User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 15
  1. #1
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Unhappy Terroristi veri come i Serenissimi

    Castelli paragona i serenissimi ai terroristi veri neri e rossi, è inammissibile :mad


    -----------------------------------------------------------------------------------
    La lista di Bossi e del Guardasigilli
    braccio di ferro sulla "pacificazione"
    Il "pacchetto" del Carroccio
    dai Serenissimi a Fioravanti
    di LIANA MILELLA


    Francesca Mambro
    e Giusva Fioravanti

    ROMA - Aveva chiesto di vedere Ciampi per parlargli "delle grazie" già da una settimana. Con i suoi tecnici aveva riesaminato una per una le domande di chi vuol vedersi abbonata la pena e che giacciono negli uffici di via Arenula. Domenica aveva letto l'editoriale di Folli sul Corriere con la smorfia di chi sa di dover risolvere la questione Sofri. Aveva deciso, tra sé e sé, che lo avrebbe fatto al più presto. Mercoledì, passeggiando in Transatlantico poco dopo l'ora di pranzo, affermava di aver escogitato la chiave di volta per sciogliere la querelle. "Ho già tutto in testa. Però devo trovare il tempo per scrivere. Se ce la faccio, ma ancora non lo so, sarà tutto pronto per sabato. Allora sabato ci sarà il botto". Avant'ieri, quando la notizia dell'incontro con il capo dello Stato era divenuta ormai di pubblico dominio, il "botto" era diventato il "finimondo". A Radio Padania, il ministro della Giustizia (nella dicitura del dicastero la "Grazia" è formalmente decaduta dal 30 luglio '99, Diliberto imperante) Roberto Castelli preannunciava: "Vedrete cosa accadrà sabato contro di me. Vedrete. Sarà il finimondo". Dicendolo, sia mercoledì che il giorno dopo, il Guardasigilli se la rideva dietro gli occhiali già sapendo che una sortita sfavorevole a Sofri (come poi è stato) era destinata a sollevare un putiferio. Dopo la disponibilità di Ciampi, il sì di Berlusconi, di oltre un terzo delle Camere, un diniego sarebbe stato apprezzato solo dai "celoduristi" della Lega, i Bossi, gli Speroni, i Cè, i Calderoli, che hanno fatto della certezza della pena una bandiera.
    - Pubblicità -


    Rinasce qui una vecchia idea della Lega, una "pacificazione generale", una grazia che può includere gli intellettuali di sinistra, ma abbraccia i "cittadini sconosciuti", quelli per cui non si spende nessuno o si spendono in pochi. Il "finimondo" di Castelli si risolve in una "lista", un elenco di nomi da graziare, in cui c'è pure Sofri ma non solo. C'è Bompressi ovviamente, che ha presentato la domanda da un anno, ci sono due "serenissimi" di quelli che portarono l'attacco al campanile di San Marco, due dissociati dalle Bierre, due altoaltesini scelti tra una dozzina tra quelli che compirono attentati negli anni Sessanta. Per finire Francesca Mambro e Giusvà Fioravanti, condannati per la strage di Bologna, che giusto ieri hanno scritto una lettera al Corriere per dirsi d'accordo con lo stop alla pena per Sofri. C'è di che accontentare la sinistra (Sofri, Bompressi), l'estrema sinistra (i bierrini), la destra di An (Mambro e Fioravanti), ma anche la Lega (i Serenissimi). E si fa contento anche Berlusconi.

    Ieri mattina, di buon'ora, Castelli si è presentato dal presidente della Repubblica. Mettendo subito avanti le mani con le pregiudiziali sul "raffinato intellettuale" (Sofri) che, se fosse veramente liberato, gli farebbe venire "i brividi". Un "no" che potrebbe attenuarsi col tempo, a patto che venga presentata una formale domanda di grazia, in regola con la legge, in cui l'ex direttore di Lotta continua non si nasconda dietro prestanome che chiedono la clemenza al suo posto. Un "no" che potrebbe diventare un "nì" se anche "i poveri cristi", come li chiama il Guardasigilli, ottenessero di poter abbandonare la galera. È la posizione di Bossi e del capogruppo alla Camera Alessandro Cè, il quale prima nega il diritto di Sofri a fruire della grazia, ma poi la butta sulla politica e ragiona sugli eventuali "presupposti" che potrebbero "interessare non solo una persona". La lista non è nuova. È la stessa che circolò a novembre 2002 dopo la lettera del premier al Foglio a favore di Sofri. Si sono solo aggiunti i dissociati Bierre.

