User Tag List

Risultati da 1 a 8 di 8
  1. #1
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Velocità ed efficienza...

    IL CASO / Ogni «dotazione» di divisa da usciere della Regione costa quasi 2000 euro, in proporzione le spese di Palazzo dei Normanni «pesano» 8 volte di più del Senato
    Otto deputati in 6 minuti, così la Sicilia approva il bilancio


    L’usciere che per decenni rifiutò la divisa perché «allergico al blu», meno male, è ormai in pensione: buttare 1.984 euro per il suo abito da commesso sarebbe stato un delitto in più. Con quei soldi vai in via Montenapoleone da Mariano Rubinacci, forse il più celebre sarto del mondo, e ti fai un vestito su misura di vicuña. Eppure, non ci crederete, quei 4 milioni di lire sono proprio la cifra spesa per ogni dipendente in divisa dall’Assemblea Regionale Siciliana. È scritto nel nuovo bilancio, approvato umma umma , mentre tutti erano distratti dalla guerra, da un commando di consiglieri. E la richiesta del numero legale? Respinta: per presentarla avrebbero dovuto firmarla in cinque. Ma in aula erano in otto. Su novanta. Era la mattina del 26 marzo scorso. Tutti i tiggì e i giornali erano stracolmi delle cronache sul massacro di civili al mercato di Bagdad.
    «Minchia: il giorno perfetto!», si sono detti quei 7 deputati incursionisti delegati al colpo di mano. Erano le 8 e 58 minuti: la seduta più mattiniera dell’intera storia dell’Ars. Dove solitamente se la prendono comoda comoda dandosi appuntamento alle undici, a mezzogiorno o nel pomeriggio. Nella leggendaria Sala d’Ercole c’erano: il vicepresidente Salvo Fleres, un berlusconiano catanese che nel 2002 aveva cercato d’infilare all’ultimo istante due righine d’emendamento alla finanziaria che avrebbero fatto assumere 4.000 precari delle sue parti (blitz sventato dall’allarme di un esponente della stessa maggioranza), più i 5 consiglieri dell’ufficio di presidenza che avevano messo a punto il bilancio interno, più un parlamentare dell’Udc, più Roberto De Benedictis, un diessino messo lì a coprire in solitudine le vergogne d’una opposizione troppo spesso assente.
    Una battaglia solitaria e votata alla sconfitta. L’uomo dice che il documento in votazione non è mai stato visto da nessuno, che lui ne ha chiesto copia e gli hanno risposto che ce n’era una sola, che la seduta è una farsa e che è necessaria almeno la verifica del numero legale. Risposta di Fleres: «La verifica del numero legale deve essere richiesta da cinque deputati». «Ma se siamo in otto!». Richiesta respinta: «Non avendo alcun altro deputato chiesto di parlare, dichiaro chiusa la discussione generale e pongo in votazione...». Pronti, via, «chi è d’accordo resti seduto, chi è contro si alzi». Tutto approvato. «La seduta è sospesa».
    Record mondiale: sei-minuti-sei per decidere come spendere nel 2003 la bellezza di 138.547.000 euro, pari a 260 miliardi di vecchie lire. Un sacco di soldi. Basti dire che l’assemblea di Palazzo dei Normanni succhia lo 0,6 dell’intero bilancio regionale: otto volte di più di quanto pesa, su quello dello Stato, Palazzo Madama. Un paragone obbligato: non ci viene ripetuto da anni, ogni volta che deflagra uno scandalo sui privilegi dell’Ars, che questa assemblea siciliana non è un consiglio regionale come tutti gli altri tanto è vero che ha per statuto la dignità, gli stipendi e le prebende del Senato della Repubblica? Bene: facciamolo tutto, questo confronto tra le due istituzioni. Primo: il funzionamento di Palazzo Madama costa ad ogni italiano 7,9 euro l’anno, quello di Palazzo dei Normanni ne costa a ogni siciliano 28,4. Secondo: un senatore, con tutto il contorno di uffici e segretari e commessi e servizi vari, costa a ogni italiano 2 centesimi e mezzo, un deputato regionale a ogni siciliano 31. Terzo: dal 25 luglio 2001, giorno in cui si insediò, il parlamento isolano presieduto dal finiano Guido Lo Porto si è riunito 135 volte (una ogni 5 giorni) contro le 362 sedute (una ogni due, scarsi) dell’Aula guidata da Marcello Pera. Il che, fatto salvo il lavoro delle Commissioni che tuttavia è maggiore a Roma che a Palermo, porta alla conclusione che un senatore costa 1.250 euro a seduta, un deputato dell’Ars 3.140. Non il triplo, ma quasi.
    Gli squilibri più clamorosi, che sarebbero esilaranti se le difficoltà di cassa della Regione non avessero già fatto saltare gli stipendi ai deputati dello scorso novembre e non avessero portato pochi giorni fa al blocco di tutte le novanta carte di credito date ai parlamentari e ormai senza copertura, sono però alle voci «minori». Come quella citata all’inizio: il «vestiario di servizio» costa 929 euro per ogni dipendente in divisa (commessi, cuochi, camerieri...) a Palazzo Madama e più del doppio, quei 1.984 euro di cui si diceva, a Palazzo dei Normanni. Una sproporzione ribadita alla voce «noleggio autoveicoli»: 293.229 euro spende il Senato, 210.000 l’Ars. Certo: a Roma spendono altri 121 mila euro per l’«autoparco», e sono soldi da sommare al conto del leasing. Ma se si tratta soprattutto, come è presumibile, di «auto blu» per presidenti, vicepresidenti, capigruppo, capi-Commissione e così via, la differenza è comunque abissale: 1.290 euro di spesa per ogni senatore, 2.333 per ogni deputato siciliano.
    Per non parlare delle bollette telefoniche. Ammesso e non concesso che tutti i 970 dipendenti del Senato e tutti i 296 dell’Ars abbiano il diritto a usare liberamente il telefono alla pari coi senatori e i deputati, ogni inquilino di Palazzo Madama spende 1.800 euro l’anno, ogni inquilino di Palazzo dei Normanni 3.886. Oltre sette milioni e mezzo di vecchie lire. Addio, antico mito del siciliano silente...

