User Tag List

Risultati da 1 a 4 di 4
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Località
    Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta!
    Messaggi
    12,320
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito Espertoni (esperti terroni) economisti di AN...

    Così funzionerà il "ticket" pro consumi


    Si studia un meccanismo che consenta di trasformare parte delle retribuzione in bonus per l'acquisto dei beni durevoli, esentasse, con un tetto annuo di spesa di 250 euro.
    di Paolo Russo

    ROMA - Un "ticket consumer", sulla falsa riga dei buoni pasto, emessi dal datore di lavoro come anticipo di una parte della retribuzione e capace di raddoppiare il valore di un euro in busta paga grazie alla completa detassazione del bonus.

    All'idea anticipata da il Nuovo il 29 luglio scorso stanno lavorando da tempo in tandem gli uomini di via XX settembre e gli esperti economici di An, coordinati dal ministro delle Politiche agricole, Gianni Alemanno, e dal vice-presidente della commissione finanze della Camera, Maurizio Leo.

    La finanziaria dovrà sostenere sviluppo e consumi. Su questo sembrano quasi tutti d'accordo a lavorare per invogliare gli italiani a riaprire i cordoni della borsa. E respingere così lo spettro di una recessione che aleggia sempre più sinistro dopo il dato di oggi, che assegna al Pil di Eurolandia uno sconfortante -0,1% nel secondo trimestre di quest'anno.

    Un riferimento all'idea "spingi-consumi" era del resto già contenuto nel parere che la commissione finanze di Montecitorio aveva espresso a luglio sul Dpef, invitando il governo a prevedere incentivi ai consumi, "anche nella forma di speciali titoli di legittimazione", che consentano ai lavoratori dipendenti di acquistare beni essenziali presso esercizi convenzionati.

    Invito accolto da via XX settembre dove si è continuato a perfezionare l'idea, per rendere il ticket più appetibile. Scontando sul bonus imposte e contributi dovuti dal lavoratore, spiegano i tecnici, 100 euro di retribuzione si trasformerebbero in quasi 140 euro. Se nel "ticket consumer" confluisse poi anche la quota di imposte e contributi a carico del datore di lavoro ecco compiuto il miracolo della trasformazione dei cento euro in busta paga in oltre 170 euro da spendere per il frigo, la Tv o un altro bene durevole. Il tutto fissando un tetto al bonus, che potrebbe essere di 250 euro l'anno o del 2% della retribuzione.

    Restano da risolvere i problemi di copertura finanziaria. Che i tecnici però minimizzano. La quasi totalità del costo, assicurano, verrebbe compensata con le maggiori entrate fiscali, Iva in testa, garantite dalla ripresa dei consumi.

    (9 SETTEMBRE 2003; ORE 170)

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    Forumista
    Data Registrazione
    01 Apr 2009
    Messaggi
    995
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    L'altra sera ho visto la pubblicità del tizio che esce dal negozio con un pacchettino e viene ringraziato da sconosciuti che incontra per strada perché, facendo acquisti, ha contribuito ad accrescere i consumi favorendo l'economia.
    Lo stesso giorno ho letto una tabella in cui veniva rappresentato l'aumento dei consumi dagli anni '30 ad oggi nei paesi cosiddetti sviluppati. Pazzesco.
    Il nostro modello di sviluppo si basa su un'economia che deve costantemente incrementare le proprie performance. Una diminuzione del PIL dello 0,1% per due semestri di fila, come è avvenuto in Italia, determina una situazione di "recessione struttrale", una specie di disastro cui porre rimedio con le proposte stronze degli anali postate da Nanths o con le pubblicità sceme di cui parlavo all'inizio.
    Il Marx economista (grande economista) aveva avuto l'intuizione di prevedere la crisi del sistema capitalistico, anche se ha sbagliato i tempi (accorciandoli) e i modi (lo sfruttamento delle risorse è prerogativa di pochi stati a fronte di tantissimi altri che consumano pochissimo. Quindi le "differenze sociali" preconizzate da Marx non si sono evidenziate all'interno dei singoli stati, ma tra stato e stato. Il risultato comunque non cambia, e lo stiamo vivendo giornalmente con il fenomeno dell'immigrazione) . Un mostro (l'economia mondiale) che raddoppia ogni 20/25 anni difficilmente può reggere in un ambiente in cui le risorse sono limitate, la capacità di assorbimento delle scorie è agli sgoccioli e meno del 20% della popolazione gode più dell'80% delle risorse.
    Facciano tutte le proposte che vogliono: il nostro sistema di sviluppo è in crisi. O si cambia registro cercando una strada alternativa percorribile rispetto al turbocapitalismo, o si mettono pezze in attesa dell'esplosione del sistema. E a quel punto saranno guai. Grossi.

  3. #3
    piemonteis downunder
    Data Registrazione
    20 Mar 2002
    Località
    sydney
    Messaggi
    3,615
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    In una situazione come la vostra in itaglia, dove il mercato
    interno e' ormai piu' o meno saturo e i consumi non possono crescere
    piu' di tanto, quale puo' essere la via d'uscita per le imprese?
    Direi esportare di piu', trovare nuovi mercati. Per esempio cercare
    di vendere in Cina dove ci sono gia' 200-300 milioni di consumatori
    ricchi abbastanza da comprare quelle macchine, TV, frigo, computers,
    camere che non si vendono piu' in itaglia.
    Paesi come Germania, Francia, UK e Australia stanno facendo di tutto
    per mantenere in attivo le proprie industrie aumentando gli export in Cina,
    invece di lamentarsi solo e chiedere il protezionismo
    (che avrebbe l'effetto opposto!)

    Concordo con il tuo riferimento a Marx. Dopo 150 anni,
    la sua resta tuttora la migliore analisi del capitalismo e dei suoi problemi.

  4. #4
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    336 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito


 

 

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226