User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 17
  1. #1
    Registered User
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    2,848
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito ****

    La Moratti ce l'ha fatta. Oggi si vota la distruzione della ricerca di base in Italia.
    Ieri Bianco, presidente del CNR e, come scienziato, l'ultimo baluardo in difesa della cultura della ricerca di base, ha dato le sue dimissioni dichiarandosi sconfitto.

    Signori si chiude, da ora in poi in Italia si studieranno solo cose che possono portare ad un immediato e riscontrabile profitto.
    Sono bastati due anni di questo governo per ridurre a zero, e da domani per cancellare, la ricerca di base in Italia. Già nell'autunno 2001 quasi 2000 scienziati italiani avevano denunciato il rischio che l'incompetenza della Moratti avrebbe potuto distruggere secoli di tradizione, e la chiusura tentata della Stazione Biologica Dohrn a Napoli, pezzo di storia mondiale della scienza suonava come tetro campanello d'allarme... Allora furono sufficienti la rivolta di oltre 30000 scienziati di tutto il mondo che assicurarono il loro supporto ai colleghi napoletani (supporto anche economico) per salvarci dalla vergogna... Oggi neppure loro potranno più fare nulla.
    La patria di Leonardo, di Galileo, di Galvani e di Meucci, di Fermi e di Spallanzani dice che questi signori, tanto simpatici, erano solo dei perditempo.

    Ma la Moratti (e quelli che rappresenta) non potrebbero occuparsi del Bingo?

    ( ***** gli insulti non sono ammessi soprattutto quelli sciocchi ****** nota del moderatore )

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    XT
    XT è offline
    decerebrato consapevole
    Data Registrazione
    08 Mar 2002
    Località
    Roma (vicino a)
    Messaggi
    2,708
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Investire nella ricerca non ha ritorno di immagine, per il governo.
    Non si guadagna nulla.

    E allora perche' investire?

    E' una vergogna
    "Preoccuparsi e' inutile. Infatti se esiste una soluzione al problema non ha senso preoccuparsi. E se la soluzione non esiste allora perche' preoccuparsi?" - Ignoto.

  3. #3
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Meglio competere licenziando nelle piccole aziende (o in quelle grandi, fatte a fettine da sembrare tante piccole, vero Benetton?)

  4. #4
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Contro Opinioni

    dal quotidiano IL GIORNALE

    " il Giornale del 14/05/2003


    --------------------------------------------------------------------------------

    Cnr, Bianco lascia ma non ferma la riforma
    Il presidente si dimette dopo mesi di contrasti con il ministro Moratti. Gli succederà De Maio
    Francesca Angeli
    --------------------------------------------------------------------------------

