User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4

Discussione: I federalismo vero?

  1. #1
    Veneto
    Data Registrazione
    01 May 2002
    Località
    Veneto
    Messaggi
    1,508
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito I federalismo vero?

    Quant'è lontano il vero federalismo


    di Paolo
    Bagnoli

    La California è un vero modello di devolution
    Il potere può essere revocato democraticamente
    Com'è arretrata, al confronto, l'Italia di oggi
    E' ora che lo Stato venga ripensato dal basso

    Chissà se taluni nostrani sostenitori del federalismo stanno seguendo quello che, in queste settimane, sta avvenendo in California; ci auguriamo di sì nella speranza che capiscano che federalismo non significa né decentramento né, tantomeno, legislazione concorrente, bensì pieno autogoverno delle istanze che si federano.

    In California, infatti, esiste una legge, la recall action, che permette di indire un referendum popolare per sfiduciare il governatore dello Stato. Nello specifico, in base ad una legge che risale addirittura al 1911, per indire il referendum basta che esso sia richiesto dal 12% degli elettori. Una legge simile vige, oltre che nella California, in altri quattordici Stati americani ed è stata applicata, in tutta la storia degli Stati Uniti, fino ad oggi, solo nel 1921 nello Stato del Nord Dakota.

    Non ci interessa entrare nel merito delle accuse che i repubblicani - in California all’opposizione – muovono al Governatore democratico Gray Davis; ci interessa osservare un altro aspetto, ossia che vi sono Stati retti democraticamente ove il potere così come viene attribuito per libero voto democratico può essere revocato con lo stesso sistema. E questi Stati convivono con tanti altri Stati, in un unico Stato a forma federale, che non prevedono simile possibilità e nessuno ritiene che uno di questi altri Stati, poiché non può mandare a casa tramite sfiducia diretta il proprio Governatore sia, per questo, meno democratico della California o del Nord Dakota che, invece, lo possono fare.

    Da noi, invece, siamo al punto che di fronte alla prospettiva di conferimento alle regioni di talune piene potestà - la cosiddetta devolution, termine invero poco felice - si deve invocare “l’interesse nazionale” come se dotare le Regioni di alcuni pieni poteri possa considerarsi un attentato all’unità dello Stato od il possibile principio della sua dissoluzione. Come la storia ci dimostra i Paesi che costituiscono i modelli canonici delle statualità pattizie – gli Usa e la Svizzera – sono ben animati da un accentuato senso dell’interesse nazionale.

    La verità è che, nel caso italiano, si dice una cosa per intenderne un’altra e così, ancora, non si capisce quale debba essere lo sbocco organico di una riforma istituzionale in senso federalista, e che non può essere certo fatta a strappi poiché implica un ragionamento complessivo armonico, mentre si capisce molto bene cosa si voglia dire per interesse nazionale, vale a dire la capacità della più ampia intrusione fra il centro e la periferia, compresa l’idea che a tutto si può rinunciare fuorché alle provvigioni, incentivi, legislazioni privilegiate e così via.

    Ma tutto ciò sarà anche interesse nazionale, quello vero dovrebbe vertere sull’interesse comune di tutti i soggetti che partecipano alla statualità pattizia a che non vi siano aree del Paese socialmente e civilmente troppo distanti fra loro. Come ben si comprende, si tratta, però, di un’altra cosa.

    La distanza tra il federalismo e l’Italia di oggi, non meno di quella di ieri, ci sembra ancora assai grande e non basta riempirsi la bocca del tanto acclamato Senato delle Regioni per dire che solo con la sua nascita segnerà il cambio di statualità. Il Senato federale, infatti, ha un senso in uno Stato federale dove, tradizionalmente, la Camera bassa rappresenta i cittadini e quella alta le statualità federate. E’, cioè, una conseguenza, non un presupposto.

    Occorre, quindi, che lo Stato venga ripensato dal basso e sia strutturalmente libero da ogni ipoteca centralista. Inoltre non è pensabile che uno Stato possa dirsi federale se non vige una fiscalità federalmente concepita, vale a dire esattamente all’opposto di quella vigente in Italia ove si ritiene che basti aggiungere all’imposizione dello stato quella dei poteri locali per ritenere di essere andati verso il cosiddetto “federalismo fiscale”; la conclusione è che si finisce per alzare il livello del prelievo complessivo e diminuire la portata dei servizi ai cittadini. Altro che federalismo!

    La verità è che la cultura federalista, tutt’altro che assente nella tradizione politica italiana, non si concilia con metodi e storie, largamente maggioritari, consustanziali allo Stato centralizzato e centralista, sostanzialmente alieno da quell’”etica della responsabilità” che è a fondamento di ogni realtà che voglia pienamente e consapevolmente autogovernarsi.

    (31 LUGLIO 2003, ORE 11)


    Non sono solito fare dei copia incolla,ma questo articolo esplicita chiaramente un concetto ormai caduto in disuso.Ho sempre affermato che il federalismo in itaglia non è applicabile,ciò perchè 2/3 dei parlamentari sono di estrazione geografica meridionale e naturalmente, si guardano bene dal votare qualsiasi cosa che mettesse a repentaglio il foraggio gratuito del nord. La devolution è una patacca che non serve a nulla in quanto non prevede l'autonomia impositiva,ciò nonostante l'ostilità della maggioranza è abbastanza eloquente a far capire che nessuno deputato di maggioranza meridionale la voterebbe.

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Padania libera dai padioti
    Data Registrazione
    14 Jun 2002
    Messaggi
    2,329
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    La devolution individua competenze esclusive come primo passo e come secondo passo deve necessariamente individuare il tributo che lo può finanziare e in base al peso percentuale sul tributo di quella competenza assegnare alle autonomie locali questo importo attraverso meccanismi progressivi.

    E' ovvio che la devolution non è affatto un punto di arrivo.

    Il problema che deve poi emergere è che lo stato costringerà gli enti locali ad aumentare i tributi in ragione dei tagli fino a far diventare la situazione difficilmente sostenibile.

    LA devolution è una sepecie di cavallo di troia del federalismo

  3. #3
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Non è la prima volta che Paolo Bagnoli scrive delle cose intelligenti, pur non avendo mai bazzicato nell'area leghista (neppure quando la Lega era una cosa seria). Tuttavia, ricordo che, per un certo periodo di tempo, aveva saltuariamente collaborato con la Padania--quando direttore era Marchi.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  4. #4
    Veneto indipendente
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Serenissima Euganea
    Messaggi
    5,951
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Stonewall
    Non è la prima volta che Paolo Bagnoli scrive delle cose intelligenti, pur non avendo mai bazzicato nell'area leghista (neppure quando la Lega era una cosa seria). Tuttavia, ricordo che, per un certo periodo di tempo, aveva saltuariamente collaborato con la Padania--quando direttore era Marchi.
    __________________
    Avevo letto anch'io quell'articolo e quasi mi ha fatto meraviglia constatare che c'è ancora in giro gente che ha il coraggio di scrivere delle cose intelligenti e condivisibili. Ma poi ho pensato che forse si tratta di una spruzzata di neve nel deserto, incapace di far crescere da sola tanti fili d'erba verde.

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226