User Tag List

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 13
  1. #1
    Ospite

    Talking 'O zudde...una terra ricca di tradizziuni...

    Penitenti si percuotono a sangue in nome di Maria


    Il rito si svolge ogni sette anni nei pressi di Benevento. I fedeli si battono con un sughero irto di spilli


    GUARDIA SANFRAMONDI (BENEVENTO) – Incappucciati, con indosso un saio bianco, si percuotono il petto con un sughero irto di spilli. Tutto intorno un corteo di tremila fedeli. Avviene nella basilica santuario dell’Assunta di Guardia Sanframondi, paese in provincia di Benevento. Il rito, antico, si ripete ogni sette anni in nome di Maria. Centinaia di fedeli si flagellano per penitenza. E’ questo il momento, carico di tensione, più caratteristico delle celebrazioni. L’atmosfera di fede e di mistero ha attirato decine di migliaia tra fedeli e curiosi, e troupe televisive da tutto il mondo.

    I battenti, dei quali ufficialmente non si conosce l'identità, si sono ammassati nel santuario fin dalle prime ore del mattino. Le porte della basilica sono state chiuse agli altri fedeli, radunatisi all'esterno per la celebrazione della messa. Al rito sul sagrato ha assistito, tra gli altri, il presidente della Regione, Antonio Bassolino. Quando all’interno della basilica è risuonato il grido: “Fratelli, forze e coraggio, in nome di Maria battetevi”, al di fuori si è udito un rumore sordo. I fedeli incappucciati si percuotono il petto ritmicamente. Dal sughero, chiamato “spugna”, fuoriescono 33 punte di spillo.

    La scena che ha fatto rabbrividire molti dei presenti: alla vista del sangue ci sono stati malori e qualche svenimento tra i fedeli, subito soccorsi dal servizio d'ordine; un piccolo gruppo di battenti invece ha rinunciato, all'ultimo momento, all'atto di penitenza.

    Poi i battenti, in ginocchio, procedendo all' indietro in un primo tratto, con lo sguardo rivolto verso la statua della Madonna dell'Assunta, sono usciti dal santuario e si sono incolonnati dietro la statua di San Girolamo Penitente. Tra gli incappucciati ci sono anche gli assistenti che provvedono a bagnare i sugheri con vino bianco e a riparare gli strumenti di penitenza che dovessero rompersi.

    Incoraggiati dalle parole del vescovo di Cerreto Sannita, Michele De Rosa, che ha presieduto la messa celebrata da dieci sacerdoti, i battenti si sono incolonnati alla processione. E il loro numero cresce man mano che la processione va avanti: gli incappucciati sono circa un migliaio. Ma il loro numero potrebbe crescere con il procedere del rito.

    (24 AGOSTO 2003, ORE 17:40)





    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    va bè è una tradizione...
    fintanto che stanno a casa loro possono anche darsi delle martellate sui testicoli da mattina a sera che non me ne può fregare di meno.

  3. #3
    sacher.tonino
    Ospite

    Predefinito

    Avete mai sentito parlare di Sanniti o di Irpini.
    Questa tradizione cattolica dei Battenti sicuramente, come tutto il cattolicesimo, vibra di antichissime ritualità pagane.
    Ma voi credette nel Celtismo, cioè una moda newage.
    Noi meridionali abbiamo la fede che muove le montagne.
    Lo stesso sottoscritto che si definisce un magicoprogressistapanteista nutre un reverenziale rispetto per tali antichissime tradizioni.
    Voi settentrionali, a parte la fede nel denaro, non potrete mai capire ciò che si CELA NELLE PROFONDITA' di un cuore meridionale.
    Antonio

    Antichi Guerriere ed Iniziati Sanniti.


