User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 12
  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs up Mentre la Lega chiacchera,la Catalonia spinge per l'indipendenza

    Last Updated: Monday, 24 March, 2003, 20:21 GMT

    Email this to a friend Printable version

    Catalan bid for 'sovereignty'


    Catalonia's nationalists want to compete in international sport
    Catalonia's governing nationalist coalition has published a proposal for the region to obtain sovereignty while remaining part of Spain.
    The draft statute on autonomy is part of the coalition's campaign for re-election in October.

    It is expected to be matched in the coming weeks by the rival Socialist Party.

    The Socialists do not use the word "sovereignty" but correspondents say that they have similar ambitions - including a desire to wring more money from central government.

    Unlike Catalonia's third-largest party, Esquerra Republicana, neither group seeks independence.

    The proposal from the nationalist Convergence and Union (CiU) coalition, which has been in power for 23 years, calls for:


    sovereignty
    increased tax-raising powers
    direct Catalan representation at EU level
    Catalan representation in international sporting competitions
    obligatory knowledge of Catalan language for all people living in the region
    At the same time, it recognises that the Spanish state is Catalonia's "framework of political organisation".

    Basque 'free association'

    The Madrid-based national daily newspaper El Pais said on Monday that the proposal goes beyond what the Spanish constitution permits.

    The national governing Popular Party dismissed it as "electioneering", as did the Socialist Party - despite the fact that its Catalonian sister party is developing an analogous plan.

    The Catalonian election in October will be followed by a national election next spring.

    The proposal from the nationalists echoes a call by Basque leaders in September for free association between the Basque region and Spain.

    The Basque regional parliament is scheduled to debate the plan by the end of the year.

    The Basque region, and neighbouring Navarra, have long raised all their own taxes, and agreed with Madrid on the sum to be sent to central government coffers.

    The Catalan nationalists are seeking the same arrangement.


    http://news.bbc.co.uk/2/hi/europe/2882397.stm

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Dec 2002
    Località
    piemonte
    Messaggi
    324
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Bravo Dragon

    Prendendo al balzo l'iniziativa del leader del PNV (partito nacionaln vasco indipendentisti moderati maggioritari in Euzkadi) in merito alla proposta di Euzkadi "Stato liberamente associato"alla Spagna (in realtà il progetto è Euzkadi stato liberamente associato all'Europa) il grande leader autonomista PUYOL (per pietà niente paragoni con l'imbecille che ci guida) ha rilanciato a sua volta il progetto di Catalunya sovrana ed europea.

    Ormai La nostra timida speranza è legata all'esempio iberico.

    Comunque non so se il cretino che abbiamo come segretario degnerà mai di attenzione questi fatti.
    Lui ha altro a cui pensare, deve insultare i froci mica pensare a ste cazzate.

    Discorso-proposta di Lleida e Puyol:

    CiU asegura que su nuevo Estatuto es una «auténtica Constitución catalana»
    El texto considera Cataluña como una nación soberana
    DV Y AGENCIAS./BARCELONA


    El secretario general de CiU, Josep Antoni Duran Lleida, aseguró ayer que el nuevo Estatuto que plantea la federación, en el que se sitúa a Cataluña como una nación soberana asociada a España, «es una apuesta propia» y, por tanto, «no es ni la vasca ni quiere compararse a la vasca». La iniciativa, según el secretario general adjunto de CiU, Pere Macias, busca dar cuerpo a «una auténtica Constitución catalana».

    Duran señaló que el proyecto, que ya ha empezado a generar críticas desde diferentes formaciones, «no requiere de entrada la modificación de la Constitución y respeta los procedimientos legales de reforma del Estatuto establecidos en la Carta Magna». No obstante, reconoció que el texto «es una apuesta para el refuerzo nacional de Cataluña» a la que CiU «se ve obligada» como respuesta a «la actitud de los gobiernos del PSOE y PP sobre política autonómica».

    La apuesta de CiU parte de la base de considerar a Cataluña como una nación soberana que se asocia a España voluntariamente y con la que mantiene una relación bilateral y específica. Este planteamiento y los que de él se derivan están incluidos en un documento aún en fase de borrador, que ha sido elaborado por un equipo de juristas y que será presentado el día 31 al consejo nacional de CiU.

    «Lealtad y respeto»

    El proyecto de Estatuto define a Cataluña como una nación que «reconoce el Estado español como marco de organización política en el que se integra». Este reconocimiento, sin embargo, «no supone la renuncia al ejercicio democrático del derecho inherente e irrenunciable a la libre determinación de los pueblos».

    La relación entre España y Cataluña que propone CiU es de tipo bilateral, de forma que esta última deja de ser una comunidad autónoma más y pasa a tener una relación específica con el Estado. Se trata de una relación basada en una «cláusula de lealtad y respeto» por parte del Estado sobre el marco que resulte del nuevo pacto de autogobierno, en el que la Generalitat se reserva el derecho de convocar consultas populares.