    Gian Antonio Stella


    Politica

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Angry

    Da notare che i vari nazziunalisti itaglioni su queste "cosette da niente" stanno muti e fanno finta di nulla...
    Temo che la Padania prima o poi si ridurrà cosi' e già alcuni segnali ci sono già.
    E' questo che gli itaglioni intendono per unità d'Itaglia: portare il Nord a livello del Sud livellando verso il basso.

  3. #3
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Dragonball
    Da notare che i vari nazziunalisti itaglioni su queste "cosette da niente" stanno muti e fanno finta di nulla...
    Temo che la Padania prima o poi si ridurrà cosi' e già alcuni segnali ci sono già.
    E' questo che gli itaglioni intendono per unità d'Itaglia: portare il Nord a livello del Sud livellando verso il basso.
    1) la padania non si ridurra mai cosi' perche' nella economia italiana deve produrre piu' di quanto consumi ...
    2) stella prende di mira l'ARS per fare una polemica antautonomista non antisiciliana e tantomeno filopadana ... la cosa si puo dedurre da tanti dettagli ... quali :

    d’emendamento alla finanziaria che avrebbero fatto assumere 4.000 precari delle sue parti (blitz sventato dall’allarme di un esponente della stessa maggioranza),

    chissa di quale partito e di quale regione era l' esponente cosi' pudicamente citato ...


    oppure....

    : il funzionamento di Palazzo Madama costa ad ogni italiano 7,9 euro l’anno, quello di Palazzo dei Normanni ne costa a ogni siciliano 28,4.


    laddove ai siciliani non costa ... perche' il grosso sono soldi che vengono di padania via roma ... ad essere spesi in sicilia .


    coclusione : occhio a stella perche' e' un killer dell' antipadanismo e del centralismo ....

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by larth
    1) la padania non si ridurra mai cosi' perche' nella economia italiana deve produrre piu' di quanto consumi ...
    2) stella prende di mira l'ARS per fare una polemica antautonomista non antisiciliana e tantomeno filopadana ... la cosa si puo dedurre da tanti dettagli ... quali :

    d’emendamento alla finanziaria che avrebbero fatto assumere 4.000 precari delle sue parti (blitz sventato dall’allarme di un esponente della stessa maggioranza),

    chissa di quale partito e di quale regione era l' esponente cosi' pudicamente citato ...


    oppure....

