User Tag List

Risultati da 1 a 5 di 5
  1. #1
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Toh! La destra contro il canone Rai

    RAI: LIBERO E IL GIORNALE, CONTRO ANNOZERO DISDIRE IL CANONE

    (AGI) - Roma, 27 set. - Disdire il canone Rai contro la trasmissione 'Annozero'. Questa la campagna promossa oggi dai quotidiani 'Libero' e 'Il Giornale'. Il primo scrive che "cresce la protesta dei lettori che non vogliono pagare l'abbonamento" e da' le istruzioni per disdire il canone. Il secondo titola: 'Non paghiamo piu' la tassa Santoro'. "Le porcherie di Annozero - si legge nel catenaccio - sono la goccia che fa traboccare il vaso: Travaglio e compagni vadano pure in onda, ma non sovvenzionati con i nostri soldi". Il segretario nazionale di Usigrai, Carlo Verna, punta il dito contro la proposta di Libero e de il Giornale di disdire il canone Rai per protestare contro la trasmissione Annozero, definendola una "bella prodezza da squadristi". "Al solito - si legge in un comunicato di Verna - in Italia quando non si sa come risolvere un problema si prova a buttarlo nel cestino. Cosi' Il Giornale e Libero, in perfetto sincronismo hanno avuto la stessa ispirazione (singolare la coincidenza): una bella campagna per distruggere la Rai, per toglierle il canone. Bella prodezza da squadristi. Una vergogna fare i maramaldi sul Servizio Pubblico messo alle corde dai diktat ispirati dal conflitto di interessi di Berlusconi, dopo nomine a pioggia di direttori 'pescati' da fuori forse per far sparire altre notizie non gradite al premier". "Non con i nostri soldi" : sara' questo lo slogan che accompagnera' da domani la campagna di raccolta di firme contro il canone Rai del Movimento per l'Italia di Daniela Santanche'. Lo preannuncia in un comunicato l'esponente politico. "Perche' il denaro del contribuente deve farsi complice e fiancheggiatore di chi opera violando sistematicamente i principi elementari di correttezza giornalistica e di rispetto delle regole?", dichiara la Santanche'. "Per questo io chiedo di boicottare con gli strumenti che ci da la legge il canone perche' il servizio pubblico presuppone il concetto di pluralismo ed e' proprio in nome di questo pluralismo che si paga giustamente il canone..Questo oggi non avviene piu'". All'iniziativa del Movimento per l'Italia ha aderito Il Giornale diretto da Vittorio Feltri.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Toh! La destra contro il canone Rai

    Castelli: "Battaglia giusta, lo diciamo da 20 anni"

    Milano - Si considera una generazione avanti: «Il Giornale propone la disdetta del canone Rai. Modestamente, noi della Lega predicammo lo sciopero del canone nell’indifferenza generale quasi vent’anni fa. Finalmente».

    Vuol dire che l’onorevole Castelli non versa il canone?
    Roberto Castelli, ex Guardasigilli e oggi viceministro per le Infrastrutture, medita bene prima di rispondere: «Diciamo che non l’ho pagato negli anni Novanta».

    Perché?
    «All’inizio degli anni Novanta la Lega non era ingombrante com’è oggi».

    Dunque?
    «Dunque ci rovesciavano addosso, attraverso il servizio pubblico, tonnellate di falsità».

    Lo stesso problema di oggi?
    «Lo stesso drammatico problema. Irrisolto. Pensi che alla vigilia delle elezioni un Tg sparò una notizia incredibile».

    Quale?
    «Disse che alcuni militanti leghisti avevano preso un ragazzo e gli avevano messo al collo un cartello con la scritta: “terrone”. Ovviamente, quel Tg si era inventato una notizia che non c’era e non stava da nessuna parte».

    È l’uso politico del servizio pubblico?
    «E la falsificazione spudorata della realtà. Con un’aggravante: il pagare per essere insultati, offesi, trattati con disprezzo. Io non ci sto».

    E allora?
    «Un attimo. Le racconto un episodio per capire. I Tg continuavano ad ignorare la Lega. Così una minidelegazione comprendente il sottoscritto fu ricevuta dall’allora presidente della Rai, Roberto Zaccaria».

    Risultato?
    «Alle nostre osservazioni, lui rispose prendendoci per i fondelli. Disse che assicurava un terzo del palinsesto alla maggioranza, un terzo all’opposizione e un terzo al governo».

    Lei?
    «Gli risposi più o meno così: “Scusi, ma se non sbaglio maggioranza e governo appartengono alla stessa area politica. Sono la stessa cosa”. Lui ci congedò invitandoci a rivolgere le nostre eventuali doglianze alla Commissione di Vigilanza, dove la sinistra, tanto per cambiare, era in maggioranza. Capisce, la Rai è stata guidata da personaggi come Zaccaria che, un minuto dopo aver lasciato la poltrona, ha cominciato ad attaccare con toni barricaderi Berlusconi».

    Come se ne esce?
    «La nostra battaglia negli anni Novanta fu particolarmente dura. Un militante leghista finì addirittura in cella. In cella, dopo essersi rifiutato di pagare il canone. Per fortuna, quei tempi eroici sono finiti, o almeno lo spero, ma il problema è intatto. Apprezzo il vostro sciopero del canone se ciò servirà da stimolo per risolvere questa situazione una volta per tutte. Semmai, siete in ritardo».

    Lei oggi è un uomo di governo.
    «Una soluzione potrebbe essere quella di privatizzare la Rai. Così non ci sarebbe più il servizio pubblico, nessuno pagherebbe più il canone, il pluralismo sarebbe garantito dal mercato».

    Si farà?
    «Non credo».