    Certo, il ragionamento di Castelli, e prim'ancora di Bossi, per incartare il caso Sofri, per trasformarlo in una sorta di pacchetto lottizzato a misura della Casa delle libertà, non era affatto una sorpresa per i maggiorenti della Lega. Né tantomeno l'articolo del Guardasigilli sulla Padania. Eppure il primo a risentirsi è proprio il capo di gabinetto di Bossi, l'europarlamentare Francesco Speroni, che arriva ad offendere Ciampi. Ipotizza che il capo dello Stato voglia guidare la mano del ministro della Giustizia e, per evitare equivoci, ribadisce che la Lega è per la tolleranza zero, quindi "l'ex leader di Lotta continua deve restare in galera". Ma il vicepresidente del Senato Calderoli lo rimbrotta, difende Ciampi, ma ribadisce il no su Sofri. Una rabbia autentica oppure una manovra ben orchestrata in casa leghista per far digerire all'elettorato padano il pacchetto delle grazie? I conti tornerebbero: prima Castelli fa propaganda dei suoi "brividi" per Sofri libero, poi l'incontro con Ciampi che è favorevole alla grazia, il sì di Berlusconi, infine l'articolo sulla Padania, la teorizzazione del "no" sul piano ideologico ma con un titolo che richiama una futura "pacificazione generale".



    (19 luglio 2003)
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Sposo di Teodolinda
    Data Registrazione
    29 Jan 2003
    Località
    Insubria: futura terra deislaminizzata
    Messaggi
    1,321
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Disconoscere chi si è sacrificato in prima persona per l'ideale di libertà da Roma padrona è un atto gravissimo.
    L' appiattimento e l' assimilazione sono state completate!

    Onore ai patrioti Veneti!

  3. #3
    Moderatore
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    La Lupa romana è una cagna bastarda che muore allattando 2 figli di puttana
    Messaggi
    8,867
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Ecco a voi il rilancio dell'amnistia
    Tu che odi dio e la vita cristiana
    Senti la sua presenza come un doloroso cancro
    Vengano profanate e profanate aspramente
    Le praterie del cielo bagnate di sangue

    Odiatore di dio
    E della peste della luce

    Guarda negli occhi paralizzati di dio
    E sputa al suo cospetto
    Colpisci a morte il suo miserevole agnello
    Con la clava

    Dio, con ciò che ti appartiene ed i tuoi seguaci
    Hai mandato il mio regno di Norvegia in rovine
    I tempi antichi, le solide usanze e tradizioni
    Hai distrutto con la tua orrida parola
    Ora vai via dalla nostra terra!

  4. #4
    a mia insaputa
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Casa mia
    Messaggi
    2,342
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Abbiamo fatto il paio con quell'altra vaccata di qualche mese fa,quella del microterrorismo padano.
    Meglio fuori che dentro,ovvio.
    Meno ovvia la scelta dei tempi. Era proprio necessario aspettare due anni prima di provvedere in modo tale da equiparare l'assalto al campanile con azioni che di patriottico hanno ben poco?
    Bisognava proprio abbassarsi ad assecondare l'ennesima carnevalata dei teatranti romani? Non è sempre il solito,falso,scaricabarile in anticipo per mascherare le intenzioni di chi comanda il vapore davanti all'opinione pubblica?
    Cosa ce ne viene in tasca,signor ministro?
    Quanto alla "pacificazione generale" è l'ennesima fola per quietare gli schieramenti di un paese,nei fatti,diviso in tutte le maniere iimaginabili: destra,sinistra,nord,sud,terroni,polentoni,milanis ti,fancazzisti,sindacalisticomunisti,nazifascisti, ecceteristi.
    Gli unici momenti di unità nazionale sono la Nazionale,appunto e l'antipadanismo.
    Proprio un ex-indipendentista che "prende le parti" di chi ha pagato con la galera il suo voler essere altro dall'unità indivisibile di sto schifo di paese,cosa cazzo vuole pacificare? A pochi mesi dalle ultime azioni "patriottiche" delle new-BR poi...mah..




    Se vedòm!
    Se vedòm!

