Pieno appoggio al progetto di rilancio italiano dell'economia Ue
«La proposta di risoluzione americana ancora lontana dall'obiettivo primario di dar vita ad un governo iracheno»
DRESDA (GERMANIA) - Ancora disco rosso agli Usa da parte di Francia e Germania sulla questione irachena.


Il presidente francese Jacques Chirac e il cancelliere tedesco Gerard Schroeder (Ap)
Il presidente francese Jacques Chirac e il cancelliere tedesco Gerard Schroeder incontratisi oggi a Dresda hanno detto oggi di non non essere ancora pronti ad accettare le proposte americane che potrebbero portare a una nuova risoluzione delle Nazioni Unite sull'Iraq.
PROPOSTE USA - «Siamo pronti a esaminare le proposte ma sembrano abbastanza lontane da quello che ci sembra l'obiettivo primario, vale a dire il trasferimento della responsabilità politica a un governo iracheno il prima possibile», ha detto Chirac in una conferenza stampa congiunta. Schroeder ha aggiunto che le proposte mostrano un passo avanti nella posizione americana ma non ancora abbastanza. Gli Stati Uniti hanno realizzato una bozza per una nuova risoluzione per il Consiglio di sicurezza dell'Onu con l'obiettivo di indurre più nazioni a inviare soldati e denaro a sostegno dell'occupazione guidata dagli Usa.
CRESCITA ECONOMICA EUROPEA - Sul piano economico la Francia appoggia appieno l'iniziativa tedesca per una maggiore crescita in Europa, secondo quanto annunciato oggi da Chirac. Il cancelliere tedesco aveva anche lui sottolineato poco prima che Francia e Germania si associano all'iniziativa della presidenza italiana. Però l'accento posto particolarmente sulle infrastrutture, ha detto, «non basta» e per questo anche il presidente francese è d'accordo che bisogna prendere in considerazione anche «la ricerca e lo sviluppo». «Sono sicuro - ha aggiunto Schroeder - che la presidenza italiana accoglierà» questa iniziativa.