User Tag List

Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 10 di 37
  1. #1
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Thumbs down Il manifesto degli anti-leghisti libertaristi

    il manifesto a favore della libertà d'iniziativa e contro il protezionismo

    Il Terzo Mondo è soffocato dal protezionismo dei paesi ricchi ed egoisti (l'Unione europea dei burocrati di Bruxelles e delle quote-latte, in particolare). Bene stanno quindi facendo il Brasile, l'India, la Cina e il Messico a chiedere la fine dei sussidi all'agricoltura europea e di quelle barriere che impediscono ai loro prodotti di venire in Europa, ponendo le basi per quella povertà che li condanna alla fame e li spinge a venire in massa in Occidente.

    Oggi, finalmente, qualcuno ha cominciato a rompere il silenzio anche da noi, denunciando l'immoralità e l'irrazionalità delle dogane e dello statalismo.
    Ecco il testo del manifesto "No al protezionismo", che ha già raccolto moltissime adesioni.





    NO AL PROTEZIONISMO!

    Un manifesto promosso dall'Istituto Bruno Leoni


    La consapevolezza dell'inefficienza e dell'ingiustizia delle tariffe
    doganali è al cuore della stessa teoria economica, sin dai tempi di Adam Smith. Tuttavia, nonostante vi sia chi parla di "pensiero unico liberale" e di miti ideologici sul cui tronco s'innesterebbe l'avventura della globalizzazione, viviamo ancora in un mondo di barriere e tariffe.

    L'Unione Europea, in particolare, nata come area comune di libero scambio, oggi impone 15000 dazi contro prodotti di varia provenienza. Una serie di misure economiche che, nel Terzo mondo - secondo le stime di un recente report del Centre for the New Europe - costano la vita a 6,600 persone ogni giorno. Che significa 275 persone all'ora. Un uomo ogni tredici secondi, da qualche parte nel mondo, muore a causa di troppo protezionismo e troppo poca globalizzazione.

    Se l'Africa potesse intensificare la sua quota di interscambio mondiale di appena l'un per cento, ciò le frutterebbe 70 miliardi di euro in più l'anno. Il che basterebbe per trascinare 128 milioni di persone fuori dalla povertà.

    Ciononostante, in prossimità dell'importante riunione della World Trade Organization a Cancun (Messico), in Italia si sono udite soltanto voci schierate a favore di una limitazione degli scambi - attraverso vari strumenti. Si è immaginato, come stratagemma per rafforzare la nostra competitività, l'istituzione di nuove tariffe in funzione anti-asiatica.
    Anziché fare pressione sul governo cinese perché elimini le barriere all' entrata, che sbarrano il cammino ai nostri prodotti, si vorrebbe seguirne il modello: aprendo la strada a una "guerra di tariffe" che potrebbe precluderci il più grande mercato del mondo.

    Come intellettuali, come imprenditori, come politici, ma soprattutto come persone, diciamo "no" a una politica che mette a rischio la vita dei nostri simili, oltre a proibire a consumatori italiani di beneficiare di buoni prodotti a basso prezzo.

    Il libero scambio è la premessa della pace: il Novecento ha dimostrato cosa succeda quando gli si antepongono questo o quell'egoismo nazionale. Il nostro auspicio è che la storia non sia destinata a ripetersi.

    Istituto Bruno Leoni,
    in collaborazione con Centre for the New Europe
    e Comitato Globalia



    Primi firmatari:

