User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 35
  1. #1
    Sposo di Teodolinda
    Data Registrazione
    29 Jan 2003
    Località
    Insubria: futura terra deislaminizzata
    Messaggi
    1,321
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Bossi ha perso le elezioni (e lo sa)

    Cosa pensate di questo articolo pubblicato sul "Il Riformista" di oggi?

    30 Maggio 2003

    REVISIONISMI. A BRESCIA LA LISTA HA PRESO LA METÀ DEI VOTI DEL CANDIDATO, CHE ORA VUOL LASCIARE

    Sorpresa, Bossi ha perso le elezioni (e lo sa) se perde anche in Friuli salta l'asse con Tremonti

    L'agonia della Lega continua, per questo il Senatùr non vuole il rimpasto e si tiene stretto i suoi ministri

    Milano. Chi era con lui racconta che lunedì pomeriggio, alle cinque della sera, Umberto Bossi «era tremendamente incazzato per il risultato di Brescia». Il Senatùr era nel suo ufficio della sede nazionale della Lega, a Milano in via Bellerio. Prima un'occhiataccia furibonda ad alcuni fogli, poi la conferma dalla televisione e infine la reazione rabbiosa. I conti sono presto fatti. A Brescia la Lega è andata da sola al primo turno. Da un lato la giovane e bella e larussiana Viviana Beccalossi, la candidata del centrodestra a tre cilindri, anziché a quattro, dall'altro il sindaco uscente del centrosinistra, Paolo Corsini, finiti poi entrambi al ballottaggio dell'otto giugno prossimo. Stretto in questa tenaglia, l'uomo della Lega, Cesare Galli, è riuscito a portare a casa un lusinghiero 16,4 per cento.
    Ma il problema per Bossi, lunedì pomeriggio, era un altro. E cioè il risultato di lista della Lega, giusto la metà di quello di Galli: poco più dell'otto per cento. Galli, infatti, era sostenuto da tre raggruppamenti, compreso il suo partito. E l'otto per cento alle amministrative di Brescia, confrontato con il dodici per cento raccolto sempre nella città della Leonessa alle ultime politiche, e con il diciotto per cento delle precedenti comunali, significa una sola cosa: che la Lega continua a perdere voti, che la lentissima agonia cominciata il 13 maggio di due anni fa non si è arrestata. Anzi. Il trend negativo non si ferma. Nonostante l'asse di ferro con Berlusconi e Tremonti a danno di Udc e An, nonostante la decisione di rispolverare la formula della Lega di lotta e di governo e correre da soli in alcuni centri, nonostante tutto la Lega non cresce. Sostiene una fonte leghista: «L'otto per cento a Brescia vuol dire il tre e mezzo alle politiche, mezzo punto in meno di due anni fa, quando con il tre e nove abbiamo sfiorato e non raggiunto il quorum al proporzionale». A molti osservatori politici il risultato della Lega di domenica scorsa è apparso invece indecifrabile. Anche perché, lo stesso Bossi, sempre lunedì pomeriggio, è passato in poche ore dalla rabbia alla soddisfazione. Dice ancora la fonte leghista: «Grazie proprio al dato generale di Galli a Brescia e al risultato di Treviso, dove la coppia leghista Gobbo-Gentilini è andata senza problemi al ballottaggio, Bossi è riuscito a trasmettere il messaggio non solo di aver tenuto, ma anche di aver vinto. Ricordiamoci però che quello di Treviso è un caso a parte e poi è l'unica città del Nord rimasta alla Lega».
    A Brescia poi si dice anche che Bossi, in verità, non volesse mandare la Lega da sola. Il Cavaliere era stato chiaro con lui: «Ti prendi il Friuli con la Guerra, ma altrove non dai problemi». Trasmessi gli ordini alla base, il Senatùr ha dovuto suo malgrado riferire al premier: «A Brescia non riesco a tenere i miei, vogliono andare da soli». A voler andare da solo era appunto Galli, il quale avrebbe minacciato il Senatùr: «Io mi candido lo stesso, anche senza la Lega». Bossi, una volta tanto, avrebbe subito lui un ricatto e così per limitare i danni ha fatto mettere in lista, nell'ordine, un ministro (il Guardasigilli Roberto Castelli), il capogruppo alla Camera (Alessandro Cè), un sottosegretario (Daniele Molgora). Risultato: Castelli ha preso poche centinaia di voti, ed era capolista, e gli altri due sono andati peggio. Adesso si dice anche che Galli sarebbe pronto a uscire dalla Lega e che al ballottaggio vincerà Corsini, per cinque-seicento voti di scarto.