    En el ámbito de los símbolos, la propuesta sostiene que «la bandera nacional de Cataluña tendrá una posición de preeminencia institucional». En cuanto al idioma, se recoge el deber de todos los catalanes de conocer tanto el catalán como el castellano.

    En el campo judicial, las reformas que plantea CiU son de profundo calado. El proyecto de reforma prevé que la Generalitat participará en la elección de los magistrados del Tribunal Constitucional, reivindica un poder judicial propio para Cataluña y sitúa al Tribunal Superior de Justicia de Cataluña como la máxima instancia judicial donde se agotarían todos los procesos.

    En el aspecto de la financiación, CiU establece un sistema de cupo similar al vasco. Además, sería la Generalitat la encargada de gestionar, recaudar y liquidar todos los impuestos, incluida la potestad normativa.

    Pere Macias, por su parte, señaló que el proyecto «tiene una definición profundizada de un nuevo marco jurídico y político» para afrontar los retos de futuro, que resumió en uno: «la preservación de nuestra identidad» a través del «reconocimiento y actualización de los derechos históricos de Cataluña».

    Macias constató la necesidad de que el documento «tenga el apoyo democrático del conjunto de la población». En cuanto al resto de partidos, el dirigente de CiU dijo que recibirán el documento. En este sentido, y en alusión a los socialistas catalanes, aseguró que «a los que ya tienen capacidad de compartirlo y nos podamos poner de acuerdo, muy bien, y a los que no tienen capacidad de compartirlo simplemente porque necesitan el aval que les tiene que llegar de su sede central, lo que haremos será ayudarlos, incluso, para poder conseguir este aval».

    Mientras se conocen los detalles de la propuesta de CiU, Esquerra Republicana de Catalunya (ERC) se apresta a culminar su propio proyecto de nuevo Estatuto, que será presentado en sociedad la próxima semana, y en el que se plantea una actualización del texto que la formación dio a conocer en 1979.

    El proyecto, cuyos puntos básicos fueron presentados ayer por el secretario general de ERC, Josep Lluís Carod-Rovira, parte del principio de que todas las naciones sin Estado propio tienen la potestad de ejercer su derecho a la autodeterminación y, desde esta base, propugna que Cataluña se defina como «un Estado Libre Asociado al Reino de España, dentro de la UE».

    En el texto, la formación independentista expresa su deseo de que exista un «espacio social catalán» que haga posible «un Estado catalán del bienestar» con competencias sobre inmigración, asilo y extranjería, trabajo planificación económica y servicios de cohesión social. ERC también considera que el TSJC debe ser la máxima instancia judicial y propugna crear un «consell de la Justicia» para garantizar «la plena división tripartita de poderes».

    Representación: El Parlamento catalán representa al pueblo de Cataluña y es el depositario de su soberanía.

    Organización: Cataluña reconoce el Estado español como el marco de organización política en el que se integra como nación. Este reconocimiento no supone la renuncia al ejercicio democrático del derecho inherente e irrenunciable a la libre autodeterminación de los pueblos.

    Símbolo: La bandera nacional de Cataluña tendrá una posición de preeminencia institucional.

    Idioma: Todos los catalanes tienen el deber de conocer el catalán y el castellano.

    Administración única: La Generalitat asumirá las funciones ejecutivas que el Estado ejerce en Cataluña.

    Justicia: Se reivindica un poder judicial propio, de forma que el Tribunal Superior de Justicia de Cataluña sería la máxima instancia donde se agotarían todos los procesos.

    Financiación: Una comisión mixta determinará la cuota de devolución al Estado en concepto de financiación de los gastos del Estado en Cataluña y como contribución a la solidaridad interterritorial.

    Exterior: Cataluña estará presente como tal en la unión Europea y en la Unesco.

  3. #3
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito x piemont

    so che non c'entra con il post in questione,sul quale dico solo a dragon di andarsi a vedere quanti voti prendono i partiti indipendentisti in catalonia e nei paesi baschi, ma vorrei semplicemnte puntualizzare all'utente piemont, che la lega NON è contraria alla omosessualità, ma bensì all'affidamento di bambini alle coppie non-etero.
    inoltre la lega NON è contraria alla prostituzione ,se fatta con il consenso delle parti, bensì richiede la sua cancellazione da luoghi pubblici e la sua messa in regola FISCALE e SANITARIA tramite centri controllati come gli eros center.
    era una precisazione dovuta in quanto ,già in altri post, si attacca la lega ed il suo segretario su queste tematiche riportandone i contenuti e gli intenti in modo distorto e falso.

