User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Apr 2002
    Località
    Radicofani (SI)
    Messaggi
    2,555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Exclamation Nuovo brillante risultato della gestione bananiera: Inflazione di nuovo al 2,8%!

    pare che.... per vedere la botte piena e la moglie ubriaca dovremo ancora armarci (sic!) di buona pazienza.

    In compenso continueremo a goderci gli asini che volano.



    W LA REPUBBLICA DELLE BANANE (Argentina aspettaci...)







    Le rilevazioni delle città campione segnalano
    un aumento dello 0,3% rispetto a marzo
    Vita più cara ad aprilel'inflazione sale al 2,8%

    ROMA - L'inflazione si riaccende. I dati di aprile rilevati nelle città campione segnalano una crescita al 2,8%, con un aumento congiunturale dello 0,3%. A marzo, i prezzi al consumo avevano registrato un incremento mensile dello 0,3% e tendenziale del 2,7%. Il risultato definitivo, comunque, si avrà solo il 16 maggio, con il dato ufficiale dell'Istat, che il 30 aprile diffonderà invece la stima provvisoria. Se il dato sarà confermato, l'inflazione tornerà ai livelli di inizio d'anno.

    Il risultato delle città campione, reso noto oggi, appare in linea con le previsioni degli analisti, che per aprile avevano stimato un'impennata dei prezzi sui massimi dell'anno, compresa fra il 2,7% i il 2,8%. Ma molti indicano che il dato finale potrebbe far registrare un aumento fino al 2,9%. Tra le dodici città campione, in ben nove si è registrato un aumento dello 0,4%: Napoli, Firenze, Palermo, Bari, Venezia, Genova, Torino, Perugia e Trieste. L'incremento più basso (+0,2%) si è invece avuto a Milano, mentre Bologna e Ancona segnalano un +0,3%.

    Fra i principali responsabili dell'aumento dei prezzi al consumo, ci sono i rincari delle sigarette. Alcol e tabacchi registrano infatti aumenti mensili superiori al 5%, con una punta del 6,1% a Palermo, mentre le altre voci, nel complesso, non mostrano incrementi particolari.

    In alcune città i rialzi sono consistenti per quel che riguarda le bollette, dall'acqua agli altri servizi: in testa Firenze, con un + 1,4%, seguita da Palermo (+ 1,1%) e Genova (+ 0,5%). Contribuiscono al carovita anche hotel e ristoranti: è il caso di Palermo, con un aumento del'1%, o di Trieste, con un + 1,1%. E se da una parte continuano a diminuire i prezzi delle comunicazioni, dall'altra amentano quelli dei prodotti alimentari, con lo 0,7 in più a Trieste, e rialzi di mezzo punto percentuale a Firenze e a Genova.

    (23 aprile 2003)

    http://www.repubblica.it/online/econ...lazaprile.html



    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Registered User
    Data Registrazione
    21 May 2002
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    non sapete neanche di cosa state parlando.....

    veniamo da 20 anni di inflazione a 2 cifre (ossia superiore al 10%) e vi fate le seghe mentali per un 0,1% in più....

    tra l'altro.... sapete che, a parità degli altri dati, una maggiore inflazione fa diminuire il rapporto debito/PIL?

    Saluti, GP

  3. #3
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Apr 2002
    Località
    Radicofani (SI)
    Messaggi
    2,555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In Origine Postato da Montalbano
    Ma come dice Al Sahaf Marzano: non c'è problema!!!

    no, nessun problema....

    salvo che anche il misero 0,6% di crescita "farfugliato" nei giorni scorsi in sede di revisione delle stime per il 2003, con gli attuali chiari di luna se n'è già andato ad anime perse.

    Ma vuoi mettere la goduria di vedere gionalmente all'opera, al governo, il gruppo TNT?.... .

    saluti

    g.d.t.

  4. #4
    Registered User
    Data Registrazione
    21 May 2002
    Messaggi
    2,191
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    tu ridi perchè la congiuntura in tutta europa è debole? ridi perchè i disoccupati in Germania sono diventati 4 milioni e mezzo? ridi perchè le borse hanno bruciato centinaia di milioni di euro?

    si vede che il tuo posto non è a rischio... altrimenti non rideresti...
    Sai che siamo l'unico paese in Europa che ha creato posti di lavoro nel 2002?

