User Tag List

Risultati da 1 a 3 di 3
  1. #1
    Le fondamenta di POL
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    NAPOLI
    Messaggi
    5,374
    Mentioned
    2 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito La Truffa Del Fumo Passivo: Cade Un'altra Carta Del Castello Di Menzogne

    LA TRUFFA DEL FUMO PASSIVO: CADE UN'ALTRA CARTA DEL CASTELLO DI MENZOGNE
    Mandato da Forces Italiana Giovedì, 22 May 2003, 14:38 uur.
    La scoperta dell'acqua calda: il fumo passivo produce "danni limitati"... NO, LO STUDIO DICE CHIARAMENTE CHE NON E' STATA SCOPERTA ALCUNA ASSOCIAZIONE CAUSALE, come la stragrande maggioranza degli studi sul fumo passivo - 20 Maggio – Un nuovo studio, appena pubblicato dal British Medical Journal, ci dice che il fumo passivo non fa poi così male -- almeno secondo quanto riferisce il Corriere della Sera -- per ammorbidire l'ennesima conferma che i pericoli del fumo passivo sono una truffa portata avanti dalla "salute pubblica". Naturalmente, il Corriere si premura SUBITO di sminuirne la credibilità (e salvare la faccia della correttezza politica) annunciando che lo studio è stato finanziato dall’industria del tabacco ed inducendo subliminalmente lo “scrollamento di spalle” riservato alle notizie senza valore. Ma, naturalmente, le cose non stanno così. Ecco invece la verità in breve:

    L'enorme studio iniziò (118.000 persone, di cui 35.561 non fumatori) nel 1959 con un finanziamento di un milione di dollari da parte dell'American Cancer Society, riporta il Wall Street Journal.

    Nel 1998 James Enstrom, ora ricercatore alla UCLA School of Public Health e principale autore dello studio cominciò ad elaborare i dati.

    Nello stesso anno, per completare l'elaborazione dei dati l'altro autore, Kabat, si rivolse allo stato della California per i fondi per completare lo studio. Il denaro giunse dalla Proposition 99, un fondo che usa denaro dalle tasse dei fumatori per finanziare progetti antifumo.

    Quando, nel 1999, si scoprì che i dati avrebbero potuto portare alle presenti conclusioni, furono esercitate pressioni per sospendere lo studio e sopprimerne l'esistenza. Enstrom e Kabat (due non fumatori) insistettero per continuare. Ma i fondi provenienti dal Tobacco-Related Disease Research Program (Proposition 99) furono tagliati per impedire il proseguimento dell'elaborazione dei dati.

    Fu a questo punto che Enstrom e Kabat si rivolsero al Center for Indoor Air Research, che riceveva fondi dall'industria del tabacco, per ottenere i 75.000 dollari necessari per completare lo studio.

    Ancora una volta, i truffatori antifumo della "salute pubblica" hanno cercato di imbavagliare quella scienza che non quadra con i loro programmi.

    Naturalmente, il Corriere e il resto dei media però non si premurano mai di avvertirci quando uno studio con risultati antifumo è finanziato dai colossi farmaceutici. Ma ciò non conta perché “bisogna creare una cultura antifumo”, come dice il ministro della salute. Ne segue che tacere i fatti, sopprimere la scienza "politicamente scorretta" o mentire al pubblico è OK, se "a fin di bene" -- in piena armonia con il più cupo medioevo. Ciò però non cambia il fatto che più della metà degli studi che “collegano” il fumo con qualsivogliansi malattia sono finanziati dall’industria farmaceutica, e che moltissimi dei rimanenti sono pagati da organizzazioni “non profit” che dipendono enormemente da contributi farmaceutici, come varie società/leghe contro i tumori, malattie cardiache, eccetera. Ecco dunque che, subito sotto il pezzo del Corrierone, c’è un link ad animazioni dal titolo “Il fumo killer”, e poi un altro: “I rischi del fumo” perché – perbacco -- bisogna fuggire come la peste il rischio di un calo di fiducia nella superstizione sui mali del fumo!!

    Ma la realtà che i tanto sbandierati pericoli del fumo passivo siano una truffa non cambia affatto. Su un totale di 123 studi condotti sul fumo passivo, 16 hanno esibito un’elevazione di rischio di cancro al polmone, 30 hanno esibito una diminuzione di rischio di cancro al polmone, e il resto non ha significato statistico perché esibisce allo stesso tempo una diminuzione e un’elevazione come estremi della forbice. (Clicca qui per vedere grafico a torta, e una tavola con tutti i 123 studi, autori e risultati: http://www.forcesitaly.org/italy/ev...umo_passivo.htm). L'evidenza su altri mali "causati" dal fumo passivo è ancora più debole. Inoltre, la Environmental Protection Agency americana (che diede inizio all’isterismo del fumo passivo con uno studio meta-analitico, cioè che ha usato studi già esistenti) fu condannata per truffa statistica da una corte federale statunitense. Ma non è finita: dei 16 studi che rintracciano un aumento di rischio, nessuno oltrepassa un’elevazione del 20%, e la stessa Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro con la sua meta-analisi (altamente sfruttata dai truffatori antifumo) non fu un grado di dimostrare che un’elevazione del 30%. Un’elevazione di almeno il 200% è necessaria per sospettare che il rischio esista (e “rischio” non significa che il fenomeno succeda di sicuro). Su questa base, Sirchia accusa milioni di fumatori italiani di “avvelenare gli altri” – ma rifiuta, per ovvie ragioni, di rispondere alle lettere di cittadini che gli chiedono su quali basi scientifiche poggi la legge antifumo che entrerà in vigore l’anno prossimo. Bisognerebbe chiedere all’On. Sirchia, ministro della salute e per di più immunologo, se non ha vergogna di accusare quasi la metà della popolazione adulta di questo Paese di essere un potenziale killer sulle summenzionate basi “scientifiche”.