    Dimissioni irrevocabili. Getta la spugna il presidente del Consiglio nazionale delle ricerche, Lucio Bianco. Un gesto più che altro simbolico perché dopodomani il consiglio dei ministri licenzierà i decreti di attuazione della riforma degli Enti di ricerca, che comprendono anche quello sul riordino del Cnr, con la nomina alla guida dell'Ente del professor Adriano De Maio, rettore della Luiss.
    È giunto al suo epilogo dunque il lungo e tormentato braccio di ferro tra Bianco e il ministro della Istruzione dell'Università e della Ricerca Scientifica (Miur), Letizia Moratti. Una prova di forza che ha avuto inizio il 31 gennaio scorso, quando la Moratti decise di commissariare il Cnr, esautorando Bianco e nominando come commissario lo stesso De Maio nell'ambito di un ampio progetto di riforma di tutti gli Enti di ricerca, che dopodomani verrà definitivamente alla luce.
    La decisione della Moratti provocò la levata di scudi del centrosinistra per questioni di merito e di metodo. Ma dal mondo scientifico si levarono le voci di molti illustri scienziati a favore della Moratti e della sua volontà di dare un nuovo impulso alla ricerca in Italia, svecchiando le strutture e snellendo le procedure. In prima fila il fisico Antonino Zichichi. Giudizi più critici invece sul metodo usato per liquidare Bianco, che comunque inoltrò subito ricorso al Tar contro la sospensione dall'incarico decisa dal governo. Ed i giudici amministrativi diedero ragione al professore giudicando il commissariamento illegittimo e reintegrandolo nelle sue funzioni.
    Adesso è il presidente a ritirarsi di sua spontanea volontà "con l'approssimarsi dell'approvazione del decreto legislativo di riordino del Cnr", come spiega lui stesso in una lettera indirizzata al premier Silvio Berlusconi. Dimissioni irrevocabili, scrive Bianco perché "sono contrario alla trasformazione del Cnr in ente strumentale, così come previsto nella logica del decreto di riforma voluto dal ministro Moratti". Per Bianco "la ricerca libera non pianificata e frutto delle libere idee dei ricercatori ha prodotto più innovazione e brevetti" ma questo governo, prosegue, "non ha conoscenza del mondo scientifico".
    L'ex presidente difende il lavoro svolto fino ad ora, stigmatizzando soprattutto la cronica mancanza di fondi del Cnr e ricordando anche che "non è un carrozzone burocratico ma la casa della scienza italiana". Non è vero poi, secondo Bianco, che i soldi vengano spesi tutti per gli apparati burocratici visto che "gli amministrativi sono soltanto il 14 per cento del personale". Per la verità a dire che il Cnr spendeva male i suoi soldi durante la lunga gestione Bianco non è stata la Moratti ma la Corte dei conti, che in più occasioni ha fatto le pulci ai conti dell'Ente di ricerca, bacchettando i suo amministratori. Nella relazione riferita al bilancio del '99 la magistratura contabile, ad esempio, sottolineava che "su 1.220 miliardi di spese correnti 1'83,3 per cento ha riguardato gli oneri per il personale e l'acquisto di beni e servizi" invitando a ripensare "la destinazione delle risorse perché desta allarme la dinamica incrementale e anelastica della preponderante spesa del personale". Come a dire si spende troppo in stipendi e poco per la ricerca pura. Bianco conclude augurando al suo successore di poter godere di "maggiori la a interessi aziendalistici. Un'accusa sempre respinta dal governo, sottolineando invece la volontà di "creare un sistema di ricerca all'altezza della sfida del mondo globalizzato". Che cosa succederà al Cnr? Si prevede per l'Ente l'attribuzione di autonomia scientifica, finanziaria, contabile organizzativa e patrimoniale. La struttura poi viene organizzata in dipartimenti al capo dei quali viene nominato un responsabile della programmazione. E previsto pure un comitato che valuterà i risultati dell'attività di ricerca svolta dall'Ente sulla base di un piano triennale.
    'I1 primo obbiettivo del governo, assicura il senatore Giuseppe Valditara, responsabile culturale di Alleanza nazionale, è la qualità della ricerca. "Occorreva rilanciare il Cnr che da tempo è in crisi di identità - dice Valditara -. E che invece deve diventare uno dei motori dello sviluppo nel nostro Paese". Il senatore rivendica l'importanza che avrà la nuova strutturazione in Dipartimenti in termini di semplificazione e velocizzazione delle procedure. Valditara allo stesso tempo respinge le accuse su una presunta volontà di "aziendalizzare" la ricerca. "La riforma degli enti non guarda alla redditività, non punta ad un concetto aziendalista della ricerca - spiega Valditara -. Per la prima volta però si guarderà in modo diverso ai risultati concreti si stabiliranno parametri di qualità sulla base dei quali rinnovare i finanziamenti perché si dice basta a quelli a pioggia". In particolare il senatore ricorda l'impegno preso dal governo a non lasciare indietro la ricerca umanistica per la quale invece va intensificato l'impegno per un recupero di una forte identità culturale.
    "

    Cordiali saluti

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    2,848
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per prima cosa ritengo che insultante sia lasciare a degli incompetenti mano libera in un campo delicato come la ricerca scientifica... Se uno è ignorante mica lo posso definire preparato... e poi se uno, ben sapendo di essere ignorante, mette le mani in cose che non conosce, la definizione che mi viene naturale è quella di imbecille... Se poi si pensa che siano insulti allora, lo si dica al premier e mi si faccia denunciare...