  5. #5
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    10 Jul 2002
    Messaggi
    10,197
    Mentioned
    4 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito


  6. #6
    Registered User
    Data Registrazione
    07 Apr 2002
    Località
    Radicofani (SI)
    Messaggi
    2,555
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    si caro...
    rido perchè pur essendoci tutti i segnali di una crisi congiunturale pienamente avvertibile già dal secondo semestre 2000, una squinternata banda di piccoli lestofanti ha riempito l'italia di osanna al miracolo economico prossimo venturo... al calduccio nelle proprie tasche
    e non solo ha riempito l'italia.... ma anche le teste di 15 milioni di illusi che gli hanno consentito di assumere il governo...
    illusi che aspettano davvero di vederlo "il miracolo"....
    Illusi appunto...
    Illusi cui mai nessuno si è peritato di fornire qualche minimo rudimento circa le più elementari dinamiche economiche (e relative inerzie)...
    convinti perciò che il saldo positivo dell'occupazione che tu vanti sia il prodotto dei funambolismi della suddetta banda di lestofanti (sempre lestofanti si... ma "mondati" nell'ordalia delle urne ecchediamine vero gp?!)
    E le borse che bruciano i risparmi del parcobuoi?? sei davvero convinto che valga la pena di risponderti?
    Su una sola cosa hai ragione... il mio "posto", inteso come avvenire non è a rischio.... e non è in alcun modo influenzabile da qualsivoglia summa di mascalzonate il suddetto gruppo di lestofanti collezioni in un futuro prossimo o meno.
    Perchè me la prendo con i lestofanti allora? perchè vedi... sono del tutto convinto che quando chi va al potere lo utilizza per farsi spudoratamente gli affari propri (e anche di tipo giudiziario) e non per portare avanti gli interessi della collettivita', la deriva antidemocratica e personalistica è servita. Una deriva che, dallo spirito libero che sono e sono sempre stato, non esiste appiglio ideologico o anche solo vile compenso tale da potermela rendere tollerabile.

  7. #7
    brescianofobo
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Bergamo, Italy
    Messaggi
    116,983
    Mentioned
    181 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    In Origine Postato da GionataPacor
    tu ridi perchè la congiuntura in tutta europa è debole? ridi perchè i disoccupati in Germania sono diventati 4 milioni e mezzo? ridi perchè le borse hanno bruciato centinaia di milioni di euro?

    Ammazza quanta sfiga ha portato Berlusconi.





    Siamo a un bivio: dobbiamo scegliere tra declino e sviluppo

    Che fare di fronte a questa realtà? Siamo di fronte a un bivio: dobbiamo scegliere tra il declino a cui ci portano, ci hanno portati e ci porteranno le sinistre, e lo sviluppo. Per riprendere la via dello sviluppo e dell’occupazione non c’è che un modo, il nostro, la nostra ricetta del benessere e dello sviluppo. È dal 1994 che noi ci insistiamo, e l’abbiamo trasformata nei nostri sette mesi di governo in azione concreta. La nostra ricetta è: meno tasse sulle imprese e sul lavoro, meno rigidità nei rapporti di lavoro, meno spesa pubblica corrente, più spesa pubblica in conto capitale nelle infrastrutture, producono più competitività delle nostre imprese e dei nostri prodotti, più sviluppo, più crescita economica, più posti di lavoro, e quindi maggiori introiti nelle casse dell’erario, nuova ricchezza da destinare sia alla realizzazione di infrastrutture che al pagamento del debito pregresso che ci siamo trovati sulle spalle – perché questa sinistra è stata partecipe di quel miracolo all’incontrario che ha visto moltiplicare per otto volte, dal 1980 al 1993, il nostro debito pubblico. Quindi una ricchezza nuova da destinare anche all’aiuto vero di chi ha davvero bisogno. Credo che soltanto ritornando al nostro progetto si possa sfuggire al declino e riprendere la via dello sviluppo.


  8. #8
    brescianofobo
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Bergamo, Italy
    Messaggi
    116,983
    Mentioned
    181 Post(s)
    Tagged
    4 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    La situazione dell’Italia

    Ma se è preoccupante la situazione dell’Europa, ancor più preoccupante è quella dell’Italia. Se è vero che l’Europa ha uno sviluppo che è la metà rispetto a quello degli Stati Uniti, l’Italia ha uno sviluppo che è la metà rispetto a quello degli altri Stati europei. Questa situazione si protrae da quattro anni. Ci troviamo dentro questa situazione in condizioni che sono diverse dal passato: la politica di bilancio del nostro Paese non è più una politica che possiamo decidere da soli, in Italia. È una politica che viene e che verrà decisa a Francoforte. Ci troviamo di fronte al vincolo di non potere agire sui cambi, non possiamo più svalutare la nostra moneta come abbiamo fatto più volte per mantenere la convenienza degli altri Paesi ad acquistare i nostri prodotti. Solo ieri abbiamo dovuto esporci a una pessima figura nei confronti dei nostri partner europei, abbiamo dovuto chiedere l’elemosina di una deroga agli impegni che ci eravamo assunti da pochi mesi, quelli del patto di stabilità.

