User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 39
  1. #1
    sacher.tonino
    Ospite

    Post La mia tesi sull'Italia.

    Ho già elaborato questa mia tesi sul fora di centrodestra.Ma ho pensato di scorporarla e riportarla su questo fora che mi sembra più edatta per l'evolversi di una fruttuosa discussione.
    A mio avviso, non si può parlare di un'unicità celtica della Padania, ma piuttosto di diverse e variegate strutturazioni storico etniche che hanno interessato l'Italia Settentrionale.
    La pianura padana, ha subito svariate dominazioni, un buon esempio storico documentato di tali dominazioni può essere il romanzo di Alessandro Manzoni, i Promessi Sposi.
    Mentre, sostanzialmente il sud ha goduto sempre di una serena stabilità con il Regno delle due Sicilie.
    Personalmente non sono un nostalgico dei Borboni e ritengo il Risorgimento una grande epopea, con tutti i suoi limiti.
    Le lobby economiche postrisorgimentali dell'Italia del Nord non avevano nessuna intenzione ed interesse all'industrializzazione del sud, così come dopo il fascismo (bisogna dire che neanche Mussolini fece molto per l'industria pesante del sud) il PCI con un'astuta manovra politico culturale avallò l'emigrazione dei Terroni che da contadini si trasferivano nelle Fabbriche del Nord divenendo classe operaia.
    Solo che oggi la classe operai non rappresenta più un blocco monolitico unitario, se si pensa che secondo autorevoli sondaggi il 60percento degli operai vota forza italia.
    Ma torniamo al nocciolo della questione: a mio avviso scientificamente e storicamente possiamo affermare che La Padania non ha un' univocità celtica ed è frutto di moltissime stratificazioni storico, etniche e culturali.Quindi il celtismo è sostanzialmente UNA MODA.

    Nella cartina seguente possiamo osservare la frammentazione politico culturale del nord.



    Ora, nella prossima immagine della Gallia Cisalpina, notiamo che i territori Celtici interessano solo la pianura padana e il nord est, ma non tutta l'Italia Settentrionale.



    In conclusione: Vorrei ascoltare un Vostro parere sull' eventuale univoca origine celtica della Padania e sulla possibilità che una confederazione di Stati all'interno dell'unità d'Italia sia una soluzione migliore della secessione.
    Saluti da Avellino
    Tonino

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    9,909
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La mia tesi sull'Italia.

    [ possibilità che una confederazione di Stati all'interno dell'unità d'Italia sia una soluzione migliore della secessione.
    Saluti da Avellino
    Tonino

    * Io sono sempre stato un assertore delle confederazioni di Stati, ma perche' non pensiamo ad una confederazione all' interno dell' Europa? Se alle cartine che mostri aggiungi quella del meridione, troverai il germe dello stato nazionale: il regno delle due sicilie. Quindi, anche se al nord non siamo omogenei (qui hai ragione), per ragioni storiche p. es. la repubblica di venezia ha maggiori affinita' con l' istria, il friuli, bergamo, forse trento, che con p.es. avellino o palermo. per trieste le cartine parlano da sole: dal 1382 al 1797 e dal 1815 al 1918 ha fatto parte dell' impero austriaco, quindi avrebbe piu' senso che facesse parte di una macroregione europea, che comprenda (sono solo esempi) la carinzia, la stiria, la slovenia e parte del friuli. Non sarebbe antistorico, magari, aggregarvi anche la ex repubblica di venezia.
    Spero, comunque di aver comunicato lo spirito di quello che intendo.

    Saluti

  3. #3
    Grande Capo
    Data Registrazione
    07 Mar 2002
    Messaggi
    951
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Re: La mia tesi sull'Italia.