    Venendo al punto, per quanto possa valere continuare a parlarne... Il professor DeMaio, persona stimabile e già rettore del PoliMi, non solo non è uno scienziato ricercatore, ma ha pure convinzioni che nel mondo scientifico solo una piccola percentuale di esponenti condivide.
    DeMaio su un Sole24Ore (perchè non essendo un ricercatore non pubblica su Cell ma sul giornale di Confindustria, logicamente) di quasi quattro anni fa teorizzava l'abbandono della ricerca di base in Italia, utilizzando il "metodo coreano" ossia lo scopiazzamento delle idee migliori fatte da enti di ricerca di altri paesi e la loro applicazione.
    Insomma aspettare che gli altri abbiano buone idee e poi fregarli sul tempo, prendersi gli utili e quindi andare a puntare nuovi polli da spennare...
    Un metodo che alcune nazioni dell'estremo oriente hanno applicato con successo negli anni settanta e ottanta.

    Il fatto è che l'Italia, un po' come la Germania, gli USA, la Francia è una nazione che ha nella ricerca di base la propria storia, prima ancora che il proprio orgoglio.
    Tradire quella che è la nostra tradizione per ridurci a scopiazzatori fu contestato a DiMaio da tutti i Nobel italiani, da Rubbia alla Montalcini, e qull'idea fu accantonata.

    Dire che il CNR spreca soldi come si fa nell'articolo del Giornale è una cavolata abnorme. Per prima cosa la produzione di conoscienza (che si misura in pubblicazioni internazionali ponderate dall'impact factor delle riviste selezionat) del CNR non è inferiore, per unità di spesa, a quella del CNRF francese, di quello spagnolo o di quello olandese, è di poco inferiore a quello di Max Planck (spirito di corpo) e di inglesi ed americani.

    Se il CNR avesse i fondi che ottengono tutti questi enti (il rapporto è 1 con gli spagnoli fino al patetico l'1:7 con i tedeschi) allora forse anche i progetti inconclusi poterbbero avere sbocchi migliori...
    Bianco prima che fosse "dimesso" aveva predisposto un piano per far rientrare i cervelli e rilanciare i progetti misti (stato-privato) che aveva permesso di iniziare progetti interessantissimi che in questi due anni sono stati tutti (TUTTI) o chiusi o spostati all'estero perchè (malgrado le promesse di Possa) i fondi che li sostenevano sono stati inesorabilmente tagliati.

    Oggi mi vergogno, davvero, di essere italiano.

  6. #6
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La Corea edl Sud è il nostro futuro!

  7. #7
    SENATORE di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    23,784
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Aeroplanino
    Per prima cosa ritengo che insultante sia lasciare a degli incompetenti mano libera in un campo delicato come la ricerca scientifica... Se uno è ignorante mica lo posso definire preparato... e poi se uno, ben sapendo di essere ignorante, mette le mani in cose che non conosce, la definizione che mi viene naturale è quella di imbecille... Se poi si pensa che siano insulti allora, lo si dica al premier e mi si faccia denunciare...

    Venendo al punto, per quanto possa valere continuare a parlarne... Il professor DeMaio, persona stimabile e già rettore del PoliMi, non solo non è uno scienziato ricercatore, ma ha pure convinzioni che nel mondo scientifico solo una piccola percentuale di esponenti condivide.
    DeMaio su un Sole24Ore (perchè non essendo un ricercatore non pubblica su Cell ma sul giornale di Confindustria, logicamente) di quasi quattro anni fa teorizzava l'abbandono della ricerca di base in Italia, utilizzando il "metodo coreano" ossia lo scopiazzamento delle idee migliori fatte da enti di ricerca di altri paesi e la loro applicazione.
    Insomma aspettare che gli altri abbiano buone idee e poi fregarli sul tempo, prendersi gli utili e quindi andare a puntare nuovi polli da spennare...
    Un metodo che alcune nazioni dell'estremo oriente hanno applicato con successo negli anni settanta e ottanta.

