ROMA – Un po’ di paura l’avrà avuta anche lui. Soprattutto nel caso di un atterraggio di emergenza dovuto a un grave guasto aereo. La disavventura è accaduta ieri al ministro della Giustizia Roberto Castelli, durante il volo di ritorno in Italia da Budapest. Il velivolo è stato costretto a fermarsi a Zagabria.

Castelli, a bordo di un aereo di Stato, un Falcon 50 a nove posti, era di ritorno da un viaggio in Lituania e in Ungheria, dove ha incontrato i colleghi ministri di giustizia. Dopo un’ora di volo i piloti dell’aereo si sono accorti di un grave guasto tecnico e sono stati costretti ad atterrare. L’imprevisto non ha però creato danni.

Il ministro e la delegazione, composta da nove dirigenti del ministero, hanno atteso nei locali dell’aeroporto di Zagabria un altro volo che li ha riportati in serata in Italia.

Castelli, torna in Padania che è meglio....