    Luigi Amicone (direttore di Tempi), Dario Antiseri (LUISS Roma), Simone Baldelli (Giovani di Forza Italia), Marco Bassani (Università di Milano), Luisella Battaglia (Università di Genova), Sergio Belardinelli (Università di Bologna), don Bruno Bordignon, Romano Bracalini (giornalista), Rino Cammilleri (giornalista), Aldo Canovari (editore), Cinzia Caporale (Università di Siena), Fausto Carioti(giornalista), Rodolfo Casadei (giornalista), Riccardo Cascioli(giornalista), Maurizio Cassano (imprenditore), Alessandro Cecchi Paone (giornalista), Franco Cellino (imprenditore), Alejandro A. Chafuen Rismondo (Atlas Economic Research Foundation), Enrico Colombatto (Università di Torino), Dino Cofrancesco (Università di Genova), Giovanni Cofrancesco (Università di Genova), Mauro Cresti (Università di Siena), Raimondo Cubeddu (Università di Pisa), Bruno Dapei (imprenditore), Benedetto Della Vedova(europarlamentare radicale), Alessandro De Nicola (presidente della Adam Smith Society), Fabrizio D'Esposito (giornalista), Sergio Dosio (Unione Industriale di Torino), Tim Evans (Centre for the New Europe), Leonardo Facco (editore), Renato Farina(giornalista), Vittorio Feltri (direttore di Libero), Roberto Festa(Università di Trieste), Angelo Fiori (Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma), Franco Forlin (imprenditore), Diego Gabutti(giornalista), Antonio Gaspari (giornalista), padre Piero Gheddo, Lord Harris of High Cross, Nicola Iannello (giornalista), Lorenzo Imbasciati (imprenditore), Lorenzo Infantino (LUISS Roma), Sergio Leali (imprenditore), Leonard Liggio (George Mason University), Carlo Lottieri (Università di Siena), Vittorio Macioce (giornalista), Antonio Martino (ministro della Difesa), Vittorio Menesini(Università di Perugia), Bruno Mezzetti (Università politecnica delle Marche), Alberto Mingardi (Centre for the New Europe), Diego Minonzio (giornalista), Stefano Monti Bragadin (Università di Genova), Giovanni Orsina (Università "La Sapienza", Roma), Andrea Orsini (deputato di Forza Italia), Guglielmo Piombini(saggista), Antonio Polito (direttore de Il Riformista), Raffaele Prodomo (Università della Calabria), Giuseppe Quarto(imprenditore), Giorgio Rebuffa (Università di Genova), Renato Angelo Ricci (presidente onorario Società Italiana di Fisica), Sergio Ricossa (Università di Torino), Robi Ronza (giornalista), Giambattista Rosa (dirigente d'impresa), Cesare Romit (presidente Associazione Italia-Cina), Florindo Rubbettino (editore), Francesco Sala (Università di Milano), Pascal Salin(Université Paris Dauphine), Corrado Sforza Fogliani (presidente Confedilizia), Angelo Spena (Università di Verona), Carlo Stagnaro(Istituto Bruno Leoni), Roberta Tatafiore (giornalista), Adriano Teso (imprenditore), Luigi Tessera Chiesa (imprenditore), Tito Tettamanti (imprenditore), Giorgio Troi (Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione), Alessandro Vitale (Università di Milano), Paolo Zanetto (Globalia), Luigi Zingales (University of Chicago).


    E' possibile aderire via email ([email protected]), per fax (02-700429814), o telefonicamente (328-4453502
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

    •   Alt 

      TP Advertising

      advertising

       

  2. #2
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Prendete nota dei nomi...
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  3. #3
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  4. #4
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Romano Bracalini (giornalista),
    Leonardo Facco (editore)
    Alberto Mingardi (Centre for the New Europe)
    Carlo Stagnaro(Istituto Bruno Leoni),
    ........eccoli i sedicenti padanisti, i leghisti anti-italiani che firmano manifesti contro la politica della Lega assieme a sinistri, forzaitalioti,rappresentanti dei poteri forti!
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  5. #5
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    No al protezionismo, sì ai propri privilegi
    Lo storico firmatario



    --------------------------------------------------------------------------------
    Ieri su Il Foglio è comparso un singolare annuncio a pagamento di alcune note lobbies di potere che, come i bulgari di antica sovietica memoria, raccolgono firme con lo slogan "No al protezionismo". Non ci siamo meravigliati di una firma come quella di Cesare Romiti, che non conoscevamo ancora nelle vesti di presidente dell'Associazione Italia-Cina. Ci ha sorpreso invece, ma fino a un certo punto conoscendo il personaggio e il suo livello, la firma di un noto quaquaraqua, il quale prima di firmare dovrebbe fare un monumento a qualcuno per avergli trovato, con la consueta generosità e bontà, una sistemazione per la quale si è poi e subito rivelato inadeguato, nonostante i 300 milioni l'anno che continua a imbertare. Costui, noto per scriversi da solo le interviste (attribuendole poi falsamente alla firma di altri: per fortuna noi conserviamo gli originali e lo possiamo sbugiardare dove e quando vuole), ha il dente avvelenato forse perché, nonostante la pensione e i 300 milioni voleva ancora di più: tentò di far assumere il figlio a Rai News 24, ma dopo sei mesi l'incarico non è stato rinnovato. E allora l'ha accasato chez Il Giornale (occhio, Belpietro a chi ti sei messo in casa). Costui, dunque, storico fallito, farebbe meglio a firmare appelli intiotolati "No al Nepotismo", oppure "No ai (propri) privilegi", invece di pensare a dire "No al protezionismo". E quando parla di intellettuali, anzi di persone, non esageri e non si monti la testa: basti che si guardi allo specchio per capire che non è nessuna delle due cose.
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  6. #6
    www.leganordromagna.org
    Data Registrazione
    06 Mar 2002
    Località
    Romagna Nazione Padana
    Messaggi
    4,777
    Mentioned
    0 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    è vergogno che poi questi critichino la Lega perchè è alleata della destra itagliana.