  4. #4
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Mentre la Lega chiacchera,la Catalonia spinge per l'indipendenza

    [QUOTE]Originally posted by Dragonball
    Last Updated: Monday, 24 March, 2003, 20:21 GMT

    Email this to a friend Printable version

    Catalan bid for 'sovereignty'


    si puo' anche commentare che mentre i i padanisti chiaccherano da sempre ( e spesso di cose amerikane ) i catalani votano massicciamente da sempre un partito MODERATO autonomista che cosi consolidato puo' adesso porre la questione ' secessione' da posizioni di forza politica e non da posizioni avventuristicamente velleitarie ..

  5. #5
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ma forniscono anche ministri ai governi ?

  6. #6
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Mi pare ci sia una differenza sostanziale.

    Certo è che il peso elettorale della Lega non gli consente di stare fuori dai giochi, ma come dice Bryger ciò porta allo sputtanamento dell'indipendentismo.

    Ma la cosa può essere letta anche in questo modo:

    Il padiotismo conduce allo sputtanamento dell'indipendentismo.


    Quale delle due sarà vera ?


    Io credo che l'errore più grande sia stato di abbandonare l'uomo nel momento cruciale.
    Si perdonano tante nefandezze ai partiti romani...

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Dec 2002
    Località
    piemonte
    Messaggi
    324
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Padano
    No, ma li appoggiano
    Ed è prpprio qui la differenza caro Padano: Ciu e PNV (partito nacional vasco, batasuna a Madrid non andava nemmeno perchè non la riconosceva) non si sono mai sognati di entrare in un governo a madrid occupandone i ministeri, perchè per un autonomista sero non ha senso, perchè per un catalano la politica si fa a Barcelona non a Madrid.
    Loro appoggiano con il ricatto di volta in volta o il governo di centrosinistra o quello di centrodestra (come adesso) in base a quanta nuova autonomia sono disposti a concedergli.
    I loro parlamentari non si occupano di legislazione Spagnola (se non il minimo necessario) come i nostri deficienti che si vantano di aver fatto questo o quella proposta di legge perchè ritengono folle mettersi a legiferare in chiave nazionale, la potesta legislativa per quanto riguarda la Catalunya o Euskadi va portata nei rispettivi Parlamenti.

    Il risultato è che attualmente loro sono arrivati ad un passo dall'indipendenza, noi abbiamo ancora i prefetti (a cui Maroni dava i soldi per la ricostruzione di Alessandria invece che ai sindaci).

    Comunque adesso basta critiche: DEVOLUTION SENZA SE NE MA

  8. #8
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by LosVonRom
    Mi pare ci sia una differenza sostanziale.

    Certo è che il peso elettorale della Lega non gli consente di stare fuori dai giochi, ma come dice Bryger ciò porta allo sputtanamento dell'indipendentismo.

    Ma la cosa può essere letta anche in questo modo:

    Il padiotismo conduce allo sputtanamento dell'indipendentismo.


    Quale delle due sarà vera ?


    Io credo che l'errore più grande sia stato di abbandonare l'uomo nel momento cruciale.
    Si perdonano tante nefandezze ai partiti romani...
    hai ragione ( come sempre ..) ..Ma nessuno regala niente a nessuno .. se i supposti padani vogliono non dico la secessione ma anche un po'di autonomia sara' bene che agiscano politicamente in coerenza a questi obbiettivi .. e anche alla svelta , prima cioe' che le masse afroislamiche da cui si fanno colonizzare li trascinino per sempre nel mediterraneo ..

  9. #9
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: x piemont

    Originally posted by Celtic Pride
    so che non c'entra con il post in questione,sul quale dico solo a dragon di andarsi a vedere quanti voti prendono i partiti indipendentisti in catalonia e nei paesi baschi, ma vorrei semplicemnte puntualizzare all'utente piemont, che la lega NON è contraria alla omosessualità, ma bensì all'affidamento di bambini alle coppie non-etero.
    inoltre la lega NON è contraria alla prostituzione ,se fatta con il consenso delle parti, bensì richiede la sua cancellazione da luoghi pubblici e la sua messa in regola FISCALE e SANITARIA tramite centri controllati come gli eros center.
    era una precisazione dovuta in quanto ,già in altri post, si attacca la lega ed il suo segretario su queste tematiche riportandone i contenuti e gli intenti in modo distorto e falso.
    fai bene ad essere didascalico ...ma lo sanno benissimo . Pero' certe forzature le ripetono spesso facendogli comodo perche' preferiscono inveire sulla lega
    E cosi fornendo agli antileghisti quello spettacolo che delizio' il popolino di firenze quando vide appesi per i piedi da palazzo vecchio i congiurati ' per la liberta' di firenze' che mentre dondolavano al vento legati come salami morivano lentamente mordendosi e maledandosi tra loro ...