    Ma la ferita maggiore per la Lega, e anche per il centrodestra, ancora deve venire. Il momento della verità saranno le regionali del Friuli Venezia Giulia. Il candidato del centrosinistra è Riccardo Illy, ex sindaco di Trieste, che ieri ha incassato pure l'appoggio di Vittorio Sgarbi. Contro di lui c'è, a nome di tutta la Casa delle libertà, la leghista Alessandra Guerra. La storia è ormai nota: Bossi ha voluto la Guerra a tutti i costi, Berlusconi per accontentarlo ha sfasciato Forza Italia in Friuli. Nei sondaggi Illy è avanti di cinque o sei punti. In Friuli Venezia Giulia si voterà l'otto giugno con il tatarellum a turno unico. La Guerra, di recente, ha recuperato il forzista Renzo Tondo, presidente uscente della regione che voleva la riconferma e che ha scatenato il pandemonio azzurro. Ma a fare la differenza sarà il sindaco di Udine, l'ex leghista Sergio Cecotti. A Udine si vota anche per il comune e Cecotti si è ripresentato a capo di una coalizione che comprende Ds e Margherita. Per la Guerra è stata una mazzata tremenda. I due sono sulla stessa piazza. In questo senso: la candidata leghista è di Udine e di conseguenza punta molto sulla sua città, dal momento che si prevedono scarsi risultati negli altri centri della regione, Trieste, Gorizia e Pordenone. Ma a Udine, Cecotti, che è molto popolare, ha organizzato una campagna elettorale a tappeto per sé e per Illy, di qui i timori della Guerra. Conclude il nostro interlocutore leghista: «Bossi in questi giorni sta tirando la corda con gli alleati per i ballottaggi in quei centri dove la Lega ha corso da sola al primo turno. Lo scopo è chiaro: assicurare l'appoggio leghista solo in cambio di un impegno massimo per il Friuli. Se si perde lì la sconfitta è soprattutto sua, che ha insistito per candidare la Guerra. Le regionali del Friuli, non tanto il risultato di Brescia, dove la candidata è di An, saranno determinanti per la verifica di governo».
    A Roma, però, la temuta e annunciata vittoria di Illy ha già prodotto un risultato: Bossi è contro il rimpasto e vuole una blindatura di questo governo. Il Senatùr teme per i suoi ministri ma anche per il fidatissimo Giulio Tremonti, garante dell'asse di ferro con il Cavaliere. In Transatlantico, alcuni peones della maggioranza riferiscono che le sedie tra gli alleati di governo sono già cominciate a volare, ma nessuno esce ancora allo scoperto in vista dell'otto giugno. Gli schieramenti sono i soliti: da un lato azzurri e Lega, dall'altro centristi e An che chiedono un riequilibrio. Tutti aspettano le regionali del Friuli. In caso di sconfitta, per Bossi cominceranno tempi duri. E il leader leghista non potrà nemmeno più minacciare ribaltoni e clamorose uscite: metà tra deputati e senatori gli ha già fatto sapere che non lo seguirà. Al Senatùr così non resterà altro che assistere alla lenta agonia del suo partito, che secondo alcuni finirà per diventare una corrente di Forza Italia.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Di sicuro se perde la lega non ne guadagna il movimento indipendentista, anzi, possiamo anche chiudere baracca e burattini...

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    16 Dec 2010
    Messaggi
    1,744
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Shaytan
    Di sicuro se perde la lega non ne guadagna il movimento indipendentista, anzi, possiamo anche chiudere baracca e burattini...