    gente che va a braccetto con comunisti e forzisti dovrebbe solo stare zitta.

    FIERO DI ESSERE LEGHISTA


    ecco da dove vengono i promotori:

    LUISS Roma
    Giovani di Forza Italia
    Università di Bologna (covo di rossi)
    europarlamentare radicale
    Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma
    Università "La Sapienza", Roma
    Università della Calabria
    presidente Associazione Italia-Cina
    Globalia

  7. #7
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    ........eccoli i sedicenti padanisti, i leghisti anti-italiani che firmano manifesti contro la politica della Lega assieme a sinistri, forzaitalioti,rappresentanti dei poteri forti!
    Mica colpa di nessuno se la Lega fa una politica contro gli interessi dei consumatori padani...
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  8. #8
    email non funzionante
    Data Registrazione
    13 May 2009
    Messaggi
    30,192
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Sono solo degli infiltrati, gentaglia che non è MAI stata leghista.
    Essere leghista vuol dire combattere per difendere le proprie radici etniche, le proprie tradizoni ,la propria comunità dal iper-liberismo globalizzante e dal mondialismo multirazziale.
    Sono in fondo solo dei servi sciocchi degli U$A...
    "Sarà qualcun'altro a ballare, ma sono io che ho scritto la musica. Io avrò influenzato la storia del XXI secolo più di qualunque altro europeo".

    Der Wehrwolf

  9. #9
    Globalization Is Freedom
    Data Registrazione
    05 Mar 2002
    Messaggi
    2,486
    Mentioned
    1 Post(s)
    Tagged
    0 Thread(s)

    Predefinito

    Come fanno a essere infiltrati, se nessuno di loro ha più alcun rapporto con la Lega? Piuttosto, gli infiltrati sono gli artefici del golpe statalista all'interno alla Lega: che hanno trasformato il più liberale dei movimenti secessionisti europei nel più centralista dei partiti nazional-socialisti del continente.
    "Non spargerai false dicerie; non presterai mano al colpevole per essere testimone in favore di un'ingiustizia. Non seguirai la maggioranza per agire male e non deporrai in processo per deviate la maggioranza, per falsare la giustizia. Non favorirai nemmeno il debole nel suo processo" (Esodo 23: 1-3)

  10. #10
    Socialcapitalista
    Data Registrazione
    01 Sep 2002
    Località
    -L'Italia non è un paese povero è un povero paese(C.de Gaulle)
    Messaggi
    89,493
    Mentioned
    336 Post(s)
    Tagged
    30 Thread(s)

    Predefinito

    Originally posted by Der Wehrwolf
    Prendete nota dei nomi...
    jawohl mein fuhrer.

 

 
Pagina 1 di 4 12 ... UltimaUltima

Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 16-04-12, 10:22
  2. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 15-04-12, 18:24
  3. L'OLOCAUSTO DEGLI INNOCENTI... (MANIFESTO ANTI-VIVISEZIONE!)
    Di gaspare110 nel forum Politica Estera
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03-10-10, 16:09
  4. L'olocausto degli innocenti... (manifesto anti vivisezione!)
    Di gaspare110 nel forum Politica Europea
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 02-10-10, 13:08
  5. manifesto anti-ZOG
    Di Bonifacius nel forum Tradizione Cattolica
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07-12-05, 14:14

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226