    In origine postato da sacher.tonino
    In conclusione: Vorrei ascoltare un Vostro parere sull' eventuale univoca origine celtica della Padania e sulla possibilità che una confederazione di Stati all'interno dell'unità d'Italia sia una soluzione migliore della secessione.
    Saluti da Avellino
    Tonino [/B]
    Nessuna univoca origine celta in Padania, ma sì Indoeuropea, e
    SI'
    ad una Confederazione
    ALPINOPADANO-TIRRENO-APPENNINICA
    C.A.T.A.


    dove il nome Italia sia riservato ed indiki le regioni meridionali Ionike della Penisola Appenninica, dentro la kuale l'Italia è, ma non la Padania.-
    mandi tunin
    Abrezio
    RISORGIMENTO, ILLUMINISMO e REDENZIONE
    Abrezio

  4. #4
    sacher.tonino
    Ospite

    Predefinito

    forumista valentino: matteoli1 rom ? Non capisco cosa significa.

    forumista Mitteleuropeo: Gentile amico, la confederazione che Lei dice già esiste in Europa(non è forse la comunità europea una confederazione di Stati?) Tempo fà in un mio scritto asserii di esserci delle affinità grafiche tra la bandiera europea ed una delle prime bandiere degli USA.Una semplice curiosità.

    Quindi Lei vedrebbe di buon occhio una Padania confederata all'interno dell'Europa.
    Potrebbe essere una buona soluzione, Io personalmente sarei favorevole ad un Italia confederale.
    Con rispetto
    Tonino

    Nell'immagine vediamo la Betsy Ross flag, la leggendaria bandiera USA del 1700.




    Sotto possiamo constatare un'affinità grafica con la bandiera europea.


  5. #5
    Veneto
    Data Registrazione
    01 May 2002
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da sacher.tonino
    forumista valentino: matteoli1 rom ? Non capisco cosa significa.

    forumista Mitteleuropeo: Gentile amico, la confederazione che Lei dice già esiste in Europa(non è forse la comunità europea una confederazione di Stati?) Tempo fà in un mio scritto asserii di esserci delle affinità grafiche tra la bandiera europea ed una delle prime bandiere degli USA.Una semplice curiosità.

    Quindi Lei vedrebbe di buon occhio una Padania confederata all'interno dell'Europa.
    Potrebbe essere una buona soluzione, Io personalmente sarei favorevole ad un Italia confederale.
    Con rispetto
    Tonino

    Nell'immagine vediamo la Betsy Ross flag, la leggendaria bandiera USA del 1700.




    Sotto possiamo constatare un'affinità grafica con la bandiera europea.

    Buon giorno,
    Mi permetto di far osservare che ad una attenta analisi stirico culturale del passato,non ne ha prodotto un'altrettanta attenta attuale.
    Che esista già la confederazione Europea significa affermare l'esistenza degli stati ,è ciò significa anche delegittimare le volontà dei padri dell'Europa Unita che non previdero se non l'europa delle regioni.Confederare lItalia?Prendiamo atto che al centralismo romano intenderebbe sostituire quello di Bruxelles.
    I modelli futuri, andrebbero interpretati pensando al futuro e non alle esigenze del presente come erroneamente invece fan tutti.
    Lasci perdere le affinità grafiche.Un paese che è al collasso economico,dove non vi è il coraggio di tagliare ciò che da 40 anni appesantisce lo stato,non può avere futuro.Se il Nord economico crolla,al Sud quel poco che arriva non arriverà più, di conseguenza è destinato a morire.Se il Sud continuerà a pensare che lo stato lo salverà,di fatto si scaverà la fossa con le proprie mani.Infine se permette,ora è tempo che il sud dimostri ciò che non ha fatto in mezzo secolo,ovvero la rinuncia all'assistenzialismo straccione.

  6. #6
    INSubrian SOCialism
    Data Registrazione
    11 Apr 2003
    Messaggi
    1,296
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    osservazioni:

    1) chi ha mai affermato l'equazione neo-celtismo=padanismo? Sono due concetti ben differenti.

    2) i simboli che appaiono in questo 3ad dicono tutto su di voi... in particolare l'avatar da tabaccaio di sacher.tonino...

    Andate a raccontare le vs st......e a qualcun'altro...