    Questi velleitarii babbei nemmeno seppero lasciare un immagine di dignita' utile per il futuro di chi lasciavano ...altro che ' braveheart' ..

  10. #10
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Dec 2002
    Località
    piemonte
    Messaggi
    324
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Padano
    Caro piemont, evidentemente ti sfuggono alcuni passaggi
    1) loro sono decisamente più avanti di noi, perchè lottano da decenni
    2) il loro sistema costituzionale e diversissimo da quelòlo italiano
    3) vai a chiedere a un basco se sono arrivati ad un passo dall'indipendenza e vedrai cosa ti risponde. Se ti uccide sei già fortunato

    ALoora non parliamo per luighi comuni, stiamo percorrendo la medesima strada
    1) Catalani e baschi (tralascio gli altri) partivano dal 76 anno della morete del caudillo, la cui azione aveva talmente schiacciato le autonomie da renderne il loro recupero disperato, eppure quasi 20 anni dopo sono quasi arrivati alla dichiarazione di sovranità.
    Tanto per fare un esempio con pazienza hanno creato un corpo di polizia autonomo (Mossos in Catalunya, Ertzaintza in Euzkadi) cosa anche solo impensabile 20 anni fa, noi invitiamo a "baciare" gli sbirri terroni dai palchi di Pontida.Comunque adesso con la devolution si apre la strada (purtroppo siamo incapaci di proporre una proposta credibile per una polizia regionale, c'è un casino di confusione).
    2) Vero, ma l'occasione di dare una definitiva Costituzione federalista al paese l'abbiamo persa nel 94' quando Bossi per stupide ragioni di gelosia non ha mandato Miglio al ministero delle riforme Costituzionali (anche il Berlusca era d'accordo) che aveva appena finito di preparare la carta di Assago.Naturalmente quando il buon Gianfranco è morto l'Umbertone ha versato subito lacrime di coccodrillo.
    Anche qui comunque con la DEV stiamo un pò tamponando e infatti e per quello che bisogna sostenere ancora il Carroccio
    3) Dipende con che basco parli.
    Se parli con uno del PNV (voti dal 30 al 40%) ti dice che sono quasi arrivati all'obbiettivo: attualmente lo statuto di autonomia basca è già il più vasto d'Europa, ma il PNV continua per l'effettivo passaggio di altri 35 poteri vari ancora a Madrid nonostante gli accordi prevedano passino al Parlamento Basco.Dopo in pratica resteranno solo Difesa ed Esteri alla Spagna,ma il passo è quello di strappare anche quelli per poi consegnarli alla UE.

    Se invece parli con un invasato di Batasuna ti risponde come hai detto tu, ma questi idioti hanno ultimamente fatto più danni alla causa basca di Franco.
    Sono delle bestie hanno ucciso persino dei dirigenti del PNV e di altri autonomisti non filoETA, hanno reso Euskadi un inferno (migliaia di persone comuni, intellettuali antifranchisti, giornalisti,gente che poteva essere favorevole al processo di autonomia a furia di continue minacce è stata spinta ad appoggiare la causa della repressione di PP&PSOE).
    Questi bastardi attaccano la Ertzaintza la loro stessa polizia ammazzandoli,insultandoli, chiamandoli zipoya (servi degli occupanti) quando è la polizia basca guidata dal PNV a proteggerli dalle aggressioni della Civil (a Donostia ho visto di persona l'Ertzaintza prendersi a legnate con la Guardia Civil per proteggere una manifestazione di Batasuna e dei sindacati ELA-LAB contro le basi NATO).
    Adesso Batasuna è fuori legge il che è un atto grave da condannare (più che altro poi non serve a un cazzo hanno già cambiato nome) ma ancor più grave è che adesso Madrid ha le mani libere con la scusa dell'antiterrorismo.

    PS come ho già scritto altre volte sono iscritto e voto ancora LEGA, la critico quando ci distogliamo dagli obbiettivi

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Così Gianfranco spinge la Lega verso il sorpasso
    Di Florian nel forum Conservatorismo
    Risposte: 22
    Ultimo Messaggio: 07-01-10, 17:09
  2. La chiacchera....
    Di Nolan (POL) nel forum Destra Radicale
    Risposte: 43
    Ultimo Messaggio: 03-10-06, 15:48
  3. Mentre la lega chiacchera il Vlaams Belang fa sul serio!!!
    Di Il Patriota nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 8
    Ultimo Messaggio: 06-05-06, 00:48
  4. Mentre Oneto chiacchera Lorenzo Busi rischia l'arresto
    Di Jenainsubrica nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 14
    Ultimo Messaggio: 21-09-05, 09:37
  5. La Lega spinge l’Europa verso i dazi
    Di Der Wehrwolf nel forum Etnonazionalismo
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 10-03-05, 12:38

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226