User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    suum cuique
    Data Registrazione
    25 Dec 2002
    Località
    Anfiteatro Flavio
    Messaggi
    2,187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Quando l' Italia era una nazione indipendente, un popolo, un Duce...

    http://members.xoom.it/Marauder/Muss...i%20Guerra.zip


    DISCORSO DI BENITO MUSSOLINI PRONUNCIATO DA PALAZZO VENEZIA IL 10 GIUGNO ALLE ORE 18

    "Combattenti di terra di mare e dell'aria!
    Camicie nere della Rivoluzione e delle Legioni, uomini e donne d'Italia, dell'Impero e del regno di Albania, ascoltate!
    Un'ora segnata dal destino batte nel cielo della nostra Patria, l'ora delle decisioni irrevocabili. La dichiarazione di guerra è già stata consegnata agli ambasciatori di Gran Bretagna e Francia."

    //PARTE RESTANTE DEL DISCORSO:

    "Scendiamo in campo contro le democrazie plutocratiche e reazionarie dell'Occidente che in ogni tempo hanno ostacolato la marcia e spesso insidiato l'esistenza medesima del Popolo italiano.

    Alcuni lustri della storia più recente si possono riassumere in queste parole: frasi, promesse, minacce, ricatti e, alla fine, quale coronamento dell'edificio, l'ignobile assedio societario di cinquantadue Stati. La nostra coscienza è assolutamente tranquilla.
    Con voi il mondo intero è testimone che l'Italia del Littorio ha fatto quanto era umanamente possibile per evitare la tormenta che sconvolge l'Europa, ma tutto fu vano.

    Bastava rivedere i Trattati per adeguarli alle mutevoli esigenze della vita delle Nazioni e non considerarli intangibili per l'eternità.

    Bastava non iniziare la stolta politica delle garanzie, che si è palesata soprattutto micidiale per coloro che le hanno accettate. Bastava non respingere la proposta che il Fuhrer fece il 6 ottobre dell'anno scorso dopo finita la campagna di Polonia.

    Ormai tutto ciò appartiene al passato. Se noi oggi siamo decisi ad affrontare i rischi ed i sacrifici di una guerra gli è che l'onore, gli interessi, l'avvenire ferreamente l'impongono, poiché un grande popolo è veramente tale se considera sacri i suoi impegni e se non evade dalle prove supreme che determinano il corso della Storia.

    Noi impugniamo le armi per risolvere, dopo il problema risolto delle nostre frontiere continentali, il problema delle nostre frontiere marittime. Noi vogliamo spezzare le catene di ordine territoriale e militare che ci soffocano nel nostro mare, poiché un popolo di 45 milioni di anime non è veramente libero se non ha libero accesso all'Oceano. Questa lotta gigantesca non è che una fase e lo sviluppo logico della nostra Rivoluzione.

    E' la lotta dei popoli poveri e numerosi di braccia contro gli affamatori che detengono ferocemente il monopolio di tutte le ricchezze e di tutto l'oro della terra.

    E' la lotta dei popoli fecondi e giovani contro i popoli isterili e volgenti al tramonto; è la lotta tra due secoli e due idee.
    Ora che i dadi sono gettati e la nostra volontà ha bruciato alle nostre spalle i vascelli, io dichiaro solennemente che l'Italia non intende trascinare altri popoli nel conflitto con essa confinanti per mare o per terra. Svizzera, Jugoslavia, Grecia, Turchia, Egitto, prendano atto di queste mie parole e dipende da loro, soltanto da loro se esse saranno rigorosamente confermate.

    Italiani! In una memorabile adunata, quella di Berlino, io dissi che secondo le leggi della morale fascista quando si ha un amico si marcia con lui fino in fondo. Questo abbiamo fatto e faremo colla Germania, col suo popolo, colle sue vittoriose forze armate. In questa vigilia d'un evento di portata secolare rivolgiamo il nostro pensiero alla Maestà del Re Imperatore che come sempre ha interpretato l'animo della Patria e salutiamo alla voce il Fuhrer, il capo della Grande Germania alleata.

    L'Italia proletaria e fascista è per la terza volta in piedi, forte, fiera e compatta come non mai. La parola d'ordine è una sola, categorica e impegnativa per tutti. Essa già trasvola e accende i cuori dalle Alpi all'Oceano Indiano: VINCERE!

    E vinceremo per dare finalmente un lungo periodo di pace con giustizia all'Italia, all'Europa, al mondo. Popolo italiano, corri alle armi e dimostra la tua tenacia, il tuo coraggio, il tuo valore."

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    suum cuique
    Data Registrazione
    25 Dec 2002
    Località
    Anfiteatro Flavio
    Messaggi
    2,187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    e i nostri grandi alleati

    http://members.xoom.it/Marauder/Disc...he%20Youth.zip

    An attempt at Nuremburg in April 1939 to ready the youth of Germany to the eventuality of war:
    "What is our Germany of today! How very beautiful and heroic! When I cast my gaze upon you, I know my life's struggle is not being fought in vain! You shall always remain faithful, as German always have. There will always be a new generation of youth, in this city, a city which saw the passage of centuries will see new generations. They will be even more beautiful, they will be even more powerful, and they shall inspire in the hearts of the living even greater hope for the future. I do not bewail - I sound a warning! I am not fear stricken, but I want you to be prepared! I do not tremble at the hour of decision, but I want you to see, and I want to be strong. I want my feet planted strongly in our earth, ready to withstand any onslaught! And you will stand by my side should that hour ever come. You will stand before me, behind me and beside me and at my hands, and together, we shall carry our banners to victory!"

  3. #3
    suum cuique
    Data Registrazione
    25 Dec 2002
    Località
    Anfiteatro Flavio
    Messaggi
    2,187
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    quante cose sono cambiate da allora...

    ma la luce risorgerà.

    SIEG HEIL!

 

 

Discussioni Simili

  1. Quando c'erano uno Stato, un popolo e una nazione
    Di Giò nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25-07-13, 20:31
  2. 25/6/1968: L'Italia invade (?) una nazione indipendente (?)
    Di DrugoLebowsky nel forum Fondoscala
    Risposte: 20
    Ultimo Messaggio: 21-11-08, 16:40
  3. 20/9/1870: L'Italia (?) invade una nazione indipendente (?)
    Di Tango do Hermano nel forum Fondoscala
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21-11-08, 01:09
  4. Regno d'Italia, quando il paese era ancora una NAZIONE
    Di W. Von Braun nel forum Conservatorismo
    Risposte: 84
    Ultimo Messaggio: 01-06-08, 16:08
  5. Risposte: 18
    Ultimo Messaggio: 10-07-07, 14:48

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226