    Aggiungo che però sembra proprio che se la Lega rimane in vita non si riesce a sviluppare sul territorio un altro soggetto politico che punti all'indipendenza.....Io credo che la Lega non ci porterà mai all'indipendenza, l'occasione l'ha avuta, ma si è tirata indietro sul più bello... per abbracciare colui che chiamava mafioso...

  4. #4
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Bossi ha perso le elezioni (e lo sa)

    Originally posted by Autari
    Cosa pensate di questo articolo pubblicato sul "Il Riformista" di oggi?

    30 Maggio 2003

    REVISIONISMI. A BRESCIA LA LISTA HA PRESO LA METÀ DEI VOTI DEL CANDIDATO, CHE ORA VUOL LASCIARE

    Sorpresa, Bossi ha perso le elezioni (e lo sa) se perde anche in Friuli salta l'asse con Tremonti

    L'agonia della Lega continua, per questo il Senatùr non vuole il rimpasto e si tiene stretto i suoi ministri

    Milano. Chi era con lui racconta che lunedì pomeriggio, alle cinque della sera, Umberto Bossi «era tremendamente incazzato per il risultato di Brescia». Il Senatùr era nel suo ufficio della sede nazionale della Lega, a Milano in via Bellerio. Prima un'occhiataccia furibonda ad alcuni fogli, poi la conferma dalla televisione e infine la reazione rabbiosa. I conti sono presto fatti. A Brescia la Lega è andata da sola al primo turno. Da un lato la giovane e bella e larussiana Viviana Beccalossi, la candidata del centrodestra a tre cilindri, anziché a quattro, dall'altro il sindaco uscente del centrosinistra, Paolo Corsini, finiti poi entrambi al ballottaggio dell'otto giugno prossimo. Stretto in questa tenaglia, l'uomo della Lega, Cesare Galli, è riuscito a portare a casa un lusinghiero 16,4 per cento.
    Ma il problema per Bossi, lunedì pomeriggio, era un altro. E cioè il risultato di lista della Lega, giusto la metà di quello di Galli: poco più dell'otto per cento. Galli, infatti, era sostenuto da tre raggruppamenti, compreso il suo partito. E l'otto per cento alle amministrative di Brescia, confrontato con il dodici per cento raccolto sempre nella città della Leonessa alle ultime politiche, e con il diciotto per cento delle precedenti comunali, significa una sola cosa: che la Lega continua a perdere voti, che la lentissima agonia cominciata il 13 maggio di due anni fa non si è arrestata. Anzi. Il trend negativo non si ferma. Nonostante l'asse di ferro con Berlusconi e Tremonti a danno di Udc e An, nonostante la decisione di rispolverare la formula della Lega di lotta e di governo e correre da soli in alcuni centri, nonostante tutto la Lega non cresce. Sostiene una fonte leghista: «L'otto per cento a Brescia vuol dire il tre e mezzo alle politiche, mezzo punto in meno di due anni fa, quando con il tre e nove abbiamo sfiorato e non raggiunto il quorum al proporzionale». A molti osservatori politici il risultato della Lega di domenica scorsa è apparso invece indecifrabile. Anche perché, lo stesso Bossi, sempre lunedì pomeriggio, è passato in poche ore dalla rabbia alla soddisfazione. Dice ancora la fonte leghista: «Grazie proprio al dato generale di Galli a Brescia e al risultato di Treviso, dove la coppia leghista Gobbo-Gentilini è andata senza problemi al ballottaggio, Bossi è riuscito a trasmettere il messaggio non solo di aver tenuto, ma anche di aver vinto. Ricordiamoci però che quello di Treviso è un caso a parte e poi è l'unica città del Nord rimasta alla Lega».
    A Brescia poi si dice anche che Bossi, in verità, non volesse mandare la Lega da sola. Il Cavaliere era stato chiaro con lui: «Ti prendi il Friuli con la Guerra, ma altrove non dai problemi». Trasmessi gli ordini alla base, il Senatùr ha dovuto suo malgrado riferire al premier: «A Brescia non riesco a tenere i miei, vogliono andare da soli». A voler andare da solo era appunto Galli, il quale avrebbe minacciato il Senatùr: «Io mi candido lo stesso, anche senza la Lega». Bossi, una volta tanto, avrebbe subito lui un ricatto e così per limitare i danni ha fatto mettere in lista, nell'ordine, un ministro (il Guardasigilli Roberto Castelli), il capogruppo alla Camera (Alessandro Cè), un sottosegretario (Daniele Molgora). Risultato: Castelli ha preso poche centinaia di voti, ed era capolista, e gli altri due sono andati peggio. Adesso si dice anche che Galli sarebbe pronto a uscire dalla Lega e che al ballottaggio vincerà Corsini, per cinque-seicento voti di scarto.