  4. #4
    Ospite

    Predefinito

    [QUOTE]In origine postato da sacher.tonino
    [B]Avete mai sentito parlare di Sanniti o di Irpini.
    Questa tradizione cattolica dei Battenti sicuramente, come tutto il cattolicesimo, vibra di antichissime ritualità pagane.
    Ma voi credette nel Celtismo, cioè una moda newage.
    Noi meridionali abbiamo la fede che muove le montagne.
    Lo stesso sottoscritto che si definisce un magicoprogressistapanteista nutre un reverenziale rispetto per tali antichissime tradizioni.
    Voi settentrionali, a parte la fede nel denaro, non potrete mai capire ciò che si CELA NELLE PROFONDITA' di un cuore meridionale.
    Antonio

    Non ho niente in contrario, figuriamoci...si tratta certamente di tradizioni millenarie che vanno rispettate e salvaguardate...
    Questo però mette in luce ancora una volta l'abisso culturale che c'è tra la Padania e il Sud...

  5. #5
    sacher.tonino
    Ospite

    Predefinito

    Più che "abisso culturale" si deve parlare di naturali diversità culturali.
    Saluti
    Antonio

  6. #6
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Messaggi
    14,441
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    [QUOTE]In origine postato da Iena Plissken
    [B]
    In origine postato da sacher.tonino
    Avete mai sentito parlare di Sanniti o di Irpini.
    Questa tradizione cattolica dei Battenti sicuramente, come tutto il cattolicesimo, vibra di antichissime ritualità pagane.
    Ma voi credette nel Celtismo, cioè una moda newage.
    Noi meridionali abbiamo la fede che muove le montagne.
    Lo stesso sottoscritto che si definisce un magicoprogressistapanteista nutre un reverenziale rispetto per tali antichissime tradizioni.
    Voi settentrionali, a parte la fede nel denaro, non potrete mai capire ciò che si CELA NELLE PROFONDITA' di un cuore meridionale.
    Antonio

    Non ho niente in contrario, figuriamoci...si tratta certamente di tradizioni millenarie che vanno rispettate e salvaguardate...
    Questo però mette in luce ancora una volta l'abisso culturale che c'è tra la Padania e il Sud...
    Io personalmente ho partecipato a riti pagani qui al sud,al nord mi risulta ci fosse una forte associazione pagana "l'araldo di thule"mi pare
    pero' non ho mai sentito parlare di riti svolti da quelle parti.
    Se la fede e' viva...
    Poi iena se tu parli di barbarie(riti antichi),e civiltà(modernismo,etc.)definendola abisso culturale,confermi le mie teorie,forse non solo la lega,ma tutto l'ambiente padanista,e' modernista,
    pertanto preferisce la nuova civiltà a stelle e strisce....
    mah!Contenti voi...

  7. #7
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

  8. #8
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Elendil
    che io sappia ci sono laComunità Odinsta e Il Movimento Spirituale Riformato dei Nativi d'Insubria
    chiedi a bely cmq

  9. #9
    email non funzionante
    Data Registrazione
    09 Mar 2002
    Messaggi
    14,441
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In origine postato da Elendil
    che io sappia ci sono laComunità Odinsta e Il Movimento Spirituale Riformato dei Nativi d'Insubria
    Mi puoi passare i links?
    Grazie

  10. #10
    Homo faber fortunae suae
    Data Registrazione
    03 Mar 2003
    Località
    Gussago
    Messaggi
    4,237
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    http://www.geocities.com/Athens/Thebes/7778/

    per i nativi questo è il manifesto (per ogni domanda a Beli Mawyr:

    MOVIMENTO SPIRITUALE RIFORMATO DEI NATIVI D'INSUBRIA

    MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA


    1. PERCHE' NASCE IL MOVIMENTO SPIRITUALE RIFORMATO DEI NATIVI D'INSUBRIA?

    Perché da tempo si avverte l'esigenza di riunire le forze di coloro che, destati dal torpore in cui il cristianesimo li aveva tenuti sin dalla più tenera età, hanno rivolto la loro speranza verso gli antichi Dei. Questa speranza non è frutto di un ragionamento o di speculazioni filosofiche che tendono a "creare" cosmogonie in un'attività del tutto umana e psicologica. Essa deriva invece da una sorta di intuizione inspiegabile con la logica che noi chiamiamo vocazione
    Il MOVIMENTO SPIRITUALE RIFORMATO DEI NATIVI D'INSUBRIA nasce quindi per riunire coloro che si sentono ormai estranei dalla religione cristiana e tendono a ritrovare la propria spiritualità in seno al culto degli antichi Dei della propria nazione

