User Tag List

Risultati da 1 a 2 di 2

Discussione: Austria felix

  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Talking Austria felix

    Austria, "negro di m..." non è insulto razzista


    "Non luogo a procedere" è il giudizio emesso da un tribunale di Linz nei confronti di un agente di polizia che aveva offeso un rifugiato africano.


    Dire "negro di merda" al ragazzone africano che è appena sceso dalla propria auto, e che ora vi sta davanti in attesa che controlliate i suoi documenti, quelli della vettura, e la sua licenza di guida, non è un insulto a sfondo razzista. Questo, almeno, se siete in Austria. E, soprattutto se, insinuano i maligni, indossate la sfavillante divisa del locale corpo di polizia, già più volte condotto alla sbarra proprio per atteggiamenti razzistici.

    Eppure a Linz, forse la più ordinata e pittoresca cittadina di quella "seconda Svizzera" che è l’Austria, nonostante il paese sia tuttora scosso dall’ultimo inquietante fatto di cronaca che a fine luglio aveva registrato la morte di un cittadino mauritano durante un interrogatorio della polizia viennese, e nonostante proprio su quella vicenda resti aperta un’inchiesta contro ignoti per omicidio involontario, la frase "negro di m...." pronunciata da un agente della stradale all’indirizzo di un cittadino di colore, non ha suscitato dubbi. E’ insulto, certamente, hanno sancito i magistrati, ma non a sfondo razzistico.

    L’episodio, di fatto, appare inquietante. A finire nelle maglie della polizia austriaca era stato un cittadino africano, con status di rifugiato politico in Austria, ma che in realtà vive nel paese alpino ormai da almeno un decennio, insieme alla propria famiglia. Un cittadino integrato insomma, con un appartamento alla periferia di Linz, un lavoro, una posizione fiscale, e un’automobile, come ogni buon austriaco. E’ stata proprio l’auto l’inizio della sua disavventura giudiziaria. Con quella, infatti, si era imbattuto in un normale controllo della polizia stradale: con gli agenti, però, era scattato un diverbio, sulle ragioni del controllo. Per tutta risposta, l’africano si era sentito apostrofare con l’ingiurioso epiteto.

    Lui non ci sta: denuncia l’episodio e produce testimoni. Insomma, l’agente, quella frase, l’ha detta, e i magistrati si ritrovano con una bella gatta da pelare.

    Il tribunale cantonale, primo grado di giustizia, assolve l’agente. L’africano insiste, e si rivolge in Appello. Ma anche stavolta i giudici confermano la decisione precedente: quell’insulto non è razzistico. Il motivo? Secondo i giudici, che lo spiegano nelle proprie motivazioni, la frase "negro di m..." non è lesiva della dignità umana, ma solo "dell’onore della persona". L’offesa della dignità umana, infatti, che giustificherebbe l’accusa di razzismo, si ha, almeno secondo la dottrina invocata dai magistrati austriaci, quando "viene direttamente o indirettamente contestato il diritto all’esistenza in quanto essere umano". Nella frase in questione, invece, con la parola "merda" si sarebbe espresso solo "un malumore verso una persona o un suo comportamento".

    Che però, in quel modo, per esprimere il malumore verso il comportamento di una persona, se ne attaccassero e screditassero gli aspetti più intimi della sua esistenza, insinuando addirittura la rpesenza di una tara dovuta alla sua appartenenza razziale, non è argomento che i compassati magistrati di Linz abbiano deciso di prendere in considerazione. Di fatto, la frase del poliziotto era "solo" un "attacco all’onore diretto a una persona particolare, che appartiene per caso alla razza nera, ma non un attacco alla razza nera in quanto tale". Per il giovane africano, incappato nella cavillosa giustizia austriaca, una doppia delusione. Per l’agente, invece, la patente per nuove acrobazie linguistiche al prossimo turno di controllo stradale.

    (10 AGOSTO 2003; ORE 180)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista storico
    Data Registrazione
    09 Jun 2009
    Messaggi
    36,670
    Mentioned
    403 Post(s)
    Tagged
    2 Thread(s)
    Inserzioni Blog
    2

    Predefinito Giusto......

    Tanti anni fa', fui fermato da un carabbiniere, un " terrone del ca..."
    La frase vi sorprende? A me, no.
    -N-

 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226