    Alternative?
    «Ci sarebbe una soluzione che mi diverte».

    Quale?
    «Importare il modello Hyde Park. Creare un angolo dove chiunque può dire la sua».

    Sta scherzando?
    «Mi piacerebbe molto. Ma temo non sia fattibile. Chi stabilirebbe i tempi e la successione degli interventi? La mia è un’utopia».

    La realtà fa infuriare migliaia di italiani.
    «Certo, tenga presente che la stragrande maggioranza dei giornalisti Rai è di sinistra. È un dato culturale che diventa un problema politico. Così, a parte Santoro che mi sta pure simpatico, c’è tutto un treno di trasmissioni che lasciano il telespettatore a bocca aperta. Perché deformano, dicono le cose a metà, disinformano. In una parola, fanno propaganda politica e non informazione. E poi, come se non bastasse, ti chiedono anche i soldi».

    Finirà questa storia?
    «Non lo so. Ma il Giornale fa bene a richiamare con forza l’attenzione generale su questo problema. In tv scorrono troppi programmi che sono solo comizi, di una faziosità e di una partigianeria senza limiti. E qualche ammaccatura addosso te la lasciano: noi della Lega siamo cresciuti nonostante le televisioni, ma non è stato facile. All’inizio una parte dell’opinione pubblica ci giudicava male, per quello che non eravamo, perché ci conosceva solo attraverso le televisioni».

    Castelli: "Battaglia giusta, lo diciamo da 20 anni" - Interni - ilGiornale.it del 28-09-2009

  3. #3
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Toh! La destra contro il canone Rai

    Il titolo del Giornale non è corretto.

    "Battaglia giusta, lo dicevamo 20 anni fa" sarebbe stata la sintesi corretta dell' articolo.
    Peccato che non si sia fatto accenno all' occupazione poltronara (legittima per l' amor di dio) perpetrata dalla LN all' interno della RAI, senza alcun risultato tangibile

  4. #4
    Biowashball (che balla!)
    Data Registrazione
    03 Apr 2009
    Località
    regione patagna nazione Bunga Bunga
    Messaggi
    1,801
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Toh! La destra contro il canone Rai

    Citazione Originariamente Scritto da Furlan Visualizza Messaggio
    Il titolo del Giornale non è corretto.

    "Battaglia giusta, lo dicevamo 20 anni fa" sarebbe stata la sintesi corretta dell' articolo.
    Peccato che non si sia fatto accenno all' occupazione poltronara (legittima per l' amor di dio) perpetrata dalla LN all' interno della RAI, senza alcun risultato tangibile
    le "battaglie" della lega sono come un fiume carsico:

    vanno sotto terra quando si è raggiunta la cadrega
    41 bis ai ladri evasori (auguriamo di cuore un cancro al fegato a chi non paga le tasse)

    patagni, amici dei ladri di stato e dei camorristi, salutatemi l'alenia, papa e cosentino... iaociao: repapelle:

  5. #5
    independent
    Data Registrazione
    31 Mar 2009
    Messaggi
    7,807
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Rif: Toh! La destra contro il canone Rai

    RAI: LEGA NORD, IN ODG CHIEDE ABOLIZIONE DEL CANONE

    (AGI) - Roma, 29 set. - "Abolire il canone Rai, nonche' la relativa tassa di concessione governativa, definendo una forma alternativa di finanziamento del servizio pubblico radiotelevisivo secondo criteri di equita', efficacia ed appropriatezza". Questo lo scopo dell'ordine del giorno presentato oggi da Davide Caparini (Lega Nord), segretario di Presidenza in Commissione Vigilanza Rai, durante la discussone generale in Aula alla Camera dei deputati sul decreto legge correttivo al pacchetto di misure anti-crisi. Da tempo, del resto, il parlamentare del Carroccio sostiene con forza la causa della soppressione del canone Rai: "Si tratta di una tassa che non ha piu' motivo di esistere per diverse ragioni - afferma -; prima di tutto e' antiquata, perche' istituita nel 1938, quando ancora non era nata la Televisione. Inoltre e' iniqua e profondamente ingiusta, sia territorialmente che socialmente. Territorialmente perche', mentre nel Nord del Paese il mancato pagamento di questa imposta si attesta al 5 per cento, nel Meridione ha un'evasione del 30 per cento con alcuni comuni che vanno oltre il 90 per cento. E' iniqua socialmente in quanto colpisce tutte le fasce di reddito. Il maggiore pluralismo e l'avvento delle nuove tecnologie, a parere dell'esponente della Lega Nord, fanno il resto: "Con l'ingresso di nuovi editori e l'apporto delle moderne tecnologie, come DTT, DDT, DVbh, TV satellitare, ADSL, WI-FI e cavo e analogico, il mercato radiotelevisivo e' profondamente cambiato, rendendo il canone un balzello ulteriormente privo di senso".

 

 

Discussioni Simili

  1. Su Telepadania spot contro canone Rai
    Di carlomartello nel forum Lega
    Risposte: 9
    Ultimo Messaggio: 18-12-10, 10:54
  2. Berlusconi e la Rai. Gasparri:sciopero canone contro Santoro
    Di pietroancona nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 26
    Ultimo Messaggio: 27-10-08, 10:43
  3. Petizione contro il canone rai
    Di Silvioleo nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 26-01-06, 12:10
  4. Destra Protagonista contro Destra sociale: Alemanno il bersaglio
    Di Arancia Meccanica nel forum Destra Radicale
    Risposte: 19
    Ultimo Messaggio: 12-01-06, 01:19
  5. Il governikkio di destra aumenta il canone RAI
    Di Crack! nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 23-12-02, 01:22

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226