    Ma la ferita maggiore per la Lega, e anche per il centrodestra, ancora deve venire. Il momento della verità saranno le regionali del Friuli Venezia Giulia. Il candidato del centrosinistra è Riccardo Illy, ex sindaco di Trieste, che ieri ha incassato pure l'appoggio di Vittorio Sgarbi. Contro di lui c'è, a nome di tutta la Casa delle libertà, la leghista Alessandra Guerra. La storia è ormai nota: Bossi ha voluto la Guerra a tutti i costi, Berlusconi per accontentarlo ha sfasciato Forza Italia in Friuli. Nei sondaggi Illy è avanti di cinque o sei punti. In Friuli Venezia Giulia si voterà l'otto giugno con il tatarellum a turno unico. La Guerra, di recente, ha recuperato il forzista Renzo Tondo, presidente uscente della regione che voleva la riconferma e che ha scatenato il pandemonio azzurro. Ma a fare la differenza sarà il sindaco di Udine, l'ex leghista Sergio Cecotti. A Udine si vota anche per il comune e Cecotti si è ripresentato a capo di una coalizione che comprende Ds e Margherita. Per la Guerra è stata una mazzata tremenda. I due sono sulla stessa piazza. In questo senso: la candidata leghista è di Udine e di conseguenza punta molto sulla sua città, dal momento che si prevedono scarsi risultati negli altri centri della regione, Trieste, Gorizia e Pordenone. Ma a Udine, Cecotti, che è molto popolare, ha organizzato una campagna elettorale a tappeto per sé e per Illy, di qui i timori della Guerra. Conclude il nostro interlocutore leghista: «Bossi in questi giorni sta tirando la corda con gli alleati per i ballottaggi in quei centri dove la Lega ha corso da sola al primo turno. Lo scopo è chiaro: assicurare l'appoggio leghista solo in cambio di un impegno massimo per il Friuli. Se si perde lì la sconfitta è soprattutto sua, che ha insistito per candidare la Guerra. Le regionali del Friuli, non tanto il risultato di Brescia, dove la candidata è di An, saranno determinanti per la verifica di governo».
    A Roma, però, la temuta e annunciata vittoria di Illy ha già prodotto un risultato: Bossi è contro il rimpasto e vuole una blindatura di questo governo. Il Senatùr teme per i suoi ministri ma anche per il fidatissimo Giulio Tremonti, garante dell'asse di ferro con il Cavaliere. In Transatlantico, alcuni peones della maggioranza riferiscono che le sedie tra gli alleati di governo sono già cominciate a volare, ma nessuno esce ancora allo scoperto in vista dell'otto giugno. Gli schieramenti sono i soliti: da un lato azzurri e Lega, dall'altro centristi e An che chiedono un riequilibrio. Tutti aspettano le regionali del Friuli. In caso di sconfitta, per Bossi cominceranno tempi duri. E il leader leghista non potrà nemmeno più minacciare ribaltoni e clamorose uscite: metà tra deputati e senatori gli ha già fatto sapere che non lo seguirà. Al Senatùr così non resterà altro che assistere alla lenta agonia del suo partito, che secondo alcuni finirà per diventare una corrente di Forza Italia.
    Punto I: la Lega alle ultime politiche a Brescia ha preso il 10,4% e non il 12%
    Punto II: la Lega Padana Lumbardia creata apposta dalla Lega Nord ha preso il 2% e la lista Galli sindaco il 2,6%
    Punto III:le liste indipendentiste non hanno intercettato(purtroppo) nessun voto dell'ex bacino elettorale leghista
    Punto IV:Il Riformista non è un giornale obbiettivo
    Punto V:sparisce l'indipendentismo al Nord?E allora?Io tanto emigro alle Far Oer e lascio qui gli italici con magrebini e teroni che amano tanto

