User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    VELENO
    Ospite

    Unhappy Fiorentina, il marchio all'asta. A rischio le maglie viola

    I tifosi fiorentini senza pace, il "marchio" e persino la maglia viola può lasciare Firenze. Il 15 maggio si apriranno le buste: offerta minima 2,5 milioni di euro. Ma Della Valle si chiama fuori.



    FIRENZE -
    Dei 75 anni di storia della Fiorentina non resta ormai altro che il nome, lo stemma ("un giglio rosso in campo bianco e scritta ACF in campo viola") e qualche trofeo che fa bella posta in una bacheca anonima. Un "marchio" che da oggi è ufficialmente all'asta, che resta nel cuore dei tifosi, ma che probabilmente sfuggirà - ennesima beffa - alla nuova Fiorentina, quella Florentia Viola che sotto la guida di Diego Della Valle sta tentando la difficile risalita dall'estrema periferia (dalle paludi della C2) al calcio che conta. Così la squadra di Firenze potrebbe non chiamarsi mai più Fiorentina. E ironia della sorte anche un altro simbolo della storia della Fiorentina, la tradizionale maglia viola, potrebbe non essere più il vessillo dei tifosi. Perché? Prima di tutto per il costo altissimo del simbolo della vecchia squadra: 2,5 milioni di euro come base d'asta, come deciso dal curatore fallimentare della società affossata da Vittorio Cecchi Gori, Andrea Spignoli.
    L'asta, infatti, come pubblicato attraverso un avviso venerdì 18 aprile su un quotidiano nazionale, "con lotto unico, per l' acquisto del noto marchio figurativo dell'Ac Fiorentina - stemma con giglio rosso in campo bianco e scritta ACF in campo viola entro cornici dorate, protetto da brevetto" si terrà il 15 maggio prossimo, alle ore 12, innanzi al giudice delegato Raffaele D' Amore, nel suo ufficio del Tribunale di Firenze. La base di partenza per le offerte sarà appunto di 2,5 milioni di euro. Se ci saranno più offerte adeguate si procederà con rilanci minimi di 50.000 euro. Una spesa alla quale Dalla Valle non vuole far fronte. E che invece molti soggetti "non graditi" dai tifosi sono disposti a sostenere. E al marchio verrebbe associata la maglia viola: "elemento caratterizzante" della vecchia Fiorentina. "La maglia è un elemento che fa parte del patrimonio della vecchia società, non può essere il simbolo della nuova Florentia", avvertono i legali.


    Ma Firenze si mobilita

    La città toscana ha fatto buon viso a cattivo gioco, la scorsa estate, e ha accettato suo malgrado il fallimento della Fiorentina, croce e delizia dei tifosi toscani. Ha anche accettato che il nome bizzarro di Florentia Viola sostituisse per una stagione il glorioso nome Fiorentina. Ma certo ora non vorrebbe rinunciarvi in eterno, come non vuole rinunciare al colore viola delle maglie (per ora sostituito da un "neutrale" bianco) e lasciare il marchio nelle mani di chissà chi, stuzzicato dall'idea di fare soldi attraverso la cessione, a peso d'oro, del marchio a terzi oppure con il merchandising. La Fiorentina era comunque una delle società più note al mondo, due anni prima di fallire era arrivata alle soglie dei quarti di finale della Chiampions League e tuttora vanta un pubblico eccezionale: le presenze medie al Franchi solo di cento unità inferiori a quelle di Reggina e Bologna. Firenze, del resto, è da sempre meta di frotte di turisti che tornano a casa con vagonate di gadget. In una parola, il marchio può valere milioni di euro di fatturato anche senza squadra in Serie A. "Per stabilire il valore del marchio abbiamo esaminato i contratti pubblicitari, di sponsorizzazione, il volume di merchandising dell'Ac Fiorentina.Così si è determinata la valutazione", ha dichiarato il curatore fallimentare. "Non abbiamo inserito i trofei della Fiorentina nell'asta del 15 maggio perché riteniamo opportuno vendere il marchio per evitare tentativi di contraffazione già in atto", ha aggiunto Spignoli.

    "Speculatori, sciacalli" grida il popolo viola, che si è autoconvocato in piazza, proprio il 15 maggio, davanti al tribunale, per protestare contro la messa all'asta di un simbolo della città. "Il marchio, i trofei e la storia Viola devono andare alla Fiorentina di Diego Della Valle", urlano i tifosi dalle pagine di Fiorentina.it, il sito Web di riferimento del tifo gigliato.