  5. #5
    Registered User
    Data Registrazione
    28 Jun 2002
    Località
    Milano
    Messaggi
    1,297
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    dal Corriere

    Il Serenissimo dell’assalto a Venezia: «Non ci provino con me, io rifiuterei»


    DAL NOSTRO INVIATO
    PIZZIGHETTONE (Cremona) - «La diano a Sofri la grazia, la diano a chi ne ha davvero bisogno, non voglio entrarci in questi mercanteggiamenti di Palazzo: mica siamo saliti su quel campanile per ingraziarci Bossi. No, con me non ci devono nemmeno provare: la rimando indietro, la rifiuto, Ciampi è avvertito...». Dopo tre anni di carcere, tre mesi di arresti domiciliari, sei mesi con l’obbligo quotidiano di firmare il registro in una stazione di carabinieri, un anno di affidamento ai servizi sociali, nessun patteggiamento e nessun pentimento, Luigi Faccia, 48 anni, leader assieme all’«ideologo» Giuseppe Segato del commando di dodici Serenissimi che la sera del 9 maggio ’97 assaltò con blindati, mitra e tute mimetiche il campanile di San Marco a Venezia, è una maschera di rabbia.
    E’ tutto il giorno che il suo cellulare squilla: «Mi rovinano la vita queste voci romane sul pacchetto-grazia. E’ da due anni che Castelli e la Lega ci ronzano attorno. Ma si sbagliano se credono di avere un tornaconto elettorale, noi siamo lontanissimi da loro...». Luigi Faccia adesso si guadagna da vivere vendendo i macchinari zootecnici costruiti dall’azienda di famiglia, ma al solo sentire la parola «Veneto» scatta ancora sull’attenti: «Sono un patriota della Repubblica Serenissima» dice con la pacatezza di chi ci crede davvero. Del commando di quella notte di maggio, è l’ultimo ad essere ancora in debito con la giustizia: gli mancano pochi mesi, a febbraio sarà fuori. Gli altri, compreso Segato, sono in libertà da un pezzo. Ride: «La grazia a chi? I Serenissimi hanno già dato».
    Duro e puro, d’accordo. Ma qualcuno potrebbe obiettare: facile esserlo adesso, quando ormai la pena è scontata...
    «E’ proprio questo che mi offende: che si possa pensare una cosa simile. Io non sono né un invasato né uno sbandato, anche se hanno fatto di tutto per dare di noi quest’immagine. Quando progettammo l’impresa, eravamo perfettamente consapevoli di quello che ci attendeva: il carcere. Ma ci credevamo, dovevamo farlo...».
    Quindi?
    «Adesso che ho pagato fino in fondo le conseguenze del mio gesto, credo di avere il diritto che lo Stato faccia lo stesso. Vogliono concedere la grazia a Sofri? Sono il primo ad esserne felice: lo considero un gigante sotto il profilo intellettuale. Ma se ne assumano la responsabilità senza coinvolgere situazioni e persone che vengono da un’altra storia».
    Di quel commando, lei è stato quello che ha ricevuto la pena più pesante (sei anni e due mesi): lo ritiene ingiusto?
    «No».
    Nei vostri piani, lei e Segato avreste dovuto raggiungere il campanile in un secondo tempo per avviare una trattativa con il ministro degli Interni: non ha mai avvertito in tutto ciò un senso di ridicolo?
    «Non mi sono pentito. Credo, anzi, che sia servito. Il nostro scopo era quello di mantenere vive la memoria e la dignità di una grande stagione: la Repubblica dei Serenissimi, 1300 anni di storia irripetibili e ora cancellati, azzerati...».
    L’avete pagata salata: ne valeva davvero la pena?
    «Adesso non avrei più le energie e la tenuta psichica per rifarlo, ma ne è valsa la pena. La giustizia ha usato la mano pesante con noi, è vero. Ha esagerato? Non lo so. Ora vedo in giro persone che esaltano stagioni storiche intrise di sangue e orrori: noi volevamo solo celebrare un’epoca di ingegno».
    Ha ancora contatti con gli altri «patrioti»?
    «Sì, alcuni fanno parte del Veneto Serenissimo Governo, di cui sono ancora presidente...».
    Altri campanili nel mirino?
    Ride. «No, in questo momento stiamo approfondendo il referendum del 1866 che sancì il passaggio del Veneto dalla Francia all’Italia: una truffa sostenuta dalle baionette».
    Mai avuto contatti con Castelli?
    «Per carità...».

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    17 Jul 2003
    Località
    laddove fabbricano la nebbia
    Messaggi
    173
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito vorrei vedere...

    [QUOTE]In origine postato da Delaware
    [B]dal Corriere

    Il Serenissimo dell’assalto a Venezia: «Non ci provino con me, io rifiuterei»


    Credo che il pensiero di Castelli sia pienamente apprezzabile, anche se in cuor mio non lo condivido. Da un lato con "amnistia per tutti" è stata una tattica per mettere all'angolo la sinistra pronta a perdonare i soli brigatisti rossi: quindi chi si è offeso perchè Castelli ha messo insieme, terroristi e serenissimi forse non ha colto questo. Dall'altro sono pienamente convinto che chi ha ammazzato gente o ne è stato il mandante deve rimanere in galera, tanto meglio se è stato per motivazioni politiche.

