Sfruttamento della prostituzione, nei guai il titolare e una rumena di 23 anni
Ancora un night club nel mirino dei carabinieri e della magistratura, ancora le notti proibite che si trasformano in notizie di reato, ancora ragazze giunte dall Est Europa per cercare una vita migliore e che invece si ritrovano - più o meno consenzienti - a lavorare ai confini non proprio definiti che dividono il ruolo di intrattenitrice di un locale notturno da quello di chi assicura prestazioni sessuali.
Questa volta ad operare sono stati i carabinieri del radiomobile della compagnia di Ronciglione insieme ai colleghi della stazione di Capranica. Il night club teatro del blitz, l’altra notte, è appunto a Capranica e ha un nome promettente "Kissing".
A provocare l’attenzione dei carabinieri su quanto avveniva all’interno del night erano state, nell’autunno scorso, alcune segnalazioni, anche da parte di alcune mogli seccate per come i mariti spendevano il loro tempo libero e anche parte degli stipendi. Al termine delle indagini, coordinate dal magistrato Laura Centofanti, sono state emessi sei ordini di custodia cautelare firmati dal giudice per le indagini preliminari. Sono stati arrestati M.M., 60 anni, titolare del locale e residente nel comune di Vetralla; una suo collaboratrice di origine rumena di 23; altre tre uomini di 24, 38 e 43 anni che lavorano nel locale. Per i cinque l’accusa è di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La giovane rumena, sempre secondo quanto ipotizzato dagli investigatori, aiutava il gestore del locale a ingaggiare le ragazze in Romania. Poi, veniva organizzato il trasporto in Italia. All’interno del locale, non c’erano solo spogliarelli, non solo lunghe conversazioni per convicere i clienti a consumare. Ma si arrivava anche - è sempre l’accusa a sostenerlo sarà poi il processo a verificarlo - a prestazioni sessuali, sia pure non a rapporti completi. Agli arresti è finita anche una sesta persona, una ragazza di venticinque anni, che è accusata di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Infatti, nel corso dell’operazione (ma non all’interno del locale) sono stati anche sequestrati cinquecento grammi di hashish. E scattata la segnalazione, sempre per la droga, anche per altri tre giovani. Si tratta dell’ennesimo blitz dei carabinieri nel mondo dei night club: l’operazione più vasta, l’anno scorso, guidata dalla magistratura di Perugia aveva toccato da vicino anche un night di Vitorchiano e portato a numerosi arresti. Infine, in un’altra operazione - in questo caso dei carabinieri di Tuscania - a Montalto sono state arrestate due donne rumene (in esecuzione di ordini di custodia cautelare) e denunciati altri sei immigrati clandestini