    1. PERCHE' NASS EL MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA?

    Perchè de gran temp gh'è l'esigenza de mett insema i fòrz de qui che, dessedaa de l'inranghiment che el cristianesim i aveva tegnuu fin de piscinitt, hann giraa i sò speranz vers i Dei antigh. Sta speranza l'è minga el risultaa de on resonament ò de speculzion filosòfich che tiren a "creà" còsmo gonii in d'on lavorà che l'è del tutt uman e psicològich. La ven inveci de ona specie de intuizion inspiegabil con la lògica che nunch ciamom vocazion.
    El MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA el nass quindi per mett insema qui che senten foresta la religion cristiana e cerchen de ritrovà la soa spiritualità in del cult di antigh Dei de la soa pròppia nazion

    2. PERCHE' SI DEFINISCE RIFORMATO?

    I cristiani definiscono spregiativamente come pagani coloro che seguono tale intuizione. Ma il termine "paganesimo", ancorchè utilizzato dai discendenti di coloro che lo utilizzarono per primi, mal si adatta a chi si rivolge oggi alla venerazione degli Dei.
    Non esiste più, infatti, un collegamento tra il paganesimo attuale e quello tradizionale. Ovvero, la tradizione stessa, per mezzo umano, si è interrotta:
    " All'inizio splende il sole e l'uomo vede la strada. Ma quando il sole tramonta, resta solo la fioca luce della luna a rischiarare un poco i suoi passi. Si accendono allora le torce, per ritrovare il cammino nell'oscurità. Ma poi le torce si consumano e solo la voce resta a indicarci la via."
    Tale voce è l'intuizione.
    L'interruzione della Tradizione, però, ci impedisce di conoscere i nomi degli Dei della nostra Terra. Non solo, anche i riti e le tecniche rituali ci giungono solo come eco oramai quasi incomprensibile.
    Esiste, quindi, la necessità di riFORMARE il cosiddetto "paganesimo".
    In tutta onestà, infatti, nessuno di noi è depositario di tali conoscenze. Per questo motivo, il MOVIMENTO SPIRITUALE RIFORMATO DEI NATIVI D'INSUBRIA promuove lo studio delle culture arcaiche in particolare relative alle stirpi che compongono la nostra etnia e ne promuove la divulgazione. Saranno gli Dei stessi a farci conoscere la loro via e il modo in cui onorarli.
    Noi non crediamo che i nostri Dei possano essere definiti come celti o germani o greco-romani, per il semplice fatto che gli DEI DELL'INSUBRIA sono PRIMA di qualsiasi espressione culturale li abbia rappresentati. E' solo per la nostra umana inadeguatezza che li appelliamo con i nomi loro attribuiti dai nostri antenati celti e germani. Perché i loro nomi ci sono sconosciuti e attendiamo che siano Essi a dirci come li dovremo chiamare.
    Allo stesso modo, poco o nulla conosciamo dei riti e delle tecniche rituali. Per questo è necessario lo studio dei simboli e dei miti. Esso ci consentirà di avvicinarci il più possibile, attraverso la conoscenza intellettuale, alla vera conoscenza, che ci verrà data quando saremo pronti.