  7. #7
    a mia insaputa
    Data Registrazione
    30 Mar 2009
    Località
    Casa mia
    Messaggi
    2,342
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Riguardo alla prima cartina,oltre a notare con infinito piacere che manca l'isola di Sardegna (e che c'è,giustammente,la Corsica,almeno limitandosi a considerazioni prettamente linguistiche),mi pare che il frazionamento territoriale riguardi tutta la penisola. Certo,non si vede metà del regno delle due Sicilie (sarebbe anacronistico ?),indice di indipendenza dalla fantomatica unità del sud.
    Riguardo al nord (nord di che?) si può notare che dell'itaglia una e indivisibile mancano diversi pezzettoni e ve ne sono altri che di uno e indivisibile,attualmente hanno ben poco.
    Così,a colpo d'occhio,direi che si nota una certa voglia di indipendenza,riguardo alle realtà padane,direi. Alla faccia dell'unità e del modo sostanzialmente terroristico con cui è stata portata avanti la "grande epopea" risorgimentale.
    Sorvoliamo sulle lobby del nord ricordando che,in tutti i conflitti,chi perde paga le spese di guerra; se poi consideriamo che la classe liberale del regno borbonico si è fatta in quattro perchè il regno di sardegna si muovesse in tal senso,sventolando sotto il naso del Re Delinquente le ricchezze (presunte o meno) del sud e che la casta militare non si è fatta pregare più di tanto per tradire il suo popolo....



    "scientificamente e storicamente possiamo affermare che La Padania non ha un' univocità celtica ed è frutto di moltissime stratificazioni storico, etniche e culturali..."


    Il fatto che nessuno abbia messo in dubbio tale assunto è di per sè una risposta. Anzi,mi sa che solitamente in ambito padanista ci si trovi a dover trattare proprio tale affermazione.
    Riguardo alla seconda cartina,giova ricordare che,a grandi linee(ma guarda un pò),ricalca il tracciato con il quale si identifica la Padania (o l'area di influenza padana,se si preferisce un'impostazione più.. "indivisibile").
    Gli errori più grossolani che riporta sono l'assimilazione del popolo Veneto agli abitanti di origine celtica propriamente detti,nonchè la mancanza di un'accenno alle popolazioni liguri definibili anche come Leponzi meridionali,se non vado errato,e quindi del tutto assimilabili alle popolazioni celtiche che si stanzieranno in seguito. Ci sarebbe anche qualche enclave etrusca ma si tratta più che altro di avamposti a fine commerciale.
    Al di là delle mode abbiamo quindi un sostrato celtico prevalente sulla quasi totalità del territorio padano. Cosa che differenzia questi territori dal resto della penisola propriamente detta fin dai tempi più antichi (età del bronzo) anche a voler prescindere dalle successive "iniezioni di nordicità" di tempi più recenti.
    Si potrebbe parlare anche dell'incidenza della "cultura di Golasecca" su TUTTO il mondo celta del tempo,scientificamente e storicamente dimostrata dagli ultimi studi in materia,presa come modello culturale di riferimento dalle successive culture.
    Si deduce quindi che ci troviamo di fronte a una Padania,in un certo qual modo,punto di partenza della celticità europea.



    Se vedòm!
    Se vedòm!

  8. #8
    sacher.tonino
    Ospite

    Predefinito

    Per Conte Jean: il mio avatar è l'emblema della Repubblica Italiana.

    Per Gatto rognoso: la Tua analisi è molto dettagliata, e precisa, però c'è qualcosa che non mi convince.Precisamente l'univocità celtica attuale della Padania.
    Comunque sia, ognuno coltiva liberamente la propria visione del mondo, ed è giusto che sia così.
    Saluti da Avellino
    Tonino

  9. #9
    INSubrian SOCialism
    Data Registrazione
    11 Apr 2003
    Messaggi
    1,296
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Per Conte Jean: il mio avatar è l'emblema della Repubblica Italiana.
    Appunto. Un simbolo di intolleranza.

  10. #10
    sacher.tonino
    Ospite

    Predefinito

    Il corpo della Costituzione Italiana sancisce la libertà di espressione di ogni cittadino, ed altre fondamentali libertà.

    L'intolleranza nasce nell'assenza di regole, cioè nell'anarchia.

    Essendo l'emblema della Repubblica Italiana il simbole dell'intera architettura sociale e civile di un Stato, non può essere simbolo dell'intolleranza, per sua natura intrinseca.

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226