    Il fatto è che l'Italia, un po' come la Germania, gli USA, la Francia è una nazione che ha nella ricerca di base la propria storia, prima ancora che il proprio orgoglio.
    Tradire quella che è la nostra tradizione per ridurci a scopiazzatori fu contestato a DiMaio da tutti i Nobel italiani, da Rubbia alla Montalcini, e qull'idea fu accantonata.

    Dire che il CNR spreca soldi come si fa nell'articolo del Giornale è una cavolata abnorme. Per prima cosa la produzione di conoscienza (che si misura in pubblicazioni internazionali ponderate dall'impact factor delle riviste selezionat) del CNR non è inferiore, per unità di spesa, a quella del CNRF francese, di quello spagnolo o di quello olandese, è di poco inferiore a quello di Max Planck (spirito di corpo) e di inglesi ed americani.

    Se il CNR avesse i fondi che ottengono tutti questi enti (il rapporto è 1 con gli spagnoli fino al patetico l'1:7 con i tedeschi) allora forse anche i progetti inconclusi poterbbero avere sbocchi migliori...
    Bianco prima che fosse "dimesso" aveva predisposto un piano per far rientrare i cervelli e rilanciare i progetti misti (stato-privato) che aveva permesso di iniziare progetti interessantissimi che in questi due anni sono stati tutti (TUTTI) o chiusi o spostati all'estero perchè (malgrado le promesse di Possa) i fondi che li sostenevano sono stati inesorabilmente tagliati.

    Oggi mi vergogno, davvero, di essere italiano.
    A prescindere dal fatto della tua scarsissima padronanza della logica comune, che dovrebbe farti intendere (persino a un genio come te) che dare dello zoppo ad uno zoppo (se pur fosse zoppo) costituisce comunque insulto ed offesa (l'affermazione ingiuriosa, SU QUESTO PIANO è tale anche indipendentemente dalla sua veridicità), e a prescindere dal fatto che hai dato dell'imbecille al professor Zichichi e a molti altri, che per il momento hanno fama internazionale di scienziati superiore alla tua [fino al tuo prossimo nobel], la spocchia è la malriposta ostentazione di superiorità sono già state definite nel XIX secolo da un illustre fisico tedesco. Vista la tua immensa cultura enciclopedica e la tua genialità proverbiale.....saprai sicuramente a chi mi riferisco e che cosa ha detto. Ti calza a pennello.


    Shalom!!!

  8. #8
    Hanno assassinato Calipari
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Località
    "Il programma YURI il programma"
    Messaggi
    69,195
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Zichichi? Quello che non sapeva spiegare in Tv perchè lo specchio rovescia sinistra e desstra, ma non alto e basso?

    Per favore... sappiamo tutti che è un politicante...

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by yurj
    La Corea edl Sud è il nostro futuro!
    meglio comunque di un futuro nordcoreano!

  10. #10
    email non funzionante
    Data Registrazione
    28 Mar 2002
    Località
    estremo occidente
    Messaggi
    15,083
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Aeroplanino

    Oggi mi vergogno, davvero, di essere italiano.
    basta così poco?! ...vergognati di vergognarti!

    comunque un problema serio da risolvere è quello della presenza di ricercatori "introdotti" nel sistema dalle reti clientelari / mafiose comuniste guidate dai baroni rossi. Dispiace che il governo agisca in questo modo, ma il mea culpa lo dovrebbero recitare in primis i comunisti che per più di trent'anni hanno riempito università e centri di ricerca dei loro accoliti rossi e rosseggianti, causando un generale scadimento per politicizzazione dell'ambiente accademico...
    Una riforma del sistema della ricerca scientifica in Italia deve includere necessariamente una depoliticizzazione, che significa essenzialmente decomunistizzazione.

    saluti

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. 11/9/2001 : Opinioni della gente comune.
    Di Daltanius nel forum Destra Radicale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 05-01-08, 12:03
  2. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 14-04-06, 14:07
  3. "la Cultura Liberale Tra Destra E Sinistra"
    Di Österreicher nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 26-08-02, 18:07
  4. "la Cultura Liberale Tra Destra E Sinistra"
    Di Österreicher nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 08-08-02, 01:12
  5. "la Cultura Liberale Tra Destra E Sinistra"
    Di Österreicher nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 07-08-02, 17:18

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226