e romeno. A quell’epoca non era importante a quale nazione appartenevi, ma che tipo d’uomo eri, quanto valevi nel tuo lavoro e perciò io non avevo incontrato nessun ostacolo per iscrivermi all’Accademia militare. Nell’esercito jugoslavo tutti eravamo uguali e in quel periodo non si trattava certamente di alcun “esercito serbo”.
    Grande.

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Sep 2009
    Messaggi
    200
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Citazione Originariamente Scritto da Canaglia Visualizza Messaggio
    ONORE!
    ma mica poco, eh...
    a secchiate!

  5. #5
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Citazione Originariamente Scritto da Midgard Visualizza Messaggio
    Grande.
    Ovviamente in un contesto Europeo.
    Ultima modifica di Defender; 24-09-09 alle 12:42
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    12 Jun 2009
    Messaggi
    1,056
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Citazione Originariamente Scritto da Defender Visualizza Messaggio
    Ovviamente in un contesto Europeo.
    perchè fuori dall'Europa rimane un pirla?
    io sò io e voi nun siete un cazzo !

  7. #7
    Pasdar
    Data Registrazione
    25 Sep 2004
    Località
    Padova
    Messaggi
    46,770
    Mentioned
    106 Post(s)
    Tagged
    9 Thread(s)

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Citazione Originariamente Scritto da dusseldorf Visualizza Messaggio
    perchè fuori dall'Europa rimane un pirla?
    No, al massimo è considerato un nemico.
    Ma è folle esaltare la meritocrazia pura senza discriminazioni tra europei e non europei.
    «Non ti fidar di me se il cuor ti manca».

    Identità; Comunità; Partecipazione.

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Sep 2009
    Messaggi
    200
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Citazione Originariamente Scritto da Defender Visualizza Messaggio
    No, al massimo è considerato un nemico.
    Ma è folle esaltare la meritocrazia pura senza discriminazioni tra europei e non europei.
    cioè? cosa c'entra non l'ho capito mica...:mmm:

  9. #9
    Cancellato
    Data Registrazione
    10 Apr 2009
    Località
    Africa Orientale Italiana
    Messaggi
    8,885
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Citazione Originariamente Scritto da Mogun Visualizza Messaggio
    cioè? cosa c'entra non l'ho capito mica...:mmm:
    Credo che il buon Defender intendesse dire che l'appartenenza etnica ha un limite tutto europeo - e concordo pienamente con lui. Mi ricorda la frase del barone Evola "verrà il tempo in cui al posto di appartenere ad una certa nazione, si dovrà appartenere alla stessa idea.". Insomma non basta essere ganzi, lavorare bene ed essere dei buoni soldati per militare nell'esercito serbo ieri, nelle SS l'altro ieri.
    Ultima modifica di Lucio Vero; 24-09-09 alle 13:10

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Sep 2009
    Messaggi
    200
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Balcani: Dani Zoltan, l’uomo che vide l’invisibile F117

    Citazione Originariamente Scritto da Midgard Visualizza Messaggio
    Credo che il buon Defender intendesse dire che l'appartenenza etnica ha un limite tutto europeo - e concordo pienamente con lui. Mi ricorda la frase del barone Evola "verrà il tempo in cui al posto di appartenere ad una certa nazione, si dovrà appartenere alla stessa idea.". Insomma non basta essere ganzi, lavorare bene ed essere dei buoni soldati per militare nell'esercito serbo ieri, nelle SS l'altro ieri.
    tutto sta nel contestualizzare. non a caso era l'esercito federale jugoslavo, mica quello serbo.
    Quindi se, per assurdo, fosse stato un aborigeno australiano che, volontario, avesse indossato la sua divisa, la sua impresa non sarebbe stata altrettanto meritevole?
    o, meglio ancora, se fosse stato di etnia slovena, o croata, o bosniaca, o kosovara, o montenegrina, e avesse scelto di rimenere fedele alla federazione, non sarebbe stato maggiormente meritevole, schifando le secessioni eterodirette?
    Paradossalmente e provocatoriamente, da un punto di vista militare, indi non ideologico, sono molte le azioni di valore di eserciti anche nemici (non ho problemi ad affermarlo).
    Il barone, che con la frase da te citata esprime il concetto di "la patria e laddove si combatte per la mia idea", ci aveva visto giusto, e purtroppo quel tempo è venuto.

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Zoltan Abramisevic'
    Di semipadano nel forum Padania!
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 27-08-10, 12:25
  2. Risposte: 32
    Ultimo Messaggio: 14-05-10, 19:56
  3. Se foste invisibili come l'Uomo Invisibile...
    Di Atlantideo nel forum Il Seggio Elettorale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 02-04-10, 22:38
  4. L' uomo invisibile
    Di gianniguelfi nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-06-08, 13:09
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 15-09-06, 17:54

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226