    2. PERCHE' EL SE DEFINISS RIFORMAA?

    I cristian ciamen con disprezzi pagan qui che ghe vann adree a quella intuizion lì. Ma el termin paganesim, sebén dopraa de qui che vegnen di primm che l'hann dopraa, mal el se adatta a chi el se gira incoeu a la venerazion di Dei.
    El esist pù, difatti, on collegament in tra el paganesim de adess e quell tradizional. Ò ben, la tradizion stessa, per mezzo uman, la s'è interrotta.
    "In princippi sbarlusis el sô e l'òmm el ved la strada. Ma quand el sô el va giò, ghe resta domà la debola lus de la luna a s'ciarì on poo i sò pass. Se pizzen allora i fiaccol, per ritrovà el cammin in del scur. Ma poeu i fiaccol se consumen e domà la vos la resta a indicamm la via."
    Questa vos chì l'è l'intuizion.
    L'interruzion de la Tradizion, però, la ne impediss de cognoss i nòmm de Dei de la nòstra Terra.
    Via de quell, anca i riti e i tecnich rituai me riven domà come on eco oramai quasi incomprensibil.
    Gh'è, quindi, el bisògn de riFORMA' el cosidett "paganesim".
    In tutta onestà, difatti, nissun de nunch l'è el depositari de qui conoscenz lì. Per sto motiv, el MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA el promoeuvel studi di coltur arcaich in aprticolar qui di stirpi che compònen la nòstra etnìa e en promoeuv la divulgazion. Sarann i Dei stess che ne farann cognoss la soa via e la manera de onorai.
    Nunch credom nò che i nòster Dei poden vess definii come celt o german o greco-roman, per el semplice fatt che DEI DE L'INSUBRIA hinn PRIMA de qualsiasi espression coltural che i ha rappresentaa. L'è domà per la nòstra umana inadeguatezza che i ciamom cont i nòmm che gh'hann daa i noster antenaa celt e german. Perchè savemm nò i sò nòmm e spettom che sien lor a dinn come i dovaremm ciamà.
    A la stessa manera, pòcch o nient cognossom di riti e di tecnich rituai. Per quest l'è necessari el studi di simbol e di mitt, che el ne consentirà de visinass el pussee possibil, per mezzo de la conoscenza intellettual, a la vera conoscenza, che la ne vegnarà dada quand saremm pront.


    3. PERCHE' SI DEFINISCE DEI NATIVI D'INSUBRIA?

    Poche cose ci sono giunte dai nostri antenati relativamente agli Dei della nostra nazione. Conosciamo alcuni dei loro nomi celtici accostati a quelli assegnatigli dall'interpretatio latina, e quelli degli antenati goto-longobardi. Ciò di cui siamo sicuri è che vivo era il culto delle Madri, in tutto il territorio, e soprattutto quello della Dea degli Insubri (chiamata Athena dai romani), le cui insegne, dette inamovibili, furono asportate dal tempio in Mediolanum della stessa Dea dai guerrieri Insubri per andare in battaglia contro gli invasori romani.
    In primo luogo, dunque, gli aderenti al MOVIMENTO SPIRITUALE RIFORMATO DEI NATIVI D'INSUBRIA onorano la DEA in quanto MADRE DEGLI INSUBRI.
    Per questo coloro che ne fanno parte si definiscono FRATELLI E SORELLE D'INSUBRIA.
    Si tratta di un movimento spirituale a carattere genuinamente nazionale, in quanto definisce la nazione quale comunità dei figli di una stessa Madre, l'Insubria, ipostasi territoriale della Madre Terra.

    3. PERCHE' EL SE DEFINISS DI NATIV D'INSUBRIA?

    Pòcch ròbb n'è rivaa di nòster antenaa in sui Dei de la nòstra nazion.
    Savemm on quaivun di sò nòmm celtich mettuu taccaa a qui che gh'ha daa l'interprettio latina, e qui di antenaa goto- longobard. Quell che semm sicur l'è che gh'era viv el cult di Mader, in su tutt el territori, e soratutt quell de la Dea di Insuber (ciamada Athena di roman), che i sò insegn, che ghe diseven inamovibil, hinn staa portaa via del tempio de Mediolanum de la stessa Dea di guerrier Insuber per andà in battaglia contra i invasor roman.
    In prima, donca, i aderent al MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA onoren la Dea in quant MADER DI INSUBER.
    Per quest qui che'n fann part se definisssen FRADEI E SORELL D'INSUBRIA.
    Se tratta de on moviment spiritual a caratter genuinament nazional, in quant el definiss la nazion come comunità di fioeu de la stessa Mader, l'Insubria, ipostasi territorial de la Terra Mader.

