E' da un pò che me lo chiedo, è sempre stata una bella squadra dignitosa.....quest'anno alterna qualche vittoria con delle sconfitte com quella di oggi che lasciano allibiti...mah.....





Il Chievo butta l'Udinese giù dalla torre


La squadra di Del Neri vince grazie ai suoi "lunghi": i colpi di testa di Bjelanovic e Cossato mandano subito al tappeto i friulani. Poi Pellissier triplica. E i veneti tornano a fare sogni da Champions.





VERONA - Le torri di Del Neri, friulano doc, mandano al tappeto l'Udinese. Ã? del Chievo lo spareggio per la rincorsa al quarto posto. I gialloblù portano a casa la gara sfondando con i due lunghi, e mettendo sotto chiave il risultato già nel primo tempo grazie a due perfetti colpi di testa di Bjelanovic e Cossato. La sosta ha fatto bene alla squadra di Del Neri, che ritrova al momento giusto brillantezza e spinta sulle fasce, grazie anche a un ottimo Franceschini. L'Udinese invece non ripete la gara contro l'Inter, spreca qualche occasione di troppo e si lascia mettere sotto proprio nella gara che avrebbe dovuto rilanciarla verso le posizioni di vertice. Insomma, nello sprint per la Champion's il Chievo c'è eccome, mentre l'Udinese butta via una grande occasione per rientrare in gioco.

Quasi uno spareggio, ha detto Del Neri alla vigilia. E in effetti la lotta per il quarto posto, in questo finale di campionato, è sempre più avvincente, con Parma, Lazio, Chievo e Udinese a giocarsela fino in fondo. Nella gara contro l'Udinese Del Neri ritrova la sua difesa titolare, anche se D'Anna gioca con una vistosa protezione al viso. Per l'attacco, la scelta cade sulla coppia Cossato-Bjelanovic. Spalletti recupera Muzzi, in dubbio fino all'ultimo. Il Bentegodi è tagliato da un vento gelido, campo come sempre in pessime condizioni. Si gioca.

Chievo subito in avanti, con l'Udinese pronta a far partire Muzzi e Iaquinta. All'8' è proprio Muzzi a trovare il corridoio buono sulla destra e a servire sui piedi di Jorgensen un pallone d'oro: quello di Jorgensen però è un tiraccio che finisce altissimo. All'11' il Chievo passa in vantaggio: proprio mentre si accendono le luci del Bentegodi, Bjelanovic su cross dalla sinistra salta altissimo e trova il colpo di testa perfetto, con la palla nell'angolino alla destra di De Sanctis. Per qualche minuto l'Udinese sbanda vistosamente, ma il Chievo non trova il raddoppio. Al 25' una botta da fuori di Pinzi fa venire i brividi a Lupatelli. Al 32' ancora Lupatelli anticipa di un soffio Muzzi lanciato da Jankulovski. Si lotta su ogni pallone. Adesso è l'Udinese a spingere e a rischiare sulle ripartenze gialloblù. E infatti al 37' il Chievo raddoppia con un contropiede fulmineo: Lanna ruba palla, discesa sulla sinistra di Franceschini e palla telecomandata sulla testa di Cossato, che da due passi non può sbagliare. 2 a 0. Si va al riposo.

Ripresa. L'Udinese parte a testa bassa. E dopo 3 minuti un'uscita di Lupatelli su Iaquinta salva la porta gialloblù. Al 14' girata di Iaquinta, fuori di poco. Dopo aver sfondato con le due torri, Del Neri toglie Bjelanovic e manda in campo il velocissimo Pellissier, adatto a sfruttare gli spazi in contropiede. Proteste al 20' dell'Udinese, che chiede il rigore. La gara si chiude al 24': corner dalla destra di Lanna, Pellissier colpisce non proprio pulitissimo di testa, la palla sbatte per terra prima di finire alle spalle di De Sanctis, forse deviata da Cossato. 3 a 0. Resta il tempo per un formidabile tiro al volo di Corini che fiinisce sul palo dopo la deviazione di De Sanctis. Spettacolare. Partita finita, e ola sugli spalti del Bentegodi.

CHIEVO-UDINESE 3-0. RETI: 11' Bjelanovic (C), 37' Cossato (C), 24' st Pellissier (C). CHIEVOVERONA: Lupatelli 6; Moro 6,5, Legrottaglie 6,5, D'Anna 6, Lanna 6,5; Luciano 6 (37' st Nalis sv), Perrotta 6,5, Corini 7, Franceschini 7; Cossato 6,5 (35' st Marcos sv), Bjelanovic 6,5 (10' st Pellissier 6). All. Del Neri. UDINESE: De Sanctis 6; Kroldrup 5,5, Sensini 6, Sottil 5 (35' st Felipe sv); Jankulovski 6, Pinzi 6,5 (35' st Rossitto sv), Pizarro 6, Jorgensen 6,5, Manfredini 5,5 (19' st Pieri 6); Iaquinta 5,5, Muzzi 6. All. Spalletti. ARBITRO: Pieri di Genova (Farneti, Papi). AMMONITI: Manfredini (U), Pinzi (U).

(6 APRILE 2003, ORE 17:10)