    : il funzionamento di Palazzo Madama costa ad ogni italiano 7,9 euro l’anno, quello di Palazzo dei Normanni ne costa a ogni siciliano 28,4.


    laddove ai siciliani non costa ... perche' il grosso sono soldi che vengono di padania via roma ... ad essere spesi in sicilia .


    coclusione : occhio a stella perche' e' un killer dell' antipadanismo e del centralismo ....
    stessa razza del blondaro insomma? poveri giuornalisti servi...d'altronde "tengono famiglia", giusto larth?

  5. #5
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Nanths
    stessa razza del blondaro insomma? poveri giuornalisti servi...d'altronde "tengono famiglia", giusto larth?
    intervento molto in-topic ...
    ...la lingua ti batte sempre dove il dente ti duole? ...

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    04 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by larth
    intervento molto in-topic ...
    ...la lingua ti batte sempre dove il dente ti duole? ...
    Giusto per rimettere inriga i "saggi" dell'ultimo minuto ricordando loro le passate infelici sponsorizzazioni. Tutto qui, senza lingue o "battone" del caso

  7. #7
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'articolo di Stella è chiaramente antiautonomista.
    Guardate che le idee che circolano nella testolina di chi è contro l'autonomia delle regioni padane non sono dissimili nella sostanza da quanto descritto dallo stellone nel suo articoletto.

    Tutti dicono che l'autonomia fa aumentare le spese e le tasse e rende più confuse le competenze.

    La cosa bella è che il federalismo dovrebbe come sempre accade nelle realtà federali aumentare di molto la responsabilità delle amministrazioni locali e quindi la loro oculatezza di bilancio.

    Ma chi glielo spiega che la regione autonoma non ha nulla a che vedere con il federalismo.

    Perchè non lo spiega lo stellone

  8. #8
    Registered User
    Data Registrazione
    13 Dec 2002
    Località
    piemonte
    Messaggi
    324
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by LosVonRom
    L'articolo di Stella è chiaramente antiautonomista.
    Guardate che le idee che circolano nella testolina di chi è contro l'autonomia delle regioni padane non sono dissimili nella sostanza da quanto descritto dallo stellone nel suo articoletto.

    Tutti dicono che l'autonomia fa aumentare le spese e le tasse e rende più confuse le competenze.

    La cosa bella è che il federalismo dovrebbe come sempre accade nelle realtà federali aumentare di molto la responsabilità delle amministrazioni locali e quindi la loro oculatezza di bilancio.

    Ma chi glielo spiega che la regione autonoma non ha nulla a che vedere con il federalismo.

    Perchè non lo spiega lo stellone
    Bravo Stella da anni cita i giganteschi sperperi che avvengono nella regione autonoma Siciliana, ma lo fa in chiave antiautonomiasta.
    Mai che citi le regioni autonome del Nord che sono esempio di ottima amministrazione (oddio il clientelismo e gli sprechi ci sono anche lì nessuno è perfetto).
    La verità è che se lo facesse dimostrerebbe ancora di più la assoluta assenza di senso civico tipico della mentalità meridionale, che approfitta dell'autonomia non per svilupparsi meglio, ma per sgovernarsi ancora peggio.

 

 

Discussioni Simili

  1. Efficienza inattesa
    Di Fenris nel forum Fondoscala
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 13-02-10, 21:20
  2. Efficienza orientale
    Di Serendipity nel forum Fondoscala
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 10-10-08, 15:09
  3. efficienza italica...
    Di Perdu nel forum Fondoscala
    Risposte: 57
    Ultimo Messaggio: 08-07-08, 18:17
  4. Efficienza e cooperazione
    Di CetoMedio nel forum Destra Radicale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10-09-07, 19:42
  5. VELOCITA' VELOCITA' - 86 punti in ONE GOOO! S.H.
    Di lorenzo V nel forum Destra Radicale
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 10-12-06, 04:23

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226