    4. QUALI AZIONI INTRAPRENDERA' IL MOVIMENTO SPIRITUALE RIFORMATO DEI NATIVI D'INSUBRIA?

    Il MOVIMENTO SPIRITUALE RIFORMATO DEI NATIVI D'INSUBRIA intende operare sul piano dello studio delle radici spirituali della nostra nazione e sul piano della divulgazione di tali studi.
    Vi è poi un'importante contingenza che rende necessaria una predicazione radicale e cioè la situazione disastrosa in cui versa la nostra Madre Terra, stuprata e devastata da molti dei suoi stessi figli che, attratti solo dal profitto e dal proprio tronaconto personale, non esitano ad avvelenarne le fonti, sacre agle Dei, e il territorio in genere, rendendolo invivibile ai suoi figli tutti, siano essi piante, minerali, o animali. Per questo OGNI FRATELLO E SORELLA INSUBRE HANNO IL COMPITO DI TESTIMONIANZA, nella loro vita e nelle loro opere.
    E' in gioco la salvezza della nostra MADRE TERRA e perciò anche dei suoi figli. I FRATELLI E LE SORELLE INSUBRI non concepiscono la salvezza come il conseguimento di un premio in un'altra vita, ma ritengono quale premio l'ONORE DI LOTTARE PER GLI DEI E PER LA MADRE TERRA. VITTORIA O SCONFITTA SONO EGUALI PER CHI SI BATTE PER GLI DEI, RISIEDENDO LA VITTORIA NELLA LOTTA STESSA.

    In sintesi, il MOVIMENTO SPIRITUALE RIFORMATO DEI NATIVI D'INSUBRIA è un MOVIMENTO SPIRITUALE NAZIONALE che basa la sua azione sulla militanza attiva dei suoi membri, i quali riconoscono di essere stati posti dal DESTINO o WEIRD quali GUERRIERI su questa terra, per la sua salvezza e per la salvezza dei suoi figli.

    4. CHE AZION EL FARA' EL MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA?

    El MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA el voeur operà in sul pian di studi di radìs spirituai de la nòstra nazion e in sul pian de la divulgazion de sti studi.
    Gh'è poeu ona contingenza importanta che la rend necessaria ona predicazion radical var a dì la situazion disastrosa de la nçstra Terra Mader, stuprada e devastada de tanti di sò stess fioeu che, tiraa domà dal guadagn e dal so tornacunt personal, stann minga lì a guardà se ghe invelenen i sorgent, sacre ai Dei, e el territori in general, fasendol diventà invivibil a tutt'i sò fioeu, sien piant, minerai o animai. Per quest, ÒGNI FRADELL E SORELLA INSUBER GH'HANN EL COMPIT DE TESTIMONIANZA, in de la soa vita e in di sò òper.
    Gh'è in gioeugh la salvezza de la nòstra TERRA MADER e quindi anca di sò fioeu. I FRADEI E I SORELL INSUBER concepissen nò la salvezza come ottegnì on premi in d'on'altra vita, ma ritegnen come premi L'ONOR DE LOTTA' PER I DEI E PER LA TERRA MADER. VITTORIA O SCONFITTA HINN ISTESS PER CHI EL SE BATT PER I DEI, PERCHE' LA VITTORIA LA STA IN DE LA LòTTA STESSA.

    In sìntesi, el MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA l'è on MOVIMENT SPIRITUAL NAZIONAL che el fonda la soa azion in su la militanza attiva di so member, che ricognossen de vess staa mettu del DESTIN o WEIRD come GUERRIER in su sta terra, per la soa salvezza e per la salvezza di sò fioeu.



    Per il MOVIMENTO SPIRITUALE DEI NATIVI D'INSUBRIA
    Il Reverendo Lorenzo Banfi

    Per el MOVIMENT SPIRITUAL RIFORMAA DI NATIV D'INSUBRIA
    El Reverend Lorenz Banfi

 

 
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Chi Ha Letto Questa Discussione negli Ultimi 365 Giorni: 0

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226