    Ma gli avvocati lasciano poche speranze: "La cessione all'asta del marchio è perfettamente legittima, fa parte del patrimonio di una società per cui è stata chiesta la procedura fallimentare. E' chiaro che il curatore fallimentare cerchi di ottenere il massimo profitto della vendita dei beni che ha a disposizione, tra le quali c'è anche il marchio. Ed è verosimile che insieme al marchio ufficiale - spiega l'avvocato Stefania Bergia, collaboratore di uno studio legale milanese che si occupa di marchi - vengano trasferiti al cessionario anche gli altri elementi distintivi della vecchia squadra, come il giglio rosso, il colore viola delle maglie".
    "Non sarà possibile, se l'attuale Florentia Viola non riuscirà in sede di asta ad accaparrarsi il marchio - dice il legale - denominare l'attuale società con un nome legato al passato, come Fiorentina 1926 oppure Football Club Fiorentina. La legge sui marchi tutela infatti il titolare del marchio contro tutti gli usi non autorizzati da parte di terzi che possano creare confusione presso il pubblico o determinare uno sfruttamento parassitario della notorietà di un marchio celebre qual è senz'altro il nome Fiorentina. La Florentia ha coniato per sé un nuovo marchio e quindi non può accampare diritti su un marchio di una società che sta affrontando un fallimento, salvo appunto che riesca ad aggiudicarselo all'asta fallimentare".


    "Il Comune compri il marchio"

    Che la questione del marchio agiti Firenze e i fiorentini lo testimoniano anche le idee che animano il popolo viola: "Che il Comune partecipi all'asta, acquisisca il marchio e i trofei, istituisca una Fondazione, apra una pubblica raccolta di fondi tra i tifosi per coprire le spese. Infine affitti il marchio a Della Valle, i denari dell'affitto serviranno alla gestione del Museo della Fiorentina". È una delle proposte dei capi-tifosi. Ma quella sul marchio è una battaglia finita anche in Parlamento, con la proposta di legge presentata da Valdo Spini: i simboli di una città, i colori, la storia non debbono essere mercificati, sosteneva la proposte di legge, ma debbono appartenere alla città stessa ed alla cittadinanza.

    Giovanni Galli, uomo della nuova società di Della Valle, lascia aperta la questione, ma non offre garanzie: "Il marchio? I soldi servono per andare a sistemare le situazioni di persone che hanno svolto il loro lavoro in passato con la vecchia società... E' una situazione ingarbugliata, pericolosa da affrontare, credo che Firenze debba riavere la "Fiorentina" e la squadra che ama e ci auguriamo di riavere il nome e i colori sociali, ma purtroppo ci sono molti problemi". E il popolo fiorentino, intanto, aspetta l'ennesimo verdetto per sapere quanto a lungo potrà gridare: "forza viola".

    ---------------------------------------------------------------


    Tutta la mia solidarietà ai tifosi viola, con la speranza che tutto si risolva per il meglio.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    We Are The Firm
    Data Registrazione
    12 Mar 2002
    Località
    Poggibonsi - Granducato di Toscana
    Messaggi
    9,355
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Nè Della Valle nè gli "sciacalli" sanno quello che rischiano.
    Firenze è una città che vive per la Fiorentina, i tifosi hanno accettato l'umiliazione di chiamarsi per un anno Florentia Viola per scrollarsi di dosso il cotonato e perchè speravano di poter risalire in brevissimo tempo la china, tornandosi a chiamare FIORENTINA.

    Della Valle deve capire che questo campionato di C2 non l'ha vinto nè lui, nè la squadra, ma lo straordinario pubblico fiorentino.

    ONORE ALLA FIESOLE.
    ULTRAS MODUS VIVENDI

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    10 Mar 2002
    Messaggi
    1,685
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Della Valle DEVE fare la sua offerta e DEVE riprendersi il marchio.

    Spendera' per questo meno per la campagna acquisti del prossimo anno?

    Chi se ne frega!!!!!!! L'anno prossimo in C1 (.......a meno di altre genialate di Ivan come sabato scorso ormai e' fatta) e' d'obbligo la maglia viola e il nome Fiorentina

    Altrimenti temo che l'idillio che c'e' stato quest'anno nonostante la tripla retrocessione in C2 possa cominciare a rompersi.......

    In 18mila hanno fatto l'abbonamento anche in C2, credo sia il minimo che si restituisca a una citta' quello le e' stato tolto

 

 

Discussioni Simili

  1. Le nuove maglie viola
    Di Mauam nel forum ACF Fiorentina e squadre toscane
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 15-08-08, 18:33
  2. Centenario - Le maglie
    Di Bèrghem nel forum FC Inter
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 08-03-08, 01:56
  3. Maglie Genoa
    Di albertsturm nel forum Genoa FC
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 22-10-07, 19:56
  4. Inter-Fiorentina: oltre 4000 "viola" al Meazza
    Di Daniele (POL) nel forum Termometro sportivo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 19-03-05, 14:52
  5. Maglie di FN
    Di CamiciaNera²°°³ nel forum Destra Radicale
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 13-02-05, 19:17

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226