    IL COMUNICATO di FORCES ITALIANA

    Lo studio pubblicato dal "British Medical Journal" è stato finanziato dall'American Cancer Society. Lo sostiene Gian Turci, presidente dell'associazione FORCES Italiana (www.forcesitaly.org). Il lavoro degli studiosi Enstrom e Kabat, che tanto clamore ha suscitato negli ultimi giorni, ebbe inizio nel 1959 grazie a un finanziamento dell'American Cancer Society di un milione di dollari, come riportato dal Wall Street Journal. Nel 1998 James Enstrom, ora ricercatore alla UCLA School of Public Health e principale autore dello studio cominciò ad elaborare i dati. Nello stesso anno, per completare l'elaborazione dei dati l'altro autore, Kabat, si rivolse allo stato della California per i fondi per completare lo studio. Il denaro giunse dalla Proposition 99, un fondo che usa il denaro delle tasse dei fumatori per finanziare progetti antifumo. Quando, nel 1999, si scoprì che i dati avrebbero potuto portare alle presenti conclusioni, furono esercitate enormi pressioni per sospendere lo studio e sopprimerne l'esistenza. Enstrom e Kabat insistettero per continuare. Ma i fondi provenienti dal Tobacco-Related Disease Research Program (cioè Proposition 99) furono tagliati per impedire il proseguimento dell'elaborazione dei dati. Fu a questo punto che Enstrom e Kabat si rivolsero al Center for Indoor Air Research, che riceveva fondi dall'industria del tabacco, per ottenere i 75.000 dollari necessari per completare lo studio.

    "La realtà - afferma Turci - è che i tanto sbandierati pericoli del fumo passivo sono inesistenti, cioè: non sono mai stati dimostrati. Su un totale di 123 studi condotti sul fumo passivo, 16 hanno esibito un'elevazione di rischio di cancro al polmone, 30 hanno esibito una diminuzione di rischio di cancro al polmone, e il resto non ha significato statistico perché esibisce allo stesso tempo una diminuzione e un'elevazione come estremi della forbice. L'evidenza su altri mali 'causati' dal fumo passivo è ancora più debole. Inoltre, la Environmental Protection Agency americana (che diede inizio all'isterismo del fumo passivo con uno studio meta-analitico, cioè che ha usato studi già esistenti) fu condannata per truffa statistica da una corte federale statunitense. Ma non è finita: dei 16 studi che rintracciano un aumento di rischio, nessuno oltrepassa un'elevazione del 20%, e la stessa Agenzia Internazionale di Ricerca sul Cancro con la sua meta-analisi (altamente sfruttata dai truffatori antifumo) non fu un grado di dimostrare che un'elevazione del 30%. Un'elevazione di almeno il 200% è necessaria per stabilire che esista una correlazione, cioè che il rischio possa esistere (e "rischio" non significa che il fenomeno succeda di sicuro)."

    FORCES Italiana si batte a difesa dell'integrità scientifica e della corretta informazione. "Lo studio di Enstrom e Kabat - conclude Turci – è una nota stonata nel castello di carte proibizionista. Per questo ha dato tanto fastidio. Eppure, la verità non tarderà ad emergere, e la follia antifumo farà la stessa, misera fine dell'isterismo anti-alcol negli anni '20 in America".

    _____________________________________

    Il gruppo internazionale FORCES, un'organizzazione antiproibizionista, si occupa d'integrità scientifica e politica, di libertà individuali, e di libera economia. FORCES e i suoi affiliati non hanno affiliazioni politiche, e sono sostenute da quote associative, donazioni e volontariato.

    www.legnostorto.com
    www.forcesitaly.org

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    I Have a Dream
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Località
    "Castello Sforzesco"
    Messaggi
    2,123
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Qualcuno potrebbe spedire questo articolo a Sirchia??? Thanks
    Se vuoi amarmi, amami per null'altro che l'amore stesso.
    Non dire mai " io l'amo per il suo sorriso, il volto, il modo di parlare " perchè queste cose col tempo possono cambiare, o cambiare per te.

  3. #3
    Desaparecido
    Data Registrazione
    18 Nov 2002
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Libero fumo in libero stato.
    Spira il vento.

 

 

Discussioni Simili

  1. La Truffa Del Fumo Passivo: Cade Un'altra Carta Del Castello Di Menzogne
    Di Österreicher nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 24-06-03, 11:46
  2. Forces presenta un corso contro la truffa del fumo passivo
    Di FORCES ITALIANA nel forum Centrodestra Italiano
    Risposte: 7
    Ultimo Messaggio: 05-09-02, 13:38
  3. Forces presenta un corso contro la truffa del fumo passivo
    Di FORCES ITALIANA nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-08-02, 12:59
  4. La truffa del fumo passivo
    Di FORCES ITALIANA nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 0
    Ultimo Messaggio: 06-08-02, 12:37
  5. La truffa del fumo passivo - ricerche truffa a Super Quark
    Di FORCES ITALIANA nel forum Liberalismo e Libertarismo
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 27-07-02, 02:26

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226