    Discorso a parte meritano certamente i Serenissimi, che sono stati condannati solamente per motivi politici e di pensiero, dato che nei fatti pratici c'è stato ben poco di eversivo. Se Castelli spinge per la loro grazia, non credo sia per fini esclusivamente elettorali ma perchè è la base (veneta soprattutto) che la pretende.
    Vorrei vedere se Faccia rinuncierebbe alla grazia, se se la trovasse davanti firmata. E poi sentirlo che continua a definirsi un patriota-soldato del Serenissimo Governo, suvvia... rispetto massimo per chi crede fermamente in un ideale (anche se utipistico) e per il coraggio che ha avuto con gli altri serenissimi ma il Serenissimo Governo saranno in 7/8 persone.... che ogni tanto lanciano un proclama ben poco credibile

  7. #7
    Registered User
    Data Registrazione
    29 Jul 2002
    Messaggi
    582
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Scirocco
    Terroristi veri come i Serenissimi Post #1 di 7

    Castelli paragona i serenissimi ai terroristi veri neri e rossi, è inammissibile :mad

    We africano, hai un bel coraggio a venir qui e mostrare quella carta da cesso!

  8. #8
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Terroristi veri come i Serenissimi

    In origine postato da Shaytan
    Castelli paragona i serenissimi ai terroristi veri neri e rossi, è inammissibile :mad


    -
    mi fa veramente schifo vedere che qua non si perde occasione di fare disinformazione antileghista fino a fare sempre la sponda alla disinformazione bugiarda del sistema italiota .

    IN nessuna dichiarazione ne scritta ( leggetevi la padania ..) ne a voce Castelli ha mai parlato di amministia ai serenessimi .. Castelli ha solo parlato di pacificazione nazionale per atti di violenza compiuti trentanni fa .. dizione in cui rientrano neri e rossi e credo anche i sudtirolesi ... ma non possono essere compresi di certo quei 4 sognatori il cui unico atto violento e' stato quello di occupare un campanile con un vecchio moschetto e che sono gia' tutti a caso dopo aver scontato pene assurdamente dure in base alla legislazione fascista .


    quindi shaitan autari e co andate tutti a fare in ....

  9. #9
    Registered User
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    317
    Mentioned
    7 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Terroristi veri come i Serenissimi

    In origine postato da larth
    mi fa veramente schifo vedere che qua non si perde occasione di fare disinformazione antileghista fino a fare sempre la sponda alla disinformazione bugiarda del sistema italiota .

    IN nessuna dichiarazione ne scritta ( leggetevi la padania ..) ne a voce Castelli ha mai parlato di amministia ai serenessimi .. Castelli ha solo parlato di pacificazione nazionale per atti di violenza compiuti trentanni fa .. dizione in cui rientrano neri e rossi e credo anche i sudtirolesi ... ma non possono essere compresi di certo quei 4 sognatori il cui unico atto violento e' stato quello di occupare un campanile con un vecchio moschetto e che sono gia' tutti a caso dopo aver scontato pene assurdamente dure in base alla legislazione fascista .


    quindi shaitan autari e co andate tutti a fare in ....
    Ti vedo "nervosetto" ultimamente..............
    Cos'è, forse i programmi fin qui realizzati dalla cdl non ti soddisfano abbastanza?
    Oppure ti dà fastidio il "revisionismo politico" che sta facendo la lega in questi ultimi tempi?
    Sù dài, coraggio, vedrai che fra poco ci sarà una bella finanziaria "padana" che solleverà anche te!

  10. #10
    Ridendo castigo mores
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    9,515
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: Re: Re: Terroristi veri come i Serenissimi

    In origine postato da Stefano
    Ti vedo "nervosetto" ultimamente..............
    Cos'è, forse i programmi fin qui realizzati dalla cdl non ti soddisfano abbastanza?
    Oppure ti dà fastidio il "revisionismo politico" che sta facendo la lega in questi ultimi tempi?
    Sù dài, coraggio, vedrai che fra poco ci sarà una bella finanziaria "padana" che solleverà anche te!
    no, pero' alla lunga fastidio stare in una barca dove quelli piu' animosi (a chiacchiere ..) si impegnano soprattutto a fare buchi sul fondo...

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226