Vi ricordate i bei tempi quando pronunciare la parola SECESSIONE era di moda in quel di Bellerio? e quando qualcuno iniziava a reclamizzare forme di protesta in stile autarchico-Padano? c'è qualcuno che invece delle parole fa i fatti....... anche se sinceramente il cognome e sopratutto il nome del promotore di tale lodevole iniziativa mi lasciano un po' perplesso
salucc
------------------------------------------------------------------------------------
Arriva nei bar la Corsica-Cola


La sfida all'ultima bollicina lanciata da un industriale corso sta attirando la curiosità degli abitanti dell'isola pronti ad investire nella nuova bevanda.


PARIGI - Dopo la vittoria dei no in Corisca al referendum sulle riforme istituzionali, che avrebbe dato maggiore autonomia all'isola, adesso l'isola si vuole dotare della Corsica-Cola.

Un birrario di Furiani, Domenico Sialelli, tramite l'azienda Petra, uno dei principali produttori di birra dell'isola, di cui è presidente, ha inventato la bibita, dal sapore (in realtà) più di Pepsi che di Coca-Co la. In una realtà così indipendentista, sembrerebbe l'ennesima sfida dell'isola, in realtà potrebbe solo trattarsi della trovata di un imprenditore. Certo il nome riscuote successo nell'isola. Gli stessi distributori hanno già fatto i loro rifonimenti, facendo vendere all'industriale ben 600.000 bottiglie, che se saranno a loro volta rivendute ai consumatori, potranno aprire la produzione della Corsica Cola.

E c'è già chi pensa anche alla versione dietetica. Il birraio di Furiani non è il primo imprenditore che cavalca tale onda pubblicitaria. Anche in Palestina è nata la Mecca Cola che destina i profitti delle vendite ai bambini palestinesi, in Bretagna la Breizh Cola, per valorizzare la realtà locale. Quello che non si sa invece, è che l'inventore della Coca-Cola fu un farmacista corso, Angelo Mariani, che nel 1863 creò il vino estratto dalle foglie di coca. Era un vino anti-depressione e stimolante, che divenne talmente famoso che lo stesso Papa gli diede una medaglia. Mentre negli Stati Uniti, John Pimberton, ispirandosi al vino di Mariani, brevettò nel 1886 la Coca Cola ma il vino corso fu sostituito da un estratto di cola e l'acqua liscia da quella gassata.