    Ci troviamo quindi in condizioni che ci preoccupano grandemente, sono condizioni che conosciamo, ma forse vale la pena di ricordarle qui insieme. Vi ricordo che soltanto con una crescita forte del prodotto interno crescono i posti di lavoro. Se la crescita è oltre il 2 per cento crescono anche i posti di lavoro, mentre se la crescita è sotto il 2 per cento i posti di lavoro si distruggono. Nel ’98 il governo della sinistra aveva previsto un incremento del nostro reddito del 2,5 per cento. Sapete bene che in realtà l’incremento è stato di poco superiore all’1 per cento. Per quest’anno il governo ha già modificato la sua previsione, dicendo che cresceremo solamente dell’1,2 o dell’1,3 per cento. Ma tutte le associazioni di categoria, con i loro centri studi, hanno indicato in uno 0,7 o in uno 0,8 per cento l’incremento vero che potremo attenderci. D’altronde ci sono degli allarmi precisi. I fatturati dell’industria sono in calo del 6 per cento, e gli ordini all’industria, che sono il fatturato del futuro, sono in calo del 10 per cento. La disoccupazione è al suo massimo storico: ci sono tre milioni di italiani che non hanno lavoro, e questo è il risultato di quel milione e centomila posti di lavoro che sono stati distrutti negli anni Novanta dai governi della sinistra.

    Nel 1998 il nostro sistema economico non è stato capace di attrarre investimenti dall’estero. Sono soltanto cinquemila i miliardi che il mondo del lavoro straniero ha ritenuto di investire nel nostro Paese. Sono stati invece trentamila i miliardi che i cittadini imprenditori italiani hanno ritenuto di dover esportare, di investire all’estero.

    Tutto questo si spiega perché in Italia mancano le condizioni per la competitività delle nostre imprese, dei nostri prodotti. La ragione è che in Italia manca la libertà economica, la concreta libertà economica, che è un diritto civile e spirituale esattamente come la libertà religiosa, come la libertà politica, che è altrettanto importante. [applausi]

    Recenti studi internazionali ci pongono al quarantatreesimo posto nella graduatoria della competitività, dopo Paesi come il Perù, l’Egitto, il Vietnam, la Turchia. Nella graduatoria della libertà economica siamo al cinquantacinquesimo posto a pari merito con la Lituania, con la Colombia e con l’Ecuador!

    Questa mattina all’assemblea della Confindustria ho ascoltato con stupore i discorsi del Presidente del Consiglio e del ministro dell’Industria. Il governo dà la colpa di tutto questo alla crisi asiatica. Sapete bene che questo non può essere vero, visto che gli Stati Uniti, che hanno rapporti molto più intensi e più vivaci dell’Europa e di noi con l’Estremo Oriente, hanno continuato a progredire e a crescere, e non hanno subìto alcun rallentamento del loro sviluppo. Il nostro ineffabile governo dà la colpa alla guerra nella ex Jugoslavia, ma sappiamo che la guerra esiste e tragicamente c’è solo da due mesi. Infine dà la colpa agli imprenditori, che accusa di scarso coraggio nell’agire e nell’investire.

  9. #9
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Infine dà la colpa agli imprenditori, che accusa di scarso coraggio nell’agire e nell’investire.

    Da incorniciare... il babbeo ha detto la stessa cosa pochi giorni fa.

    E' un imbecille.

  10. #10
    T34
    T34 è offline
    Forumista esperto
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    A, A
    Messaggi
    25,263
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    1

    Predefinito

    In Origine Postato da yurj
    Infine dà la colpa agli imprenditori, che accusa di scarso coraggio nell’agire e nell’investire.

    Da incorniciare... il babbeo ha detto la stessa cosa pochi giorni fa.

    E' un imbecille.
    Sarà pure un'imbecille...ma che dire di quelli che si sono fatti abbindolare?

    Come disse Petrolini ad uno che fischiava dal loggione:
    Io non ce l'ho con te...ma con chi non ti butta giù!

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 15
    Ultimo Messaggio: 01-10-07, 00:23
  2. Il "brillante" risultato della Conferenza di Roma....
    Di pietro nel forum Comunismo e Comunità
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-07-06, 14:13
  3. Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 18-11-05, 14:48
  4. Clamoroso Risultato Elettorale Del Nuovo Psi
    Di francoabbano nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 03-07-05, 01:36
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 15-02-03, 04:56

Tag per Questa Discussione

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226