  5. #5
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Bossi ha perso le elezioni (e lo sa)

    Originally posted by Dragonball
    [B]Punto I: la Lega alle ultime politiche a Brescia ha preso il 10,4% e non il 12%
    Punto II: la Lega Padana Lumbardia creata apposta dalla Lega Nord ha preso il 2% e la lista Galli sindaco il 2,6%
    Punto III:le liste indipendentiste non hanno intercettato(purtroppo) nessun voto dell'ex bacino elettorale leghista
    Punto IV:Il Riformista non è un giornale obbiettivo
    B]


    FINO A QUI SONO TOTALMENTE D'ACCORDO........

  6. #6
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Bossi ha perso le elezioni (e lo sa)

    Originally posted by pensiero
    FINO A QUI SONO TOTALMENTE D'ACCORDO........
    Ma scusa pensy...se la stragrande maggioranza dei padani vuole andare verso il baratro,cosa vuoi che ti dica?Auguri e buona fortuna.
    Io però preparo le valigie.

  7. #7
    Veneta sempre itagliana mai
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    '' E' in gran parte merito di Luca Cordero di Montezemolo se la Juventus non si rivolse ai tribunali ordinari '' (Joseph S. Blatter - Presidente F.I.F.A. - Dicembre 2007)
    Messaggi
    63,122
    Mentioned
    8 Post(s)
    Tagged
    1 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Bossi ha perso le elezioni (e lo sa)

    Originally posted by Dragonball
    Ma scusa pensy...se la stragrande maggioranza dei padani vuole andare verso il baratro,cosa vuoi che ti dica?Auguri e buona fortuna.
    Io però preparo le valigie.

    Ok....però il mio sogno abitativo è o il Canada o un paese nordico Svezia....Finlandia....Danimarca....tutto qua, mi differenziava solo la località dove dirigermi

  8. #8
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    A volte, vale la regola del tanto peggio tanto meglio. In questo caso, e se l'alternativa è questa, meglio una forte corrente federalista in Forza Italia piuttosto che una Lega debole all'esterno.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  9. #9
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Stonewall
    meglio una forte corrente federalista in Forza Italia piuttosto che una Lega debole all'esterno.
    Scherzi o dici sul serio?

  10. #10
    Simply...cat!
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Brescia,Lombardia,Padania
    Messaggi
    17,080
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Re: Re: Bossi ha perso le elezioni (e lo sa)

    Originally posted by pensiero
    Ok....però il mio sogno abitativo è o il Canada o un paese nordico Svezia....Finlandia....Danimarca....tutto qua, mi differenziava solo la località dove dirigermi
    No,no...io voglio andare sul sicuro: in c*lo ai lupi.
    Far Øer o niente




    Location:
    Northern Europe, island group between the Norwegian Sea and the North Atlantic Ocean, about one-half of the way from Iceland to Norway

    Population:
    46,011 (July 2002 est.)

    Total fertility rate:
    2.27 children born/woman (2002 est.)

    Ethnic groups:
    Scandinavian

    Religions:
    Evangelical Lutheran


    E' proprio il mio Paese.
    Pochi,ma buoni



 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. il M5S ha perso le elezioni
    Di uqbar nel forum MoVimento 5 Stelle
    Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 22-03-13, 11:01
  2. Elezioni: Prodi ha perso...
    Di cato censor nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 46
    Ultimo Messaggio: 27-05-06, 11:35
  3. Elezioni di POL: abbiamo perso
    Di vlad84 nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 21
    Ultimo Messaggio: 26-12-04, 13:51
  4. Il csx ha già perso le elezioni
    Di marcejap nel forum Centrosinistra Italiano
    Risposte: 97
    Ultimo Messaggio: 23-03-04, 19:05
  5. Spagna: Il PP ha perso le elezioni!!!
    Di Unità (POL) nel forum Politica Nazionale
    Risposte: 53
    Ultimo Messaggio: 15-03-04, 12:52

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226